Skip to main content

Full text of "Speciali Win Magazine 28 - Streaming"

See other formats


i In A.P. - 45% Art. 2 Comma 2Q/B Legge 662/96 - Aut N. I 


Dagli autori della rivista di informatica e tecnologia più venduta in Italia 


Anno IX, n.ro 1 (28) - Periodicità bimestrale - GENNAIO/FEBBRAIO 2017 - Rivista + DVD 


SPECIALI 


I 


Magazine 



lai J i ■ ■ iqh i:\\* i*j l5Td un : i ■ lan j>j ;i i 



LAGR 


Iv 




e c'è chi vede tutto in chiaro! 


Tecniche e tool degli smanettoni per “sintonizzarsi” sui canali 
underground della rete e fare zapping da PC e smartphone! 



FILM, 

SERIETV e CALCIO 

I canali segreti del web 
per guardare di tutto 
e di più... senza blocchi! 


GIOCARE GRATIS 
IN STREAMING 

Oltre 200 titoli da far"girare" 
anche su PC e smartphone 
poco performanti 


GUARDATUTTO 
SENZA INTOPPI 

Le configurazioni avanzate 
del player per visioni fluide 
anche con alte risoluzioni 















FIBRR 50 MEGR 


30 MEGA 


50 MEGA se 


50 ME G APS 


PRIMI 3 MESI, SUCCESSIVAMENTE 59C/MESE 


ROUTER WIFI IN COMODATO 


SERVIZIO CENTRALINO FINO A 5 INTERNI 


TRAFFICO INTERNET ILLIMITATO 


TRAFFICO INTERNET ILLIMITATO 


ROUTER WIFI IN COMODATO 


VOCE ILLIMITATA (*•*) 

s 

1 

VOCE ILLIMITATA (**•) n 

TRAFFICO INTERNET ILLIMITATO 

ASSISTENZA PROFESSIONALE NO CALL CENTER 


ASSISTENZA PROFESSIONALE, NO CALL CENTER 1 

VOCE ILLIMITATA (***) 


1 

1 

ASSISTENZA PROFESSIONALE, NO CALL CENTER 


Il costo di attivazione della fibra è variabile, in base alle promozioni in corso, contattateci per ulteriori informazioni. 

(*) Naviga fino a 30Mbps in download e 3Mbps in upload (**) Naviga fino a 50Mbps in download e lOMbps in upload (***) fino a 3000 minuti mese effettuati sulla rete fissa 
italiana, 300 minuti mese effettuati sulla rete mobile italiana. 


aconet 

applscattons Communications network 



MIGRA L'ADSL IN FIBRA- . 

800 . 123.539 

_ 

Aconet srl | +3906659691 | www.aconet.it | comm@aconet.it 










Sommario 



Win Magazine Speciali 
Anno IX n. 1 (28) - Gennaio/Febbraio 2017 
Periodicità bimestrale 
Reg. Trib. di Cs: 741 del 6 Ottobre 2009 
Cod. ISSN: 2037-1608 
e-mail: winmag@edmaster.it 
www.winmagazine.it 

DIRETTORE EDITORIALE: Massimo Mattone 
DIRETTORE RESPONSABILE: Massimo Mattone 

RESPONSABILE EDITORIALE: Gianmarco Bruni 


EDITOR: Carmelo Ramundo 
REDAZIONE: Paolo Tarsitano, Giancarlo Giovinazzo 


SEGRETERIA DI REDAZIONE: Rossana Scarcelli 


REALIZZAZIONE GRAFICA: CROMATIKA s.r! 
RESPONSABILE GRAFICO DI PROGETTO: Salvatore Vuono 


RESPONSABILE PRODUZIONE: Giancarlo Sicilia 


0FILM 0 SERIE TV 0 GIOCHI 0 SPORT 


ILLUSTRAZIONI: Tony Intieri 
^PAGINAZIONE: Pasquale Pelle 


STREAMING 

LA GRANDE GUIDA 


... e c'è chi vede tutto in chiaro! 


Tecniche e tool degli smanettoni per “sintonizzarsi” sui canali 
underground della rete e fare zapping da PC e smartphone! 


CONCESSIONARIA PER LA PUBBLICITÀ': Emotional Pubblicità S.r.l. 
Via E Melzi d'Eril, 29 
20154 Milano Tel 02/76318838 
e-mail: info@emotionalsrl.com 


EDITORE: Edizioni Master S.pA 
Via B. Diaz, 13 - 87036 RENDE (CS) 

PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO: Massimo Sesti 


ARRETRATI 

Costo arretrati (a copia): il prezzo di copertina + € 6,10 
(spedizione con corriere). 

Prima di inviare i pagamenti, verificare la disponibilità delle copie arretrate 
inviando una e-mail ad arretrati@edmaster.it e la copia del pagamento 
potrà essere inviata via email o via fax al n. 199.50.00.05. La richiesta con¬ 
tenente i Vs. dati anagrafici e il nome della rivista, dovrà essere inviata via 
fax al num. 199.50.00.05* oppure via posta a EDIZIONI MASTER S.pA Viale 
Andrea Doria, 17 - 20124 Milano, dopo avere effettuato il pagamento, secon¬ 
do le modalità di seguito elencate: 

- assegno bancario non trasferibile (da inviare in busta chiusa con la richiesta); 

- carta di credito, drcuito Visa, Cattasi, o Eurocard/Mastercard (inviando la Vs. auto¬ 
rizzazione, il numero di carta, la data di scadenza, l'intestatario della carta e il codice 
Q/V2, aoè le ultime 3 cifre del codice numerico riportato sul retro della carta). 

- Bonifico bancario intestato a EDIZIONI MASTER S.pA c/o BANCA DI CREDITO CO¬ 
OPERATIVO DI CARUGATE EINZAGO S.C - IBANIT47R0845333200000000066000 
(inviare copia della distinta insieme alla richiesta). 


lOsiti per film & serie TV.8 

Abbiamo scoperto perché alcuni 
portali continuano. A "proiettare" 
di tutto e di più in barba alla legge. 

I download in Windows Edge .... 13 

Come posso scaricare un file che viene 
bloccato automaticamente dal filtro 
SmartScreen? È possibile disattivare 
la protezione da phishing integrata 
nel nuovo browser Microsoft? 

Film&musica downloader.13 

Aggiungi il pulsante "Scarica" ai 
principali servizi di videosharing per 
fare incetta di contenuti multimediali 

Film & musica gratis dal Web.18 

II software e la guida pratica per 
scaricare tutto quello che vogliamo dalla 
rete torrent alla massima velocità 

I segreti dei codec video.25 

Come riconoscere il formato di un file per 


aprirlo correttamente sul computer col 
programma giusto? Scoperto di che formato 
video si tratta, è possibile verificare se sul 
PC sono installati i codec necessari? 

Netflix 4K a 3 euro al mese.26 

Scopri come guardare film e serie TV 
senza sottoscrivere alcun abbonamento. 
Basta dividere la spesa con gli altri! 

Lo sbloccatutto per Netflix.28 

Una raccolta di trucchi mai visti per 
guardare serie TV esclusive, fare film 
sharing, accedere ai canali nascosti... 

Streaming in HD dall'antenna .... 32 

Trovato il modo di condividere PC, 
console, decoder... su tutti i televisori 
di casa sfruttando il cavo TV 

Streaming HD dalla parabola.34 

Il trucco preferito dai pirati informatici 
per trasmettere on-line tutto quello 
che vedono da decoder e Blu-ray 


SOSTITUZIONE: Qualora nei prodotti fossero rinvenuti difetti o imperfezioni che ne li¬ 
mitassero la fruizione da parte dell'utente, è prevista la sostituzione gratuita, previo invio 
del materiale difettato. La sostituzione sarà effettuata se il problema sarà riscontrato e 
segnalato entro e non oltre 10 giorni dalla data effettiva di acquisto in edicola e nei punti 
vendita autorizzati, facendo fede il timbro postale di restituzione del materiale. 

Inviare il supporto difettoso in busta chiusa a: 

Edizioni Master - Servizio clienti Viale Andrea Doria, 17 - 20124 Milano 


SERVIZIO CLIENTI 

(g) servizioclienti@edmaster.it 

gl, 199.50.00.05* J»- 199.50.50.51 * 

9 sempre in funzione dal lunediai venerdì 10.00-13.00 

'Costo massimo della telefonata 0,118 € + iva a minuto di conversazione, da rete fissa, 
indipendentemente dalla distanza. Da rete mobile costo dipendente dall'operatore utilizzato. 


ASSISTENZA TECNICA (e-mail): winmag@edmaster.it 
STAMPA: ROTOPRESS INTERNATIONAL S.r.l. 

Via Mattei, 106 - 40138 - Bologna 

DUPUCAZIONE SUPPORTI: Ecodisk S.r.l. - Via Enrico Fermi, 13 

Burago di Molgora (MB) 

DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L'ITALIA: 

MEPE - DISTRIBUZIONE EDITORIALE S.pA - Via Ettore Bugatti, 15 
20142 Milano 

Finito di stampare nel mese di Dicembre 2016 


Nessuna parte della rivista può essere in alcun modo riprodotta senza autorizzazione scritta di Edi¬ 
zioni Master. Manoscritti e foto originali anche se non pubblicati non si restituiscono. Edizioni Master 
non sarà in alcun caso responsabile per i danni diretti e/o indiretti derivanti dall'utilizzo dei programmi 
contenuti nel supporto multimediale allegato alla rivista e/o per eventuali anomalie degli stessi. Nes¬ 
suna responsabilità è, inoltre, assunta da Edizioni Master per danni derivanti da virus informatici non 
riconosciuti dagli antivirus ufficiali all'atto della masterizzazione del supporto. Nomi e marchi protetti 
sono citati senza indicare i relativi brevetti. Windows è un marchio registrato di Microsoft Corporation. 



















Sommario 


Oltre i limiti del media player.38 

Il geniale VLC compie 15 anni. Per l'anniversario 
abbiamo raccolto i migliori strumenti e 
trucchi per garantire una visione ottimale 

I giochi per PC sbarcano sul tablet.. .42 

Sfrutta tutta la potenza di calcolo 
del computer per divertirti alla grande 
anche sui dispositivi mobile 

Gli archivi segreti di Internet.44 

Ti regaliamo l'accesso esclusivo ai 
canali underground del Web 
per scaricare di tutto e di più gratis, 
in automatico e senza attese 

15 trucchi mai visti 

per il tuo browser.46 

Chrome e Firefox sono già veloci, ma 
con i nostri consigli e le estensioni giuste 
diverranno ancora più sicuri e funzionali 


Trasforma il router 
ADSL in fibra ottica.50 

Costruisci il dispositivo magico 
che ti permette di bypassare 
i limiti imposti sulla tua ADSL 



File sharing nella nuvola.56 

Ecco un servizio Web che 
scarica automaticamente 
i torrent e li riproduce in 
streaming prima di eseguire 
il download sul computer 

Internet veloce? 

Garantisce BigG.58 

Ecco come usare l'app ufficiale che 
testa a fondo tutti i parametri della 
tua connessione, anche 3G/4G 

Cancella tutta 

la memoria di Google.60 

Big G conosce i luoghi che visiti, 
le tue ricerche on-line, le app 
utilizzate e dove passi le vacanze. 

Credi ancora nella privacy? 


Fai il checkup al tuo router.63 

Un servizio Web permette di verificare 
che i parametri Internet siano corretti 
e non manipolati da hacker 

Fatti l'ADSL con il Wi-Fi.64 

Esiste un modo per condividere 
file tra due PC, che possono trovarsi 
anche a chilometri di distanza, 
senza avere un collegamento 
a Internet attivo. Ecco come fare 

ADSL sharing con il WiMax.68 

Ecco come creare una rete locale utilizzando 
due antenne wireless per condividere tra tutti 
i nostri computer la connessione a Internet 

Un telecomando per YouTube .... 71 

Utilizziamo il nostro smartphone 
come controller per guardare video 
on-line restando comodamente 
seduti sul divano 

Un telecomando per YouTube .... 71 

Utilizziamo il nostro smartphone 
come controller per guardare video 
on-line restando comodamente 
seduti sul divano 



L'aspiratutto automatico!.78 

Ecco come trasformare il Raspberry 
in un box che fa il pieno di film, serie 
TV e musica dal Web... in un clic 

Cerca, ascolta e scarica 

MP3 gratis.82 

La guida pratica per trovare su 
Internet tutta la tua musica preferita 
e creare splendide compilation da 
ascoltare dove e quando vuoi 


Lo sblocca Google.90 

Big g filtra il 90% dei risultati "pirata". 

Ma c'è chi riesce a bypassare ogni 
censura e lo sblocca Google le alternative 
a google che svelano il web na scosto 


Senza censure!. 

Tutti i segreti di duckduckgo, 
il motore che effettua 
ricerche sul web 
tutelando 
la nostra privacy 
e mostrandoci 
le risposte 
che gli altri 
nascondono 


kduckgo, 

/ 






Una ripulita al disco rigido.93 

Rimuovi la spazzatura e correggi gli 
errori che possono rendere lento il PC 
e mettere a rischio la tua privacy 

Il Google dei pirati.94 

Shodan è un potente motore di ricerca che, 
in mani sbagliate, porterebbe il caos nel 
mondo. Così ficcano il naso ovunque, 
ci spiano e scaricano file 


* ..-Jr 1 

V / 



Internet a tripla banda. 

Unisci più connessioni per scaricare 
col turbo. Con la nostra app ti fai 
una super ADSL! 




4 Win Magazine Speciali 


I prezzi di tutti i prodotti riportati all'interno della rivista potrebbero 
subire variazioni e sono da intendersi IVA inclusa 






















TEST SOTTO L'ALBERO 


2WEBCD 


IL DRONE PERFETTO! 

quadrtwHMo OJi Marie Pro e pecob 
fa* da piotare e la splendide nprese n « 

ttàoni é Mio KTOblliM l Mini SC 


IMPERDIBILI 

TRUCCHI 

pefWMsApp, 
Snapchal, Skyps, 
TeteRram. T*ireema 
L. A Co A 


a 35 a« 0 ai 


IL PUUSCI-PC 


Unlnstaller 


IN REGALO 

soloconlawsione 

Computo HM 


più potente di tutti i tempi 

Prova subito a software perfetto per riportare 
a nuovo il computer senza essere un esperto 


La mista d'informatica più venduta in Europa 

«•••.wJXitVJ*» «monili ili I I 


ALLA SCOPERTA DELLE 

PAGINE SEGRETE 

CAtrucchl per accedere ad app e servizi fTTTWnJTJl 
Olion-line Invisibili ai motori di ricerca 


TiPHONEDI GOOGLE" 

B>gC sfda Apple cxan I njon 
aiunphaMPnel aodie 
sul cren». Scapo lutti i prap 
e aifeit! ito nostro tesr 


ECONOMICO 

Ueglo'Hwwl.imHujwPJ 7 


RITORNO VINCENTE? 

I HO « tarara Xpero IZ « Sonj 
pau * ncwerafe Mtn«n pentito 
sjSsnsan*ro*:4affni 


FIREFOX 50! Ecco tutte le nuove funzioni 


Disponibile anche 
con DVD Doppio 































INCLUDE 


DVD da 4.3 GB 


Raspbian Jessie CI 

Trasforma il Raspberry 
in un PC desktop 

file : 2016-03-18-raspbian-jessiezip 

Remotr Game 
Streaming (App mobile) 

Giochi PC in streaming 
su smartphone e tablet 

file: aniine 

Wìn32Disklmager 0.95 
Il tool per awiare sistemi 
operativi e distribuzioni 
da Pendrive USB 

file: Win32Disklmager-0.9.5-install.zip 

Seedr Chrome 
Extension ozi 

File sharing nella nuvola 
direttamente dal browser 

file: Online 

OBS Studio 

Il programma di 
broadcast video 

file: 0BS-Studio-0.1 4.2-lnstaller.zip 

Medialnfo 0./.86 

Musica e video 

senza più segreti 

file: Medialnfo_GUL0.7.86_Windows.zip 

Kaspersky 
Cleaner 100 

Pulizia completa del 
PC. Rileva e cancella 
50 tipi di malware 

file: CleanerSetup.zip 


Speedify 

Unisci più connessioni 
per navigare e scaricare 
dalla super ADSL 

file: Speedifylnstaller.zip 

Nero Music Recorder 
Premium 

Ascolta, registra e 
masterizza da oltre 
100.000 stazioni radio 

file: musicrecorder-stub.zip 

Songr 2.1 Portatile 
Fai il pieno di Mp3... 
dalla chiavetta USB 

file: Songr-2-Portable.zip 



Raspberry auto 
downloader 

L'aspiratutto automatico! 

file: Online 

FormatFactory 3.8.0 
Conversioni multimediali 
in tutti formati 

file: FFSetup.zip 

INDISPENSABILI 
Adobe Acrobat Reader DC 


Adobe Flash Player 23 
Adobe Shockwave 
Player 1225 
CCleaner 52358 O 8 
K-Lite Mega Codec 
Pack 155.1 

VLC Media Player 224 
TOR Browser 6.05 
uTorrent 349 
7-Zip 16.04 

Daemon Tools Lite 104 
TV Dream Player 0222 
Freemake Video 
Converter 419 
Junkware 
Removai Tool 8.0.9 
Notepad++ n 

E' TUTTO GRATIS 
WinBrowser 
Unlimited 2017 E ■ 

La chiave per 
accedere al Web 
senza censure 

file: UnlimitedBrowser.zip 

Poivy ul 

Così telefoni gratis 
sui numeri fissi 

file: SetupVoipConnect-poivyzip 

Calibre 2.64.0 K 1 
Leggere, convertire e 
gestire gli e-book 

file: calibre.zip 

BROWSER SPEEDY 
KIT 2017 

Google Chrome 5202243 E 1 


PRODOTTI COMPLETI 



REMOTR GAME STREAMING <CUENT PC) 

Giochi PC in streaming su smartphone e tablet 

RemotR è un'applicazione che permette di riprodurre su smartphone 0 tablet i 
giochi PC attraverso una sorta di streaming e godendo delle stesse prestazioni 
e della stessa qualità visiva (tempi di reazione brevi anche per i giochi che utiliz¬ 
zano molta grafica). Il servizio funziona grazie all'interazione tra il dient per Win¬ 
dows e le app mobile per android e iOS. Quindi, la prima cosa da fare è installa¬ 
re sul PC il dient necessario per lo streaming e registrarsi al servizio, operazione 
necessaria per poter accedere da mobile con le proprie credenziali. Una volta 
lanciata l'applicazione sul proprio dispositivo è possibile scegliere e lanciare il 
gioco, configurare i tasti e personalizzare i comandi, 
file: Remotr.zip 


ENGELMANN MOVIESAVER u 

Gratis sul computer "tonnellate" di video e musica 

In molte occasioni risulta utile poter salvare sul computer 0 sul tablet i vi¬ 
deo che ci interessano, per guardarli comodamente quando siamo più liberi 
0 quando non abbiamo una connessione Internet a disposizione. Tuttavia, i 
servizi per l'erogazione di contenuti video on-demand non forniscono stru¬ 
menti per il download; e allora ci troviamo a dover smanettare alla ricerca di 
soluzioni specifiche per ciascun sito. Grazie a Movie Saver 4 non avremo più 
alcuna difficoltà, in quanto l'applicativo supporta nativamente la maggior par¬ 
te dei portali video come YouTube, Clipfish, Metacafe e Dailymotion. Basta un 
clic e avremo velocemente la nostra libreria multimediale sul computer! 
file: moviesaver 4 _free.zip 



6 Win Magazine Speciali 



















Il software sul DVD-Rom (i) 


E navigare sul Web diventa 
semplice, veloce e sicuro 

(le: ChrameStandaloneSetupap 



Mozilla Firefox 43.02 E 1 
Il browser all'avanguardia 
con le videochiamate 
integrate 

file: Firefox Setup.zip 

NoScript Suite 29014 E ■ 
Blocca pagine JavaScript, 
Flash e plug-in 
indesiderati 

file: noscript_securify_suife.zip 

Speed Diai 0.9.6.18 
Accesso diretto ai siti 
Web più visitati 

file: speed_dial-0.9.6.18-sm.zip 

Ciuvo: controllo 
prezzi Firefox 1.6.6 
Individua il miglior 
affare sul Web! 
file: ciuvo_price_checkJn_jaur_braw- 
ser-1,6.6-fx.zip 

Ciuvo: controllo prezzi 
Google Chrome 

Individua il miglior 


affare sul Web! 

file: Online 

Self-Destructing 
Cookies o4io 
Cancella i cookies appena 
si chiude la pagina Web 
file: self_destructing_cookies-0.4.10- 
an+fx.zip 

Dizionario 
italiano 400 E 1 

Aggiunge il dizionario italiano 
al controllo ortografico 

file: dizionariojtaliano-4.0.0- 
fx+an+sm+tb.zip 

SiteAdvisor McAfee 

Sottotitolo: Navigare in 
sicurezza e lontano dai 
pericoli della Rete 

file: saSetup.zip 



Speaklt! 02992 E 1 

Stanco di leggere? 

Converti il testo in parole 

file: Online 

Hotspot Shield Free 
VPN Proxy Firefox 1286 

Crea una VPN protetta e 


naviga in totale anonimato 
file: hotspcLshieldJxzip 

Hotspot Shield 
Free VPN Proxy 
Chrome 161 □ 

Crea una VPN protetta e 
naviga in totale anonimato 
file: Online 

FlashBlockiu 

Bloccare l'utilizzo 
di Adobe Flash 

file: flashblock-1,5.20-fxzip 



Google Traduttore 1011 

Firefox fil 

Traduzioni multilingue 
in tempo reale 

file: google Jranslate_ 
imtranslator.zip 

Google Traduttore 2 06 

Chrome E I 

Traduzioni multilingue 
in tempo reale 

file: Online 

Magic Actionsfor 
YouTube 6.9.05 
Funzioni aggiuntive e 


personalizzate su YouTube 
file: Online 

TV per Google 
Chrome 314 

Guarda le Tv di tutto il 
mondo dal tuo browser 

file: Online 

The Great 
Suspender 621 

Recupera preziose 
risorse di sistema 

file: Online 

Weather 
Aware 12112 □ 

Previsioni del tempo 
precise e dettagliate 

file: Online 

Google Keep 
for Chrome 3.116223 O 
Salva e sincronizza 
tutti i contenuti più 
interessanti 

file: Online 

LOSBLOCCATUTTO 
PER NETFLIX 
Showgoers 1024 
Sincronizzare la visione 
di un film su Netflix 
a distanza 

file: Online 

Super Browse for 
NetflixChrome 

Sblocca le categorie 
nascoste di Netflix sul 


browser Chrome 

file: Online 


Super Browse for 
Netflix Firefox 

Sblocca le categorie 
nascoste di Netflix sul 
browser Mozilla 
file: netflix_super_browse-1,3-fx+an.zip 

Nenhancer3507 

Valutazioni e info su 
film e serie TV 

file: Online 


Super Netflix 

L'estensione per potenziare 
tutte le funzioni di Netflix 

file: Online 

IL SOF1V/ARE MAGICO 
SBLOCCA DOWNLOAD 
uTorrent 3.4.6 O 
Sfrutta la rete torrent 
per scaricare sempre 
al massimo 

file: uTorrentzip 

Torrent - Torrent 
Downloader 

Scaricare file torrent dallo 
smartphone e dal tablet 

file: Online 



JDOWNLOADER 2 o 

Scarica in un lampo dai siti di hosting 

Uno più noti download manager per Windows. JDownloader è molto apprezza¬ 
to ed utilizzato, poiché consente di gestire i prelievi da qualunque file hosting. 
Supporta decine di servizi automatizzando lo scaricamento dei file e integran¬ 
dosi nel browser. Il programma è in grado di gestire qualsiasi account Premium 
per download senza limiti 0 , in mancanza di una registrazione, provvede a ri¬ 
durre i tempi di attesa tra un prelievo e l'altro. È anche in grado di importare in¬ 
teri elenchi di file e mettere in coda molteplici download in un sol colpo. Ciccan¬ 
do sulla voce Impostazioni, dalla barra degli strumenti, è possibile disabilitare 
il limite velocità in modo da sfruttare tutta la banda a disposizione e scaricare 
più velocemente. Per rendere ancora più veloce il download dei file è possibile 
impostare un numero maggiore di 1 dei segmenti massimi per download, 
file: JDownloader2Setup.zip 


SEEDR CHROME EXTENSION 0.71 

File sharing nella nuvola direttamente dal browser 

Seedr è un servizio doud in grado di scaricare automaticamente al po¬ 
sto nostro dei file torrent, consentendoci di risparmiare tempo e ban¬ 
da utilizzata. Tutto sta nell'effettuare una semplice iscrizione al servizio e 
quindi fare un veloce copia e incolla del link del file torrent: sarà lo stesso 
Seedr ad occuparsi di eseguire il download al posto nostro e di conser¬ 
vare il file scaricato in uno spazio che all'atto della registrazione è di 2,5 
GB, ma che è possibile incrementare invitando ad iscriversi i nostri amici, 
file: Online 


* 


https://torcache.nei/Iafrent/264886D8 


a * 


■ - navi Search Your Frtes Q 

| Mr.Robot 502E01 720p WEBRip.AAC2.0 H.264 KN'lTTiNG|eKV] 


| Pioneer One SOI EOI Xvid-VODO 


Speciali Win Magazine 7 















































Streaming 


Nuovi servizi da usare "praticamente" | 


10 siti per 
film & serie TV 


ABBIAMO SCOPERTO PERCHE ALQUNI PORTALI CC 
A "PROIETTARE" DI TUTTO E DI PIU IN BARBA ALL 


E C'E CHI NE APPROFITTA PER ACCOMODARSI IN PRIMA FILA 


U na recente 

sentenza della 
sezione civile 
del Tribunale 
di Viterbo ha annullato la 
sanzione pecuniaria in¬ 
flitta ai gestori del portare 
Filmsenzalimiti.it chiuso 
dalle Forze dell’ordine 
nel 2013. La notizia ha 
subito fatto il giro del 
Web e, come spesso ac¬ 
cade in questi casi, molti 
hanno interpretato la 
sentenza in modo super¬ 
ficiale ed errato. Diversi 
siti Web hanno preso 
questa notizia come una 
sorta di assoluzione da 
parte del sito incriminato 
dall'accusa di pirateria 
ordine, ma leggendo con 
attenzione si capisce che 
le cose non stanno in 
questo modo. In Italia è 
illegale pubblicare i link 
di contenuti protetti da 


Il sito di 
streaming www. 
filmsenzalimiti.it/ 
è stato posto sotto 
sequestro dalla GdF. 

Ecco il messaggio 
che appare in home. 


diritto d’autore anche 
se non risiedono sul 
proprio server e chi lo fa 
va incontro a sanzioni 
penali e amministrative. 
Nel caso in questione, il 
Tribunale di Viterbo si è 
pronunciato solo sulla 
sanzione amministra¬ 
tiva. In poche parole, il 
tribunale ha annullato la 
multa di 124 mila euro 
inflitta ai gestori del sito 
non perché non fossero 
colpevoli, ma perché non 
esistevano informazioni 
sufficienti a quantificare 
con precisione il danno 
economico causato dalle 
attività del sito. Di conse¬ 
guenza il giudice si è visto 
costretto ad accettare le 
osservazioni sollevate 
dalla difesa annullando 
la multa, ma la causa pe¬ 
nale rimane in piedi e per 
i gestori di Filmsenzali- 



miti.it la storia non finirà 
quasi sicuramente con 
un'assoluzione. 

ILLEGALI E ONLINE 

Verrebbe allora da chiedersi: 
come fanno i vari portali che 
offrono contenuti illegali a 
rimanere attivi nonostante tut¬ 
to? La prima considerazione 
da fare è che ciò che è illegale 
in Italia non è detto che lo sia 
in altri Paesi del Mondo. Di 
conseguenza, i pirati la prima 
cosa che fanno per mettere in 
piedi la loro attività è quella di 
appoggiare il sito su un server 
dislocato in un Paese remoto. 
Come ci sono i paradisi fiscali, 
così esistono i paradisi dell’ho- 
sting dove vengono applicate 
regole meno rigide. Ci sono 
poi diversi servizi che consen¬ 
tono di registrare un dominio 
senza mostrare i dati persona¬ 
li. Utilizzando www.whois.net 
(e il più potente http://whois. 
domaintools.com) è possibile 
visualizzare una scheda detta¬ 
gliata di un dominio, ma con i 
siti di streaming le informazio¬ 
ni su chi lo ha registrato non 
compaiono. Questo è possibile 
anche perché diversi provider 
(come ad esempio GoDaddy) 
registrano a loro nome il do¬ 
minio, ma questo non li solleva 



LA PAROLA 
ALL'AVVOCATO! 




Ha fatto davvero tanto 
rumore in Rete e fuori dalla 
Rete la vicenda della recen¬ 
te decisione con la quale 
il Tribunale di Viterbo ha 
annullato la sanzione da 


“eTerti i n n°D^o 124 mila euro che era stata 

delle Nuove Tecnologie inflitta ai gestóri di film- 

senzalimiti, una piattafor¬ 
ma di condivisione di link a opere cinematogra¬ 
fiche di ogni genere il cui titolo dice già molto 
della almeno dubbia legittimità dell'impresa. E 
non sorprende che la Sentenza abbia fatto tanto 
discutere. Gli ingredienti della storia destinata a 
far parlare di sé, infatti, ci sono tutti. Un sito in 
odor di pirateria strappato alle folle di internauti 
che, normalmente, lo popolavano da un provvedi¬ 
mento di sequestro e poi un nuovo provvedimen¬ 
to che sembra rimettere tutto in discussione. Ma 
cosa è successo davvero? I Giudici hanno effetti¬ 
vamente cassato la decisione dei loro colleghi e 


8 Win Magazine 









Nuovi servizi da usare "praticamente" 


Streaming 




dall’obbligo di rivelarne il reale in¬ 
testatario qualora vengano svolte 
attività illegali e avviate indagini da 
parte delle Forze dell’ordine. Per 
non essere identificati, esistono 



dei provider che per la registra¬ 
zione richiedono solo un indi¬ 
rizzo di posta elettronica valido 
senza rivelare l’identità (come 
ad esempio www.anonymou- 
shosting.in dove per mantenere 
l'anonimato è possibile pagare 
in Bitcoin). Qualora invece fosse 
necessario fornire i documenti, 
le strade possibili per i pirati 
sono due: si procurano docu¬ 
menti falsi se hanno le risorse 
necessarie o utilizzano i dati di 
una persona fittizia e una email 
di appoggio, non ricollegabile 
all'intestatario, necessaria a ge¬ 
stire i vari servizi acquistati. 

SERVER NASCOSTI 

Per evitare che venga rintrac¬ 
ciata la località in cui si trova il 
server che ospita fisicamente il 
sito, i pirati ricorrono a uno o più 
proxy privati: in questo modo il 
sito può ad esempio risultare in 
Corea mentre in realtà si trova in 
Russia. Possono poi affiancargli 
un DNS che consente di passare 
da un proxy all’altro velocemen¬ 
te e rendere ancora più difficile 


il suo tracciamento.Tra i nuovi 
strumenti a disposizione dei pi¬ 
rati, abbiamo scoperto che ci so¬ 
no anche i cloud server. Si tratta 
in parole povere di un’istanza 
virtuale disponibile on demand, 
che si adatta in tempo reale alle 
esigenze dell’utente in base al 
carico di lavoro. Un server cloud 
viene comunque virtualizzato 
su una macchina fisica le cui ca¬ 
ratteristiche sono fondamentali 
perché determinano i tempi di 
latenza. Al cloud server si pos¬ 
sono applicare tutte le soluzioni 
viste in precedenza. 

CHIUSO E RIPRISTINATO 

E se nonostante tutto le forze 
dell'ordine riuscissero a risalire 
al sito e a bloccarlo, il pirata 
trova il modo per ripristinarlo 
in poco tempo: registra un 
nuovo dominio, trova un altro 
server in una località scono¬ 
sciuta e carica uno snapshot 
(Fimmagine del sito cloud) o 
una copia del vecchio server. 

Di solito i backup vengono 
archiviati in una o più location 


sia offline che Online per essere 
facilmente reperiti in caso di 
bisogno. Attraverso le tecniche 
analizzate i pirati riescono così 
a rimanere ordine anche se la 
loro attività è assolutamente il¬ 
legale. La dimostrazione arriva 
dal fatto che sono diversi i siti in 
lingua italiana che offrono stre¬ 
aming di Film e serie TV anche 
in qualità HD che nonostante 
le varie battaglie legali, conti¬ 
nuano a essere raggiungibili 
attraverso il browser. In questo 
numero abbiamo deciso di av¬ 
viare un’inchiesta sui portali di 
streaming illegale più gettonati 
nel nostro Paese. Naturalmente 
ne abbiamo offuscato il nome 
per non istigare alla violazione 
del diritto d’autore, ma ne ab¬ 
biamo analizzato i vari aspetti 
come il tipo di contenuti, la 
quantità dei video, i player 
usati per lo streaming e altro 
ancora. Ognuno di questi siti 
ha caratteristiche simili a quelle 
di FOmsenzalimiti, ma per loro 
non è ancora arrivato 0 mo¬ 
mento di chiudere i battenti. 


riaperto al pubblico un paradiso per pirati in erba 
e navigati, dichiarando di nuovo lecito ciò che era 
stato dichiarato illecito? I pirati ne esulterebbe¬ 
ro, le major dell'audiovisivo griderebbero allo scan¬ 
dalo. Tutti noi dovremmo seriamente interrogarci 
sull’insostenibile leggerezza delle regole. Ma non è 
andata così. L'entusiasmo, il telefono senza fili Onli¬ 
ne, la difficoltà di raccontare storie nate nell'aule 
dei tribunali senza leggere fogli di carta bollata ha 
gonfiato oltre misura una storia che merita di esse¬ 
re ridimensionata e raccontata nel modo più obiet¬ 
tivo possibile per scongiurare il rischio che sia da 
pensare a gualcuno che è diventato lecito ciò che 
è sempre stato illecito e che la giustizia sia meno 
certo di guanto già non lo sia, molto spesso, nella 
realtà. 

COSA È SUCCESSO? 

È accaduto che i Giudici del Tribunale di Viterbo 
hanno ritenuto non provati i presupposti per (ir¬ 
rogazione al gestore delle pagine web in guestio- 
ne della sanzione pecuniaria loro inflitta e (han¬ 
no annullata. La sanzione irrogata ai gestori della 
piattaforma, infatti, avrebbe dovuto essere fonda¬ 
ta su prove precise e circostanziate circa il traffi¬ 


co in transito per la piattaforma ed il modello di 
business da guest'ultima adottato mentre, secon¬ 
do il Tribunale di Viterbo, la sanzione medesima 
sarebbe stata irrogata senza preventiva acguisizio- 
ne di nessun solido supporto probatorio. Nessun 
cambiamento di rotta sulla illiceità dell'attività 
svolta attraverso il sito Internet, né sul seguestro. 
Condividere materiale protetto da diritto d'auto¬ 
re online resta vietato, illecito e reato, specie se lo 
si fa a scopo commerciale. La circostanza poi che - 
proprio come accade per gualsiasi altro reato - per 
essere condannati, anche solo al pagamento di una 
sanzione, è necessario che l'accusa provi l'illicei¬ 
tà della condotta. Ovviamente, in assenza di prova, 
anche i pirati più incalliti sono salvi. 

COSA RISCHIA CHI GUARDA? 

Vale la pena ricordare che è illecito approfittare dei 
contenuti resi disponibili online nelle baie dei pira¬ 
ti. 0, almeno, lo è ogni gualvolta non sia lecito dubi¬ 
tare della circostanza che i contenuti in guestione 
sono resi disponibili al pubblico senza l'autorizza¬ 
zione del titolare dei diritti. Ma cosa rischiano gli 
utenti di siti come Filmsenzalimiti.it? Poco ma non 
pochissimo, specie se rapportato al valore di un 


singolo film. L'art. 174 ter della legge sul diritto d'au¬ 
tore, infatti, prevede che: “Chiungue abusivamente 
utilizza, anche via etere o via cavo, duplica, riprodu¬ 
ce, in tutto o in parte, con gualsiasi procedimento, 
anche avvalendosi di strumenti atti ad eludere le 
misure tecnologiche di protezione, opere o mate¬ 
riali protetti, oppure acguista o noleggia suppor¬ 
ti audiovisivi, fonografici, informatici o multimediali 
non conformi alle prescrizioni della presente legge, 
ovvero attrezzature, prodotti o componenti atti ad 
eludere misure di protezione tecnologiche è puni¬ 
to, purché il fatto non concorra con i reati di cui agli 
articoli 171,171-bis, 171-ter, 171-guater, 171-guinguies, 
171-septies e 171-octies, con la sanzione amministra¬ 
tiva pecuniaria di euro 154 e con le sanzioni acces¬ 
sorie della confisca del materiale e della pubblica¬ 
zione del provvedimento su un giornale guotidiano 
a diffusione nazionale." 154 euro, dungue, al netto 
di tante parole in 'legalese" che possono interes¬ 
sare poco o nulla ai non addetti ai lavori e ciò che 
rischia, per davvero, chi viene pizzicato con le mani 
nel barattolo di marmellata ad approfittare degli 
altrui contenuti protetti dal diritto d’autore. Utente 
avvisato è mezzo salvato, come recita, più o meno, 
un vecchio proverbio. 


Win Magazine 9 




Streaming 


Nuovi servizi da usare "praticamente" | 



SERIE TV A GOGO 

Questo sito ha un'interfaccia 
pulita, senza pubblicità invadente 
ed è specializzato nello strea¬ 
ming di serie televisive. Ne sono 
presenti oltre 170 suddivise per 
genere. Lo streaming è disponibi¬ 
le a risoluzione normale e in Full 
HD e viene utilizzato come player 
la piattaforma Openload. La qua¬ 
lità è davvero ottima. Il dominio 
* è stato registrato a Panama nel 
luglio del 2015. 


O 


DEDICATO Al FILM 

Ne contiene oltre 3000 da visua¬ 
lizzare in streaming, tra cui quelli 
presenti in Sala. I titoli si possono 
consultare filtrandoli per genere, 
o anche in base alla qualità. I 
film sono suddivisi in HD, HD.MD 
e DVDRIP. Per la visione si può 
scegliere tra Openload, Okru e 
Thevideo. La qualità è altissima, a 
patto che non si tratti di un film 
ripreso in sala con una videoca¬ 
mera amatoriale. 











«L — 


#■ 

• #*. • 





EFFETTUATO I TEST 

Innanzitutto abbiamo visualizzato la Home Page dei vari 
siti per verificare i contenuti e la qualità dello streaming. 

Abbiamo avviato alcuni video per analizzare il tipo di 
player usato e valutato la difficoltà nell'avviare la ripro¬ 
duzione a causa della presenza di finestre di popup. Per 
capire di più sullo streaming ci siamo quindi serviti degli 
strumenti di ispezione messi a disposizione dal browser. 
Per accedere a questi strumenti con Chrome basta usare 
CTRL+SHIFT+I. Si apre un pannello laterale da cui è pos¬ 
sibile analizzare il codice della pagina, gli elementi pre¬ 
senti, i pacchetti trasmessi durante lo streaming e di solito 
anche recuperare il collegamento diretto al video (scheda 
Network) per scaricarlo sul PC senza doversi districare tra 
link e finestre di popup. Infine abbiamo utilizzato lo stru¬ 
mento online whois.domaintools.com per scoprire alcuni 
dettagli: il Paese in cui è stato registrato il sito, l'anno di 
registrazione, i server che ospitano i contenuti e altro. 


USA ADFLY 

Offre circa 700 serie TV e una 
cinquantina di film. Interfaccia 
molto semplice da navigare e per 
ogni contenuti sono disponibili 
diversi link per avviare lo strea¬ 
ming. Come player sono presenti 
OpenLoad, FlashX, VidTo, Novwi- 
deo, Speedvideo, Rapidvideo 
e Videopremium. La qualità è 
buona ma per i link occorre pas¬ 
sare per AdFly. Il dominio è stato 
registrato a marzo del 2014. 



O 


RICCO DI CONTENUTI 

Con oltre 10.000 film e 1.400 
serie TV è una delle migliori risor¬ 
se per lo streaming. Si possono 
trovare contenuti in HD e film 
di qualità molto bassa perché 
ripresi con una videocamera in 
una sala cinematografica. Come 
player mette a disposizione 
Openload, Smart TV, Thevideos 
e Fastplay. Con alcuni è richiesta 
l'installazione di Flash. Il dominio 
è stato registrato a giugno 2014. 







& 


i 









83 

Tr-tó 


li*' 

Jf » 


• » '* 


SOLO LINK IN VISTA 

La home del sito è diversa dalle 
altre, senza alcuna locandina in 
bella mostra per attirare gli utenti. 
Un po' come a nascondere quello 
che fa. Offre quasi 14 mila film e 
1400 serie TV. I contenuti in HD 
possono essere visualizzati tra¬ 
mite i player FlashX, Nowvideo, 
Speedvideo, Openload, Wstream e 
Streamin. Offre anche la possibili¬ 
tà di scaricarli. Dominio registrato 
a Panama nel luglio del 2015. 



h» o 


o 


10 Win Magazine 













Nuovi servizi da usare "praticamente" 


Streaming^ 


0 > 






. . 



a Qui per guarda* t 

■ ■ 
















► Il 


PER MOLTI, MA NON 
PER TUTTI! 

Oltre 6.000 film in HD da 
visualizzare in streaming e circa 
350 serie TV. Non ha i numeri di 
altre piattaforme ma la qualità è 
davvero buona. Utilizza i player 
Megadrive e Cloudifer. Rispetto 
ad altri però lo streaming non 
parte velocemente e se non 
si ha una buona connessione. 
Dominio registrato ad agosto 
del 2015. 


h» o : 




8 


< o : ] 




PORTALE STORICO 
PER LO STREAMING 

La grafica del sito è un po' datata 
ma offre oltre 12 mila film. L'ac¬ 
cesso alla visione è abbastanza 
semplice e si può scegliere tra 
diversi player come Rapidvideo, 
Openload, Nowvideo e Fastvideo. 
La qualità è varia: si trovano film 
in HD così come film di bassa 
qualità perché ripresi in sala con 
una cam. Dominio registrato a 
Panama nel febbraio del 2016. 


+ O 


RICERCA IN POCHI CLIC 

Questo sito offre quasi 4.000 
film da vedere in streaming sia 
in HD sia a risoluzione normale 
DVDRIP. In entrambi i casi la 
qualità è comunque molto 
buona. I contenuti possono 
essere filtrati in base al genere 
o consultati in ordina alfabetico. 
Per la visione si utilizza il player 
OpenLoad, sicuramente uno dei 
migliori. Dominio registrato a 
maggio del 2015. 


&mì 


-V 


isaz* 


o 


DIETRO LE QUINTE 
DELLO STREAMING 

Abbiamo scoperto che i pirati utilizzano dei servizi particolari 
per garantire il loro anonimato in Rete. Vediamoli in dettaglio: 

WHOISGUARD 

Serve a nascondere le informazioni confidenziali di chi registra un 
sito: nome, indirizzo, email e numero di telefono. Non è un servizio 
illegale, ma i pirati lo utilizzano per offuscare la loro identità e ren¬ 
dere più difficile risalire a loro. Con Whois Guard chi ha un sito può 
proteggere la propria privacy sostituendo i dati Whois con quelli 
di Whois Guard. Non compaiono, quindi, i dati del registrante ma 
quelli della sede di WhoisGuard. Inoltre, viene aggiunta l'etichetta 
Whois Guard Protected e al posto dell'email del registrante viene 
mostrato un indirizzo di posta elettronica del tipo @whoisguard. 
com che reindirizza le email ritenute non spam a quella originale. 

CLOUDFLARE 

È un servizio che si frappone tra il visitatore e il blog offrendo molti 
vantaggi. Il primo è relativo alla sicurezza poiché è in grado di bloc¬ 
care gli utenti indesiderati. Offre la funzione di caching: in pratica 
salva in memoria i contenuti del blog per poterli fornire più 
velocemente ai visitatori. Riduce, infine, la banda utilizzata dal 
server su cui è ospitato il blog in modo da risparmiare sui costi. 


ifWAM 


JÈ.T>D7M! 


•Mi 


IL PREFERITO 
DAI PIRATI PER... 

... guardare e scaricare film e 
serie TV. Sempre aggiornato, 
sono quasi 7000 i film a dispo¬ 
sizione. La qualità varia e per 
aiutare gli utenti viene data una 
valutazione sull'audio e sul video 
di ogni contenuto. Disponibili 
diversi player come Cloudtime, 
Rapidvideo, Openload, Nowvideo 
e Wholecloud. Dominio registrato 
ad ottobre del 2013. 


O 


Win Magazine 11 




















Nuovi servizi da usare "praticamente" | 


Streaming 


SITI LEGALI VS ILLEGALI: ECCO LE DIFFERENZE! 


Abbiamo utilizzato il servizio 
whois.domaintools.com per 

analizzare in dettaglio un 
sito legale e un portale di 
streaming che offre contenuti 
illegali. È facile notare come 
nel primo siano visibili tutte 


le informazioni relative a chi 
ha registrato il sito. Troviamo 
quindi il nome dell'azienda, 
dove è ubicato il server che 
lo ospita, l'indirizzo fisico, 
la data di creazione e anche 
una schermata del sito stesso. 


Per il sito illegale tutte que¬ 
ste informazioni non sono 
in chiaro. Come registrante 
appare WhoisGuard, mentre 
l'ubicazione del server è indi¬ 
cata negli Stati Uniti. Non è la 
reale ubicazione del server in 


cui è ospitato il sito, ma quella 
del server di CloudFlare che 
si frappone tra il visitatore e 
il sito stesso. Manca anche la 
schermata della home page 
che per i siti normali di solito è 
presente. 



EMAIL 

Per il sito di streaming non compare 
mai l'email reale del gestore ma un 
indirizzo tipo @whoisguard.com offerto 
dal servizio WhoisGuard che blocca le 
email ritenute di spam e gira quelle 
affidabili all'Indirizzo di posta del 
registrante. 


REGISTRANT ORG 

Qui dovrebbe apparire il nome del 
registrante, ma per i siti di streaming 
appare invece WhoisGuard che nascon¬ 
de i dati reali del registrante. 





Whok Record - c 






IP ADDRESS/IP LOCATION 

Nella scheda del sito di streaming non 
compare TIP del server reale che ospita 
il sito, ma quello del server utilizzato 
per proteggere il sito come CloudFlare 
che si frappone tra il sito e il visitatore. 
Quindi anche la località mostrata è 
falsa: il sito potrebbe trovarsi in Russia 
mentre nella scheda Whois viene indica¬ 
ta la Cina. 


SERVER TYPES 

Qui è possibile visualizzare il server 
usato dal sito di streaming illegale 
per nascondere quello reale su cui è 
ospitato (tra questi ad esempio c'è 
CloudFlare). 


FILM E SPORT GRATIS! 

Col nostro Media Browser (lo trovi nell'interfaccia principale del Win DVD) 
puoi accedere ai canali che trasmettono in streaming con un semplice clic. 
Puoi trovare tanti contenuti on-demand o sintonizzarti sui canali televisivi 
italiani ed esteri. Il browser è già provvisto di plugin che blocca la pub¬ 
blicità per visualizzare le pagine senza distrazioni e sono stati aggiungi 
strumenti per scaricare i video in locale, chattare con gli amici e molto 
altro ancora. Per installarlo non devi far altro che copiare il file FirefoxWin- 
Mag.zip sul PC ed estrarne il contenuto in una cartella facendo attenzione 
a non cancellare alcun file contenuto al suo interno. Non resta che fare un 
doppio clic su FirefoxPortable.exe; controlla che non ci siano altre istanze 
del browser Firefox aperte sul PC. Per i canali TV stranieri è necessario 
l'uso di un proxy che consente di accedervi con un IP di quel Paese. 


■* 8m.»ooti nel sto A Idea ... X + 


OtAMB STttAMUG TV O KOUtUBE I NtTHa A Pw.«Uti « PIUON 


CINEMA 
Li ESTERI 
O SPORT 
U NOTIZIE 
u WGETAARK 
OOCIMNIAfl! 
U RAGAZZI 


i* RAI I 
RAI 2 
RAI 3 
« BAIA 
* RAIS 

RAI STORIA 
« IA7 

a ano 

■ TVXOO 



MJS 

http,'AVMV*drr.»it«r Ju ^ml'5 7 ?? 


Ap*i tutti schede 


i»n 
*WI9 


• In copcrlin 


# TRUCCA il tu< 

• m» vitto p 
Segui L» re 

























C* Streaming 


Antivirus&Sicurezza 


I download in Windows Edge 

V Come posso scaricare un file che viene bloccato 

automaticamente dal filtro SmartScreen? 

•/ È possibile disattivare la protezione da phishing 

integrata nel nuovo browser Microsoft? 


SERVE A CHI... 

... vuole avere il controllo diretto 
su tutti i file scaricati da Internet 


M icrosoft, con il lancio di Windows 10, 
ha cercato di offrire ai propri utenti un 
sistema operativo più versatile e intuitivo, 
riprendendo in parte alcune funzionalità di 
Windows 7, come l'ormai famoso pulsante 
Start o il classico Esplora Risorse, e aggiungen¬ 
do all'interfaccia grafica quel pizzico di novità 
introdotta con Windows 8, il sistema operativo 
di casa Microsoft che forse meno ha convinto 
gli utenti per fluidità e semplicità di utilizzo. 
Naturalmente le novità introdottecon Windows 
10 non riguardano solamente vecchi elementi 
ripresi da Windows 7. Microsoft ha introdotto 
con il suo nuovo sistema operativo anche Edge, 
il browser che ha definitivamente mandato 


in pensione il vecchio caro Internet Explorer. 
Microsoft Edge permette un'esperienza di na¬ 
vigazione del tutto nuova, con la possibilità di 
prendere appunti direttamente sulla pagina 
Web visitata e condividere all'instante le nostre 
note attraverso pochi e semplici clic. 

Estetica e sicurezza 

Anche l'aspetto relativo alla sicurezza non è 
stato di certo tralasciato da Microsoft che, con 
la nuova versione del suo Windows Defender, 
offre all'utente un antivirus leggero e funziona¬ 
le, perfettamente integrato con l'OS. A livello 
di sicurezza anche il nuovo browser introdotto 
con Windows 10 ha visto, come su Internet Ex¬ 
plorer, l'integrazione del sistema SmartScreen: 
ovvero, un filtro che permette di identificare con 
facilità i siti Web contenenti malware o tentativi 
di phishing ai danni dei nostri account. Que¬ 
sto sistema, nonostante sia molto utile e aiuti 
l'utente a bloccare preventivamente infezioni 


o tentativi di phishing, potrebbe creare alcuni 
problemi durante l'esperienza di navigazione 
identificando come malevoli file o siti in realtà 
completamente innocui e bloccando di fatto 
la navigazione verso quel sito o il download 
di un file. Fortunatamente, se siamo sicuri che 
il contenuto che stiamo cercando di scaricare 
è sicuro o se, comunque, abbiamo un buon 
antivirus installato, possiamo aggirare questa 
protezione e scaricare ugualmente sul no¬ 
stro PC un determinato file bloccato dal filtro 
SmartScreen. 

LA PROCEDURA PER DISATTIVARE 
DEFINITIVAMENTE IL FILTRO 

Se siamo sicuri del contenuto che stiamo per scarica¬ 
re, accediamo alle opzioni di Edge e dicchiamo su Im¬ 
postazioni. Nella schermata che appare selezionia¬ 
mo Impostazioni avanzate e quindi Privacy e servizi. 
Da qui non dobbiamo fare altro che deselezionare la 
voce Proteggi il PC da siti e download dannosi con il 
filtro SmartScreen. 


Ecco come disabilitare temporaneamente il filtro SmartScreen 



1 Quando cerchiamo di scaricare un file che il 
filtro SmartScreen rileva come dannoso, rice¬ 
viamo il messaggio di errore Impossibile copia¬ 
re il file. Errore imprevisto. In questo caso, per 
continuare il download clicchiamo sul pulsante 
Annulla per chiudere la finestra di avviso. 


2 Tornati nella schermata del browser Edge, 
dalla barra delle notifiche in basso clicchiamo 
sul pulsante Visualizza download. Si aprirà la 
finestra relativa ai dettagli del file che stavamo 
cercando di scaricare e che è stato preventiva¬ 
mente bloccato dal filtro di sicurezza. 


3 Per aggirare il blocco e scaricare ugualmen¬ 
te il nostro file, facciamo clic sul nome del 
file con il tasto destro del mouse e, dal menu 
contestuale che appare, selezioniamo la voce 
Scarica file non sicuro : automaticamente ri¬ 
partirà il download del nostro file. 


13 Win Magazine Speciali 

























O Streaming 


Fai da te I Film&musica downloader 


Film&musica 

downloader 


Cosa ci 
occorre 



DOWNLOADER VIDEO 

ENGELMANN 
MOVIE SAVER 4 


SOFTWARE COMPLETO 


Lo trovi su: ►'DVD 

Sito Internet: 

www.engelmann.com 


Aggiungi il pulsante “Scarica” ai principali servizi di 
videosharing per fare incetta di contenuti multimediali 


Q uelli di noi che hanno assistito 
alla nascita di Internet ricor¬ 
dano sicuramente che anni or 
sono, quando cominciarono a essere 
disponibili le prime connessioni di 
Rete domestiche, vedere pubblicato 
un video su un sito Web era un’asso¬ 
luta rarità e comunque la qualità dello 
stesso lasciava spesso a desiderare. 
Oggi, invece, grazie alla diffusione 
della banda larga sono nati numerosi 
portali di streaming video che metto¬ 
no a disposizione degli utenti filmati 
anche in alta definizione. 


Contenuti a portata di clic 

Con una tale mole di video dispo¬ 
nibili in streaming, il bello sarebbe 
quello di poter scaricare quelli più 
simpatici e interessanti (ovviamente 
prestando la massima attenzione a 
non violare eventuali diritti d’autore) 
sul proprio computer per riprodurli 
con calma in un secondo momento. 
Per poter fare ciò esistono apposite 
estensioni per i browser Internet, 
ma buona parte di esse funziona¬ 
no bene solo con alcuni siti oppure 
supportano solo alcune risoluzioni 


e non altre. Se vogliamo scaricare un 
video da Internet senza troppi pro¬ 
blemi possiamo affidarci ad un tool 
potente e allo stesso tempo semplice 
da usare come Engelmann Movie 
Saver 4 (incluso nel nostro Film&Co. 
Download). Servendoci di questo 
strumento, dotato peraltro di un’in¬ 
terfaccia molto intuitiva, potremo 
infatti eseguire ricerche simultanee 
su più portali di streaming video, 
scaricare e riprodurre su qualsiasi 
dispositivo (smartphone, tablet, con¬ 
sole...) le clip senza problemi. 


CONVERTITORE 

AUDIO/VIDEO 


FORMAT 

FACTORY 


Lo trovi st: ✓DVD 
Sito Internet: 

www.pcfreetime.com 


Scaricare dal Tubo in pochi clic 

Grazie a Engelmann Movie Saver 4 è possibile scaricare filmati sul computer da tutti i più famosi portali video 
della Rete ed estrarne automaticamente anche le tracce audio. Ecco come fare. 



Movl©S*vor 4 h— 

Welcome 


4 *r«« w«a t* »-.r»n«0 on your cct'Ck'* Ck fc 


lo i# Vt© mui Ót+ZOTy Ck C»©*© t© « 


V*rsiorv 4.0.S231 


<Yw«jEg*ini*auHn 


Inrfc'mjfooo: Potar 

te J9'«e !» Cv "Mt t*rrw rt crótr lo iMUl l*m 


/ I IfN t© Th© he»"*© t©n-i* èf>0 CO^Ot»©ni 




MovieSaver 4 

fo c-w* reo»jfrat»on poetai* »c* 4 ©«nr >oi 

>Mm im me* eri 'R©qo©*t «*mi russar' Your ©«« ««rial nu 
ffien &• j«ni to *ou to T* «mMl »ou C^CMO* ?MT i t 

Vomarm 


Nftchname 

E-MaWtorcsse 





^ Via con il setup 

Facciamo doppio clic sul file moviesaver4_ 
free.exe (Interfaccia Principale del Win DVD- 
Rom). Tra le lingue disponibili scegliamo English e 
premiamo OK. Se vogliamo cambiare la cartella di 
installazione predefinita, premiamo Options. Accettia¬ 
mo i termini di licenza e clicchiamo su Instali. 


^ Richiediamo il codice 
seriale 

Al termine del setup una finestra ci chiederà 
l'inserimento di alcuni dati personali: dovremo fornire 
il nostro nome, il cognome e un indirizzo di posta elet¬ 
tronica valido, che verrà utilizzato per inviare il codi¬ 
ce seriale di attivazione. Clicchiamo sul pulsante blu. 


Registrazione del software 

Riceveremo un’e-mail con il link per l'atti¬ 
vazione. Cliccando su di esso si aprirà una 
pagina di conferma, che riporta il numero seriale da 
copiare e incollare nell’apposita schermata del sof¬ 
tware. Da questo momento in poi l’applicazione è 
registrata, con tutte le funzionalità abilitate. 


14 Win Magazine Speciali 
































Film&musica downloader | Fai da te 


Streaming 


IL PANNELLO DI COMANDO DEL NOSTRO ASPIRAVIDEO UNIVERSALE 

Movie Saver 4 è dotato di un'interfaccia molto semplice e intuitiva che consente di scaricare i filmati dalla Rete 
(anche alla massima risoluzione possibile) incollando semplicemente il loro link. Vediamola nel dettaglio. 


Registration Settings Help Update About _ □ X I 


MOVIE SAVER 4 


Add uri 


D 



D 


D:\Video 


B 



m 


Portai 

Name 


| Status 

| Progress 


Ynuflffft 

Mission Impossible Rogue Nation Trailer 

pending 


1 


0 Download best quality 
0 Automatically convert to MP3 



Start download 




D ADD URL 

In questo box si inserisce l’indirizzo 
Internet della pagina di YouTube o 
di altri servizi che contiene il video 
da scaricare. 

B CARTELLA DI DESTINAZIONE 

Indica la directory in cui viene 
salvato il filmato. Per selezionarla 
basta cliccare sul pulsante a destra 
del box. 

E1 VIDEO 

Visualizza l’elenco completo dei 
filmati da scaricare sul computer 
e il stato. 

B DOWNLOAD BEST QUALITY 

Spuntando questa opzione è 
possibile eseguire il download 
del video alla massima qualità 
disponibile. 

B AUTOMATICALLY CONVERT 
T0MP3 

Se selezionata, una volta terminato 
il download del filmato, verrà 
estratta la sua traccia audio e 
convertita direttamente in formato 
MP3 nella cartella di destinazione. 

B START DOWNLOAD 

Cuccando su questo pulsante 
possiamo avviare il download 
dei video che abbiamo inserito 
nell’elenco. 


MOVIE SAVER 4 


w 


AÓÓ ufi 


C:\US«rs\Glrvo\Mus*c 



® Dnwnla.ul b<‘*.t c|u.iNty 
> Automatically convert to MP3 


Cerca carteha 


■ Drslrtop 

• Rare»*» 
•Ì GnjpiK 

• A Gino 

» Collo 
i,fe Coni, 
K U 

> ti Dot 
Dowi 
► Imm 
k Musi 
ff Partit 


uea ou&vaca 


MOVIE SAVER 4^ 

XS. \ Add uri 

C:\Usars\Gino\Mustc 


\< Download bevt quality 
[r Automattcawy convert to MP3 



■ 

:k-c p 

Wl* 

;.>nlo*d 

oota 
c - nM 
raagjni 

MKI 

•pa Kwn« 

scoile** <C:) 
- - - 

8 elementi 


iictoiii • Coi 

iMJmdi (O) • 

S\KfVì lutti 

m 

m 

m 

iBUTr* 

AttA Th* 

OiKr«l - 

WWvh. UknH 

Www»«r Taktift 


AH * HO MAX MQ 

AH • MAX 

*te.mp4 

l.mpl 

HQjnp4 




Wfonq Mitt> NervcusMThe 
Cnrroon T»i« - 

Videe mpl 


^ Eora... scarichiamo! 

L’interfaccia del software è essenziale. Sele¬ 
zioniamo la cartella di destinazione dei file 
scaricati. Inseriamo l’URL del video che ci interessa, 
cucchiamo su + e ripetiamo l'operazione tutte le vol¬ 
te che vogliamo, creando una lista di download. Oc¬ 
chiamo quindi su Start Download. 


^ Qualità sempre al top 

Movie Saver 4 dispone di due importanti 
opzioni. Spuntando Download best quality 
possiamo scaricare i video alla migliore qualità dispo¬ 
nibile, qualora fossero disponibili più risoluzioni, come 
nel caso di YouTube (che spesso permette di scegliere 
tra 240p, 480p, 720pe 1080p). 


^ Incetta di buona musica 

La seconda opzione è Automatically convert 
to MP3, utile quando scarichiamo videoclip 
musicali. In questo modo, al termine del download, 
Movie Saver estrae automaticamente anche la traccia 
audio, in modo tale che nella cartella di destinazione 
oltre al file MP4 troveremo anche l’MP3. 


Speciali Win Magazine 15 














































C* Streaming 


Fai da te | Film&musica downloader 


IL CONVERTITORE UNIVERSALE PER I TUOI FILE AUDIO/VIDEO 

Format Factory è un tool gratuito che consente di convertire file multimediali per riprodurli su qualsiasi dispositivo: smartphone, 
tablet, console e altri. Scopriamo come si presenta la console di comando del software. 



a CARTELLA DI DESTINAZIONE 

Apre la directory del disco rigido 
in cui verrà salvato il file una volta 
convertito 

m opzioni 

Consente di accedere a tutte le 
impostazioni del programma 

E1 ELIMINA 

Rimuove il processo di conversione 
selezionato dall'elenco di quelli 
impostati nel programma 

E1 CANCELLA USTA 

Elimina tutti i processi di 
conversione configurati dall’utente 

E1 VIA 

Cuccando su questo pulsante viene 
eseguita la conversione audio/video 
del file 

Q ELENCO DEI PROCESSI 

In questa sezione possiamo 
visualizzare la lista delle operazioni 
da noi impostate 

B PROFILI 

Qui possiamo trovare una serie di 
preset integrati nel programma per 
convertire immagini, video e brani 
musicali da un formato all'altro 


Conversioni video senza limiti 


Per elaborare i file multimediali, modificare la risoluzione o il formato possiamo utilizzare Format Factory incluso 
nel nostro Film&Co. Download 2016. Durante il setup facciamo attenzione a non installare software di terze parti. 




^ Avviamo subito il setup 

Estraiamo sul disco rigido l'archivio compresso FormatFactory.zip (lo tro¬ 
viamo nello speciale Film&Co. Download 2016 del Win DVD-Rom) e avvia¬ 
mo il file FFSetup3.8.0.0.exe. Quando compare la prima schermata clicchiamo sul 
pulsante Consento. 


^ Evitiamo le toolbar 

Per evitare di installare toolbar e software di terze parti lasciamo desele¬ 
zionata l’opzione visualizzata della schermata successiva e proseguiamo 
facendo clic su Avanti quindi su Installa. Al termine clicchiamo su Finish, togliamo 
la spunta a Instali Picosmos Picture Tools e premiamo OK. 


16 Win Magazine Speciali 



























Film&musica downloader | Fai da te 


Streaming 


Metti in play sul cellulare! 

Se abbiamo scaricato un filmato in HD (720p o 1080p) e il nostro smartphone non la supporta, 
con FormatFactory possiamo convertirlo alla giusta risoluzione per visualizzarlo senza problemi. 




^ Il database dei profili 

Dopo aver avviato il programma FormatFactory, clicchiamo 
su Dispositivo Portatile in alto a sinistra. Quando si apre la 
schermata Altri dispositivi, nell’elenco a sinistra clicchiamo sul segno 
+ accanto alla voce Androidi modo da espanderla. 


Si! — -- •» 

— - x. »; li «». 


• 

0» 


*- 

o 

r ap 

« » I,w « WUr ■ — » 


1 

Jp 

T 

■ 

1 

■ —»« 

• -fa» 

c » 

9 *•*-. 

9wa> 



Carichiamo il filmato 

Nella schermata successiva clicchiamo Aggiungi File in alto 
a destra. Individuiamo quindi sul disco rigido la cartella con¬ 
tenente il video, selezioniamolo con un clic del mouse e premiamo 
Apri per aggiungerlo all'elenco dei filmati da convertire. 


La giusta risoluzione 

Visualizzeremo a questo punto una serie di preset pronti per 
convertire il video a diverse risoluzioni compatibili con gii 
smartphone Android. Clicchiamo su Android 480p MPEG4, quindi 
premiamo il pulsante OK che troviamo in alto a destra. 



Le opzioni avanzate 

Può capitare che non ci interessi convertire l’intero filmato, 
ma solo una parte, ad esempio una scena particolare o il pas¬ 
saggio musicale che ci piace di più. In questo caso prima di procede¬ 
re oltre possiamo editare il video facendo clic sul pulsante Opzioni. 



Un veloce taglia e cuci 

Muoviamo il cursore che troviamo immediatamente sotto il 
video fino ad individuare il punto di inizio della sezione da 
ritagliare, quindi premiamo il tasto ora di Inizio. Facciamo la stessa 
cosa con il punto di fine della sezione e premiamo ora di Fine. Pro¬ 
seguiamo con OK. 


^ Vai con la conversione! 

Premiamo Modifica per selezionare la cartella di destinazio¬ 
ne, individuiamola sull'hard disk e clicchiamo OK. Premiamo 
OK in alto a destra e, nell’interfaccia principale, clicchiamo su Vai per 
avviare la conversione. Al termine non ci rimane che trasferire il video 
sullo smartphone. 



TUTTI IN UN 
UNICO FORMATO 

Se vogliamo convertire 
più video in serie, nel 
pannello di sinistra clic¬ 
chiamo su Video, quindi 
su uno dei pulsanti cor¬ 
rispondenti ai formato 
desiderato (ad esempio 
AVI). Premiamo Aggiun¬ 
gi File per aggiungere 
i video da convertire, 
confermiamo con Apri, 
selezioniamo la cartella 
in cui salvarli, premia¬ 
mo O/fin alto a destra, 
quindi Vai per avviare il 
processo. 

UNIRE PIÙ FILMATI 

Utilizzando Format 
Factory possiamo anche 
unire più video per ot¬ 
tenere un file unico (ad 
esempio nel caso di fil¬ 
mati divisi in più parti). 
Perfarlonel pannello 
di sinistra clicchiamo 
su Avanzate, quindi su 
Adattatore video. Nella 
schermata successiva 
premiamo Aggiungi File 
per aggiungerei video 
da unire. Verifichiamo 
se sono nell'ordine cor¬ 
retto (eventualmente 
ordiniamoli utilizzando 
le freccette in basso)e 
in Impostazioni Desti¬ 
nazione selezioniamo 
il formato e la qualità. 
Scegliamo una cartella 
in cui salvare il filmato 
finale, premiamo OK, 
quindi Vai. 

NON SOLO VIDEO 

Format Factory, oltre 
ai video, consente 
di convertire da un 
formato all'altro anche 
file audio, immagini e 
documenti. Il procedi¬ 
mento è sempre lo stes¬ 
so, basta selezionare 
la categoria di nostro 
interesse diccandosul 
pulsante omonimo 
(Audio, Immagine, 
Documenti), scegliere la 
cartella di destinazione 
e lanciare il processo di 
conversione. 


Speciali Win Magazine 17 





























Streaming 


Internet 


Film & musica 
gratis dal Web 

Il software e la guida pratica per scaricare tutto quello 
che vogliamo dalla rete torrent alla massima velocità 


Cosa ci » 
occorre j ac "-l, 

CLIENT P2P 

pTORRENT 


SOFTWARE COMPLETO 


Lo trovi su: 0DVD 
Sito Internet: 

www.utorrent.com 


APP ANDROID 


uTORRENT 

DOWNLOADER 


SOFTWARE COMPLETO 


Lo trovi su: 0DVD 
Sito Internet: 

https://play.google.com 


M Torrent consente di scaricare, via Internet, migliaia 
di applicazioni e migliaia di file multimediali (film, 
canzoni, libri...): ovviamente non tutto quello che si 
trova su Internet è scaricabile in modo legale. Per i dettagli, 
da questo punto divista, vi rimandiamo all’esauriente di¬ 
samina attentamente redatta dall'avvocato Guido Scorza, 
affermato avvocato, tra i più affermati esperti di diritto 
informatico in Italia. In questo manuale ci occupiamo 
di come utilizzare pTorrent dal punto di vista tecnico. La 
tecnologia Peer To Peer che consente il download è molto 
simile a quella utilizzata da eMule ma, rispetto a questa 
piattaforma, ha numerosi vantaggi: innanzitutto la veloci¬ 
tà. Con eMule ogni nodo solitamente condivide e scarica 
una grande quantità di dati senza che ci sia bilanciamento 
fra i nodi coinvolti. Col protocollo Torrent, invece, gli 
scambi sono sempre molto veloci: i nodi si scambiano 
vicendevolmente parti di file senza distinzioni di sorta. 

Senza inutili attese 

Chi ha conosce eMule sa quanto può essere snervante 
l’attesa e come sia raro riuscire a scaricare contempora¬ 
neamente da tutte le fonti (bisogna attendere per le code). 


Con il protocollo Torrent, teoricamente, possiamo scaricare 
contemporaneamente da tutti i peer, avendo come unico 
limite la banda a nostra disposizione! Con il tempo, la ve¬ 
locità ha influenzato anche la qualità di quanto condiviso: 
vista la usuale lentezza della piattaforma, sono diminuite 
le condivisioni di file di grosse dimensioni, come può es¬ 
sere un video in HD. E anche in termini di qualità intesa 
come corrispondenza tra quello che cerchiamo e quello 
che stiamo scaricando, pTorrent risulta più affidabile: in 
percentuale, è meno frequente la possibilità di scaricare 
un fake o addirittura qualcosa di “infetto”! Bisogna però 
ribadire che nessun programma P2P ci mette totalmente al 
riparo da virus. Tuttavia scaricare file pericolosi è statistica- 
mente più frequente con eMule! Una nota sulla privacy: 
quando si usano programmi P2P la prudenza non è 
mai troppa. Il consiglio che più frequentemente si 
legge è quello di cambiare periodicamente le porte 
del PC usate da eMule e da pTorrent: molto spesso 
la pigrizia vince e si trascura di effettuare questa 
operazione, col risultato di download impossibili o 
velocità ridotte e con rischi per la sicurezza dei 
propri dati. 


USTO 


ATTENTI AL 
COPYRIGHT 

In Italia è in vigore la 
legge 22 aprile 1941, 
n.633, contro la diffu¬ 
sione abusiva di ma¬ 
teriale protetto dal di¬ 
ritto d’autore: nell’art. 
174-ter sono previste 
sanzioni amministra¬ 
tive pecuniarie e san¬ 
zioni accessorie per 
chi compie il reato di 
download illegale di 
materiale audio, video 
e software protetti da 
copyright. 


TUTTI I TERMINI TECNICI DEL PEER 2 PEER 


Client: indica il programma che utilizziamo per 
scaricare i torrent (pTorrent è un Client). 

Torrent: è un file di pochi KB con estensione 
.torrent, che non contiene fisicamente nessun 
contenuto multimediale ma solo le informazioni 
necessarie (numero di frammenti, indirizzo del 
tracker da contattare...) per scaricare il file da noi 
cercato. 

Magnet link: rappresenta l'evoluzione dei file 
.torrent. Un Magnet link permette di iniziare a 
scaricare subito il contenuto. Basta copiare l'URL 
e aspettare che il Client contatti tutti i nodi che 
possiedono il file. Rispetto al file torrent, il Magnet 
link non contiene alcuna informazione sui server 
tracker. 

Nodo: è così definito il singolo utente (o client) 
presente nello swarm in grado di fornire il 


contenuto di quel torrent. Più nodi ci sono 
per un torrent e maggiore è la sua velocità 
media. I nodi possono essere suddivisi in 
seed e peer. 


Swarm: letteralmente "sciame", è l'insieme di tutti 
i nodi in grado di fornire quel singolo torrent. 

Server Tracker: sono una sorta di elenco 
consultato dal client per avere accesso rapido 
ai nodi. Forniscono informazioni su chi ha i 
frammenti che servono ma non contengono i 
file cercati né i file transitano attraverso essi. 

DHT: la rete DHT è l'evoluzione del protocollo 
BitTorrent. Permette di connettere i client senza 
passare dai tracker, eliminando il rischio di 
intercettamento! Di norma è attiva su tutti i client e 
può funzionare in aggiunta ai tracker: ciò significa 
che, mentre con un .torrent si potranno sfruttare 



sia i server tracker sia la rete DHT, con i magnet 
link sarà utilizzabile solo la rete DHT. 

Peer: sono i nodi che stanno scaricando un 
certo torrent e non hanno ancora completato 
il download ma già condividono le parti in loro 
possesso verso nodi a cui questi frammenti 
mancano. 

Seed: sono nodi importanti perché sono quelli 
che hanno diffuso il file originale oppure sono 
tutti quelli lo hanno già scaricato completamente. 
Come tali, solo loro possono fornire informazioni 
su tutti i frammenti che compongono quel file e 
ovviamente solo loro hanno tutti i frammenti. 


18 Win Magazine Speciali 






Internet 


Streaming 


Download manager per torrent 

Ecco la procedura corretta da seguire per installare pTorrent: con pochi clic il famoso Client P2P sarà pronto 
per funzionare consentendoci di scaricare a mille dalla Rete tutti i contenuti che vogliamo. 



-x Seguiamo il wizard 

Avviamo l'installazione del software con 
un doppio clic sul file uTorrent.exe (sezio¬ 
ne Internet del Win DVD-Rom). Cucchiamo Avan¬ 
ti nelle prime schermate della procedura guidata, 
Accetto e proseguiamo. Lasciamo invariate le altre 
opzioni proposte e cucchiamo Avanti. 



^ L’avvio è automatico 

Nella schermata Configurazione attiviamo 
le voci giuste: nella prima sezione spuntia¬ 
mo la prima voce per evitare che il firewall di Win¬ 
dows blocchi pTorrent. Nella seconda sezione sce¬ 
gliamo quali file pTorrent gestirà in modo automa¬ 
tico: spuntiamo i tre tipi di file e clicchiamo Avanti. 



^ Evitiamo il superfluo 

L'installazione prosegue e ci vengono pro¬ 
posti alcuni prodotti partner di pTorrent. Se 
non ci interessano, togliamo la spunta e clicchiamo 
Avanti, poi Skip Offe/ - per saltare l’offerta di Search 
Protect e infine selezioniamo Non accetto e clic¬ 
chiamo Aggiorna per completare l'installazione. 


GLI ELEMENTI BASE DELL'INTERFACCIA DI UTORRENT 

Una struttura semplice, con tutte le informazioni a portata d'occhio: così ben organizzata da sembrare addirittura scarna! 
In realtà le opzioni sono molte ed è bene prestare grande attenzione alla loro utilità. 



E1 BARRA DELLA RICERCA 


n PANNELLO LATERALE 

Permette l’accesso veloce ad alcune 
sezioni del Client che consentono di gestire 
i torrent ma anche le etichette per meglio 
ordinarli e i Feed RSS 

O BARRA DEGLI STRUMENTI 

Da qui è possibile gestire i principali 
aspetti dei download: possiamo 


aggiungere un torrent memorizzato sul PC, 
uno da URL, crearne uno nuovo, bloccare e 
riprendere il download 

E1 BARRA DEI MENU 

Qui troviamo i comandi per aggiungere un 
file torrent da scaricare, configurare 
il programma e consultare le FAQ di aiuto 
o controllare eventuali aggiornamenti 


pTorrent permette di specificare uno dei 
tanti motori esterni esistenti per BitTorrent 
(molti specializzati ed ai limiti della legalità) 
da utilizzare per le proprie ricerche 

B GESTIONE DA REMOTO 

Cliccando su questo pulsante accediamo a 
una maschera da cui abilitare la possibilità 


di gestire il nostro Client da remoto, 
attraverso l’uso del browser o dello 
smartphone 

E3 GESTIONE IMPOSTAZIONI 

Cliccando sull’icona con la rotellina, 
accederemo alla maschera da cui gestire 
tutte le impostazioni del Client 

B SPONSOR BAR 

Qui vengono pubblicizzati i torrent degli 
sponsor di pTorrent. Si può comunque 
disabilitare dalle Impostazioni Avanzate 

E1 BANNER PUBBLICITARI 

Un banner quadrato che mostra una 
pubblicità che a volte risulta fastidiosa. 
Anche in questo caso, come per la Sponsor 
bar, agendo sui giusti parametri è possibile 
disabilitare il banner.ì 

B ICONE 

Il segno di spunta verde è un importante 
feedback visivo: indica che “La Rete è OK 
e la connessione funziona come dovrebbe” 

EB ELENCO DEI FILE 

La parte centrale dell’Interfaccia è 
suddivisa in due sezioni. Nella parte alta 
l’elenco dei torrent che il nostro Client sta 
gestendo con nome dei file, dimensione, 
stato, velocità, tempistica 

EDTABS 

Sempre nella parte centrale, ma in basso, 
troviamo le schede contenenti molte 
informazioni dettagliate sui file che stiamo 
scaricando o che stiamo mettendo 
a disposizione della rete 


Speciali Win Magazine 19 

































Streaming 


Internet 


LE FUNZIONI AVANZATE DI UTORRENT PER SCARICARE SENZA VINCOLI 

Focalizziamo l'attenzione sul pannello laterale. Espandiamo le singole voci diccando sulle piccole icone con il simbolo "+" 
a fianco di alcune di esse: ampliamo così la scelta delle possibili azioni. 


File Opzioni Aiuto 


0 Bundle 

o 

ih <«> Upgrade to Fio 

Anti-virus Prete ction 
[ ] HD Media Player 
■+0 Play Anyw fiere 
0 Torrent (3) 


<4* In download 0) 
^ Condivisione (0) 
Completati (2) 
0 Attivi [0) 
q In attivo d a (3) 

E % Etichette 


Nessuna etichetta (1) 


film (1 ) 

software (1) 
Sorgenti RS3 ( fei 
0 Periferiche^ 


n BUNDLE 

Cliccando su questa voce 
veniamo reindirizzati a uno 
strumento relativamente 
poco conosciuto ai più, il 
Bundle appunto, attraverso 
il quale chiunque può 
pubblicare, e quindi 
distribuire (proprio come 
un torrent), una propria 
creazione, sia essa musica 
o video o qualsiasi altra 
forma d’arte. È un nuovo 
formato multimediale, 
una sorta di contenitore 
digitale, un formato ibrido 
per musica, video e testo. 

I Bundle fondono in un 
unico file scaricabile 


attraverso il P2P il 
contenuto e la possibilità 
di visionare lo stesso in 
parte gratuitamente in parte 
dietro pagamento di uno 
speciale tributo. Il tipo di 
compenso è variabile: dal 
“Mi piace” di Facebook 
ad un tweet pubblicitario, 
dall’iscrizione ad una 
mailing list, al danaro vero 
e proprio 

B UPGRADE TO PRO 

Da qui possiamo aggiornare 
la versione del Client in 
nostro possesso da quella 
free a quella Pro, per 
circa 20 dollari. L’elenco 


delle caratteristiche della 
versione a pagamento 
rappresentano un valido 
motivo per farci un 
pensierino 

E1 TORRENT 

Questa voce rappresenta 
il cuore del programma: 
semplicemente cliccandoci 
su, possiamo visualizzare 
tutti i nostri torrent e il loro 
stato 

D ETICHETTE 

Ci aiutano a tenere in ordine 
i vari download: sono una 
sorta di categorie definibili 
dall’utente che rendono più 


semplice la catalogazione 
dei file in download. Il 
limite? Ad ogni torrent è 
possibile associare una sola 
etichetta! 

E1 SORGENTI RSS 

Permette di inserire dei 
Feed RSS relativi ai siti 
torrent preferiti 

EX PERIFERICHE 

Cliccando l’ultima voce 
della sezione avremo la 
possibilità di convertire i 
media per tutta una serie 
di dispositivi: dai dispositivi 
Android a quelli Apple, dalla 
Xbox alla PS3! 


Analizziamo i tab posti in basso nella sezione centrale, accessibili quando nella barra 
laterale è selezionatala voce Torrent. In sei schermate alternative sono concentrate 
tutte le informazioni sui file in download e in upload, ovvero sui frammenti che 
abbiamo già scaricato e stiamo rendendo disponibili agli altri. 



B FILE 

In questo tab sono mostrati 
i file che compongono il 
torrent (spesso assieme 
al file principale si può 
presentare un file d’aiuto 
o di presentazione) e per 
ognuno evidenzia una serie 
di informazioni (dimensioni, 
percentuali, numero di parti 
eccetera) 

EX INFO 

La seconda linguetta riporta 
una serie di informazioni 
generali, più che altro 
statistiche, relative al 
torrent 

EX PEER 

Qui viene mostrato l’elenco 


degli utenti (con gli indirizzi 
IP) al momento interessati 
allo scambio, il tipo di 
Client utilizzato e le velocità 
di download e upload. 
Simpatica la bandierina che 
precede l’URL/IP e che fa 
saltare subito all’occhio la 
distribuzione mondiale dei 
torrent 

EHI VALUTAZIONI 

Qui possiamo leggere, 
quando disponibile, il 
giudizio complessivo 
per il torrent espresso 
graficamente con delle 
stelline. Possiamo 
aggiungere il nostro voto 
e, eventualmente, un 
commento che aiuterà gli 


altri utenti nella scelta del 
download (ad esempio 
possiamo segnalare un 
fake, ovvero un file che 
non è quello che dovrebbe 
essere) 

EH TRACKER 

Questo tab mostra lo stato 
della rete DHT e dei tracker 
e per quelli in funzione 
mostra il numero di seed 
e peer 

EH VELOCITÀ 

È l’ultima tab della serie 
e mostra, sotto forma di 
grafico, le informazioni 
relative alla velocità di 
download, di upload, le 
statistiche del disco e molto 


altro ancora. È possibile 
aggiornarne anche la 
risoluzione da 5 secondi a 
5 minuti 

EE) BARRA DI STATO 

Qui è mostrato il numero di 
utenti disponibili sulla rete 
DHT, le velocità di download 
e upload e i Megabyte totali 
trasmessi (in entrata e in 
uscita) 


20 Win Magazine Speciali 




































Internet 


Streaming 



La configurazione di base 


Presa dimestichezza con pTorrent possiamo ora personalizzarlo secondo le nostre esigenze, 
in modo da sfruttare al meglio la banda ADSL e scaricare senza limiti. 




^ Configurazione automatica 

Accediamo al menu Opzioni/Configurazione guidata (o 
premiamo i tasti Ctrl+G) per aprire la finestra Guida impo¬ 
stazioni pTorrent. Il programma testerà la rete e si autoconfigure- 
rà al meglio. Scegliamo la nazione più vicina per il test (così come 
suggerito), controlliamo che le voci Banda e Refe siano spuntate 
e cucchiamo Inizia i test 


Un test di collegamento 

Se il test fallisce, riproviamo cambiando la nazione più vici¬ 
na. Il test può anche riuscire a metà: risulta la porta (del 
router) non aperta, ma siamo in grado di scaricare comunque. Dob¬ 
biamo allora agire sui parametri di quest'ultimo per risolvere que¬ 
sto piccolo conflitto che, ribadiamo, non ci impedisce di effettuare 
i nostri download. 



UN'ALTRA 

SOLUZIONE 


Se ci sono problemi 
di download, si può 
provare a disattivare 
temporaneamente la 
mappatura delle porte 
UPnP dalle imposta¬ 
zioni di pTorrent nella 
sezione Connessione 
del pannello di confi¬ 
gurazione del router. 
Quindi aggiorniamo i 
tracker: cucchiamo col 
tasto destro del mou¬ 
se sul nome del file e, 
dal menu a tendina 
che appare, scegliamo 
la voce Aggiorna 
tracker. 




^ Apriamo le porte 

Accediamo quindi ai parametri del router: nel browser digi¬ 
tiamo l'indirizzo 192.168.1.1 del gateway predefinito della 
nostra rete casalinga (alcuni router rispondono al 192.168.1.254) 
e digitiamo username e password. Troviamo la sezione relativa ai 
Virtual Server) ogni router ha la sua) e clicchiamo (nel nostro caso) 
su Add. 


^ Una regola per pTorrent 

Nella schermata che appare inseriamo i dati richiesti: 
pTorrent come descrizione e poi l'IP che il router assegna 
al PC che usiamo con pTorrent. Poi il numero di porta il 45682 sia 
in ingresso sia in uscita e settiamo il protocollo utilizzato su TCP/ 
LIDP Clicchiamo Save/Applye poi impostiamo le stesse porte nella 
sezione Port Triggering. 


COSA USARE PER CERCARE IN RETE IL NOSTRO FILE TORRENT? 


La strada più semplice per cercare sulla Rete il 
torrent del file che ci interessa è quella di affidarsi 
a uno dei tantissimi motori di ricerca specifici 
per questo tipo di file. Come accade per gli altri 
motori di ricerca, basta scrivere nel box apposito 
quello che si sta cercando e premere Invio per 
ottenere un elenco di risultati. Là dove è possibile, 
meglio scegliere prima la categoria di quanto si 
sta cercando (software, video, musica, games, 
libri, audiolibri ecc.) così da ottenere risultati più 
verosimili.Trovato il file che ci interessa, solitamente 


cliccandoci sopra si aprirà una nuova schermata da 
cui scaricare il .torrent. Una volta scaricato questi 
dovrà essere aperto dal nostro Client per avviare 
realmente il download. Ecco quindi alcuni dei 
motori che propongono solo materiale legalmente 
scaricabile. 

• Public Domain Torrents è una collezione di 
movies classici e magari poco famosi di pubblico 
dominio. Alcuni sono in formato DivX ma anche 
nel formato per iPod, PDA e PSP. Raggiungibile 
su www.publicdomaintorrents.info; 


• MiniNova rappresenta una buona collezione di 
video e musica con anche software, giochi ed 
eNook. I torrent sono rilasciati come contenuti 
distribuiti da MiniNova. Questo motore è 
raggiungibile su www.mininova.org. 

Possiamo anche fare riferimento ai cosiddetti 
metamotori ovvero siti che in pratica effettuano 
la ricerca sfruttando decine e decine di altri motori 
di ricerca per file .torrent. Tra i più frequentati 
certamente possiamo indicare torrenz.com e 
bitsnoop.com. 


Speciali Win Magazine 21 








































Streaming 


Internet 


® Download al fulmicotone 


FUNZIONA ANCHE 
VIA BROWSER 

Perchiamala pratici¬ 
tà, pTorrent Control è 
l'add-on ideale. È una 
toolbar che si integra 
col browser e permet¬ 
te di avviare, fermare 
o mettere in pausa i 
download oppure ag¬ 
giungerne di nuovi al¬ 
la coda. Include anche 
un motore di ricerca 
per trovare facilmente 
in rete nuovi file tor- 
rent da scaricare. 

L'ALTERNATIVA 
SECONDO GOOGLE 

Se non troviamo 
quello che cerchiamo 
attraverso i motori e i 
metamotori specializ¬ 
zati, possiamo sempre 
fare riferimento a 
Google, estendendo 
questi le sue ricer¬ 
che a milioni di siti 
internet. Quello che 
ci serve è di farfare 
a Google una ricerca 
mirata, utilizzando la 
corretta sintassi. Se 
ad esempio stiamo 
cercando materiale 
relativo a Linux, ba¬ 
sterà scrivere nel box 
di ricerca la stringa 
filetype:torrent linux 
e avremo pagine di 
risultati contenenti 
solo riferimenti ai file 
torrent, escludendo 
tutto il resto. 


Impostiamo pTorrent per ottenere più velocità. Ricordiamo, però, che non dipende solo da noi, 
ma anche e soprattutto dalla Rete e dalla disponibilità di seed e peer di ciò che cerchiamo. 



^ Un menu ad hoc 

Dall’interfaccia principale di pTorrent accediamo alla sezio¬ 
ne Impostazioni selezionando la relativa voce dal menu 
Opzioni. In alternativa possiamo utilizzare la combinazione di tasti 
Ctrl+P. Nella schermata che appare potremo andare a modificare 
solo alcuni parametri. 




' : 






... -• r =S£T’ 


Un test della nostra ADSL 

Testiamo la velocità della connessione su www.speedtest. 
net. Prendiamo nota del risultato e andiamo su www.win- 
magazine.it/link/3393. Inseriamo il valore in Kilobyte/s della velo¬ 
cità in upload misurata prima e automaticamente saranno calcolati 
i valori da impostare in pTorrent. 



^ Abilitiamo i download 

Lasciamo inalterate le successive sezioni BitTorrente Limi¬ 
te di Trasferimento. Nella sezione Coda modifichiamo i 
valori relativi al Numero massimo di torrent attivi e al Numero 
massimo di download attivi per come calcolato al Passo 3 (nella 
sezione Queue). Clicchiamo Applica. 



± Una cartella per i download 

Nella sezione Cartelle specifichiamo quali saranno le direc¬ 
tory utilizzate per contenere i file in download e in upload, 
oltre a quella che conterrà i file completi. La sezione Connessione 
dovrebbe avere già impostata la porta scelta in fase di configura¬ 
zione del router (la 45682). 



Attenti alla banda disponibile 

Torniamo alla maschera di pTorrent relativa alla sezione 
Banda e impostiamo i valori dei parametri calcolati al pas¬ 
so precedente. Clicchiamo Applica per renderli definitivi. Alcuni dei 
valori calcolati come quelli della sezione Oueque ci serviranno nella 
successiva sezione Coda. 



Gli ultimi dettagli 

Le sezioni successive riguardano le altre funzioni disponi¬ 
bili. Spostiamoci quindi in Pianificazione e scheduliamo i 
download per sfruttare al massimo la banda in certi giorni e in certe 
ore. Nella sezione Riproduzione, invece, scegliamo un eventuale 
media player esterno a pTorrent. 


22 Win Magazine Speciali 











































































Internet 


Streaming 


Primo torrent in download ® 


Terminata la configurazione e aperte le porte di comunicazione sul router, siamo finalmente 
pronti per avviare un download sfruttando anche i Magnet Link. Vediamo in che modo. 



^ Avviamo la nostra prima ricerca 

Puntiamo il browser su bitsnoop.com e proviamo a cercare 
una distribuzione del sistema operativo Linux. Scriviamo nel 
box di ricerca Linux distro e diamo Invio. Identifichiamo nell'elenco 
la versione che ci interessa (una release orientata alla computer 
forensics) e clicchiamoci sopra. 



Esaminiamo il risultato 

Sulla sinistra avremo informazioni sui tracker relativi al tor¬ 
rent, sui peer e sui file che compongono il pacchetto. Sulla 
destra, in alto, tre pulsanti fondamentali: il primo propone un link 
diretto, da evitare perché porta a viziosi circoli di link mirati solo a 
far visitare una o più pagine con pubblicità. 


TRACKER PRIVATI 

Su certi tracker per 
poter scaricare al¬ 
cuni torrent serve la 
registrazione al sito. 
Questi torrent privati 
sono evidenziati dalla 
presenza accanto al 
nome di una piccola 
icona rappresentante 
un lucchetto. 

DROP FILE 
TOSEND 

Trascinando un file 
suH'omonimo box ver¬ 
rà creato un link che 
potrai condividere con 
un amico, affinché sca¬ 
richi al volo l'archivio 
messo a disposizione. 



^ Collegamento automatico 

Cucchiamo sull’icona della calamita: è un Magnet Link! Una 
finestra ci chiederà di specificare quale applicazione avvia¬ 
re: scegliamo pTorrent e spuntiamo Ricorda questa scelta per i 
link magnetici. Diamo OK e, una volta dentro pTorrent, diamo di 
nuovo OK per avviare il download. 


^ Download... tradizionale 

In alternativa al magnet link, clicchiamo sul link ai file tor¬ 
rent per avviare il download. Un box ci proporrà di aprirlo 
con pTorrent o di salvarlo su disco e aprirlo successivamente. Se 
decidiamo di aprirlo subito, ci ritroveremo con il download avviato. 
Non resta che attenderne il completamento. 


ECCO COME BLOCCARE I BANNER PUBBLICITARI SU UTORRENT 


Non sarà sfuggita a nessuno la presenza 
di pubblicità nella schermata principale di 
pTorrent. Dalla release 3 sono state inserite 
in alto una barra con la pubblicità dei 
torrent sponsorizzati e, in basso a sinistra, 
un banner quadrato con altra pubblicità. 
Questi possono essere tranquillamente 
tollerate, anche perché, di norma, pTorrent 
dopo essere stato avviato sarà ridotto a 
icona e lasciato lavorare in background. 
Ma se proprio non riusciamo a sopportare 
la cosa, possiamo eliminare il fastidio in 
pochi clic. Accediamo al menu Opzioni 


e clicchiamo Impostazioni. Si aprirà una 
nuova finestra: nell'elenco di sinistra 
clicchiamo su Avanzate. Nel campo Filtro 
in alto a destra cerchiamo, una alla volta, le 
seguenti voci: bt.enable_pulse, gui.show_ 
plus upsell, gui.show_notorrents_node, 
offers.contentofferautoexec, offers.left 
rail_offer_enabled e offers.sponsored_ 
torrent_offer_enabled. Una volta trovate, 
dobbiamo selezionarle e impostare i valori 
corrispondenti a False. Fatto questo per 
ogni voce, confermiamo con Off e riavviamo 
pTorrent: la pubblicità è sparita! 



Speciali Win Magazine 23 















































Streaming 


Internet 



Gestiamo i torrent da remoto 


Una delle funzioni più interessanti proposte dalle ultime versioni di jjTorrent è quella che permette la gestione 
dei nostri download sul desktop, da remoto, utilizzando un dispositivo Android. 



^ Attiviamo l’accesso 

Avviamo pTorrent sul PC, accediamo alla 
sezione Impostazioni e cucchiamo Remo¬ 
to. Nella nuova finestra spuntiamo Abilita accesso 
pTorrent Remoto e inseriamo Nomee Password. 
Lo stato mostrato verrà modificato da Non acces¬ 
sibile in Accessibile. Clicchiamo quindi su Applica. 



uTorrent sullo smartphone 

Definiamo una domanda e una risposta 
segreta come verifica di sicurezza di secondo 
livello. Passiamo al dispositivo Android e scarichiamo 
e installiamo l'app pTorrent Remote. Avviamola, con¬ 
fermiamo di avere già un account, inseriamo i dati 
impostati nel Passo E1 e tocchiamo Login. 



^ Download sotto controllo 

Tappiamo All torrents per avere un elenco 
completo dei torrent attivi con a fianco una 
icona esplicativa dello stato di ognuno di essi. Toc¬ 
cando ogni singolo file, saranno mostrate dimensio¬ 
ne, velocità di upload e download, numero di peer e 
seed. Ma anche i FeedRSSe le Label. 



Guido Scorza 
è uno dei massimi 
esperti in Diritto 
delle Nuove 
Tecnologie 


SCARICARE FILE 
TORRENT E LEGALE? 

Le reti di file sharing BitTorrent, eDonkey e KAD sono di 
per sé illegali o dipende dall'uso che se ne fa? 
Nonostante, specie negli ultimi tempi, si senta con fre¬ 
quenza sempre maggiore parlare del file sharing in 
termini negativi e come si trattasse di un fenomeno 
illegale, in realtà, al pari di ogni altra tecnologia, metodo, 
processo, funzione matematica o, piuttosto, formula 
chimica, il file sharing è di per sé neutro rispetto al diritto 
con la conseguenza che ad essere leciti o illeciti sono gli 
specifici usi che di esso fanno gli utenti. 

I tracker di file Torrent sono da considerarsi illegali, anche 
se (a differenza dei server di eMule) non veicolano i con¬ 
tenuti veri e propri, ma soltanto file.torrent che tengono 
traccia dei nodi (Seed e Peer) che condividono i file? 
Difficile dare una risposta univoca. Il buon senso por¬ 
terebbe a sostenere che valga anche per i tracker la 
stessa regola che vale per il file sharing o per ogni altra 
tecnologia ovvero quella della neutralità dinanzi al 
diritto con conseguente impossibilità di considerare 
illecita di per sé la gestione di piattaforme di questo 
genere. La realtà è, tuttavia, un'altra. La giurisprudenza 
italiana, infatti - sebbene ancora non in modo chiaro 
ed univoco - inizia a mostrarsi convinta che la semplice 
condotta agevolatrice - specie laddove consapevole - 


svolta dai gestori di questi siti al fi ne di consentire agli 
utenti di raggiungere più facilmente materiale protetto 
da diritto d'autore debba considerarsi illecita. In linea di 
principio può dunque sostenersi che laddove appaia 
inequivocabile che il gestore del tracker sia a conoscenza 
della circostanza che il proprio sito è utilizzato in maniera 
rilevante per accedere a materiale protetto da diritto 
d'autore sia difficile escludere una sua responsabilità. 

Esistono dei blog e/o forum che si limitano a pubblicare 
la trama del film, qualche screenshot, un giudizio sulla 
qualità audio/video e il pulsante per avviare la ricerca 
preformattata in Google, al fine però di facilitare la 
ricerca del file illegale sugli altri tracker della Rete. Sono 
da considerarsi illegali, anche se in realtà è Google ad 
indicizzare tali contenuti e a consentirne la ricerca tramite 
apposite stringhe ? 

Credo di poter rispondere come alla precedente do¬ 
manda. Dare informazioni e/o aiutare gli utenti ad 
interrogare un motore di ricerca per accederea risultati 
che, sebbene con un po'di fatica in più troverebbero 
comunque, non dovrebbe essere considerato illecito. 
La giurisprudenza, in Italia, non la pensa, tuttavia, in 
questo modo e, qualche anno addietro, ha ritenuto 
responsabile il gestore di un sito che poneva a dispo¬ 
sizione degli utenti preziose informazioni su come 
accedere alle partite di calcio trasmesse da alcuni siti 
cinesi e su come sovrapporre alle radiocronache in 
mandarino quelle in italiano. 

Aggirare il blocco a The Pirate Bay imposto agli utenti 
italiani, ad esempio utilizzando un innocuo server proxy 
(con IP estero) è un’operazione legale? 

Si tratta di una condotta che se posta in essere con 
la specifica volontà di aggirare il provvedimento di 
"sequestro"emesso dall'Autorità giudiziaria è, chia¬ 
ramente, ispirata da intenti elusivi di un ordine del 
giudice. Difficile, in questa prospettiva, ritenere le¬ 


cita la condotta. Diverso, naturalmente, il caso di chi 
utilizzando per abitudine un proxy con IP estero, si 
ritrovasse a navigare sulle pagine di Pi rate Bay senza, 
magari, neppure essere a conoscenza del cosiddetto 
sequestro della baia dei pirati. In questo caso mi sembra 
difficile contestare all'utente una condotta illecita e ci 
sarebbe piuttosto da chiedersi quale sia il senso di un 
provvedimento tecnicamente inidoneo - a prescin¬ 
dere da ogni considerazione circa la sua legittimità 
giuridica - a aggiungere il risultato voluto: chiudere 
le rotte dei pirati. 

I motori di ricerca che permettono di scovare i file.torrent 
sui più importanti tracker della Rete sono da conside¬ 
rarsi illegali? 

Mi devo ripetere. Un motore di ricerca non può essere 
considerato illecito solo perché attraverso esso gli 
utenti possono accedere anche a risultati idonei a 
consentir loro condotte illecite. Sarebbe naturalmente 
diverso laddove un motore di ricerca si"specializzasse" 
- attraverso accorgimenti tecnici o, piuttosto, di natura 
commerciale - nella indicizzazione solo di contenuti 
protetti da diritto d'autore e accessibili su mercati 
paralleli a quelli legali. 

I provider AD SL sono tenuti a monitorare il traffico dei 
propri utenti e a segnalare prontamente alle autorità 
eventuali abusi del servizio per download di materiale 
illegale? 

No. Non esiste nessun obbligo di monitoraggio da 
parte di un provider ADSL circa il contenuto del traffico 
dei propri utenti e, anzi, tale monitoraggio è vietato 
dalla vigente disciplina in materia di privacy. L'unico 
obbligo che incombe sui provider di risorse di con¬ 
nettività è quello di informare l'Autorità giudiziaria 
laddove vengano a conoscenza del carattere illecito di 
una condotta posta in essere da uno dei propri utenti 
attraverso i propri servizi. 


24 Win Magazine Speciali 


































Audio&Video 


Streaming 


I segreti dei codec video 

•/ Come riconoscere il formato di un file per aprirlo 
correttamente sul computer col programma giusto? 

V Scoperto di che formato video si tratta, è possibile 

verificare se sul PC sono installati i codec necessari? 


SERVE A CHI... 

... ha a che fare quotidianamente con la 
conversione e la riproduzione di file 
video in diversi formati 


N el 1997 Microsoft si mise al lavoro per svi¬ 
luppare un algoritmo di compressione 
in grado di creare video di ottima qualità ma 
di dimensioni ridotte, in modo da rendere i 
contenuti multimediali accessibili via Internet 
in streaming. Fino ad allora il formato video più 
usato era MPEG che non richiedeva alcun codec 
installato sul PC e offriva una buona resa video 
nonostante una compressione non ottimizzata. 
La vera rivoluzione neH'ambito dei video scari¬ 
cabili dalla Rete iniziò grazie all'hacker Jerome 
Rota il quale, estraendo l'algoritmo di compres¬ 
sione dal formato MPEG4 di Microsoft, creò un 


sistema di compressione in grado di garantire 
ottima qualità con dimensioni ridotte. Stiamo 
parlando del DivX, che per molto tempo rimase 
lo standard per la compressione video anche 
grazie ai continui aggiornamenti e ai livelli di 
compressione e qualità raggiunti. 

Ad ognuno il suo codec 

Con il passare degli anni e con il diffondersi 
delle connessioni ADSL e di formati Full HD gli 
utenti iniziarono ad avere l'esigenza di scaricare 
video in alta definizione in modo da godere 
appieno della qualità offerta dalle nuove tec¬ 
nologie. Il DivX iniziò così ad essere affiancato 
da tanti altri formati come il famoso MKV per 
la riproduzione di video in alta definizione o 
HDV per le registrazioni in alta definizione. Per 
poter riprodurre tutti questi formati video dif¬ 
ferenti, Windows ha bisogno dei codec, ovvero 
delle istruzioni che consentono di riconoscere 


e riprodurre il file. Per scoprire quelli installati 
nel PC possiamo usare Medialnfo, un software 
in grado di stabilire quale tipo di compressione 
è stata usata per realizzare un determinato file 
video e di quali codec abbiamo bisogno per 
riprodurre il file senza problemi. 

MEDIAINFO 

Lo trovi sul li/DVD 

TUTTI I CODEC INSTALLATI NEL PC 

Per riprodurre correttamente un file video il nostro PC 
ha bisogno di un codec, ovvero un software in grado 
di decomprimerne il contenuto prima di darlo in pasto 
al player multimediale. Ma come possiamo verificare 
se sul PC sia installato o meno il codec necessario per 
un determinato file video? Per fortuna Medialnfo ci 
viene incontro anche su questo. Per visualizzare questa 
informazione non dobbiamo fare altro che avviare il 
programma e selezionare Visualizza/lnfo sul Sistema. Ci 
apparirà in questo caso una lista di tutti i codec video già 
installati nel PC. 


Basta un solo clic per scoprire il formato dei video con Medialnfo 



1 Dalla sezione Audio&Video del Win DVD- 
Rom scarichiamo l'archivio compresso Me- 
diainfo.zip. Il programma è in versione portable 
e quindi non necessita di alcuna installazione. 
Scompattiamo il file compresso ed eseguiamo 
il file Medialnfo.exe per avviare il software. 



2 Nell'interfaccia principale del programma 
clicchiamo sulla prima icona a sinistra, quella 
con la lente d'ingrandimento, e selezioniamo 
dall'hard diskdel nostro PC il file video che de¬ 
sideriamo analizzare. Successivamente clicchia¬ 
mo su Apri perfar analizzare il file da Medialnfo. 



3 In una semplice schermata il programma 
ci fornirà tutte le informazioni riguardo al 
tipo di compressione e formato video utilizza¬ 
to, la risoluzione del filmato, il formato audio e 
l'eventuale codec necessario per riprodurre il 
video sul nostro PC. 


Speciali Win Magazine 25 



















C* Streaming 


| Software | Together Price 


Scopri come guardare film e serie TV senza sottoscrivere 

alcun abbonamento. Basta dividere la spesa con ali altri! 


Netflix 4K a 3 

euro al mese 


Cosa ci 
occorre 



FACILE 


SERVIZIO DI SOCIAL 
SHARING 


TOGETHER PRICE 


Quanto costa: Gratuito 


Sito Internet: 

www.togetherprice.com 



I LEGGI 

— 

SUL WEB 


S e ci volessimo abbonare a tutti i servizi di streaming 
dovremmo spendere cifre astronomiche. Netflix 
per i film, Spotify per la musica, Xbox Live per i 
giochi e così via. Ma oggi è possibile averli tutti pagando 
solo qualche euro attraverso Together Price. Si tratta 
di una piattaforma di sharing che consente agli utenti 
di condividere il proprio abbonamento a uno di questi 
servizi di streaming. Netflix, ad esempio, offre la pos¬ 
sibilità di spartire l’account premium con 4 dispositivi. 
Il titolare dell’abbonamento potrebbe trovare altre tre 
persone con cui dividere la spesa di € 11,99 e pagare, 
quindi, solo 3 euro a testa. Questa è la vera missione 
di Together Price: far incontrare chi ha l’abbonamento 
con chi vuole acquistarne le quote. Ma come funziona 
il servizio? Bisogna innanzitutto registrarsi alla piat¬ 
taforma, creare il post con tutti i dati relativi al proprio 
abbonamento e attendere che qualcuno invii la richiesta 
di partecipazione. I titolari di Together Price si dicono 
sicuri che si tratti di un’attività legale perché sono gli 
stessi servizi di streaming a consentire la condivisione 
dell’abbonamento. Allettati dalle promesse del social- 
sharing abbiamo deciso di provarne il funzionamento di 
persona. La piattaforma è ancora in fase di sviluppo... ma 
se il buon giorno si vede dal mattino, c’è da ben sperare. 



Iniziamo col social sharing 

0 Andiamo su www.togetherprice.com e clicchiamo 
Inizia subito. Al primo accesso dovremo creare un 
account. Per farlo clicchiamo su Registrati, inseriamo 
il nostro indirizzo di posta elettronica, scegliamo una password, 
accettiamo il contratto di licenza d'uso e completiamo con 
Registrati. 


www.facebook.com/ 

TogetherPrice 

La pagina Facebookdi 
Together Price dove puoi 
chiedere supporto e infor¬ 
mazioni sull’utilizzo del 
servizio ed essere infor¬ 
mato sulle ultime novità. 



SERVE UN 
ACCOUNT PAYPAL 

Per acquistare una 
quota di partecipa¬ 
zione a uno dei tanti 
servizi di streaming 
supportati da Together 
Price devi avere un ac¬ 
count su PayPal (www. 
paypal.com) e legare 
allo stesso una carta di 
pagamento o caricare 
il credito. 



Completiamo il profilo 

a Perterminare la creazione del nostro account 
dovremo cliccare sul link che ci è stato 
inviato per posta elettronica. Dopo averlo 
fatto potremo personalizzare il profilo inserendo 
nome, cognome e impostando un’immagine, meglio 
se una foto vera. Per completare clicchiamo su 
Salva modifiche. 


La nostra community 

a Utilizzando il link che ci viene fornito da 
Together Price possiamo invitare i nostri 
amici per creare la nostra Crew, ovvero la 
nostra community di condivisione. Una volta com¬ 
pletata la registrazione, ci troveremo all'interno del 
portale che si presenta con un’interfaccia molto 
semplice e intuitiva. 


Abbonamenti scontati 

9 La prima sezione è TP Network. Qui pos¬ 
siamo scorrere tutti gli abbonamenti che 
possono essere condivisi. Per ciascuno è 
indicato il numero di posti disponibili e la tipologia 
di abbonamento. È anche possibile utilizzare il 
modulo di ricerca per trovare l’abbonamento che 
ci interessa. 


26 Win Magazine Speciali 















































| Together Price | Software 


Streaming 


Condividiamo la visione 

Se abbiamo un abbonamento a un servizio 
di streaming che vogliamo condividere, 
clicchiamo sul pulsante Crea in alto al cen¬ 
tro della pagina e poi su Inizia. Dovremo quindi 
confermare il nostro numero di cellulare attraverso 
un codice a 4 cifre che ci verrà inviato tramite SMS. 



Attenti alle condizioni d’uso 


a Se abbiamo pubblicato l’annuncio in modo 
Pubblico, riceveremo dopo breve tempo 
alcune richieste di partecipazione che 
potremo valutare e decidere se accettare o meno. 
Non dovremo far altro che selezionare la persona 
tra le varie richieste e cliccare su Accetta. 




Con chi condividerlo? 

Selezionato l’abbonamento, dovremo spe¬ 
cificare il tipo, il numero di persone con le 
quali vogliamo condividerlo e inserire i dati 
di accesso al servizio. Per completare il tutto dovre¬ 
mo collegare il nostro account PayPal che servirà 
alle persone che invitiamo a pagarci la quota. 



Partecipiamo agli abbonamenti 

a Nel caso in cui volessimo partecipare all'ab¬ 
bonamento di qualcun altro, dobbiamo 
prima cercarlo nella finestra TP Network. 
Sarà sufficiente cliccare sulla scheda dell'abbona¬ 
mento per visualizzarne i dettagli e poi cliccare sul 
pulsante Partecipa per poter inviare la richiesta. 


Pubblico o privato? 

0 Bisogna ora decidere se pubblicare in modo 
Pubblico o Privato il post. Nel primo caso 
chiunque potrà chiedere di partecipare e 
solo noi potremo dare la conferma alla richiesta. Nel 
secondo caso si potrà aderire solo tramite invito e 
non sarà necessaria l’approvazione da parte nostra. 



Inviamo la richiesta 

B Scriviamo ora un messaggio in cui ci pre¬ 
sentiamo e inviamo la richiesta alla persona 
che vuole condividere l’abbonamento cuc¬ 
cando sul pulsante Invia richiesta. Dovremo quindi 
attendere che la nostra richiesta venga accettata: 
in caso positivo riceveremo una notifica per e-mail. 



Passiamo alla cassa 


a Ricevuta la conferma, andiamo su Together 
Price e procediamo al pagamento della 
quota con PayPal. Dopo aver fatto ciò, 
potremo scaricare un file di testo in cui sono pre¬ 
senti le credenziali per accedere al servizio scelto. 
Potremo controllare sempre i servizi acquistati in 
Le mie condivisioni. 


I SERVIZI PREMIUM SUPER SCONTATI 

Vediamo quali sono gli abbonamenti che è possibile condividere su Together Price 
e la relativa quota di adesione. 


SISTEMI DI SHARING 

COSTO ABBONAMENTO 
COMPLETO 

NUM.MAXDI UTENTI 
CON CUI CONDIVIDERE 

QUOTA DI ADESIONE 

GOOGLE PLAY MUSICA 

€14,99 

5 

€2,50 

OFFICE 365 HOME 

€10,00 

4 

€2,00 

NETFLIX STANDARD 

€9,99 

1 

€5,00 

NETFLIX PREMIUM 

€11,99 

3 

€3,00 

SPOTIFY 

€14,99 

5 

€2,50 

APPLE MUSIC 

€14,99 

5 

€2,50 

XBOX LIVE 

Dipende dal gioco 

1 

Dipende dal gioco 

PLAYSTATION 

NETWORK 

Dipende dal gioco 

1 

Dipende dal gioco 

Speciali Win Magazine 27 



















































O Streaming 


Speciale trucchi | Netflix 




Una raccolta di trucchi mai visti 
per guardare serie TV 
esclusive, fare film sharing, 
accedere ai canali nascosti... 


S ono ormai un lontano ricordo i tempi 
in cui si aspettava la sera per godersi 
il proprio programma TV preferito 
comodamente seduti sul divano di casa. 
Grazie allo streaming on-line, film, se¬ 
rie o documentari possono essere visti 
a qualunque ora del giorno, 365 giorni 
Tanno. È logico, quindi, che sempre più 
spettatori si rivolgano a servizi di stream¬ 
ing come Amazon (dove disponibile) o 
Netflix. Quest’ultimo è il primo servizio di 
streaming negli Stati Uniti, e anche in Italia 
sempre più persone scelgono di pagare da 
8 a 12 euro al mese per un abbonamento. 
Un importante fattore di successo sono le 
molte produzioni autonome, con esclusive 
come "Better cali Saul” o “Narcos”. 

Guarda Netflix dove vuoi 

Tra i tanti vantaggi offerti da Netflix c'è 
anche la possibilità di poterlo utilizzare 
ovunque: seduti sul divano, davanti al PC 
o mentre siamo in viaggio in treno. I con¬ 
tenuti dello streaming provider, infatti, 
possono raggiungere quasi tutti i PC, TV, 
console, smartphone o tablet: l’unico re¬ 
quisito necessario è che sia disponibile 
Internet. Tutta questa varietà di offerta, 
però, ha dei limiti: e se per caso volessi¬ 
mo guardare tutte le ultime stagioni di 
"House of Cards”, oppure scoprire cosa 
c'è di nuovo e di tendenza? Non sempre 
Netflix è facile da usare, ma con i consigli 
e i suggerimenti dei nostri esperti, anche i 
principianti potranno utilizzare il servizio 
come veri professionisti. 


HOUSE OF CARDS È PERTUTTI 

I Una delle principali critiche rivolte a Netflix è che "House of Cards" la serie TV 
prodotta dalla stessa Netflix, in Italia si può vedere soltanto su Sky. Di recente 
c'è stato uno scambio di battute tra Sky e Netflix sui social a tal proposito, ma in con¬ 
creto la serie resta un'esclusiva della PayTV di Murdock. Esiste un modo alternativo 
per poter vedere le puntate trasmesse da Netflix USA? Certo che sì. Per accedere al 
catalogo USA di Netflix è necessario l'aiuto di uno SmartDNS, o provider VPN, che 
permette di inoltrare le richieste di accesso al provider tramite server presenti negli 
Stati Uniti. La cosa in effetti viola le condizioni del servizio, ma finora non abbiamo 
notizie di provvedimenti presi dall'azienda. Abbiamo quindi testato alcuni servizi: 
mentre con Getflix o Smartflix l'immagine è rimasta nera, uFIix, accessibile dal sito 
www.uflix.com.au/setup/windows, ha funzionato perfettamente. L'importante è 
utilizzarlo in accoppiata con il servizio playmoTV: 

• colleghiamoci al sito Web www.playmo.tv e clicchiamo Iscriviti per creare un account 
di prova. Il servizio può essere utilizzato gratuitamente per sette giorni, successivamen¬ 
te occorrerà pagare 4,16 dollari al mese. 

• il provider consente lo streaming da dispositivi di diverso tipo. Su www.playmo.tv/ 
setup viene spiegato come collegare computer, notebook, smartphone oTV con il ser¬ 
vizio. Tutte le istruzioni sono in inglese, ma facili da comprendere: e poi, fortunatamen¬ 
te, House of Cards ha i sottotitoli in ita¬ 
liano. Nel sito non viene indicato, ma 
sui computer potrebbe essere neces¬ 
sario disabilitare ITPV6 agendo da Pan¬ 
nello di controllo/Rete e Internet/Cen- 
tro connessioni di rete e condivisione, 
diccando Modifica impostazioni sche¬ 
da e quindi, dopo aver selezionato con 
il tasto destro la scheda di rete e clicca- 
to su Proprietà, eliminare la spunta da 
Protocollo Internet versione 6. 

.... 


Cosa ci 
occorre 

SERVIZIO DI 
STREAMING VIDEO 

NETFLIX 

Quanto costa: 

Gratuito per 30 giorni 

Sito Internet: 

www.netflix.com/it 


PLUG-IN PER NETFLIX 

SBLOCCATUTTO 
PER NETFLIX 
MiBi» 

Lo trovi su: i^DVD 
Sito Internet: 

https://chrome.google. 

com/webstore 


Visibile su PC 


Visibile su smartphone e tablet 


Visibile sul televisore 


28 Win Magazine Speciali 
















Streaming 




®< 9 l 


TROVA UN FILM CON GOOGLE-FLIX 

2 Su Netflix si trovano solo i video disponibili nel paese da cui ci si connette. Se 
vogliamo effettuare ricerche sull'offerta globale del provider di streaming, 
colleghiamoci su http://unogs.com, una sorta di Google per Netflix. Qui potremo 
effettuare ricerche per genere o anno di pubblicazione, ad esempio, e leggere in 
quali paesi è disponibile il contenuto. Potremo anche avviare un video diretta- 
mente dal browser e, se non è disponibile in Italia, basta applicare il trucco House 
ofCardsèper tutti per avviarne la riproduzione. 


L4c£ us cn race» 



He#o everyone trw momng »e 
nad a prctty ma & tsvjc «neh 
hunj thè 1W0GS sefw Tìwgs 
«tkxjK) oe back to norma» 
aahougn vou may nato to «aa 
for DN$ lo cairn up Sorry tor 
any mconveniencer 

«4 P * 

l«M foiwiin» flur» 


Search 


• • 
« • 

1(00 0 


For 


lUOBRaong 
F«t» Rwease Year 


Geme My 
Typc A«y 
Audio Any 
SuOOOe Any 
Sort tvy R elevante 


■ 


J 


CE N'È PER TUTTI I GUSTI 

Per trovare nuovi film da vedere, Netflix offre una semplice suddivisione in 
generi e una casella di ricerca. Se non ci basta, installiamo Netflix Super 
Browse, un add-on disponibile per Chrome e Firefox. Questo servizio permette di 
setacciare Netflix molto più efficacemente, portando alla luce anche le categorie 
nascoste. Dopo l'installazione in Netflix, accanto a Sfoglia apparirà il nuovo menu 
Super Browse, dal quale scorrere tra le categorie, anche quelle nascoste, come 
Alien Sci-Fi, Cult Movies e Zombie Florror Movies. Vogliamo ancora di più? Colle¬ 
ghiamoci allora all'indirizzo www.winmagazine.it/link/3546. 





DIVERTIMENTO IN LIBERTÀ 



4 Grazie alle applicazioni Netflix gratuite disponibili sugli store di iOS, An- 
droid e Windows, non si deve fare a meno di tanto divertimento neanche 

in movimento. 
Piccolo trucco: 
dal momento in 
cui si accede 
all'applicazione 
con lo stesso ac- 
count Netflix uti¬ 
lizzato a casa, la 
posizione di ri- 
produzione vie¬ 
ne salvata e si 
può continuare 
a guardare un 
film senza solu¬ 
zione di continu¬ 
ità su qualsiasi 
tipo di dispositi¬ 
vo. Ovviamente 
Netflix chiede se 
vogliamo conti¬ 
nuare la visione. 
Aggiungendo il 
video ai preferiti 
e cliccando su La 
mia lista è possi¬ 
bile visualizzarlo 
in un'area sepa¬ 
rata, immediata¬ 
mente visibile 
anche su tutti gli 
altri dispositivi, 
così da evitare 
inutili ricerche. 





► 


Speciali Win Magazine 29 













































O Streaming 


Speciale trucchi | Netflix 


TUTTE LE INFORMAZIONI 
CHE SERVONO 


(er 


5 La videoteca di Netflix mostra solo la locan¬ 
dina del film con un breve testo. Per avere 
più info si può installare l'estensione Chrome 
NEnhancer (la trovi nella sezione Internet del Win 
DVD-Rom). Per installarla clicchiamo sull'icona 
con i tre trattini orizzontali, poi su Altri strumen¬ 
ti, Estensioni e Prova altre estensioni, inseriamo 
NEnhancer nel campo di ricerca e facciamo clic su 
Aggiungi per due volte. Adesso nell'anteprima 
avremo anche le autorevoli valutazioni di IMDB e 
Rotten Tomatoes. Un clic sul voto apre la recen¬ 
sione sul relativo sito. 



(MUNGE 


CI SONO ANCHE I SOTTOTITOLI Vy 

6 Vogliamo guardare un film in lingua origina¬ 
le inglese e allo stesso tempo con i sottotito¬ 
li, sempre in inglese? Questo trucco, anche se 
non disponibile per tutti i film, può aiutarci: ba¬ 
sta caricare i sottotitoli dal sito 

installando l'estensione Super Netflix per 
Chrome (seguendo la stessa procedura indicata 
nel trucco Tutte le informazioni che servono per 
l'add-on NEnhancer). Basta poi fare clic sulla 
nuova icona a forma di fumetto in alto, seleziona¬ 
re il file dei sottotitoli dal disco e fare clic su Apri. 

I sottotitoli sono disponibili solo in formato SRT? 
Possiamo convertirli con SubFlicks nel formato 
DFXP, compatibile con Netflix. 


NETFLIX PENSA ANCHE Al MINORI 

Vogliamo evitare che i nostri bambini pos¬ 
sano vedere contenuti non appropriati al¬ 
la loro tenera età? Oltre al profilo Kids Netflix of¬ 
fre una protezione minori per l'intero account. 
Per attivarla digitiamo www.netflix.com/Your 
Account nella barra degli indirizzi del browser, 
poi clicchiamo su Filtro famiglia. Immettiamo la 
password di Netflix e creiamo un PIN, quindi 
clicchiamo su uno dei link della barra verde per 
stabilire fino a che livello di età è possibile ripro¬ 
durre contenuti, su qualsiasi dispositivo, senza 
dover immettere il codice di accesso appena 
creato. 




PRIME VISIONI IN BUONA COMPAGNIA 

8 Vogliamo vedere un vi¬ 
deo con amici in luoghi 
diversi? Nessun problema: 
non dobbiamo fare altro che 
installare l'estensione Show- 
goers fo Netflix per il browser 
Google Chrome (leggi il Tutte 
le informazioni che servono 
per scoprire come fare) e, do¬ 
po l'inizio del film, cliccare 
sull'icona degli occhiali da so¬ 
le, scegliere la voce Start a 
Watching Party e poi Let's 
Gol. A questo punto non dob¬ 
biamo fare altro che inviare il 
link visualizzato ai nostri ami¬ 
ci e confermare con un clic sul 
pulsante OK. 




Pi 


Co-Executive Producer 

Lisa I. V innecour 


TUTTI I NUOVI ARRIVI SU NETFLIX 

Purtroppo Netflix non offre alcuna funzione di im¬ 
mediata consultazione per controllare quali sono 
gli ultimi film o serie aggiunte, o le più popolari. Queste 
informazioni si trovano molto più semplicemente su In¬ 
ternet: 

Per dare uno sguardo alle nuove uscite in 
lingua italiana possiamo collegarci al sito Internet www. 
winmagazine.it/link/3547, che le elenca per giorno di 



uscita. Per visualizzare le nuove uscite in Italia dovremo 
cliccare sulla nostra bandiera, in alto. Cliccando su altre 
bandiere è possibile vedere le nuove uscite anche in altri 
paesi. 

Il sito lnternetwww.winmagazine.it/ 
link/3548 mostra in Popularin thelast24hour i video più ri¬ 
prodotti del giorno nel mondo, mentre nella sezione New& 
noteworthy elenca i film e le serie appena usciti su Netflix. 





30 Win Magazine Speciali 












































Netflix | Speciale trucchi 


Streaming 



EFFETTUIAMO UN TEST DI VELOCITA 

Non siamo sicuri che la velocità della 

connessione sia sufficiente per lo 
streaming video dei contenuti Netflix con una 
qualità quantomeno decente? Nessun proble¬ 
ma: Netflix offre un test di velocità che mostra 
qual è la qualità video più adatta alla nostra con¬ 
nessione. Per eseguirlo apriamo il browser, rag¬ 
giungiamo il sito Internet www.winmagazine.it/ 
link/3549 e avviamo la riproduzione del filmato. 

In alto a sinistra vedremo fin da subito la velocità 
di trasmissione dei dati (bitrate), la risoluzione 
corrente (RES) e il rapporto di aspetto (PAR) del video, che inizia con il più basso livello di qualità possibi¬ 
le per migliorare poi gradualmente l'aspetto fino al massimo possibile. Nell'esempio, la connessione In¬ 
ternet consente solo l'utilizzo della risoluzione HD Ready. Per avviare il test sul dispositivo mobile, sul PC 
clicchiamo su La mia lista per salvarlo nei preferiti, poi avviamo Netflix sul telefono e avviamo il video 
che troveremo in testa alle liste dei contenuti. 


01 


BITRATE: 2350 kbps 
RES: 1280x720 
PAR: 1:1 




RISPARMIAMO SULTRAFFICO DATI MOBILE 



U siamo in viaggio e vogliamo guardare un film 
sul portatile o sullo smartphone, ma abbiamo 
paura di consumare l'intero volume dati disponibile della 
nostra connessione Internet 3G? La soluzione è quella di 
ridurre il bitrate, anche se questo va a scapito della 
qualità. Ecco come fare. 

irowser Carichiamo il sito http://netflix.com ed 
effettuiamo il login con il nostro account. Clicchiamo su 
Nome utente e poi su II tuo account. 

Tappiamo sulle tre barre orizzontali, quindi su 

Account. 

In entrambi i casi selezioniamo poi Impostazioni di 
riproduzione e Basso per risparmiare il massimo di 
banda. Per ritornare alle impostazioni precedenti 
scegliamo Auto. 



UNA MIGLIORE QUALITÀ DELLO STREAMING 


Abbiamo una connessione Internet velo¬ 
ce, ma le immagini o la qualità audio dei 
video riprodotti sul monitor del computer lasciano 
a desiderare? Utilizzando il seminascosto Manager 
di flusso potremo risolvere facilmente il problema e 
avere immagini più nitide. Avviamo il video nel 
browser e premiamo i tasti Ctrl+Alt+Shift+S. Per 


migliorare il suono o la qualità delle immagini clic¬ 
chiamo sul numero più alto in bitrate audio o bitra¬ 
te video e confermiamo la modifica facendo clic su 
Override. Per abbassare la qualità, invece, dovremo 
selezionare il bitrate con numero più basso per l'au¬ 
dio e il video fino a quando la riproduzione risulterà 
finalmente fluida. 




NETFLIX GIOCA ALLA ROULETTE! 

M Desideriamo variare e non accontentarci di 
guardare sempre i soliti film, ma vogliamo 
provare anche qualcosa di insolito? Allora possiamo 
"giocare" con la Netflix roulette. Avviamo il browser e 
colleghiamoci all'indirizzo 

. Facciamo clic su Spin e poi avviamo la riproduzio¬ 
ne dei risultati trovati diccando su WatchonNetflix. Se il 
film non è disponibile, facciamo riferimento al trucco 
House ofCardsèper tutti. 


Rounm 


NETFLIX IN PUNTA DI DITA ^ 

I M Utilizziamo Windows 10 per accedere al 
nostro account Netflix? Facciamo clic sullo 
Store e scarichiamo l'applicazione Netflix. Rispetto 
alla versione disponibile via browser l'applicazione 
è più facile da utilizzare e ottimizzata per l'uso sui 
dispositivi dotati di monitor touchscreen. 



UN ACCOUNT (ÉD(D(S* 

PER PIU UTENTI V WW 

I ^Chiunque voglia usare il proprio account 
Netflix con gli amici o la famiglia, può utilizzare 
l'abbonamento da 11,99 euro che permette di visualizza¬ 
re i flussi video in contemporanea su un massimo di quat¬ 
tro dispositivi, pagando circa 3 euro a persona. Se possia¬ 
mo rinunciare all'Ultra HD e utilizzare solo due dispositivi 
contemporaneamente non è un problema, possiamo op¬ 
tare per la tariffa standard da 9,99 euro. Lo svantaggio è 
che se più di una persona utilizza lo stesso account, di so¬ 
lito si condividono anche i preferiti e il profilo di interesse. 
Per evitarlo si può creare un profilo per ciascun utente. 

Facciamo clic su Aggiungi un profilo do¬ 
po avere eseguito l'accesso al nostro account. Inseria¬ 
mo il nome e facciamo clic su Avanti per salvare il nuo¬ 
vo profilo. 

Tappiamo sull'icona con i tre trattini 
orizzontali, poi su Account, Gestisci iprofili e procediamo 
come indicato per la procedura relativa al browser. 



Speciali Win Magazine 31 








































O Streaming 


Hardware | Streaming in HD dall'antenna 


Trovato il modo di condividere PC. console, decoder... 

su tutti i televisori di casa sfruttando il cavo TV 


Streaming in HD 
dall’antenna 


Cosa ci 
occorre 



FACILE 


MODULATORE DVB-T 

EDISION HDMI 
MODULATOR 
SINGLE DVD-T 

Quanto costa: € 259,oo 
Sito Internet: 

www.cesarex.com 


A lzi la mano chi non ha mai sognato 
di vedere il proprio canale TV pre¬ 
ferito o un film in DVD nel proprio 
giardino o in tavernetta con gli amici 
oppure comodamente sdraiato nel letto: 
sono veramente molti i posti in cui ci pia¬ 
cerebbe poter usufruire della visi one di 
contenuti che solitamente sono riservati 
al salotto. Sky, ad esempio, necessita di 
un decoder e di una card ed è estrema- 
mente scomodo spostarli nel luogo dove 
si vuole usufruire della visione dei suoi 
canali anche perché tipicamente non 
in tutte le stanze esiste una presa per il 
satellite. Anche spostare un lettore DVD 
in giro per la casa è perlomeno assurdo. 
Ci viene in aiuto il digitale terrestre, il cui 
segnale tipicamente è presente in quasi 
tutte le stanze di casa e che utilizzeremo, 
insieme ad un modulatore, per realizzare 
un canale televisivo privato sul quale 
inviare qualsiasi contenuto, anche in alta 
definizione, che verrà distribuito su tutte 
le prese dell’antenna. 

Cosa ci occorre 

Lo scopo che vogliamo raggiungere è 
quello di modulare un contenuto audio/ 
video rendendolo disponibile su tutte le 
prese di antenna DTT del digitale terre¬ 
stre del nostro impianto. Per raggiunger¬ 
lo, oltre a qualche conoscenza tecnica, 
serviranno solo qualche metro di cavo 
ed il modulatore Edision usato nei nostri 
test. In parole povere, per venire incontro 
alle esigenze dei lettori meno tecnici, 
creeremo un nostro canale personale la 
cui programmazione sarà data dal flusso 
audio/video che decideremo di "dare in 
pasto” al nostro modulatore: tale canale 
sarà indistinguibile da qualsiasi altro 
canale del digitale terrestre e disponibile 
su tutte le prese del nostro impianto di 
casa. Bello, vero? 


TIPOLOGIA IMPIANTO TV 1 


Ecco una soluzione di impianto in cui è possibile 
sistemare il modulatore vicino allo switch TV. 
Teniamo presente che il modulatore va posizionato 
vicino alle sorgenti video: ricevitori SAT, lettori 
DVD e Blu-ray, Notebook. 



ANTENNA 


SORGENTE VIDEO 

(DECODER SAT/DVD/PC) 



OUT OUT | 

OUT OUT 

OUT SWITCF 


OUT OUT |g| 
IN OUT £ 


s 

VII IN 


RF IN 
RF OUT 


TIPOLOGIA IMPIANTO TV 2 


Nella maggior parte dei casi la fonte del segnale 
è in salotto e lo switch nel sottotetto. In questo 
caso, sarà necessario utilizzare un cavo antenna 
per far transitare il segnale dalla presa RF OUT del 
modulatore all'entrata VHF dell'amplificatore. 



ANTENNA 


SORGENTE VIDEO 

(DECODER SAT/DVD/PC) 



32 Win Magazine Speciali 



























































| Streaming in HD dall'antenna | Hardware 


Streaming 


TUTTI I SEGRETI DEL BOX MAGICO CHIAMATO MODULATORE 

Il dispositivo può essere configurato facilmente grazie al suo pratico dispaly LCD. Ecco tutte le connessioni messe a disposizione. 



a DISPLAY LCD 

Da qui è possibile 
controllare le varie 
impostazioni del 
dispositivo 

B MENU OK 

Serve per accedere 
alle impostazioni del 
Modulatore e per 
confermare le scelte 
effettuate 


E3 TASTI FRECCIA 
SX/DX 

Tramite questi due pulsanti 
possiamo spostarci fra 
le varie voci del menu di 
configurazione 

CITASTI FRECCIA 
SU/GIU’ 

Una volta selezionata 
una voce di Menu 
possiamo cambiare i 


valori utilizzando questi 
due tasti 

E1 INGRESSO HDMI 

A questa porta 
collegheremo l’uscita video 
della nostra sorgente che 
intendiamo modulare: 
Decoder, Lettore DVD, 
Notebook... 

RF OUT 

Il segnale video modulato 
può essere trasmesso 
a tutti gli apparecchi 
televisivi connessi al 
tradizionale impianto TV 

B PORTA USB 

Si tratta di una 
connessione di servizio. 
Viene utilizzata per 
aggionare, ad esempio, il 
firmware del dispositivo 
tramite chiavetta USB 


Preq 

CH_06 

▼ A 


Scegliamo il canale di trasmissione 

a Colleghiamo l’alimentatore al modulatore e premiamo Menu/ 
Okfm a visualizzare la voce Freq. Il modulatore genera un 
vero e proprio canale TV che verrà miscelato con quelli in 
arrivo dall’antenna e quindi conviene usare una frequenza libera. 
Usiamo i tasti Freccia Su/Giù per settare il canale 6 (corrisponden¬ 
te alla frequenza 184 MHz). Premiamo Menu/OK per confermare. 



Ricerchiamo il canale 


a Colleghiamo il modulatore all’impianto di distribuzione (per 
le connessioni osserviamo i due schemi riportati nella pagi¬ 
na precedente). Non rimane che effettuare su tutti i televi¬ 
sori di casa una ricerca manuale sul canale DTT impostato sul modu¬ 
latore (Canale 6). Se abbiamo effettuato correttamente tutti i pas¬ 
saggi, sul 6 troveremo il nostro canale personale WINMAG. 



Un nome alla nostra emittente 

| Assegniamo un nome alla nostra emittente, ad esempio 
WINMAG. Premiamo Menu/OKe poi il tasto Freccia cfxfino 
a trovare la voce Name TV-1. Con Frecc/a Sl/ selezioniamo 
la prima lettera mentre con Freccia flx/Sxpossiamo modificarla. Per 
spostarci sulla seconda lettera premiamo Freccia Giù. Al termine, 
confermiamo il nome del canale con II pulsante Menu/OK. 



Godiamoci lo spettacolo 

a A questo punto il nostro canale è disponibile su tutti I televi¬ 
sori di casa. Supponiamo di collegare l’uscita del decoder 
SAT all'ingresso HDMI IN del modulatore: ritroveremo il con¬ 
tenuto vìdeo trasmesso rimodulato sul canale 6 del digitale terrestre, 
ovvero sul canale WINMAG. Inoltre, sarà possibile registrare il cana¬ 
le visualizzato bypassando qualsiasi protezione video. 



OCCHIO ALLA 
SINTONIZZAZIONE 

I canali che si possono 
impostare mediante il 
modulatore corrispon¬ 
dono a delle frequenze 
fisiche VHF ed UHF, 
mentre i canali impo¬ 
stati sul TV e richiama¬ 
bili da telecomando 
sono invece logici e 
mnemonici (LCN). Ad 
esempio, la frequenza 
862 MHz corrisponde al 
canale 69: impostando 
il modulatore su que¬ 
sto canale, il canale 
corrispondente sul TV 
corrisponderà però 
alia numerazione LCN 
scelta oppure ad una 
posizione scelta dal TV. 


AUDIO SENZA 
FRUSCIO 


Se utilizziamo un 
ricevitore satellitare o 
qualche altro apparato 
che permetta l'impo¬ 
stazione del flusso au¬ 
dio in uscita sulla porta 
HDMI, impostiamolo 
stesso su MPEG, pena 
un fastidiosissimo fru¬ 
scio di fondo sul nostro 
canale personale. 


Speciali Win Magazine 33 






























C* Streaming 


Faldate | Streaming HD dalla parabola | 


Streaming HD 
dalla parabola 


Il trucco preferito dai pirati informatici per trasmettere 
on-line tutto quello che vedono da decoder e Blu-ray 


N elle pagine precedenti abbiamo 
visto come sfruttare rimpianto 
del digitale terrestre per fare stre¬ 
aming dei nostri contenuti multimedia¬ 
li su tutti i televisori di casa sfruttando 
un modulatore DVB-T. Si sa, però, che 
l'appetito vien mangiando e in questo 
nuovo articolo vogliamo "allargare” 
il discorso e metter su un sistema di 
trasmissione video con il quale inviare 
il nostro canale televisivo personale in 
diretta streaming su Internet. Chiun¬ 
que navighi in Rete si è certamente im¬ 
battuto in filmati trasmessi in diretta 
dalle postazioni più improbabili, frutto 
di una nuova tendenza che necessita 
solamente di una telecamera e di un PC 


per essere messa in pratica. Nel nostro 
progetto vogliamo invece distribuire il 
materiale multimediale che transita 
sul nostro canale realizzato grazie al 
DVB-T. 

Facile a farsi 

La prima operazione da compiere è 
l’installazione di un tuner TV DVB-T 
in standard USB sul computer che uti¬ 
lizzeremo per ricevere il nostro canale 
televisivo. Fatto ciò, servirà creare un 
profilo personalizzato su una piattafor¬ 
ma di streaming on-line che useremo 
per trasmettere i contenuti che ci in¬ 
teressano. Infine, occorrerà installare 
e configurare sia il player VLC che ci 


servirà per sintonizzare il tuner sul ca¬ 
nale che ci interessa, sia il software OBS 
Studio con il quale gestiremo lo strea¬ 
ming vero e proprio. Compiuti questi 
passi, qualunque contenuto potrà es¬ 
sere veicolato su Internet e sarà visibile 
anche al di fuori delle mura domestiche 
semplicemente puntando il browser 
Internet sulla piattaforma di streaming. 
Proprio per questa semplicità di utilizzo 
e flessibilità del sistema consigliamo di 
fare molta attenzione a quale flusso si 
invia on-line, onde evitare di infrangere 
eventuali copyright e ritrovarsi a far 
parte della folta community di pirati 
che trasmette on-line le TV satellitari 
e del digitale terrestre! 


Cosa ci /O 
occorre dfficile 

PLAYER MULTIMEDIALE 

VLC Media 
Player 

€ÌB—i> 

Lo trovi su: 0DVD 

Sito Internet: 

www.videolan.org/vlc 

SOFTWARE DI 
STREAMING 

OBS Studio 


SOFTWARE COMPLETO 


Lo trovi su: 0DVD 
Sito Internet: 

https://obsproject.com 

PIATTAFORMA 
TV ON-LINE 

Twitch.tv 

Quanto costa: Gratuita 
Sito Internet: 

www.twitch.tv 


13 Installiamo il tuner TV 

Per i nostri esperimenti abbiamo utilizzato la Digital-Key di Sky. Grazie a questa particolare chiavetta USB 
possiamo ricevere tutti i canali televisivi sul nostro computer, vediamo come configurarla al meglio. 



-k. Un tuner TV da configurare 

Il nostro canale personale è un normale 
canale DTT, quindi il primo passo è colle¬ 
gare via USB al computer un tuner TV adatto: utiliz¬ 
zeremo la Digital-Key di Sky (modello LED Blu) che 
viene fornita in comodato d'uso agli abbonati Sky e 
che monta un chip AverMedia A867. 



^ I driver si installano soli 

La configurazione del tuner TV è semplicis¬ 
sima: se sul nostro computer è presente una 
versione a 32 bit di Windows, non dobbiamo fare 
altro che collegare la chiavetta ad una porta USB 
libera del PC e attendere l'installazione dei drivers 
che avverrà in modo automatico. 



^ Per Windows a 64 bit 

Apriamo con Blocco Note il file AVer1867_ 
AVerlR_OBM_.inf presente nella cartella 
di installazione del tuner e sostituiamo PID_1867 
con PID_A867. Da Pannello di controllo/Sistema/ 
Gestione dispositivi forziamo l'aggiornamento dei 
driver dopo aver collegato la Digital Key. 


34 Win Magazine Speciali 
































| Streaming HD dalla parabola | Fai da te 


Streaming 



Prepariamoci allo streaming 


Per trasmettere su Internet i nostri contenuti video preferiti dobbiamo prima creare un account su Twitch.tv, una 
piattaforma on-line che offre tutti gli strumenti necessari. Ecco come procedere. 



^ È tutto molto semplice 

Twitch.tv è la piattaforma di video streaming di Amazon introdotta nel 2011 
come evoluzione della piattaforma generalista Justin.tv. Focalizzata princi¬ 
palmente sui videogiochi è la nostra scelta in quanto flessibile e semplice da usare. 
Colleghiamoci a www.twitch.tv. 


{]] Connect wrth Facebook 


Log in Sign Up 


Username 

WinMag 


Prima registriamoci 

Dalla home page del servizio selezioniamo in alto la voce Sign-Up e, nella 
finestra che appare, compiliamo il form con i dati richiesti: una volta con¬ 
fermati, dal menu principale del sito la voce Sign-Up verrà sostituita dal nome che 
abbiamo scelto come username (winmaga). 



^ Personalizziamo il canale 

Abbiamo così attivato un nostro canale di streaming su Internet a cui dob¬ 
biamo assegnare un nome con il quale verrà identificato su Twitch.tv: dal 
menu winmaga selezioniamo la voce Channel e, dalla schermata successiva, edi¬ 
tiamo il nome del canale, per esempio @@WinMag@@. 


Stream Kay 


ktwi itjn rem mum o* tNwl« 

«im« harmm. Mw m .n *—mvi 



RcwtKtv 


^ Serve una chiave di codifica 

Dal menu DashBoard selezioniamo quindi StreamKey e clicchiamo Show 
Key. il sito visualizzerà un messaggio che ci avvisa di non condividere mai 
la chiave personale per lo streaming on-line. Cliccando su / Understand verrà visua¬ 
lizzata la StreamKey che ci servirà in seguito. 


^ Prepariamoci allo streaming 

Apriamo il menu in basso a sinistra dello schermo cliccando sulla freccia e 
selezioniamo DashBoard per accedere al menu di gestione del canale, dal 
quale rileveremo la StreamKey usata dal programma di streaming che andremo ad 
installare sul PC nei passi successivi. 



Siamo pronti a trasmettere! 

Chiudiamo il menu e torniamo nella home di Twitch.tv: la configurazione del 
nostro account di streaming è completata. Da questo momento potremo 
anche visionare canali analoghi, inserire commenti e intervenire sul nostro profilo 
personale inserendo i propri dati e molto altro. 


Speciali Win Magazine 35 































O Streaming 


Faldate | Streaming HD dalla parabola 


B Installiamo il software 

Terminata la configurazione della piattaforma di streaming, procediamo con l'installazione del player 
multimediale necessario a riprodurre i contenuti video e del Client di broadcasting per la trasmissione on-line. 



Imullaztone di VIC media player 


Benvenuti nel programma di 
installazione di VLC media player 


Quo» orogr emise nsteler* VIC rrt» pierei nel vosfro 
computer. 

Srtccomendt deludere tutte le ei»« ecpicexen pnm» d 
ntare rnstalt:m> Questo permetter* al programma d 
rstatanne d aggcmere i Se d esterna senza dover 
newlere I comouter. 

_ 



Un player tuttofare 

Dal Win DVD-Rom scarichiamo e installiamo VLC Media Player. Il sof¬ 
tware è capace di gestire praticamente tutti i formati video disponibili 
e tantissimi protocolli per lo streaming. Con VLC è possibile registrare il flus¬ 
so che si sta visualizzando e questo è importante, come vedremo, ai fini del 
nostro progetto. 


^ Le giuste configurazioni 

Avviamo il programma e dal menu Visualizza spuntiamo Controlli Avanzati: 
appariranno, nella barra dei comandi, alcuni comandi aggiuntivi tra i quali 
il pulsante per la registrazione. Quindi dal menu Strumenti/Preferenze/Ingresso/ 
codificatori/Cartella registrazione o nome file diamo un nome al contenuto da 
trasmettere. 


® 

D t H # * V» - 

» 

Home Edit Forme» 

V»ew Coding Project 

fip 

• Copy * ^ Cut * 

rftfl $ Previous 

Piste 

• .Vinto* s Clip boera * 

Find & . , 

replico ee F«d'rtplKe in (tot 


CUpbotrd 

Seerch 


4, 


•EXTM3U 

♦EXTINF:0,cNCMZ CARIALE> 

#EXTVLCOPT:prcgrus-<SID CAKALO 

dvb-t ://f re quell cy*<FREQ in Mh£>:bandvidth~<BAN 


(Editi*) - UttraEdH 6 

layout Wind 

■j © VI 

Goto 6< 

Navigate 



^ Il tuner TV dialoga col nlaver 

Per utilizzare il tuner con VLC è sufficiente creare un file con estensione 
m3u come da foto utilizzando i dati con il quale abbiamo impostato il nostro 
canale personale, inserendo i valori relativi a <NOME CANALE>, <SID CANALE>, 
<FREQ in Mhz> e <BANDWIDTH>: supponiamo di chiamarlo winmag.m3u. 



-x Scegliamo il server di streaming 

Dal menu Impostazione/Stream procediamo ora ad impostare i valori che 
ci interessano, ovvero quelli relativi alla piattaforma di streaming: selezio¬ 
niamo quindi Twitch.tvcome Servizio e digitiamo la StreamKey che abbiamo già 
ottenuto al Passo B5. Quindi impostiamo come server uno localizzato in Europa. 


^ Il Client che trasmette i video 

Dal Win CD/DVD scarichiamo il software OBS Studio e installiamolo: questo 
programma permette di acquisire contenuti da svariate fonti, file, schede di 
acquisizione, e di registrarle sul computer oppure, ed è la funzione che ci interessa, 
veicolarle via Internet mediante il nostro account creato in precedenza su Twitch.tv. 



a 


-x Scegliamo cosa trasmettere 

Clicchiamo sul tasto + all'interno della sezione Origini , selezioniamo Ori¬ 
gini Multimediali, quindi clicchiamo Crea Nuovo e confermiamo con OK. 
Dal box che appare verifichiamo che sia selezionata la voce File locale, clicchiamo 
quindi su Sfoglia e selezioniamo il file AVI che abbiamo creato al Passo 2. 


36 Win Magazine Speciali 











































| Streaming HD dalla parabola | Fai da te 


Streaming 


19 Vai con lo streaming 

La nostra piattaforma hardware e software per la trasmissione di contenuti video on-line è finalmente pronta 
per essere utilizzata. Dobbiamo solo scegliere il palinsesto e... buona visione a tutti! 



^ Ecco cosa vogliamo fare 

Riassumendo, quello che vogliamo realizza¬ 
re è uno streaming tramite Internet verso un 
canale su Twitch.tv di quello che “viene trasmesso” sul 
nostro canale personale, realizzato con un modulatore 
DVB-T. VLC sintonizza il canale e registra il contenu¬ 
to su file, OBS prende il file ed effettua lo streaming. 



^ Regoliamo le dimensioni 

Possiamo avviare l'applicazione OBS Studio: 
immediatamente nella schermata del sof¬ 
tware, all’interno dell'area dedicata all'anteprima dei 
video, appariranno i contenuti che stiamo trasmetten¬ 
do sul nostro canale di streaming: è possibile proce¬ 
dere alla regolazione della dimensione dello schermo. 



^ Cosa stiamo guardando? 

Mandiamo qualche contenuto multimediale 
sul nostro canale e apriamo il file winmag. 
m3u creato in precedenza con VLC (Passo C3), aven¬ 
do l'accortezza di collegare il tuner USB ad una presa 
sulla quale transiti il segnale modulato: sul PC dovrem¬ 
mo vedere quanto sta passando sul canale personale. 



^ Iniziano le trasmissioni 

Cuccando Avvia trasmissione OBS Studio 
effettuerà in automatico il login su Twitch.tv 
usando la StreamKey inserita in fase di configurazione 
del software. Se la validazione è positiva, inizierà a tra¬ 
smettere i contenuti sul nostro canale, sino a che non 
interromperemo cliccando su Ferma Trasmissione. 



Un ritardo nelle trasmissioni 

Registriamo il contenuto visualizzato in VLC: 
questo passaggio è necessario perché OBS 
non è in grado di gestire il tuner TV, ma solo i file AVI 
riprodotti con VLC. Palese che ci sarà un piccolo delay 
temporale dovuto al fatto che OBS manderà in strea¬ 
ming una registrazione del nostro canale. 



^ Il nostro canale è on-line! 

Naturalmente, e questo è il nostro scopo fina¬ 
le, qualsiasi utente registrato su Twitch.tv 
potrà vedere il nostro canale semplicemente digitando 
in un browser l’indirizzo diretto, che nel nostro esempio 
è https://www.twitch.tv/winmaga, oppure cercando il 
nome tra i canali disponibili con la funzione browse. 


LA PIATTAFORMA ALTERNATIVA PER TRASMETTERE VIDEO ON-LINE 

La scelta della piattaforma di streaming è molto 
importante ai fini della visibilità del proprio 
canale su Internet e naturalmente ne esistono 
diverse, sia gratuite sia a pagamento. Nel caso 
si opti per un servizio gratuito, il parametro al 
quale bisogna fare è il numero di utenti che 
si possono collegare contemporaneamente. 

Per esempio Ustream è un'ottima piattaforma 
di streaming video ma che, nella sua versione 
gratuita, impone il limite di 50 utenti collegati 
contemporaneamente: naturalmente, l'uso che 
si intende fare di tale servizio è la variabile che 
determina la scelta. 



Win Magazine 37 






































% 


O Streaming 


Speciale trucchi | VLC Media Player 


Oltre i limiti 
del media player 


Cosa ci 
occorre 

PLAYER MULTIMEDIALE 

VLC MEDIA 
PLAYER 

Lo trovi su: 0DVD 


SOFTWARE COMPLETO 


Sito Internet: \ 

www.videolan.org/vlc 



Il geniale VLC compie 15 anni. Per 
l’anniversario abbiamo raccolto i 
migliori strumenti e trucchi per 
garantire una visione ottimale 

L a nascita di VLC risale a circa 20 anni fa, 
quando uno studente della scuola francese 
Ecole Centrale Paris lanciò un progetto 
entusiasmante: sviluppare un player video abi¬ 
litato per la Rete. Il 1° febbraio del 2001 veniva 
finalmente lanciata la prima versione ufficiale 
di VLC Media Player; il resto è storia. Da quel 
momento in poi, centinaia di programmatori 
provenienti da oltre 20 paesi hanno lavorato 
per rendere questo lettore il player video più 
di successo nel mondo. In effetti, in questi 15 
anni VLC è diventato il miglior amico dei PC. 


\ 


Coltellino svizzero per i video 

Windows ha il suo programma predefinito per 
la riproduzione video, ovvero Media Player, ma 
questo ha difficoltà a leggere diversi formati 
video. Chi utilizza il lettore VLC, invece, non 
dovrà mai più preoccuparsi di formati e codec. 
Questo programma gratuito riproduce infatti 
qualsiasi formato video senza problemi ed in 
maniera affidabile da Internet, registrazio¬ 
ni TV, registrazioni da videocamere HD, film 
HD o DVD. Come si possa compiere questo 
miracolo video e come utilizzare il software 
in maniera ottimale vi sarà spiegato in queste 
pagine dagli esperti di Win Magazine. Buon 
divertimento a tutti! 


\ I 

T / * 

^ % \ 

> ^ ^ 

— * " 2 . 

» J * * 

2 P Win Magioni' Speciali 




* < 2 # 













VLC Media Player | Speciale trucchi 


Streaming 


▲ IL NOSTRO PLAYER 
PREFERITO 

Possiamo trovare VLC Media Player sul Win 
DVD-Rom. Per renderlo il player video pre¬ 
definito di Windows 10 possiamo agire 
come segue: facciamo clic con il tasto destro 
del mouse sul menuSfart escegliamoPan- 
nello di controllo, Programmi, Programmi 
predefiniti e Imposta programmi prede¬ 
finiti. Troviamo la voce VLC media player 
nella lista di sinistra: selezioniamola e poi 
clicchiamo su Imposta questo programma 
come predefinito e infine su O/C in basso 
a destra. 




A ARCHIVIAMO LE SCENE 
DEI FILM 

Vogliamo immortalare qualche scena del nostro 
film preferito in una foto? Nessun problema: 
facciamo clic durante la riproduzione sul menu 
Video, Cattura schermata al fine di salvare 
l'immagine corrente. Possiamo fare in modo 
ancora più veloce con la combinazione di tasti 
Sfj/ft+S.Troveremo le immagini catturate nella 
cartella/mmag/n/e saranno riconoscibili perché 
i loro nomi iniziano sempre con vlcsnap. 


A SINCRONIZZIAMO I 
DIALOGHI DEI FILM 

I movimenti labiali degli attori nelle scene 
del nostro film preferito non coincidono con 
l'audio? La cosa è estremamente sgradevo¬ 
le, tuttavia VLC puòaiutarci a rimediare facil¬ 
mente: durante la riproduzione clicchiamo 
sulla barra dei menu alla voce Strumenti, 
poi su Sincronizzazione traccia e nella 
schermata che appare portiamoci sul cam¬ 
po Sincronizzazione traccia audio nella 
sezione Sincronizzazione. Utilizzando le 
piccole frecce accanto al campo Sincro¬ 
nizza traccia audio aumentiamo o dimi¬ 
nuiamo il valore presente. Confermiamo 
l'impostazione cliccando su Chiudi. 


































O Streaming 


Speciale trucchi | VLC Media Player 


Q i 


* VA 

■ 3:13 

Retina iMac 

Balls of Fury.mp4 

01:07:08 

4i 

01:30:26 

00:23:18 

w 

Daydreams 



& 

Thp fini i .finnn 



r 


A UN TELECOMANDO NELLO SMARTPHONE 

L'app gratuita VLC Remote Free (disponibile sia per iOS 
sia Android) trasforma lo smartphone in un pratico teleco¬ 
mando per VLC. Scarichiamola sullo smartphone, poi sul 
computer scarichiamo il tool VLC Setup Helper (presente nella 
sezione Speciali del Win DVD-Rom) e installiamolo seguendo 
la semplice procedura guidata. Seguiamo quindi le istruzioni 
a video per configurare VLC in automatico. Il lettore verrà riav¬ 
viato: ritorniamo sullo smartphone, selezioniamo il computer 
con VLC installato (evidenziato in giallo), e... utilizziamo il 
nostro nuovo telecomando. 


A UNSUONOSEMPRE 
AVVOLGENTE 

Se si hanno buoni speaker è possibi¬ 
le godersi al meglio le colonne sonore 
dei film regolando il suono di VLC. Per 
farlo premiamo la combinazione di tasti 
Ctrl+E per aprire il menu Regolazioni 
ed Effetti, quindi spostiamoci nella 
sezione Effetti Audio. Nella scherma¬ 
ta delle impostazioni clicchiamo sulla 
voce Abilita per sbloccare la possibilità 
di regolare manualmente l'uscita audio 
utilizzando i cursori delle frequenze 
sonore. Ancora meglio: clicchiamo su 
Preimpostazione e selezioniamo dal 
menu a tendina una delle opzioni dispo¬ 
nibili, ad esempio Bassi a fondo. 




A IL PLAYER HA MESSO 
IL VESTITO NUOVO 

VLC è funzionale, ma non si può dire che 
la sua interfaccia grafica sia bellissima. 
Fortunatamente il suo aspetto può essere 
migliorato grazie alle cosiddette Skins. Ecco 
come. In primo luogo installiamo nella cartella 
d'installazione di VLC lo Skin Pack che trovia¬ 
mo nella sezione Speciali del Win DVD-Rom, 
poi avviamo il player e premiamo la combina¬ 
zione di tasti Ctrl+P. Clicchiamo sull'opzione 
Usa tema personalizzato, quindi su Sfoglia 
e cerchiamo la cartella nella quale abbiamo 
salvato le skin. Scegliamone una e riavviamo 
VLC. Per cambiare nuovamente skin, clicchia¬ 
mo sulla finestra di VLC con il tasto destro del 
mouse e scegliamo Seleziona, Interfaccia, 
Seleziona tema. 


CONVERSIONE VIDEO IN CORSO 

Desideriamo trasferire un video su smartphone o tablet? Possiamo convertirlo sem¬ 
plicemente con VLC Media Player. Per farlo premiamo la combinazione di tasti Ctrl+C. 
Clicchiamo sul tab File nella nuova finestra, quindi su Aggiungi e selezioniamo il file video 
da convertire. Facciamo ora clic sulla piccola freccia accanto alla voce Riproduci e selezio¬ 
niamo Converti. Clicchiamo accanto alla voce 
Video - H. 264 + MP3 (MP4) e selezioniamo 
il formato appropriato, ad esempio Video for 
Android HD. Premiamo il pulsante Sfoglia e 
specifichiamo un percorso e un nome per il file 
da salvare. Dopo aver cliccato su Salva e poi 
su Avvia, VLC procederà con la conversione. Al 
termine basterà copiare il film convertito sulla 
memoria del dispositivo mobile. 




A LA VELOCITA DI 
RIPRODUZIONE 
E VARIABILE 

Quando vogliamo vedere un video che 
dura, ad esempio, 35 minuti, ma abbia¬ 
mo solo mezz'ora di tempo, possiamo 
aumentare la velocità di riproduzione per 
eseguirlo in minor tempo. Clicchiamo su 
Visualizza e poi Barra di stato, quin¬ 
di regoliamo la velocità di riproduzione 
cliccando sulla casella in basso a destra. 
Ad esempio: aumentando il valore a 1,2 
un video di 35 minuti terminerà dopo soli 
30 minuti! 



A LE INTERNET RADIO DI VLC 

Se ci piace ascoltare la radio, VLC Media 
Player mette a nostra disposizione centina¬ 
ia di Internet radio. Basta poco per trovare 
la propria musica preferita. Avviamo VLC e 
premiamo la combinazione di tasti Ctrl+L. 
Scorriamo verso il basso fino alla categoria 
Internet e selezioniamo la voce Icecast Radio 
Directory. Dopo qualche istante verrà cari¬ 
cata una nutrita lista di Internet Radio, ma 
potremo restringere la selezione usando la 
casella di ricerca in alto a destra. Facciamo 
quindi doppio clic sulla stazione desiderata 
per avviare la riproduzione. Possiamo anche 
registrare la musica in esecuzione. Premiamo 
il pulsante Visualizza e poi Controlli avan¬ 
zati per far comparire il pulsante di registra¬ 
zione rosso in basso a sinistra, quindi clic¬ 
chiamo su di esso per avviare la registrazione. 
Un altro clic fermerà la registrazione, che poi 
troveremo nella cartella Musica. 


40 Win Magazine Speciali 

























VLC Media Player | Speciale trucchi 


Streaming 


▲ IL MIO PLAYER VEDE TUTTO! 

ÉLà Vogliamo scoprire chi ci ruba i biscotti dalla scrivania? In 
combinazione con una Webcam, VLC Media Player può essere 
utilizzato anche come programma di monitoraggio. Ecco come. In 
VLC Media Player premiamo contemporaneamente i tasti Ctrl+C, 
clicchiamo con il tasto sinistro del mouse su Nome del dispositi¬ 
vo video in Selezione dispositi¬ 
vo e scegliamo la Webcam. Ora 
clicchiamo sulla piccola freccia 
accanto a Riproduci e selezionia¬ 
mo Converti. Premiamo il tasto 
Sfoglia per specificare la posizio¬ 
ne e il nome del file da generare, 
poi con un clic su Salva facciamo 
partire la videosorveglianza. Un 
clic sul pulsante Stop interrom¬ 
perà la registrazione. Una piccola 
annotazione: a volte VLC richie¬ 
de alcuni secondi prima di poter 
avviare la registrazione. 



A FACCIAMO 
UNA BREVE 
PAUSA 

Una funzione estrema- 
mente pratica: possiamo 
fare in modo che mini¬ 
mizzando VLC Media 
Player questi metta auto¬ 
maticamente in pausa la 
riproduzione dei video. 
Premiamo la combina¬ 
zione di tasti Ctrl+P e 
nella sezione Interfaccia 
clicchiamo sull'opzione 
Sospendi la riproduzione 
se minimizzato, quindi 
confermiamo con Salva. 



I MIEI FILM ANCHE SUL TABLET 

Abbiamo un bel film sul PC, ma vogliamo riprodurlo anche 
dal tablet o dallo smartphone? La buona notizia è che non abbia¬ 
mo bisogno di convertirlo in un formato adatto al dispositivo 
mobile. Con VLC Streamer Helper (sezione Speciali del Win DVD- 
Rom) potremo riprodurre in streaming il video direttamente trami¬ 
te WLAN lasciando al programma il compito di adattarlo in tempo 
reale al dispositivo. Basta solo avere l'app VLC Streamer (sezione 
Speciali del Win DVD-Rom). Ecco come funziona. Installiamo VLC 
Streamer Helper, eseguiamo il programma e trasciniamo con il 
mouse il video nella finestra principale del programma, in alto 
a sinistra, sulla scritta Drag movies Here, o clicchiamo su Add 
Movies. Avviamo l'applicazione sullo smartphone o sul tablet e 
scegliamo il nostro computer. Suggerimento: per impostazione 
predefinita, la qualità deH'immagine non è eccezionale; se abbia¬ 
mo una rete wireless ragionevolmente veloce possiamo migliorare 
la qualità agendo sull'elenco a discesa Conversion Quality \r\ VLC 
Streamer Helper sul PC. 



A METTIAMO QUALCHE SEGNALIBRO 

Abbiamo bisogno di interrompere la visione di un film? 
Facciamolo pure senza problemi, visto che con le ultime versioni di 
VLC Media Player saremo in grado di riprendere automaticamente la 
visione esattamente dal punto in cui l'avevamo interrotta. Avviando 
il video, difatti, appare per alcuni secondi in alto la scritta Continua. 
Basta cliccare su di essa per riprendere la visione. 



A TANTE UTILI SCORCIATOIE DA TASTIERA 

Chi ama usare le scorciatoie da tastiera troverà pane per i propri 
denti anche in VLC. Per un elenco completo dei tasti di scelta rapida 
basta premere la combinazione Ctrl+P e cliccare su Tasti speciali. Da 
qui potremo anche creare le nostre combinazioni di tasti preferite. 


A AUMENTIAMO LA NITIDEZZA 
DELLE IMMAGINI 

VLC Media Player tende un po' a 
sfocare l'immagine, soprattutto con 
i film in HD. Per migliorarne la defi¬ 
nizione nell'interfaccia principale 
di VLC premiamo i tasti Ctrl+E per 
richiamare il menu Regolazioni ed 
effetti, quindi clicchiamo sul tab 
Effetti video. Facciamo clic sull'op¬ 
zione Accentuazione e con il mouse 
spostiamo il cursore leggermente 
verso destra, fino a raggiungere il 
livello di dettaglio desiderato. Dallo 
stesso tab è possibile regolare 
anche altri valori, come luminosità, 
colore e contrasto. 



























C* Streaming 


Si fa così 


Sfrutta tutta la potenza di calcolo del computer per divertirti 

alla grande anche sui dispositivi mobile 


g 1 iochi per PC 
arcano sul tablet 


C on l'arrivo delle connessioni ve¬ 
loci e di smartphone sempre più 
evoluti, il connubio tra monitor 
del PC e quello del dispositivo mobile è 
diventata una prassi cui tutti gli appas¬ 
sionati di gaming non hanno saputo ri¬ 
nunciare. Anche i produttori delle con¬ 
sole di giocohanno immesso sul mer¬ 
catodispositivi portatili con lo schermo 
incorporato ma capaci di riprodurre il 
medesimo stream video sullo schermo 
della TV: la funzionalità è resa interes¬ 
sante anche dalla possibilità di un se¬ 
condo giocatore di avere un'altra visua¬ 
le del gioco anziché essere costretto a 


condividere il medesimo schermo co¬ 
me si usava in passato. Sul piano hard¬ 
ware Apple TV e Chromecast stanno 
dettando i loro standard per la fruizione 
di contenuti multimediali su TV di ulti¬ 
ma generazione; sul piano software, in¬ 
vece, grazie alle Smart TV l'esperienza 
dello streaming è fruibile con sempli¬ 
ci applicativi client/server che comuni¬ 
cano tra loro attraverso la rete locale. 

Si gioca in streaming 

Dopo l'avvento di media server come 
Plex, il cui corrispettivo per Smart TV è 
diventato gratuito, una nuova tipologia 


di app sta appassionando i fan del ga¬ 
ming: parliamo di applicazioni che per¬ 
mettono non solo di condividere lo 
schermo e quindi le immagini, ma an¬ 
che di accedere ai controlli del gioco. Il 
concetto di media server è stato quindi 
allargato a quello di game server: oltre 
a trasmettere su un altro schermo le im¬ 
magini di un gioco che gira sul PC, po¬ 
tremo attivare lo stesso gioco da qual¬ 
siasi altro dispositivo e giocarci senza 
essere davanti al computer. Vediamo 
ora come installare su PC e smartpho¬ 
ne la relativa applicazione e come usar¬ 
la per divertirci alla grande! 


Cosa ci 

occorre 3 / 

APP ANDROID 

REMOTR 


SOFTWARE COMPLETO 


Lo trovi su: •''DVD 
Sito Internet: 

https://play.google.com 


13 Installiamo le applicazioni 

Come prima cosa vediamo come eseguire sul computer il setup di Remotr, il tool che permette di mandare in 
streaming i nostri giochi preferiti. Fatto ciò instaliiamo sul dispositivo mobile la versione Client del software. 



Lo streamer dei giochi 

D Dal WinDVD-Rom scarichiamo l’archivio 
Remotr.zipe scompattiamolo in una car¬ 
tella deM’hard disk (va bene anche il 
Desktop). Clicchiamoduevoltesulfile Remotr.exe 
contenuto al suo interno e seguiamo la procedura 
guidata cliccando Instali. 



Serve un account personale 

B AI termine dell’installazione cucchiamo sul 
pulsante Newaccounte compiliamo i cam¬ 
pi inserendo rispettivamente l’e-mail e digi¬ 
tando due volte la password. Al termine clicchiamo su 
Create account. Nella schermata successiva appari¬ 
ranno i giochi installati sul nostro PC. 



Il Client per Android 

S colleghiamoci ora al Play Store di Google, 
cerchiamo l’app REMOTR, installiamola e 
avviamola. Nella schermata iniziale inseriamo 
i dati di accesso al nostro account definiti al passo pre¬ 
cedente. Il nome del nostro PC figurerà tra gli streamer 
dell’app e potremo accedere ai giochi supportati. 


42 Win Magazine Speciali 




















Si fa così 


Streaming 



Videogame a tutto streaming 


Terminata l'installazione dello streamer e del Client per Android, possiamo adesso scoprire come accedere 
al PC dai dispositivi mobile per prendere il controllo di tutti i giochi supportati. 




La configurazione dell'ano 

H Avviamo Remotr sul PC e verifichiamo che nella schermata principale sia¬ 
no presenti i giochi da condividere. Nel caso in cui un gioco non sia pre¬ 
sente, clicchiamo sulla voce Add game in basso a sinistra e selezioniamo 
il percorso del file. All'occorenza riavviamo il programma. 


Abilitiamo la scheda grafica 

Clicchiamo su Settingsa destra e abilitiamo l'accelerazione video sulla GPU 
spostando il cursore a fianco della voce Enable GPU video acceieration. 
In tal modo l'applicazione utilizzerà appieno le capacità di elaborazione 
della nostra scheda video per meglio gestire il gioco. 




Il computer diventa. ■■ mobile! 

0 Avviamo adesso Remotr sul nostro dispositivo mobile. Dopo aver effettua¬ 
to il login al nostro account personale dovremmo rilevare il computer 
nell’elenco degli streamer. Se così non fosse accediamo al menu e sele¬ 
zioniamo Add streamer, a seguire inseriamo i dati del PC. 


RETUlAI TO GAME 


© £4 e> ù B sa M 



INTERFACE EDI1 

□ □ 

J§L 


□□ 

(❖ v) 


SfUCTGAJKE 



; a ; 



SHOrt »h'bQÀ#0 

SETTIMGS 



Avviamo il gioco 

B Tappiamo sul nome del nostro computer e nella lista che segue selezionia¬ 
mo il gioco col quale divertirci. In breve tempo sul display dello smartphone 
o del tablet comparirà l'interfaccia del gioco che condivideremo col moni¬ 
tor del PC alla risoluzione supportata dal dispositivo mobile. 


oa 

□ .. 4 78% A1731 

Quality 


® Balancod 


O Best Quality 



a o .. a 7i 

a 1731 

Cuaftty 


Enable sound 

a 

AJways show hirtis 

a 

Kc*f) sc'ccn on 

Q 

Enable show keyboard on focus 

Show kcytooort auioror.caiv whcn tert on 

« □ 

Toochpad s*n$»tivlty 



Prendiamone il controllo 

Tappiamo l’icona in alto a sinistra raffigurante il logo dell’applicazione e, 
nel menu che segue, selezioniamo Edit Controls. Potremo scegliere se 
controllare il gioco simulando il mouse e la tastiera del PC oppure se emu¬ 
lare il gamepad (fermo restando che il gioco lo supporti). 


Impostiamo la qualità 

B Entriamo nuovamente nel menu principale di Remotr e selezioniamo Set- 
tings. Alla voce Quality potremo regolare la qualità di trasmissione dello 
streaming scegliendo tra Best performance (migliori prestazioni), Best 
quality (migliore qualità) o Balanced (bilanciato). 



Speciali Win Magazine 43 





























C* Streaming 


Software | Debrid Italia 


Ti regaliamo l’accesso esclusivo ai canali underground del Web 

per scaricare di tutto e di più gratis, in automatico e senza attese 


Gli archivi segreti 

di tatemeLgi 


filesharing 


farsi 


DOWNLOAD 

ALTERNATIVI 

JDownloadernonèil 
solo download mana¬ 
ger che possiamo usa¬ 
re per scaricare a tutta 
banda dai servizi di file 
hosting. Una valida al¬ 
ternativa è Pyload che, 
tra le altre cose, può 
essere installato anche 
sui NAS per essere 
utilizzato senza dover 
avviare il computer. 
All'indirizzo www. 
winmagazine.it.link/ 
3625 trovi la guida 
passo passo per instal¬ 
lare il programma sui 
dischi di rete QNAP. 


a diffusione sempre maggiore 
dei servizi di file hosting ha 
di fatto decretato il successo 
dei cosiddetti debrider, che rap¬ 
presentano la soluzione giusta per 
risparmiare e scaricare senza limiti 
da molteplici host presenti su In¬ 
ternet. Com’è ormai noto, infatti, i 
servizi di file hosting, nonostante 
consentano il download anche a 
chi non possiede un account, im¬ 
pongono agli utenti "free" alcune 
restrizioni che possono risultare 
fastidiose: banda ridotta, limiti che 
riguardano la dimensione massi¬ 
ma dei file scaricati... non sono gli 
unici paletti imposti. Ancora più 
seccanti poi sono le restrizioni che 
impongono lunghi tempi di attesa 
tra un download e il successivo e 
l’inserimento degli odiati codici 
CAPTCHA. 


PREMIUM 


DEBRID ITALIA 


H 


h R 



V 


Ecco come attivare l'Account Premium per 
scaricare dai nuovi archivi underground 


L’accesso è esclusivo 

Ed è proprio qui che entrano in scena 
i debrider, servizi che propongono 
l’acquisto di un solo abbonamento 
che consente di generare link pre¬ 
mium per il download da diversi file 
hosting. Debrid Italia è uno di questi 
e offre tutti i vantaggi di un utente 
premium. Per utilizzarlo al meglio 
abbiamo preparato per i nostri let¬ 
tori il nuovo Win Downloader, un 


pacchetto che comprende l'offerta 
per provare gratuitamente per un 
mese il servizio di Debrid Italia e il 
download manager per attingere a 
piene mani ogni genere di file senza 
più attese, limiti e altre seccature 
varie. Scopriamo come utilizzarlo 
al meglio per sfruttare tutta la ban¬ 
da ADSL senza spendere un cent in 
costosi abbonamenti ai servizi di 
file hosting. 



Iscriviamoci al servizio 

Colleghiamoci alTindirizzo Internet www. 
debriditalia.com. Clicchiamo su Registra¬ 
ti (in alto a sinistra), riempiamo i campi con 
username, password di accesso e indirizzo e-mail, 
spuntiamo la casella Accetto , risolviamo il codice 
CAPTCHA e clicchiamo su Procedicon l'iscrizione. 


Effettuiamo il loqin 

a Controlliamo la posta elettronica in arrivo 
dell’indirizzo usato per la registrazione del 
profilo su Debrid Italia e clicchiamo sul link 
che troviamo nell’e-mail di verifica. Effettuiamo il 
login al nostro account che, anche se registrato, è 
ancora inutilizzabile. 


La promozione è attiva 

a Per attivare l’account e iniziare a usa¬ 
re il servizio gratis per 30 giorni (atti¬ 
vazione da effettuare entro il 31/01/2017), 
colleghiamociawww.debriditalia.com/promo- 
winmag e clicchiamo sul pulsante Attiva Pro- 
mo. 


44 Win Magazine Speciali 




























Debrid Italia I Software 


Streaming 


* 



Usiamo il download manager 

a Per scaricare velocemente dai servizi di file hosting sup¬ 
portati possiamo usare JDownloader. Scarichiamolo 
dalla sezione Internet del Win DVD-Rom e installiamolo. 
La procedura ci chiede di installare Chrome e il gioco War Thun- 
der: clicchiamo Decline se non vogliamo installarli. 



Configuriamo il debrider 

WJ Configuriamo in JDownloader l'account Premium gratu¬ 
ito di Debrid Italia sfruttando l’offerta esclusiva di Win 
Magazine. Da Impostazioni/Gestione account clicchia¬ 
mo Aggiungi. Selezioniamo il servizio dal menu a tendina, inse¬ 
riamo le credenziali di accesso e clicchiamo Salva. 




SCARICHIAMO 
DAL BROWSER 


Un'altra soluzione per 
scaricare dai siti di file 
hosting sfruttando 
il nostro account 
Debrid Italia consiste 
nell'usareun plug-in 
peribrowserGoogle 
Chrome e Mozilla 
Firefox scaricabile da 
www.debriditalia. 
com/downloader. 
php. Per Firefox è 
sufficiente cliccare sul 
collegamento Firefox 
Plugin e confermare 
l'installazione. Per 
Chrome, invece, dopo 
aver diccato sul col- 
legamento Chrome 
Plugin, digitiamo 
chromeV/extensions 
nella barra degli 
indirizzi del browser, 
apriamo la cartella 
all'interno della quale 
Chrome ha salvato il 
file debriditalia_chro- 
me addon-I.O.crxe 
trasciniamolo nella 
finestra del browser. 


Iniziamo a scaricare 

Configurato JDownloader, aggiungiamo i file da scarica¬ 
re. Clicchiamo quindi Aggiungi nuovi collegamenti Web , 
inseriamo l’URL del file trovato su Internet e facciamo 
clic su Continua. Possiamo anche importare i collegamenti clic- 
cando col destro su un link e selezionando Copia indirizzo. 


È tutto automatico 

B Nella finestra Cattura collegamenti troveremo tutti i file 
aggiunti a JDownloader e potremo verificarne la dispo¬ 
nibilità. Per scaricarli selezioniamoli e clicchiamo Avvia 
download. Dallafinestra Download potremo controllarne lo sta¬ 
to e impostare il limite massimo di banda utilizzabile. 



ECCO COME TRASFORMARE I SEMPLICI LINK IN PREMIUM 

Il modo più semplice per convertire i collega- 
menti dei siti di file hosting in link Premium è 
utilizzare il convertitore integrato nel sito di 
Debrid Italia. Andiamo nella pagina Downloa- 
der e nell'apposita sezione incolliamo, uno per 
riga, i link ai siti di file hosting presi da forum e 
blog. Nel campo Password va inserita la parola 
chiave eventualmente utilizzata per protegge¬ 
re i link. Spuntiamo quindi la voce Visualizza 
lista link e clicchiamo sul pulsante Genera link 
premium. Se i link immessi sono validi e attivi, 
verranno generati quelli Premium che avranno 
una validità di 48 ore. Ora possiamo mettere a 
scaricare i file cliccando direttamente sul link e 
usando il comando Salva. 


Downloader 


t# 

C» turkara «4 alta wékM vi Mtj* un fcmnlMd m 

<U*fL frjar.TbtrAl LG*. ftJH. ***<#*») 

anagarl 


la»# 


MM*7Vl 

*>■ mwairv 



A.. - », II.I*i» 



MntiUn 


Speciali Win Magazine 45 


































C* Streaming 


| Speciale trucchi | Browser Web 


15 trucchi mai visti 
per il tuo browser 


Chrome e Firefox sono già veloci, ma con i nostri consigli 
e le estensioni giuste diverranno ancora più sicuri e funzionali 


^ ^ ^ L —- 

Più POTENZA PER FIREFOX E CHROME 

ConB(ef „«a m o chiamo £5 


Con Firefox iniziamo 
clìccando sul cosid- 
_ detto Menu Ham¬ 
burger (le tre lineette parallele 
orizzontali in alto a destra), suc¬ 
cessivamente facciamo clic su 
Componenti aggiuntivi. In al¬ 
to, a destra, nella finestra di ricer¬ 
ca, digitiamo il nome dell'esten¬ 
sione e premiamo il tasto Invio. 
Dall'elenco dei risultati di ricerca, 


cricchiamo su Installa, a destra 
del componente scelto e seguia¬ 
mo le istruzioni. Procediamo 
quindi a riavviare Firefox. Se il 
simbolo del componente non 
compare nella barra del browser, 
cricchiamo nuovamente sul Me¬ 
nu Hamburger, selezioniamo 
Personalizza e inseriamo I ico¬ 
na mancante nella posizione de¬ 
siderata. Fatto? Cricchiamo ora su 


• / « 


n , _ — 


Termina personalizzazione e 

continuiamo a usare Firefox, co¬ 
me d'abitudine. Per configurare! 
nostri add-on, disattivarli tempo¬ 
raneamente o rimuoverli com¬ 
pletamente, cricchiamo nel me¬ 
nu su Componenti aggiuntivi 
e poi su Estensioni. 

Per potenziare Chro¬ 
me installando dei 
componenti aggiunti¬ 
vi, digitiamo chrome.google. 
com/webstore (tralasciando 
WWW) nella barra degli indirizzi 
del browser di Google. Inseriamo 
ora il nome dell'estensione, in al¬ 
to a sinistra, nella finestra di ricer¬ 
ca e premiamo il tasto Invio. 


★ = 


0 




Dall'elenco dei risultati, cricchia¬ 
mo su Aggiungi e Aggiungi 
estensione. Seguiamo le istru¬ 
zioni e procediamo a riavviare 
Chrome. Per gestire i nostri com¬ 
ponenti aggiuntivi digitiamo 
chrome:extensions nella barra 
degli indirizzi e premiamo Invio. 
Per rimuovere i componenti ag¬ 
giuntivi cricchiamo sull'icona del 
Cestino e poi su Rimuovi. 















Browser Web | Speciale trucchi 


Streaming 


'- X x --__-. 

i L Non sarebbe pratico «£*»**"*^* *£££££££ 

I mj se tutte le nostre pa- aq Dopo aver riavviato il brow- ^ fare clic su OK (più vol- 

& gine Web preferite, ^ ^ comparirà una piccola iavviare « browser. 

dopo aver aperto un nuovo tab per le impostazioni. ' aicchiam0 ora sul simbolo 

J browser, potessero appara f iam0 un seg no di spun- J+. Al primo avvio la videata 
re come riquadri in una mini Load j„ blank new ^ ramica sarà un po 

anteprima? L'estensione Spe^_ t£lbs . Rimuoviamo d 11 P per modi f iC arla do- 

- -^ inoltre il segno di ^ diccar e sulla finestra 

spunta dalla voce Add vre ^ „ nU mero 1, 

Wheather Dia/, non k nel camp0 Indirizzo 

attivo in Italia. Chiù- d 9^^ )nternet di una pagi- 
diamo ora la fines r , ^ ferlta e selezionare OK. 

facendo clic su OK. S i g tiam0 questa operazione, 

la finestra non doves- P altre finestre con le 

se comparire, dovre- ine preferite . Potre- 

mo apportare una va- ** P fìn0 a nove pagine, 
nazione alle imposta- mo a P 


Con il successivo avvio di Fire- 

fox potremo vedere, in un col 

Lch», lenere pa,.ne 
preferite. Basterà fare che 
sull'anteprima per passare 
rettamente alla pagina. 

Per inserire differenti pagi- 
3ne di avvio, ad esempio 

Caperlo sporto per le ultime 

notizie o per lo shopping, che 

chiamo con il tasto destro del 

mouse, in alto a ministra, su 

Group#! e selezioniamo Add 

Group. Digitiamo un nom , 

Sa™, numeri, le colo« 

e atei parametri e conferm a- 

mo le modifiche, facendo clic 

su OK. 


<■ C 


Mm , Lestens| one NoScript nali di . . . 


L'estensione NoScript 
di Firefox provvede a 
bloccare piccoli pro¬ 
grammi dalle pagine Web. Ma a 
che scopo? Questi miniprogram¬ 
mi, sviluppati il più delle volte 

con JavaScript o Flash, espando¬ 
no le pagine Web, aggiungendo 
animazioni chic o elementi inte¬ 
rattivi, ma diventano anche ca¬ 


nali di effrazione per i virus. Ad 
installazione ultimata in alto a 
destra apparirà l'icona di Nò- 
Script. Se appare il simbolo del 
divieto, l'add-on è attivo e bloc¬ 
cherà l'esecuzione di questi pro¬ 
grammi. Se nel richiamare una 
pagina Web dovessero verificarsi 
delle anomalie, potremo annul¬ 
lare i blocchi. Basterà dicchare 


* 4 ® 


JP I 


S = 


sul pulsante NoScript e selezio¬ 
nare Permetti temporanea¬ 
mente tutta la pagina per 

sbloccare tutti I contenuti per 
questa sessione di navigazione. 
Se conosciamo esattamente 
quale impedimento blocca la pa¬ 
gina, potremo sbloccare solo il 
mini-programma che non com¬ 
porta rischi. 


>3 a 

S. 9 r**+*KU 

& 'WTOwfbmv, 

& *Wt«.G 

5 chi*, cv* 

- 

6 *»> 

s, >* 

• St>«*Koa«,»c, 

S tweu U 

9 ’—Mi't.o* 

Wo'owm* 2MJJ 


ìUtAW 

m 

#1 


12 


Win Magazine 47 
















































Speciale trucchi 


PREZZI SOTT OCCHIO 

'prezaddeglishop^j 
°™> nuscfemoT **»■ Grazie a 


? 

_=« 


Browser Web 

aaji 


o™ rtuadroo ^ n „r n S, H 0rdlnar “ Grazie a 

vuto °»P 0 'lallazione "tr/i ° l,re “ *’ 
J^^^^GPrivenditófe °n-Hne!dopopoch° 
— istanti vedremo 


* * 


1 «1 »,»« 


■1t% 24.» 4 ^ 




■<*% 24.» t „ 




comparire in alto 
sotto i preferiti 
una barra ma¬ 
genta con l'indi¬ 
cazione del tota- 
,e delle offerte 
Più convenienti 
eventualmente 

Covate su altri siti 
di shopping. 


ILTERRORE DE» C 0^ oKg9 « « nor.ro ri» 


e rilevano le attività 

t Z £n° qu-—!-? 

*! # ” Questa «tensione c, con¬ 
sentirà di eliminare automatica 

rcsrr« 

mento, senza ricorrere a blacklist. 


* 4 ® » 


• = 


reputottcart 

...«e» 

« «nwr» cw**“ M 

* rf«,WO0». 

* 


,0 * 


★J = 


. r __ /-> nollp meàm 


iOTc? 558 — 

---— 

CESTIAMO LA RAM 

<»eSÌtTe™ W9and0SU,W *- 

navisazione aperte^ nT ™ tì ™e schede di 
orano enormi Z» Ub ' SUl lu "9° Periodo c „„ su . 


Fotocametta Agitale 


nuj^v.v- 

e-mail, nei forum o nelle 

richieste di contatto.Tutti - 

testi che digiteremo nel Fiwe Pen0 ne (gma.1 corni 
browser saranno control¬ 
li da questo add-on a«a 

ricerca di errori. Se ne tro¬ 
va alcuni, li sottolinea in 
rosso, così come avviene 
con il controllo ortografi¬ 
co di Word & affini. 


fotogra n,n,e ' n<a 

fotoq , * mme<r ' 4 

Ret»<x» me '* 

n fin ig-ni »’ itec»»» 0 


—. quantl- 

ta dl RAM causando 
inesorabilmente ral¬ 
lentamenti al compu¬ 
ter. Qui subentra The 
Great Suspender, 

un estensione che per- 

roette di mettere in 
Pausa le schede inuti- 
ra?/ 6 dsparmiando 
, M ' P er Poi ricaricar- 
,e P ua ndo ne si ha 
nuovamente bisogno 
Geniale, no? 


Tab susper 

Click to relc 


*v 



-r ks i_ = 

NAVIGARE CON MAGGIORE SICUR F77A 

^ ^ legge dalphthinao d^mlt Una pagina lnterne t è affidi 


Éfti ^ -.— (JIU 

Wh . te 99 e dal phishingoda pagi¬ 
ne Web pericolose. A differenza di altri add- 
on dovremo caricare SiteAdvisor dal sito 
del produttore, digitando l'indirizzo www 
siteadvisor.com. Dopo l'installazione del 
programma, riavviamo Firefox e mettiamo 
un segno di spunta a Permetti questa in¬ 
stallazione. Gli utenti di Chrome dovran¬ 
no invece cliccare su Attiva estensione 
Se avvieremo una ricerca su Google, que¬ 
sta protezione ci informerà, nell'elenco dei 


Pagina Internet è affidabile 

o no. Un contrassegno (X) di colore rosso 
segnalerà pericolo (rischio elevato)' Se ri¬ 
chiameremo una pagina Web rischiosa 
l add-on ci avvertirà nuovamente. Un se¬ 
gno di spunta verde indicherà invece che 


non sono presenti minacce e la pagina è 
presumibilmente sicura (rischio minimo) 
Un contrassegno giallo segnalerà infine un 
rischio medio. Attenzione: questo compo¬ 
nente aggiuntivo per il browser non sosti¬ 
tuisce! antivirus.' 


Attenzione. 

Accedere comunque? 


















Browser Web | Speciale trucchi 


Streaming 




11_ 


■> c 




^Chi, da bambino, non si 

fep “ ione speaWl ” 

zioniamo Goog/e /ta/iano. . ^ o cplpzion iamo il testo che, man 

—\/-,citiamo ora una noiose 


U° M P an »MA2I0mi /Nflash 

^ dii malevoli su™»* fpo i?* W sfer,are alt*. 
rr."*« -» funzionerai^ * atttare «* ma 


E 


™ e ™« pagine „« ZZerannT ' ttea "'™ F “'™ 


2tenendo premuto ,1 tastt‘no ■ Btora a ,„ma d, atopar 


•“■•«WuS 

Z one Click-to-Play" che con¬ 
sentirà a Firefox di bloccarp 

chénon 61 ^ 01 ^'^- 
che non eseguiremo nuova¬ 
mente un clic per riattivarne 
i U ^ ZZ °: Nelcas °i ncuiaves- 
„e „ 9 ; ,nsta,,at0 ''estensio- 

; N<,l h r pt ileggi » tru «o 

Navighiamo al riparo da- 

tlZ ptmalevoli) ^ ues ^ 

add-on non è necessario. 


telefonino (SJ 




STREGATI DA YOUTUBE 

^ f 9 '' utenti de,,a Piattaforma video di Gooqle 
'estensione di Chromp n/iamv a,*:_ 


in = 


0 “* U *’ rtw * '*"**»• di rnwomv, w 

•UWWMtl 


3 u C .. a Miduarorma video di Gooqle 
v ~r , lest ® nsione di Ararne Magic Actions per 
YouTube offre numerose funzioni aggiuntive Pome 
mo personalizzare YouTube in modo che video si 
vvimo con la risoluzione massima o che alcune in 
ormaziom (video, commenti, descrizioni) vengano 
oscurate. Per utilizzare anche le altre possibiltàclic- 
chiamo sull'icona dell'ingranaggio nella barra dei 
comandi al di sotto del video: si aprirà il menu delle 
P ' ln una fìnes tra separata. Inoltre la funzione 


atSSn'f S' amabile con la Cinema Mode 
attiva I effetto Ambilight sui televisori Philips L'area 

attorno al contenuto dell'immagine risplenSerà con 

gl s tess| co or, mostrati dal video. Chi utilizza la piat- 

tàDav/N L°? S6rali d0Webbe attivare la moSali- 
!" y/ gh 3 Pagina ap P arirà Più scura e pro- 
Sl 3 910C ?', in ambienti buL Attenzione: dopo 
.lallazione dell add-on si aprirà una finestra con 
avvis, pubbi'cifan. Per impedire | ìnsta ,| azione dj 

tra software, dicchiamo su Skip. 


<■ ■> 


JNATVPERCHROME 

temmi o „e TVfo , Goog|eChrome 

«te, com- 


O * 


P'eta in streaming di 2 780 omt' 0 com ' 

7' per ma 99ior comodità TVdle Ìnob 
classificare per naecp 0 r ?' dd ~ on P r °vvede a 

* d i ricercaXtmot?° na - Gra2Ìea,,aba - 

emittenti preferite. n att,ni0 ,e n °stre 


annota con un clic 

A. Non tutti conoscono il ^^.^Cndo 

W2 


0 




Non tutti co n °s^^j' e S '^ , ^nztona^o 
zione Keep di G 9 . . è davve- 

anche su smartphore per Chrome si in- 

ro molto comodo. de j browser, mo¬ 
tegra col menu co l quale pren- 

strando un tasto in a q incol | are gli ele- 

dere immediatamente baste rà 

m enti incontrati dura ^ ^ m ouse 

inxfiareT Keep selezionando la relativa voce da 

menu contestuale che appare. 


. luo. OBCON**»^' 

w ^ to opOn*.<^ nc,ip * ,ì 


U *«»»« ,00d !^!I.,^»S9»nt* thè pen« 

ssasgass?' 

SS'SS--”**-*" 


C u*.»« 


3 Vhi«m 


O'.H 




Speciali Win Magazine 49 


O <M>V 

















Fai da te | Trasforma il router ADSL in fibra ottica 


Streaming 


‘nSHorma il router 

fibra ottica 



Costruisci il dispositivo magico 
che ti permette di bypassare 
i limiti imposti sulla tua ADSL 


Cosa ci 
occorre r FICIL l 

MINI PC LINUX 

RASPBERRY 
PI 3 

Quanto costa: € 38,00 
Sito Internet: www. 
raspberrypi.org 

ALIMENTATORE PER 
RASPBERRY PI 3 

RASPBERRY 
PI UNIVERSAL 
POWER SUPPLY 

Quanto costa: € 8,90 
Sito Internet: https:// 
shop.pimoroni.com 

SCHEDA DI MEMORIA 
MICROSD 

SAMSUNG 
MB-MC32DA 
32 GB 

Quanto costa: € 12,00 
Sito Internet: 

www.amazon.it 

SOFTWARE PER CREARE 
MICROSD AWIABILE 

WIN 32 DISK 
IMAGER 

Lo trovi su: 0DVD 
Sito Internet: 

www.winmagazine. 

it/link/3613 

SISTEMA OPERATIVO 
PER RASPBERRY PI 3 

RASPBIAN 

JESSIE 

Quanto costa: Gratuito 
Sito Internet: 

www.raspberrypi.org 


R iuscire a navigare o scaricare ad una 
velocità superiore è il sogno nascosto 
di ognuno di noi. Dopotutto la banda 
Internet non basta mai: pur avendo a dispo¬ 
sizione la velocità di un’ADSL o la potenza di 
una fibra ottica, il numero sempre maggiore 
di dispositivi connessi all’interno delle mura 
domestiche (PC, smartphone, tablet, conso¬ 
le, Smart TV) non ci permette di ottenere il 
massimo dalla nostra connessione a Internet. 
Ciò perché mentre magari cerchiamo di sca¬ 
ricare un file, qualcuno dei nostri familiari 
è in salotto a guardare un film in streaming 
su Netflix o altri servizi on-demand. Quante 
volte ci siamo ritrovati di fronte a uno scenario 
simile? Ma oggi una soluzione definitiva c’è e 
metterla in pratica non ci costa nulla, o quasi. 

La fibra non serve più! 

Abbiamo sottoscritto un piano mobile che ci 
permette di navigare dal tablet o dal telefoni¬ 
no anche quando non abbiamo a disposizione 
la connettività di una rete Wi-Fi? Abbiamo 
a disposizione una chiavetta Internet che 
ci permette di navigare in mobilità? Se la 
risposta a questi due quesiti è affermativa, 
siamo a cavallo. Quello che faremo, infatti, 
è realizzare un "dispositivo magico” (utiliz¬ 
zando un Raspberry Pi 3) che ci permette di 
“unire” la potenza della nostra connessione 
ADSL a quella di una Internet key e del nostro 
fedele smartphone Android (sfruttando le 
funzionalità di tethering Wi-Fi). Solo così 
saremo in grado di realizzare una sorta di 
“super router" capace di farci navigare a ve¬ 
locità tripla, proprio come se avessimo una 
velocissima fibra ottica, e dire finalmente 
addio a lunghi tempi di attesa durante il 
download di un file o il caricamento di un 
film in streaming! Cos'altro aspettiamo? Rim¬ 
bocchiamoci subito le maniche ed iniziamo 
questa nuova avventura. 






Trasforma il router ADSL in fibra ottica | Fai da te 


Streaming 



COMPUTER 


COMPUTER 


ROUTER 

ADSL/FIBRA 


COMPUTER 


SMARTPHONE CON 
TETHERING WI-FI 


CHIAVETTA 
3G/4G 


ECCO COME FUNZIONA 
IL NOSTRO DISPOSITIVO 

Raspberry Pi 3 è collegato al router ADSL tramite 
un cavo Ethernet. Sfruttando la connettività Wi-Fi 
integrata del mini PC è inoltre connesso senza fili allo 
smartphone Android (quest'ultimo condivide la sua 
connessione 4G). Infine, ad uno degli ingressi USB 
disponibili sul Raspberry Pi 3 è collegata una Internet 
key. Nonostante la presenza di un router ADSL nella 
LAN, sarà il mini PC a fornire la connettività a Internet 
a tutti altri dispositivi (PC, telefonini, tablet, TV) con¬ 
nessi alla rete locale, gestendo la banda disponibili in 
maniera del tutto trasparente all'utente. 


Tutto in una microSD 



Per realizzare la nostra super-connessione dobbiamo installare su una scheda di memoria 
Raspbian Jessie, il sistema operativo per il Raspberry Pi 3 adatto allo scopo. Vediamo come fare. 




. Scarichiamo il sistema operativo 

Dal nostro computer connesso a Internet awiamo il brow- 
ser, raggiungiamo la pagina Web www.winmagazine.it/ 
link/3612 e facciamo clic sul pulsante Download ZIP in corri¬ 
spondenza di Raspbian Jessie. Attendiamo quindi che l’archivio 
compresso venga scaricato nell’hard disk. 


Il software per “montare” l’OS 

Al termine scompattiamo il file ZIP e preleviamo dalla sezio¬ 
ne Internet del Win CD/DVD il software Win32Disklmager: 
quindi, installiamolo e avviamolo. Premiamo sul pulsante Sfoglia e 
raggiungiamo il percorso nel quale abbiamo estratto Raspbian Jes¬ 
sie. Confermiamo con un clic su Apri. 


Win32 Disk Imager — 

Fte mmagnt 

fO-ue/CkK nlo«<lS)WASPBERRY/2016-05*27<ajp|>*n.]e$sie.img ] 

Coov D Hash MD5: 

Progresso 


Versioni 0.9.5 A> iuta Leggi Servi 




«iw 


** 


La MicroSD è pronta all’uso! 

A questo punto inseriamo la scheda microSD nel lettore di 
memory card del PC (o in uno esterno) e attendiamo che la 
memoria venga riconosciuta. Dal menu a tendina Dispositivo sele¬ 
zioniamo l’unità associata alla scheda microSD (nel nostro caso E:) 
e confermiamo la scrittura con un clic sul pulsante Scrivi. 


^ Avviamo il nostro Raspberry 

Ad operazione conclusa rimuoviamo la scheda microSD dal 
lettore e inseriamola nello slot del Raspberry Pi 3. Colleghia¬ 
mo quest’ultimo ad un monitor (tramite la porta HDMI), ad una tastie¬ 
ra, ad un mouse USB e al suo alimentatore. L’avvio di Debian Jessie 
avverrà in automatico entro qualche secondo. 


GLI ACCESSORI 
GIUSTI PER 
POTENZIARE IL 
RASPBERRY PI 



NEON MICROSD 
ADAPTER 

Un adattatore che 
troveremo molto utile per 
poter leggere il contenuto 
delle schede di memoria 
microSD e microSDHC 
anche nei computer che 
dispongono di lettori 
compatibili unicamente con 
le schede SD. 
Quanto costa: €1,50 
Sito Internet: 
www.amazon.it 



TRANSCEND 

TSRDF5W 

Indispensabile nel caso 
in cui il nostro PC non sia 
provvisto di un lettore di 
schede di memoria. Dotato 
di interfaccia USB 3.0 
(compatibile con USB 2.0), 
supporta diversi tipi di card 
(SDHC UHS-I, SDXC UHS-I, 
micro SDHC UHS-I, micro 
SDXC UHS-I) e dispone di 
indicatore LED durante il 
trasferimento dei dati. 
Quanto costa: € 7,39 
Sito Internet: 
www.amazon.it 


► 


Speciali Win Magazine 51 























O Streaming 


Fai da te I Trasforma il router ADSL in fibra ottica 



SOFTWARE 

SEMPRE 

AGGIORNATO 


Al Passo B6 abbiamo 
scoperto il comando che 
ci permette di aggior¬ 
nare Dispatch-proxy. Al 
momento della prima 
installazione con ogni 
probabilità disporremo 
del pacchetto più ag¬ 
giornato del software. 
Gli sviluppatori di 
Dispatch-proxy rilascia¬ 
no nuovi aggiornamenti 
con una certa costanza: 
dunque, è bene lanciare 
il comando di aggiorna¬ 
mento (sudo npm updet¬ 
te -g dispatch-proxy) al¬ 
meno una volta al mese. 
Solo così saremo certi 
di utilizzare sempre la 
versione più aggiornata 
del software. 



COS'È NODEJS? 

Durante l'installazione 
di tutto il software 
necessario ci siamo im¬ 
battuti anche in Node. 
js. Ma di cosa si tratta? 
Essenzialmente è un 
framework utilizzato 
dai programmatori e 
che consente il funzio¬ 
namento di Dispatch- 
proxy, il software che 
si occuperà di "unire" 
le connessioni ad In¬ 
ternet fra loro. Poiché 
Dispatch-proxy è scritto 
in Java, per il suo cor¬ 
retto funzionamento 
è necessario che Rasp- 
bian sia equipaggiato 
anche di Node.js. 



I tool per sfrecciare in Rete 


Prima di “unire” tra loro l’ADSL, il 4G dello smartphgone e il 3G della Internet Key, installiamo 
i software fondamentali che smisteranno il nostro traffico Internet su una delle tre connessioni. 



File Edit Tabs Help 


piQraspberrypi: $ sudo apt-get update 

Get: 1 http://mirrordirector.raspbi an.org 
Get:2 http://archive.raspberrypi.org jess 
Get:3 http://mirrordirector. raspbian.org 
Get:4 http://archive.raspberrypi.org jess 
Get:5 http://archive.raspberrypi.org jess 
Ign http://archive.raspberrypi.org jessie 
Ign http://archive.raspberrypi.org jessie 


-x Aggiorniamo la distro Raspbian 

Colleghiamo il Raspberry Pi al Web (utilizzando un cavo Ether¬ 
net) e avviamo il terminale (terza icona in alto a sinistra dell’in¬ 
terfaccia grafica principale di Raspbian). Da qui digitiamo il comando 
sudo apt-get update seguito da Invio per aggiornare tutti i pacchetti 
software disponibili. 


*t:13 https://deb.nodesource.coni jessxe/main Trans 
jn https://deb.nodesource.com jessie/main Translat 
jn http://narrordirector.raspbian.org jessie/non-fi 
jn http://mirrordirector. raspbian.org jessie/non-fi 
jn http://mirrordirector.raspbian.org jessie/rpi T 
jn http://mirrordirector.raspbian.org jessie/rpi T 
ìtched 5.644 8 in lls (471 8/s) 

>ading package lists... Done 

f Run apt-get instali nodejs' (as root) to instai 
>m 

igraspberrypi : -, sudo apt-qe: instali - y roda.; 


^ ... e installiamolo sul Raspberry! 

È arrivato il momento di installare il file Node.js in Raspbian. 

Per farlo, digitiamo semplicemente da terminale il comando 
sudo apt-get instali -y node.js e, come al solito, confermiamo pre¬ 
mendo Invio. Al termine dell’operazione il software basilare per il fun¬ 
zionamento del nostro load balancer sarà pronto all’uso. 



^ Il tool per gestire le tre connessioni 

Tutto è pronto per installare il nostro load balancer: nel nostro 
caso abbiamo scelto Dispatch-proxy. Per farlo, digitiamo 
sudo npm instali -g dispatch-proxy e confermiamo con Invio. I pac¬ 
chetti del software verranno quindi scaricati e installati sul Raspberry 
Pi 3 (l'operazione dura una manciata di secondi). 



^ Scarichiamo il file di configurazione... 

Terminata questa fase, digitiamo il comando curi -sL https:// 
deb.nodesource.com/setup_4.x ] sud -E bash - conferman¬ 
do con Invio. Verrà scaricato il file Node.js: l'operazione può durare 
da qualche secondo a qualche minuto a seconda della velocità della 
nostra connessione a Internet. 


riuue-gr dLeiuL* ib nuue-yyp nuue-ìrineri, 
node-Iru-cache node-minimatch node-mk 
node-normalize-package-data node-npml 
node read package-json node retry nod 
node-sigmund node-slide node-tar node 
The following packages vili be upgraded 
libssll.0.0 

1 upgraded. 42 newly installed, 0 to re 
Need to get 4,481 kB of archives. 

After this operation, 12.9 MB of additi 
Do you want to continue? [Y/n] | 


^ Così gestiamo i pacchetti di dati 

Prima di proseguire con l’installazione del load balancer, 
cioè del sistema automatizzato che ci consentirà di usare 
una delle connessioni disponibili, sempre da terminale digitiamo il 
comando sudo apt-get instali -y npm (seguito dal tasto Invio) per 
scaricare e installare il pacchetto npm e confermiamo con Yes. 


t- - js- ;.c -'i 

Ub/wnter 

npm ! /usr/Ub/nodejs/i*dirp/i 


npm Cojcct.oncooplete (fs.js 

: 107:15) 

npm Additional togging details can be fo <jr 


npm /home/pi/np* debug. log 


piQraspbrr r ypi : S sudo npm instali g dispatcr 

-proxy 

/usr/local/bi n/di spatcH •> /utr/local/lib/nodf* 

■odules/disp. 

dispatch- proxy@ 0 . l.4 /usr/local/Ub/oodt noduli 
|— contender $ 2 . 0.0 

s/dispatch p 

— tapi-I 09 OO.O.3 

f— aocks hjndler90.2.1 (ipQO.l.O. th'ough@2.3 

4) 

piQraspber rypi : \ sudo npin update -g dispatcH- 


piCrespberryp i | 


^ Aggiornamento in corso... 


Per verificare che la versione di Dispatch-proxy scaricata sia 
la più recente (e, in caso contrario, procedere al suo aggior¬ 
namento) diamo il comando sudo npm update -g dispatch-proxy. 
Al termine, il nostro mini PC sarà pronto per "unire” tra loro le con¬ 
nessioni Internet di cui disponiamo. 


52 Win Magazine Speciali 

































Trasforma il router ADSL in fibra ottica I Fai da te 


LOAD BALANCER: QUESTO SCONOSCIUTO 

Abbiamo scoperto che il software che ci permette di scaricare alla massima velocità 
"unendo"tutte le connessioni ad Internet che abbiamo a disposizione si chiama Dispatch- 
proxy. Ma essenzialmente di cosa si occupa e come funziona? Tecnicamente questo 
software, che in gergo prende il nome di load balancer, non fa altro che bilanciare in 
maniera intelligente il carico (ovvero il traffico dati) sulle diverse connessioni disponibili. 

Così facendo, ad esempio, se un PC della LAN richiede il download di un file, Dispatch- 
proxy mette a disposizione la connessione ADSL. Per la semplice navigazione Web, invece, 
verrà utilizzata la connessione che offre la banda minore. Il tutto, come già detto, avviene 
in maniera del tutto automatica: non dobbiamo dunque perderci in mille configurazioni. 
Sarà Dispatch-proxy a stabilire quale PC deve utilizzare questa o quella connessione a Internet 


L’unione fa la forza! 





Tra 


Vediamo adesso come condividere con il Raspberry Pi 3 la connettività 4G dello smartphone 
Android e quella della nostra ADSL. Basta seguire pochi semplici passi per riuscirci. 



^ Una visione d’insieme 

Affidandoci ancora una volta al terminale di Raspbian, digi¬ 
tiamo dispatch list seguito da Invio. Vengono mostrati tut¬ 
ti gli accessi a Internet disponibili e ai quali il Raspberry Pi 3 è già 
collegato. Da questi dobbiamo escludere la sezione lo (diminutivo di 
localhost, l'indirizzo di rete locale). 


«ìQN^btrrf^i: I (hsp^tch lj 

U 

12 /. 9.9. 1 If»v4, intorni'. 

Ili UPv5. 

»l «no 

1«, 100.1/1 (If>v4> 

f«00; ,<«WalKi.Abi 

p:fi ypi ! ; ■ ’ ' 


U 

127.0.0.1 (IP*4, internai) 
.^1 (XPv6. internai) 

.il «nO 

IttJHJJI HPv 4 ) 



^ Attiviamo il tetherinq Wi-Fi 

Dal nostro smartphone Android spostiamoci in Impostazioni 
e, nella sezione Wireless e reti, tappiamo su Altro: attiviamo 
il tethering Wi-Fi. Ritorniamo al Raspberry Pi 3: cliccando sull'ico¬ 
na di rete (in alto a destra) selezioniamo la rete Wi-Fi condivisa dallo 
smartphone, poi connettiamoci. 


tasi 

1 «2 1—.43.147 !IPv4) 


Uj (»>*«. int.riwU 

hO 

1VZ.1M.1.XZ 

<!*»«) 

1M.1M.1.21 <1*4) 

iiMiiUtfclAgttiiUftiZtb* (XPv«) 


Mll 

102. IMI 41147 (!Pv4) 



NESSUN LIMITE! 

E se disponessimo di al¬ 
tre connessioni da con¬ 
dividere, ad esempio il 
Wi-Fi del vicino (che ci 
autorizza a connetterci 
alla sua rete senza fili) 
o un altro smartphone 
sul quale configurare il 
tethering? Non ci sono 
problemi! Dispatch-pro¬ 
xy, infatti, non mette 
alcun paletto sul nu¬ 
mero di connessioni da 
"unire"fra loro. L'unico 
vero limite è il numero 
di interfacce Wi-Fi col¬ 
legabili al Raspberry Pi 
3: il numero di ingressi 
USB disponibili, infatti, 
è pari a 4 di cui 1 è già 
occupato dalla Internet 
Key. Di conseguenza 
potremo connetterci 
"solo" ad altre 3 reti 
senza fili. Nel caso in cui 
volessimo strafare, per 
estendere il numero di 
porte USB sarà necessa¬ 
rio acquistare un HUB 
USB alimentato. 


Una nuova connessione! 

Dal terminale diamo il comando dispatch list. l'interfaccia 
wlanO del Raspberry Pi 3 è connessa al Web grazie al nostro 
smartphone Android. Se abbiamo a disposizione anche una chiavetta 
Wi-Fi USB (o il nostro vicino di casa ci consente di collegarsi alla sua 
rete wireless), possiamo connetterci ad una seconda rete senza fili. 


Utilizziamo un cavo Ethernet 

Colleghiamo il Raspberry Pi 3 al router ADSL di casa tramite 
un cavo Ethernet. Dopo aver connesso il cavo sia al router 
sia alla scheda dì rete del Raspberry Pi 3, lanciamo nuovamente il 
comando dispatch list per verificare che sia presente anche la con¬ 
nessione via cavo di rete identificata dall’etichetta ethO. 


► 


Speciali Win Magazine 53 





































O Streaming 


Fai da te I Trasforma i 


LA MIA CHIAVETTA È COMPATIBILE? 


La maggior parte delle Internet key viene fornita con un software che ci permette di stabilire subito la connessione 
. Questi software, però, il più delle volte sono disponibili solo perWindows e, quando collegheremo una qualsiasi 
Internet key al Raspberry Pi 3 equipaggiato con Raspbian (che è una distribuzione Linux), non saremo in grado 
di utilizzarli. Dobbiamo inoltre fare anche i conti con i driver che permettono il corretto riconoscimento della 
chiavetta al mini PC. Fortunatamente le più diffuse Internet key (come l'Pluawei E353 usata per i nostri test) 
vengono riconosciute al primo colpo e dunque non bisogna cercare il giusto driver. E se disponiamo di una 
chiavetta differente? In questi casi è bene fare prima una ricerca sul Web per verificare la compatibilità con 
il sistema operativo Linux e l'eventuale disponibilità di driver. Se non conosciamo il modello della Internet 
key, colleghiamola a uno degli ingressi USB del Raspberry Pi 3 e, da terminale, lanciamo il comando Isusb: 
nella lista che appare troveremo il produttore e il nome del modello in nostro possesso. 



OCCHIO Al 
CONSUMI! 


Quasi tutti i piani mo¬ 
bile prevedono delle 
soglie (in termini di 
tempo odi quantità di 
traffico scambiato) che 
è bene non superare. 
Già, perché varcato il 
limite, il nostro conto 
telefonico potrebbe 
lievitare di molto e in 
periodi di crisi come 
questi non è proprio il 
caso! Per evitare brutte 
sorprese, dunque, è 
bene registrarsi sul 
sito Web dell'operatore 
che abbiamo deciso 
di utilizzare e verifi¬ 
care periodicamente 
dall'area personale 
quanto tempo/traffico 
(a seconda del piano 
prescelto) abbiamo già 
consumato. 


Aggiungiamo anche il 3G! 

Non tutte le Internet key vengono riconosciute al primo colpo. Ecco come configurare la 
chiavetta Huawei E353 e far sì che si connetta automaticamente e senza problemi al Web. 


piC'Atpb^rryp» ; 
p iC'«tpb«rtfpi : 





Installiamo tutto il necessario 

Dal terminale di Raspbian lanciamo il comando sudoapt-get 
instaliusb-modeswitch e confermiamo con Invio. Attendia¬ 
mo che il pacchetto venga installato e, non appena apparirà un mes¬ 
saggio di conferma, colleghiamo la chiavetta 3G ad un ingresso USB 
del Raspberry Pi 3. 


^ La Internet Kev è stata riconosciuta! 

Attendiamo qualche secondo (il tempo necessario che il 
sistema riconosca la chiavetta 3G appena collegata) e lan¬ 
ciamo il comando ifconfig -a seguito da Invio. Analizziamo l'output 
mostrato a schermo: se è presente la sezione wwanO, vuol dire che 
tutto sta andando per il verso giusto. 



^ Il file per la giusta configurazione 

Superata questa fase, digitiamo il comando sudo nano/etc/ 
network/interfaces e confermiamo con Invio. Aggiungiamo 
al file di testo mostrato a schermo le nuove righe allow-hotplug 
wwanO e iface wwanO inet dhcp. Salviamo con Ctrì+O. A questo 
punto, possiamo uscire dall'editor con Ctd+X. 


-x Adesso siamo connessi anche al 3G! 

Lanciamo il comando sudo reboot ed attendiamo che il 
Raspberry Pi 3 venga riawiato. Non appena il sistema ope¬ 
rativo sarà di nuovo ricaricato, apriamo il terminale e lanciamo il 
comando dispatch list. se è presente la nuova sezione wwanO, vuol 
dire che la chiavetta 3G è connessa al Web! 


54 Win Magazine Speciali 




























Trasforma il router ADSL in fibra ottica | Fai da te 


Streaming 


Tre connessioni in una! 

Tutto è pronto per navigare con la nostra Internet superveloce: quello che dobbiamo fare 
è lanciare un comando e configurare il PC per collegarsi al Web mediante Dispatch-proxy. 



-x Basta un semplice comando! 

Tutto è pronto per “unire” le 3 differenti connessioni: ADSL, 
chiavetta 3G e tethering Wi-Fi dello smartphone Android. 
Dal terminale di Raspbian, lanciamo il comando dispatch start 
-http seguito da Invio. Apparirà un messaggio che ci confermerà 
l'avvio di un nuovo server proxy. 



^ I parametri del proxv 

Prima di poter navigare, però, è necessario smistare tutto il 
traffico Web proprio sul nuovo proxy. Se sul mini PC abbia¬ 
mo già installato Mozilla Firefox, spostiamoci nelle sue impostazioni 
e, da Connection Settings , compiliamo il campo HTTP Proxy con 
localhoste Pori con 8080. 



^ Pensiamo anche agli altri PC! 

Dal nostro PC (o da uno qualsiasi di quelli connessi alla 
LAN) avviamo il browser Internet. Nel caso di Google Chro- 
me, spostiamoci in Impostazioni/Rete. Clicchiamo su Modifica 
impostazioni proxy e compiliamo il campo Indirizzo con IIP del 
Raspberry Pi 3. Indichiamo la Porta SOSO e confermiamo con OK. 


^ Configurazione globale 

Se stiamo utilizzando Windows 10, digitiamo nella barra 
di ricerca Proxy e clicchiamo su Impostazioni del proxy 
di rete. Abilitiamo la voce Usa server proxy e compiliamo i campi 
Indirizzo e Porta con gli stessi dati utilizzati al passo precedente. 
Confermiamo con Salva. 



UN NUOVO 
FIREWALL 

Affinché il Raspberry 
Pi 3 riesca a fornire la 
connettività al resto 
della LAN, è necessa¬ 
rio che tutti gli altri 
computer e dispositivi 
siano connessi al rou¬ 
ter ADSL (quest'ultimo 
collegato con un cavo 
Ethernet al mini PC). 
Inoltre, è preferibile 
disattivare il firewall 
integrato nel router. 
Per fare ciò, accediamo 
al pannello di gestione 
del router ADSL (solita¬ 
mente è raggiungibile 
tramite browser all'in¬ 
dirizzo 792.755.7.7). 
Disattivando il firewall 
del router saremo 
comunque protetti. 
Raspbian, infatti, offre 
di default un firewall 
ben più performante 
e sicuro! 


TIRIAMO LE SOMME E TESTIAMO LA NOSTRA SUPER-CONNESSIONE ADSL 

Qual è la velocità effettiva di navigazione? Ecco i risultati dei test effettuati nei nostri laboratori. 


Per effettuare i nostri test abbiamo utilizzato 
una classica connessione ADSL a 20 Mega, ag¬ 
giungendo il tethering 3G di un smartphone 
nel quale abbiamo inserito una SIM FI3G con 
connettività 4G. La nostra Internet key è in grado 
di connettersi unicamente alla rete 3G. Nono¬ 
stante ciò, effettuando dei test di velocità sul 
noto sito Speedtest.net e come si evince dalla 
tabella a fianco, siamo stati capaci di triplicare la 
banda a disposizione. Certo, la velocità effettiva 
di navigazione si manterrà sulla velocità della 
connessione utilizzata al momento (ADSL, 3G 


o 4G in tethering, ovvero quella che Dispatch- 
proxy riterrà più"scarica"e idonea alla richiesta 
dell'utente) ma di fatto le prestazioni nell'intera 
LAN miglioreranno di molto! Resta ovvio che, 


nel caso in cui avessimo avuto a disposizione 
una connessione in fibra ottica e una Internet 
key capace di navigare anche sulla rete 4G, il 
risultato sarebbe stato notevolmente migliore. 


CONNETTIVITÀ 


COLLEGAMENTO 


VELOCITÀ EFFETTIVA 


ADSL 
3G/HSPA+ 
TETHERING 4G 


Ethernet 
Modem 3G USB 
Wi-Fi 


BANDATOTALE 


17,4 Mb/s 
11,6 Mb/s 

23.67 Mb/s 

52.67 NIB/S 


Speciali Win Magazine 55 










































O Streaming 


Fai da te | File sharing nella nuvola 


File sharing 
nella nuvola 


Cosa ci 
occorre ^ 

SERVIZIO CLOUD 

SEEDR 

Quanto costa: Gratuito 
Sito Internet: 

www.seedr.com 


Ecco un servizio Web che scarica automaticamente i torrent e li 
riproduce in streaming prima di eseguire il download sul computer 


A nche se la connessione in fibra ottica sta 
cominciando ad arrivare nelle nostre 
case (almeno in quelle delle principali 
città della nostra Penisola), per molti riuscire a 
scaricare velocemente dal Web ed avere quindi 
una banda adeguata alle proprie necessità resta 
ancora un problema da risolvere. In particolar 
modo il disagio diventa evidente quando si prova 
ad eseguire il download di un file multimediale, 
ad esempio un video in alta definizione, che è 
dell'ordine di qualche GB. Se poi il download 
avviene dalle reti peer to peer bisogna tenere 
conto che la banda consumata aumenta nel caso 


dei file torrent perché anche i dati trasmessi in 
upload contribuiscono ad aumentare le dimen¬ 
sioni effettive del trasferimento. Va da sé che se 
utilizziamo una connessione Internet mobile 
(e quindi non fiat) il download di un file può 
divenire critico. 

Download automatici 
dalla rete P2P 

La soluzione ad un problema relativo ad Inter¬ 
net spesso la si trova nella stessa Rete. È attivo 
infatti da qualche tempo un nuovo servizio 
cloud, chiamato Seedr, che è in grado di scari¬ 


care automaticamente al posto nostro dei file 
torrent, consentendoci di risparmiare tempo e 
banda utilizzata. Tutto sta nell'effettuare una 
semplice iscrizione al servizio e quindi fare un 
veloce copia e incolla del link del file torrent: 
sarà lo stesso Seedr ad occuparsi di eseguire 
il download al posto nostro e di conservare il 
file scaricato in uno spazio che all'atto della 
registrazione è di 2,5 GB, ma che è possibile 
incrementare invitando ad iscriversi i nostri 
amici. Cosa aspettiamo allora? Vediamo subito 
come utilizzare fin da subito e al meglio questo 
servizio. 


13 L’hard disk ora non mi serve più: 

Ecco come utilizzare il servizio Seedr per eseguire il download di file tramite il protocollo BitTorrent, trovarli belli 
pronti sul nostro spazio on-line e riprodurli in streaming senza occupare inutilmente memoria nel computer. 



1 seedr 

—,— 

> 

~ 4 

C_. 

r 



P 

ft J 



ujj 

— 

vOOod 


..- 



/ 


^ Iscriviamoci al servizio 

Andiamo su www.seedr.ee, digitiamo il nostro 
indirizzo e-mail e una password da usare per 
l’accesso al servizio, poi clicchiamo su REGISTER 
WITH EMAIL , Apriamo la nostra e-mail e clicchiamo 
sul link di verifica ricevuto (potrebbe esserci chiesto 
di inserire un codice CAPTCHA). 



^ L’indirizzo del torrent 

Cerchiamo il torrent nel sito Web che consul¬ 
tiamo di solito e assicuriamoci di copiare negli 
appunti l'indirizzo del file che normalmente scariche¬ 
remmo sul PC. Facciamo clic con il tasto destro sul 
pulsante per il download e selezioniamo quindi Copia 
indirizzo link. 



^ Impostiamo il download 
con Seeder 

Incolliamo adesso l’indirizzo Internet del file 
torrent nel campo in alto Paste torrent uri e faccia¬ 
mo clic sul pulsante + accanto. Il nuovo torrent ver¬ 
rà aggiunto in basso creando automaticamente una 
cartella col nome ricavato dal file. 


56 Win Magazine Speciali 
























File sharing nella nuvola | Fai da te 


Streaming 


□ Più spazio Web per tutti! 

Se lo Storage on-line offerto da Seedr non ci basta, possiamo incrementarlo pubblicando una 
recensione sul servizio oppure invitando i nostri amici a registrarsi ad esso. Ècco come fare. 



Guadagniamo spazio extra 

Clicchiamo sul menu in alto a sinistra e selezioniamo Earn 
FREE space. Nella pagina a seguire ci saranno presentate 
alcune opzioni per aggiungere spazio alla quota base. Potremo gua¬ 
dagnare 500 MB per una recensione su Twitter o sul blog ed 1 GB 
o una videorecensione pubblicata su YouTube. 


^ Un piccolo aiuto dagli amici 

Scorrendo in basso nella pagina troveremo un link del tipo 
https://www.seedr,cc/?r=220945. Se un nostro amico si 
iscrive utilizzando questo particolare indirizzo, entrambi guadagne¬ 
remo 500 MB. Ricordiamo che la promozione è limitata ad un nume¬ 
ro massimo di 4 amici. 



ANTEPRIME DEI 
FILE DA SCARICARE 


Un'applicazione come 
Seedr può essere utile 
anche per testare la 
qualità o il contenuto 
del file da scaricare ed 
evitare file corrotti o 
fake. Quando incollia¬ 
mo l'indirizzo di un file 
torrent, il download del 
contenuto sui loro ser¬ 
ver è sostanzialmente 
immediato, in alcuni ca¬ 
si si ha la sensazione che 
tengano una cache dei 
contenuti più popolari 
in modo da risparmiare 
anche loro sulla banda. 
Una volta sincerati della 
bontà del contenuto 
grazie alla funzionalità 
di streaming, potremo 
scaricarlo sul nostro PC. 


scarico tutto nel mio Storage cloud 



-x Le operazioni sui file 

Completato il download, entriamo nella car¬ 
tella e passiamo col mouse sopra il nome del 
file video. Appariranno 3 icone che permetteranno di 
scaricare, copiare (e incollare altrove) o cancellare il 
file. Sono disponibili altre opzioni nel menu contestua¬ 
le cliccando col tasto destro sul file. 


Il video in streaming 

Nelle sue funzionalità base Seedr non permet¬ 
te di vedere un video scaricato in alta defini¬ 
zione (per l’HD occorre versare una quota mensile di 
quasi 7 dollari). Facciamo doppio clic sul nome del file 
per visualizzare la versione transcodificata del file in 
formato 480p (il vecchio DVD). 


^ Aggiungiamo i sottotitoli 

Nella finestra del player clicchiamo sul pul¬ 
sante CC in alto a destra. Nella schermata 
scegliamo la lingua dal menu a tendina in alto a sini¬ 
stra e clicchiamo poi sul pulsante Search. Una volta 
individuati quelli corretti clicchiamo sul pulsante USE 
per visualizzarli nel video. 


Speciali Win Magazine 57 



























C* Streaming 


Software | Google SpeedTest | 


Ecco come usare l’app ufficiale che testa a fondo 

tutti i parametri della tua connessione, anche 3G/4G 


Internet veloce? 
Garantisce Big G 


L a velocità reale della connessione 
ADSL è un parametro molto im¬ 
portante, soprattutto nel caso in 
cui si voglia fruire di servizi di conte¬ 
nuti streaming come Netflix. Esistono 
in Rete diversi strumenti che consen¬ 
tono di effettuare testperverificare sia 


la velocità di download (scaricamento 
dei dati) sia quella di upload (invio dei 
dati). Google, dal canto suo, sta per 
incorporare un servizio del genere, 
già in funzione per la versione USA 
(google.com). Per attivarlo basterà 
digitare "speed test" nella barra del 


motore di ricerca. Con questa sempli¬ 
ce query comparirà un pulsante che 
permette di avviare il test. Sfruttando 
qualche piccolo trucco possiamo però 
aggirare le limitazioni geografiche e 
testare lo strumento in anteprima. 
Ecco i passi da seguire. 



Impariamo a parlare in inglese 

Al fine di superare le limitazioni geografiche che impe¬ 
discono l’utilizzo del test, la prima cosa da fare è modi¬ 
ficare le impostazioni che concernono la lingua preferi¬ 
ta. Colleghiamoci alla pagina www.winmagazine.it/link/3704, 
scegliendo English e clicchiamo Save per confermare. 



Un volo virtuale fino in America 

Una volta cambiata la lingua, basta recarsi sulla pagina 
USA di Google (www.google.com), altrimenti non rag¬ 
giungibile. In basso, sulla destra, è poi necessario clic¬ 
care sul link Use Google.com che consente di sfruttare per 
l’appunto la versione statunitense del motore di ricerca. 




Una ricerca sui generis 

a Nella barra di ricerca della nuova pagina digitiamo le 
parole chiave Speed test. Mentre digitiamo il testo, nel¬ 
la pagina di ricerca compare il pulsante Run speed test, 
cliccando sul quale si avvia la finestra del test di Google per 
valutare le prestazioni della nostra connessione. 


Avviamo con un clic il test di velocità 

a Lo strumento di Google provvede prima a scaricare un 
pacchetto di dati da 40 MB determinando la velocità 
reale di download della nostra connessione, in seguito 
effettua la misurazione della velocità di upload. Per l’affidabilità 
dei risultati è importante non usare la connessione durante il test. 


Cosa ci /O 
occorre FACILE 


WEB APP 

GOOGLE 
SPEED TEST 

Quanto costa: Gratuita 
Sito Internet: 

www.google.com 



ANCHE SULLO 
SMARTPHONE 


Lo speed test di Google 
può essere provato in 
anteprima anche sui 
nostri dispositivi mobi¬ 
le per misurare l'effet¬ 
tiva velocità di down¬ 
load e upload della 
connessione 3G/4G. 

I passi da seguire 
sono analoghi a quelli 
mostrati nel tutorial: 
l'unica accortezza con¬ 
siste nell'impostare 
la modalità desktop 
del browser utilizzato. 
Se usiamo Firefox, 
avviamo il browser e 
tappiamo sul pulsante 
coni tre puntini in alto 
a destra: dal menu che 
appare attiviamo la 
voce Modalità desktop. 
Con Chrome, invece, 
premiamo il pulsante 
coni tre puntini in alto 
a destra e dal menu 
contestuale che appa¬ 
re tocchiamo la voce 
Richiedi sito desktop 
per attivarla. 


ATTENTI AL 
CONSUMO 


Per verificare l'effetti¬ 
va velocità della nostra 
connessione a Inter¬ 
net, il tool di Google 
effettua uno scambio 
dati con i server per un 
totale di qualche deci¬ 
na di megabyte. Prima 
di effettuare il test sul 
nostro smartphone, 
quindi, verifichiamo di 
avere sufficiente traffi¬ 
co dati disponibile. 


58 Win Magazine Speciali 

























TUTORIAL ■ TRUCCHI ■ SOLUZIONI 



SOFTWARE 


COMPLETI 


«*12016 IN FORMATO PDF 


Magatine ss 


SNAtt DRIVER 

Affliomalvperftridw 
imulatt nel PC per 
renderlo pw veloce 
-f e scaturite 


Vivaldi 

v SSdKSS' 

HO"*"* ie opuMion. 
® wuri i sonura 


Il software magico 
che aggiorna iT PC 
in automatico e rende 
Windows più veloce, 
stabile e sicuro 




! ^ 4 di Big 
dagli 


Installa subito 
la suite grafica 
di Big G più ambita 
dagli appassionati 
di fotografia digitale 


I software esclusivi 
per realizzare foto 
e video sferici da 
guardare su PC, 
smartphone e tablet 


IN EDICOLA 




ONlEffectl 
Erre 10 | 

p 


Ujj ilJlUi) il-L. 


«•ETpioofr^rfo 

Wwidows 


«>PWX*AMWI 


fisi 


/tehampoo 
Uninstaler S 


2016 ‘IHP&hi “2.' nas,l «5 

22SSZ §B8 




Ofcmc a w»tm. 1 


m i\ 


CybtrtJnk 

Povm?Gi 


OncCBckf 
Instaier 3 
lloaliiu#0Ddw 

•«■A* «n t«i cftc 
uailUOlitAMn 


I VR/ ■ r wTA.-»2Go 10 


P«nt 4 


L ■ 


E D I Z I O N I 

MASTER 


I CA A P ronte da 

stampare 

llAnilE e consultare 

PAGINE a video 


300 guide 

^ W W PASSO PASSO 


da mettere in pratica con il tuo PC 
























C* Streaming 


Fai da te | Cancella la memoria di Google | 


Cancella 



tuttala 
di Google 


Big G conosce i luoghi che visiti, le tue ricerche on-line, le app 
utilizzate e dove passi le vacanze. Credi ancora nella privacy? 


G oogle, fin dal primo giorno in cui hai 
aperto un account, memorizza ogni tua 
singola operazione, messaggio vocale, 
spostamento, applicazione utilizzata o risto¬ 
rante in cui ti trovi. Lo scopo principale di tale 
funzionalità è quella di poter offrire ai propri 
utenti non solo ricerche sempre più dettagliate, 
ma anche una pubblicità quanto più mirata 
possibile, delineando un profilo perfetto di ogni 
singolo utente, riuscendo a ricavare anche la 
quantità di spesa disponibile grazie ai luoghi 
visitati. Il motore di ricerca mette comunque 
a disposizione una pagina Web in cui chiun¬ 
que può accedere ai propri dati memorizzati, 


scoprendo, spesso e volentieri, informazioni 
che mai si sarebbe immaginato essere nelle 
mani di Google. 

Sanno tutto di noi 

Tale possibilità di tracciamento delle nostre 
attività è in funzione sia su computer, sia su 
dispositivi Android (smartphone e tablet), ma 
anche su iPhone e iPad su cui si abbia effettuato 
l’accesso con un account Google. La funzio¬ 
nalità di localizzazione GPS permette inoltre 
al motore di ricerca di mostrare l'affluenza di 
persone alLinterno dei locali, mostrando tale 
dato nell’elenco delle ricerche. La memorizza¬ 


zione del proprio storico GPS può risultare utile 
in moltissimi casi, soprattutto quando si voglia 
andare a ricercare un determinato ristorante o 
percorso effettuato, ma certo è un dato molto 
sensibile nel caso in cui qualcuno riesca ad 
intromettersi all’interno del proprio account, 
in quanto avrebbe la possibilità di scoprire ogni 
singolo spostamento della persona in questione, 
anche in tempo reale. Preoccupato di ritrovarti 
in un simile scenario? Ecco come rimettere la 
tua privacy al centro della sicurezza e cancellare 
dalla memoria di Google tutti i dati sensibili che 
non vuoi rimangano alla mercé di eventuali 
malintenzionati. 


Accedi all’account personale 

Scopri in dettaglio quali sono le informazioni personali memorizzate da Google e analizza lo storico delle attività 
per ritrovare le operazioni svolte negli anni in cui hai utilizzato gli strumenti del motore di ricerca. 




^ Accesso all’account Google 

Per accedere alle proprie attività, è necessario avviare il browser e recar¬ 
si all'indirizzo https://myactivity.google.com/myactivity dal proprio com¬ 
puter, smartphone o tablet. Per motivi di sicurezza verrà chiesto nuovamente il 
login del proprio account Google. 


^ Visualizzazione su misura 

Una volta effettuato l'accesso, all'interno della pagina My Activity è pos¬ 
sibile raggruppare, utilizzando la sidebar sul lato sinistro, per categoria 
le singole azioni, tramite la Vista per gruppo, oppure scegliere di visualizzarle 
singolarmente tramite la Vista per elemento. 


60 Win Magazine Speciali 
















Cancella la memoria di Google | Fai da te 


Streaming 


HI Filtra tutte le attività sul Web 

Data la grande quantità di informazioni memorizzate durante l'utilizzo del proprio account, Google mette 
a disposizione la possibilità di organizzare queste ultime per tipologia. Ecco come procedere. 




Ricerche mirate nel tempo 

Nella parte alta della pagina MyActivityè possibile filtrare le attività sia 
per tipologia, sia in base al dispositivo (computer, smartphone, tablet) che 
ha generato quest’ultime. Clicca quindi sulla voce Filtra per data e prodotto per 
aprire la scheda di ricerca. 


^ Quale dispositivo hai usato? 

Una volta aperta la nuova scheda di ricerca, sarà possibile selezionare 
l'intervallo di tempo da analizzare, la tipologia di filtro da applicare ed 
eventualmente anche il dispositivo che ha generato quella determinata opera¬ 
zione sull’account Google. 


Q Gestisci ed elimina i tuoi dati 

Oltre che mettere a disposizione la visualizzazione di tutti gli elementi memorizzati, Google offre la possibilità 
in ogni momento di accedere alle proprie informazioni ed eventualmente cancellarle con un semplice clic. 



^ Cancellazioni selettive delle informazioni 

La prima cosa da fare è quella di accedere dalla sidebar a sinistra (l’icona 
con i tre pallini) alla voce Elimina attività per. La nuova scheda che si apre 
permetterà di filtrare il periodo di tempo o la tipologia di dati da eliminare definiti¬ 
vamente dal proprio account. 


^ Non lasciare nessuna traccia sul Web 

Seleziona il periodo temporale in cui cancellare le informazioni memoriz¬ 
zate da Google dal menu Elimina per data. In Tutti i prodotti seleziona 
il dispositivo utilizzato per compiere le attività su Google e clicca Elimina. I dati 
saranno cancellati definitivamente. 


Speciali Win Magazine 61 




























C* Streaming 


Fai da te | Cancella la memoria di Google | 


Cancelliamo le mappe di Google 

La cosa impressionante è la possibilità di risalire esattamente ai propri spostamenti aH’interno della scheda 
Altre attività, in cui ulteriori dati sono memorizzati e messi a disposizione degli inserzionisti. 




^ Non soltanto ricerche sul Web 

Utilizzando la sidebar sul lato sinistro accediamo alla voce Altra attività 
Google. Nella scheda che si aprirà avremmo a disposizioni ulteriori voci, tra 
cui la cronologia delle posizioni e la possibilità di scaricare le ricerche precedenti. 


^ Ci seguono ovunque andiamo 

Accedendo a Cronologia delle posizioni sarà possibile accedere alla mappa 
di Google in cui vengono mostrati non soltanto i luoghi visitati raggruppati per 
tipologia, ma anche i percorsi svolti ed i mezzi utilizzati per effettuare quest’ultimi. 


ECCO TUTTE LE ATTIVITÀ SU INTERNET MEMORIZZATE DA BIG G 


ATTIVITÀ WEB 

Le ricerche e la cronologia di navigazione vengo¬ 
no memorizzate nell'account Google di default. 
Non sono memorizzate all'interno dell'account 
tutte le attività svolte tramite le schede di navi¬ 
gazione in incognito. Tale opzione di anonimato, 
però, non consente di permette di restituire 
risultati più pertinenti e consigli utili magari in 
funzione della posizione geografica all'interno 
dei servizi di Google. 

CRONOLOGIA GPS DELLE POSIZIONI 

La funzione Cronologia delle posizioni con¬ 
sente a Google di fornire informazioni utili in 
base ai luoghi visitati con i dispositivi usati per 
effettuare l'accesso all'account Google. Ad 
esempio, è possibile ottenere previsioni sui 
tragitti giornalieri e risultati di ricerca migliori. 
Inoltre, le informazioni sulla posizione possono 
essere utilizzate da qualsiasi servizio o app di 
Google, inclusi gli annunci visualizzati. L'accesso 
alla Cronologia delle posizioni in Impostazioni 
Google è disponibile su dispositivi che eseguo¬ 
no Android 2.3 o versioni successive. 

INFORMAZIONI DEI DISPOSITIVI 
UTILIZZATI 

L'impostazione Informazioni del dispositivo 

salva una copia di alcune informazioni del te¬ 


lefono o del tablet usati per l'accesso ai servizi 
Google.Tra questi dati ci sono contatti, calen¬ 
dari, applicazioni, musica e informazioni sul 
dispositivo stesso, come ad esempio il livello 
di batteria. Secondo Google, attivando questa 
impostazione, è possibile ottenere risultati e 
suggerimenti con il massimo livello di precisione. 

ATTIVITÀ VOCALE E AUDIO 

Attivando l'opzione Attività vocale e audio si 
consente a Google di salvare una registrazione 
della voce e altro audio nel proprio account 
Google. Il motore di ricerca registra quindi 
la voce e altro audio, oltre a qualche secon¬ 
do precedente alla registrazione, quando 
si utilizzano comandi di attivazione audio. 
Tale funzione viene utilizzata dall'intelligenza 
artificiale del motore di ricerca per imparare 
a riconoscere come vengono pronunciate 
frasi e parole. 

CRONOLOGIA DELLE RICERCHE 
YOUTUBE 

La Cronologia delle ricerche di YouTube con¬ 
sente di visualizzare le query di ricerca utiliz¬ 
zate in precedenza sul Tubo. Tale cronologia, 

inoltre, insieme alle ricerche __ 

Web su Google influisce an- 
che sui consigli che vengono 


visualizzati sulla propria home page e su tutto 
il circuito pubblicitario di Google. 

CRONOLOGIA DELLE 
VISUALIZZAZIONI YOUTUBE 

La Cronologia visualizzazioni di YouTube 

consente di trovare i video guardati di recente e 
migliora i consigli sui video visualizzati. È possi¬ 
bile controllare la cronologia visualizzazioni eli¬ 
minandola o sospendendola, eliminare singole 
voci o l'intera cronologia. I video guardati dopo 
aver sospeso la cronologia visualizzazioni non 
appariranno nella cronologia e non verranno 
utilizzati per migliorare i consigli che vengono 
visualizzati. È possibile riattivare la cronologia 
in ogni momento per continuare a tenere 
traccia dei video guardati. 



62 Win Magazine 















F-Secure Router Checker I Software 


Streaming 


Un servizio Web permette di verificare che i parametri 

Internet siano corretti e non manipolati da hacker 


Fai il checkup 

al tuo router 


Q uando ci colleghiamo alla Rete, 
ciò che percepiamo come una 
semplicissima operazione, il 
doppio clic sull’icona del browser che 
permette di navigare, nasconde in re¬ 
altà tutta una serie complessa di impo¬ 
stazioni e scambio di dati tra il router e il 


fornitore d’accesso (il nostro provider). 
In talune circostanze, soprattutto se 
il PC non è adeguatamente protetto, 
questi dati possono essere oggetto delle 
attenzioni di persone poco benevole ca¬ 
paci di dirottare il traffico verso pagine 
create ad hoc per diffondere malware 


o carpire le nostre informazioni perso¬ 
nali. Grazie al servizio gratuito on-line 
Router Checker, creato e messo a dispo¬ 
sizione da F-Secure, bastano davvero 
pochi secondi per sapere se il nostro 
sistema è sicuro e funziona a dovere. 
Ecco come dobbiamo procedere. 




PROT 


Facciamo tutto via browser 

B Per fruire del servizio on-line F-Secure Router Checker 
dobbiamo disporre di una connessione ad Internet. 
Avviamo dunque il browser che utilizziamo abitualmen¬ 
te e colleghiamoci all’Indirizzo www.winmagazine.it/link/3079 
per caricare l'home page del servizio. 


Avviamo il checkup 

Una serie di note spiega i motivi per cui di tanto in tanto 
è bene effettuare il checkup del router. Per accedere a 
queste informazioni basta un clic sul simbolo + di cia¬ 
scuna nota. Per avviare la procedura di controllo clicchiamo il 
pulsante in alto Start Now. 




Cosa ci 
occorre FACLE 


TOOL DI DIAGNOSTICA 

F-SECURE 

ROUTER 

CHECKER 

Quanto costa: Gratuita 
Sito Internet: 

www.winmagazine. 

it/link/3079 



LA PASSWORD 
E IMPORTANTE 


Per rendere più 
difficile, a pirati e ma¬ 
lintenzionati, entrare 
nelle impostazioni del 
router è buona norma 
proteggerne l’accesso 
con una password 
personalizzata. Troppo 
spesso, infatti, non 
si modificano le cre¬ 
denziali di default, le 
famose admin/admin. 
A questo proposito, 
nella scelta di userna- 
me e password, è bene 
seguire un paio di sem¬ 
plici regole. Evitiamo 
date di eventi impor¬ 
tanti che riguardano 
la nostra vita privata e 
che potrebbero essere 
facilmente intercetta¬ 
te. E non usiamo nomi 
propri di persone, 
come amici e familiari. 
Utilizziamo, invece, 
un servizio di gene¬ 
razione di password 
sicure, come ad esem¬ 
pio Secure Password 
Generatorfhttp:// 
passwordgenerator 
.net). E ricordiamoci di 
sostituire periodica¬ 
mente la vecchia pass¬ 
word con una nuova. 


Esito del controllo 

Il servizio procede al controllo automatico delle imposta¬ 
zioni del router. Dopo una manciata di secondi, se l’esi¬ 
to è positivo, ossia se non vengono rilevate anomalie, 
verrà visualizzato il messaggio No issues were found. A questo 
punto chiudiamo la pagina. 


Analizziamo i dati 

B Per vedere i server DNS usati durante la navigazione 
clicchiamo il pulsante + in corrispondenza di Details of 
your DNS server’s IP address : verranno elencati gli 
indirizzi IP dei server visitati e il gestore che li controlla, così da 
scoprire eventuali anomalie. 



Speciali Win Magazine 63 































O Streaming 


Fai da te | Reti wireless private 


Fatti l’ADSL 
con il Wi-Fi 


Cosa ci 
occorre 

ANTENNE WIMAX 

UBIQUITI 
NANOSTATION 
LOCO M5 

Quanto costa: € 68,02 
Sito Internet: 

www.onefactory.it 


Esiste un modo per condividere file tra due PC, che 
possono trovarsi anche a chilometri di distanza, senza 
avere un collegamento a Internet attivo. Ecco come fare 



A prire il browser e iniziare a navigare sul Web o scambiare 
file con altri PC: sono operazioni quotidiane che eseguiamo 
automaticamente ogni giorno quando avviamo il computer. 
Eppure, se non avessimo un router collegato a Internet e un abbona¬ 
mento ADSL, diverrebbero di fatto impossibili da compiere. Tutta¬ 
via, per creare una rete di computer, Internet non è Tunica soluzione. 

Ti vedo e ti condivido 

La tecnologia, negli ultimi anni, si è evoluta parecchio e ormai 
possiamo mettere in comunicazione due PC rinunciando al classico 
modem/router e sfruttando semplicemente la tecnologia wireless. 
Basta infatti montare e configurare due speciali antenne, fare in modo 
che si “vedano" mettendole in comunicazione tra loro e il gioco è 
fatto: potremo condividere file e cartelle tra il computer che abbiamo 
a casa e quello che abbiamo in ufficio o in un'altra abitazione senza 


fili e senza usare il modem. Come se non bastasse, potremo portare 
Internet anche dove non arriva la linea telefonica. E il bello è che 
le due antenne, e quindi i due computer, possono trovarsi anche a 
chilometri di distanza tra loro! Nessun trucco: basta semplicemente 
sfruttare le reti WiMax a 5 GHz che, proprio grazie alla loro potenza, 
permettono di portare il segnale a chilometri di distanza con velocità 
di trasferimento dati che nulla hanno da invidiare alle ADSL più 
veloci. Nell’articolo impareremo ad utilizzare due antenne WiMax 
configurandole una come un Access Point, in grado di trasmettere 
il segnale wireless (e condividere eventualmente l’ADSL), e l’altra 
come Station in grado di ricevere questo segnale. L'unica accortezza 
a cui prestare attenzione è che tra le due non ci siano ostacoli natu¬ 
rali o architettonici. Ma con la nostra guida riusciremo a superare 
anche questi! Buon divertimento, dunque, e che la condivisione 
senza fili abbia inizio. 


13 Le due antenne si vedono 

Prima di allestire la rete wireless privata, dobbiamo verificare che tra i due punti non ci siano montagne o 
collinette che ostacolino il segnale. Per farlo, possiamo usare una particolare applicazione delle mappe di Google. 



-x La linea di collegamento 

Colleghiamoci all'Indirizzo www.winmagazi- 
ne.it/link/3387. Nel campo Partenza, in alto, 
indichiamo l'indirizzo preciso del punto in cui posi¬ 
zioneremo l’antenna che trasmetterà il segnale (l'Ac¬ 
cess Point), in Destinazione l’indirizzo della ricevente 
(la Station) e premiamo Invio. 



^ La distanza è giusta 

Nel campo Distanza in KM accertiamoci di 
rientrare nei limiti di operatività delle antenne 
WiMax, che nel caso dei modelli usati nell’articolo è 
di 10 Km. Non ci resta che verificare il corretto posi¬ 
zionamento delle nostre due antenne utilizzando le 
mappe satellitari di Google. 



^ Non ci sono ostacoli 

Nel grafico dell 'Altitudine verifichiamo che 
tra i due punti non ci siano montagne 0 
collinette che impediscano alle antenne di “veder¬ 
si”: tracciando una linea immaginaria non dobbia¬ 
mo incontrare alcun ostacolo. Se è così, possiamo 
iniziare la configurazione della nostra rete wireless. 


64 Win Magazine Speciali 






























Reti wireless private | Fai da te 


Streaming 


USIAMO UNA FOTOCAMERA PER "VEDERE" L'ACCESS POINT 


L'applicazione usata nel Macropasso precedente è molto utile per verificare 
che tra i due punti di trasmissione e ricezione della rete wireless privata non 
ci siano ostacoli naturali che ne impediscano il collegamento. È comunque 
opportuno scattare anche una foto per avere la certezza che l'antenna rice¬ 
vente "veda" chiaramente l'Access Point, cioè che il collegamento tra le due 
Ubiquiti sia libero da qualsiasi ostacolo, come ad esempio palazzi, ponti o 
campanili (nelle nostre prove abbiamo usato una Canon Powershot G3 X, 
ma va bene anche una semplice digicam con uno zoom abbastanza spinto. 
Sconsigliamo l'uso di smartphone perché, per quanto sofisticati, non hanno 
fotocamere dotate di zoom ottico). La foto tornerà utile anche per posizionare 
correttamente le due antenne: non è necessaria una precisione millimetrica, 
ma quanto più accuratamente riusciamo a puntarle una verso l'altra, tanto 
migliore sarà il segnale e, di conseguenza, la velocità di scambio dati. 




Configuriamo l’Access Point 


Colleghiamo una delle due Ubiquiti Nanostation al computer connesso alla linea ADSL di casa e configuriamola 
mediante il suo pannello di controllo. L’antenna funzionerà da trasmittente per la nostra rete wireless privata. 



^ Ecco l'interfaccia Web 

Per comodità, effettuiamo la configurazione 
delle due antenne rimanendo a casa. Solo al 
termine provvediamo a posizionarle nei luoghi prescel¬ 
ti. Colleghiamo una delle due antenne al PC (impostan¬ 
do un IP statico su 192.168.1.1) tramite cavo Ethernet 
e col browser colleghiamoci a 192.168.1.20. 




té • T » »— 


-x Usiamo le frequenze italiane 

Effettuiamo il login inserendo i dati di 
accesso predefiniti: ubnt sia come nome 
utente sia come password. È anche necessario 
specificare che risiediamo in Italia come Country. 
Spuntiamo la casella lagree to these terms ofuse 
e cucchiamo Login. 




Configuriamo l’antenna 

Nella schermata che appare spostiamoci 
nella scheda airMax Settings, quella con 
il logo della Ubiquiti, e mettiamo la spunta nella 
casella Enable in corrispondenza della voce airMax , 
lasciando invariati gli altri parametri presenti in que¬ 
sta schermata. 



Creiamo la rete LAN 

Dal tab Network selezioniamo Bridge (menu 
Network Mode). Impostiamo su Simple la 
voce Configuration Mode. Attiviamo l'opzione Sta- 
tic e impostiamo l’indirizzo IP dell’Access Point: 
192.168.1.180 come IP Address, 255.255.255.0 
come Netmaske 192.168.1.1 come Gateway IP 


^ Ecco il punto di accesso 

Spostiamoci nel tab Wireless e selezionia¬ 
mo Access Point in Wireless Mode. In SSID 
nominiamo l'antenna (ad esempio: ubnt_skynet). 
Quindi, in Channel Width impostiamo il valore 20 MHz , 
mentre in Frequancy, MHz scegliamo l'opzione auto. 
Lasciamo invariati tutti gli altri parametri. 


^ Attenti alla sicurezza 

Rimanendo nel tab Wireless, spostiamoci in 
Wireless Securitye selezioniamo l'opzione 
WPA2-AES dal menu a tendina Security. Nel cam¬ 
po WPA Preshared Key digitiamo una password per 
l'accesso all’antenna che funzionerà da Access Point. 
Clicchiamo Change e OK per applicare le modifiche. ► 


Speciali Win Magazine 65 



















































C* Streaming 


Fai da te | Reti wireless private | 


Computer 1 chiama Computer 2! 

Possiamo ora configurare la seconda Nanostation, che installeremo sul balcone o sul tetto di una nostra seconda 
abitazione, per catturare il segnale wireless dell’Access Point e condividere così i contenuti dei due computer. 



^ Attiviamo la ricevente 

Effettuiamo la stessa procedura che abbiamo 
visto nei passi B1, B2 e B3 per accedere al 
pannello di controllo della seconda antenna. Questa 
volta, però, impostiamo l’opzione airMax Priority su 
High nella scheda airMax Settings. Nel tab Wireless 
selezioniamo Station in Wireless Mode. 


^ Attiviamo l’Access Point 

Alla voce SSID clicchiamo Select per avvia¬ 
re la scansione delle reti wireless disponibili. 
Nella schermata che appare selezioniamo la nostra 
ubnt_skynete clicchiamo Select Impostiamo Chan- 
nel Width su Auto 20/40 MHz e configuriamo le 
opzioni Wireless Security come al Passo B6. 


-x Connessione in corso 

In Network impostiamo IP Address su 
192.168.1.181 e configuriamo le altre voci 
con gli stessi valori usati per l’Access Point. Clicchiamo 
Change. In Main su entrambe le antenne verifichia¬ 
mo che gli indicatori Signal Strenghted airMax sia¬ 
no stabili sul verde a indicare il corretto collegamento. 



A QUALE RETE 
APPARTENIAMO? 

Per configurare corret¬ 
tamente le due antenne 
WiMax occorre imposta¬ 
re per entrambe un in¬ 
dirizzo IP appartenente 
alla stessa rete locale. 
Per conoscere il range di 
indirizzi assegnabili dal 
nostro router possiamo 
usare un software 
gratuito come SofPer- 
fect Network Scanner 
(www.softperfect.com). 
È sufficiente avviare la 
scansione per conoscere 
gli indirizzi IP utili ai 
nostri scopi. 


INIZIAMO A CONDIVIDERE FILE ANCHE SENZA INTERNET! 


La configurazione delle due antenne è 
finalmente completata: adesso possia¬ 
mo posizionarle sul balcone o sul tetto 
delle nostre abitazioni. Ovviamente, 
quella che funzionerà da Access Point 
andrà collegata ad una porta Ethernet 
del modem/router, in modo da poter 
condividere anche l'accesso alla rete 
Internet. L'antenna configurata come 
Station, invece, deve essere collega¬ 
ta ad una porta Ethernet del nostro 
secondo computer. Su quest'ultimo, 
a questo punto, non dobbiamo fare 
altro che avviare il browser, il Client di 
posta, la chat o un qualsiasi downlo¬ 
ad manager e utilizzarli normalmente 
proprio come se fossimo direttamente 
collegati al router ADSL. Per condivi¬ 
dere file tra i due computer, invece, 
non dovremo fare altro che creare una 
cartella condivisa su entrambi e acce¬ 
dervi normalmente da Risorse di rete 
proprio come faremmo se i due PC 
fossero collegati via cavo alla stessa 
rete LAN. Su Windows lOèsufficiente 
creare una nuova cartella, selezionarla 
col tasto destro del mouse e scegliere 
Utenti specifici nel menu contestuale 


che appare. Nella nuova schermata è 
sufficiente selezionare Everyone dal 
menu a tendina, cliccare Aggiungi e 
poi Condividi. Sui prossimi numeri 


di Win Magazine analizzeremo altre 
configurazioni avanzate delle antenne 
Wi-Fi per potenziare ancora di più la 
nostra rete wireless privata! 


I Otite , 


à □ iz 







« C'»«» bi rf i |Ci| 

_ cuti <s 

i# tot 

•4 xrrm 


^ rtcfc*rt*« noceto 

(tdput 

sw , *&**?•*•* 

><e< 9 •*""**»**■ 

•*u, ■ 

f ■) «mimi Bit! I 


T»j*i 

| ‘firn 
tona 


A Mnvrp*un#>t 

*4 Cui c pxf o f f t > 

M Itovi IMO 


66 Win Magazine Speciali 
















































Reti wireless private | Fai da te 


Streaming 



CREIAMO UNA RETE WI-FI AD HOC TRA DUE PC CON WINDOWS 10 


Forse non lo sappiamo, ma in Win- Start/Tutte le app/Sistema Windows, 
dows lOèpossibilecreareunacon- clicchiamo col tasto destro su Prompt 
nessione senza fili per collegare di- dei comandi e selezioniamo Esegui 
rettamente due PC attraverso il Wi- come amministratore dal menucon- 
Fi, senza dover utilizzare un router testuale. Non tutte le schede Wi-Fi 
wireless. Per creare una cosiddetta sono compatibili con le reti ad hoc. 
"rete ad hoc" dobbiamo avviare il ' \ 

Prompt dei comandi. Andiamo in 


Per verificare se quella del PC lo 
è, digitiamo il comando netsh 
wlan show drivers e diamo 
Invio. Se alla riga Rete ospi¬ 
tata supportata com pa re 
la voce Sì allora è tutto 
OK, altrimenti dovre¬ 
mo aggiornare i dri¬ 
ver della scheda. Di¬ 
gitiamo il comando 
netsh wlan sethosted- 
network mode=allow 
ssid = NomeRete 
key=ChiaveRete. No- 
meRete è il nome 
che vo¬ 


gliamo assegnare alla rete, mentre Wi-Fi nella taskbar di Windows 10 
ChiaveRete è la chiave di accesso e selezionando Apri Centro con- 
alla rete (deve essere di almeno nessioni di rete e condivisione. In 
8 caratteri). Dopo aver premuto Visualizza reti attive troveremo 
Invio, la rete ad hoc viene creata, tra le altre reti anche quella ad 
Per attivarla, sempre dal Prompt hoc appena creata. Per disatti- 
dei comandi digitiamo netsh wlan vare la rete ad hoc basta digita- 
starthostednetworke premiamo re il comando netsh wlan stop 
Invio. Subito dopo comparirà la hostednetwork o, in alternativa, 
scritta Rete ospitata avviata che ci riavviare il computer. Nel caso in 
conferma che la nostra rete ad hoc cui, invece, volessimo disinstallare 
è stata abilitata correttamente, completamente la rete ad hoc, 
Possiamo verificare la presenza dobbiamo utilizzare il comando 
della nuova rete cliccando col de- netsh wlan set hostednetwork 
stro sull'icona della connessione mode=disallow. 



. ( Guido Scorza 

■ è uno dei massimi 
esperti in Diritto delle 
! ' ; ■ Nuove Tecnologie 


CONDIVIDERE L'ADSL 
DI CASA: ECCO COSA 
DICE LA LEGGE 

Non sempre ciò che è tecnicamente semplice 
è giuridicamente lecito. È una massima che gli 
appassionati di tecnologia - specie nel nostro 
Paese - non dovrebbero dimenticare mai per¬ 


ché utile a evitare che si caccino nei pasticci. 
Ed è una massima che vale anche per l'idea 
tanto semplice - tecnologicamente parlando 
- quanto giuridicamente rischiosa di utilizzare 
un "ponte Wi-Fi"per condividere la connessio¬ 
ne Internet tra casa e ufficio, tra due case o tra 
due propri uffici. La realizzazione del ponte- 
radio via Wi-Fi non crea, di norma, particolari 
problemi, a condizione che le comunicazioni 
che vi transitano siano per uso privato ovvero 
riservate alla sfera del gestore della rete e che 
i dispositivi impiegati siano conformi a quelle 
che il codice delle comunicazioni elettroniche 
rubrica di "libero uso". Sensibilmente diversa 
è invece la questione in relazione all'utilizzo 
di tale ponte per condividere risorse di con¬ 
nettività fornite da questo o quell'operatore. 


Normalmente, infatti, le condizioni generali 
di contratto che legano i clienti ai fornitori 
di risorse di connettività limitano contrat¬ 
tualmente la possibilità tecnica del cliente di 
utilizzare uno stesso abbonamento per servire 
più immobili anche se nella disponibilità dello 
stesso soggetto. Salvo, dunque, che il contrat¬ 
to con il proprio provider di connettività sia 
privo di una clausola contenente un divieto 
di questo genere, la condivisione della banda 
"via ponte Wi-Fi" da un appartamento ad un 
altro è un'idea che potrebbe costare al titolare 
dell'abbonamento una penale salata o la di¬ 
sdetta immediata dell'abbonamento stesso. 
Prima di avventurarsi su questa strada, quindi, 
vai la pena leggere bene il contratto con la 
compagnia di telecomunicazioni di turno. 


Speciali Win Magazine 67 











C* Streaming 


Fai da te | Un'antenna per tanti PC 


ADSL sharing 
con il WiMax 

Ecco come creare una rete locale utilizzando due 
antenne wireless per condividere tra tutti i nostri 
computer la connessione a Internet 


Cosa ci O 
occorre FAC|LE 


ANTENNE WIMAX 

UBiQurri 
NANOSTATION 
LOCO M5 

Quanto costa: € 68,02 


Sito Internet: 

www.onefactory.it 





N elle pagine precedenti abbiamo 
visto come creare una rete wi¬ 
reless a chilometri di distanza 
utilizzando due antenne a tecnologia 
WiMax, per scambiare file tra i nostri 
computer posizionati ad esempio in 
due diversi appartamenti. Lo scopo 
era quello di "portare” l’ADSL anche 
dove non c'era una presa telefonica 
per condividere la connessione ad 
Internet. Nell’esempio realizzato ab¬ 
biamo quindi collegato la seconda 
antenna direttamente ad un PC dal 
quale poi siamo riusciti a navigare in 
Rete proprio come se fosse collegato 
al router. 


Un’antenna, tanti 
dispositivi 

In questo articolo, invece, vogliamo 
fare un passo in avanti: vedremo 
quindi come collegare all’antenna 
"ricevente” un Access Point wireless 
per poter accedere alla rete wireless 
con più computer: non dovremo in¬ 
tervenire sulla configurazione delle 
antenne: sarà sufficiente staccare 
il cavo Ethernet dal PC e collegarlo 
all'Access Point opportunamente 
configurato. Vedremo quindi come 
realizzare una sottorete, differente 
da quella dell'antenna, in modo che 
idealmente i due ambiti collegati 


mediante la rete WiMax utilizzino 
reti diverse. A tal proposito, con¬ 
dividere file e cartelle tra PC ap¬ 
partenenti a reti differenti non è 
possibile in modo diretto, quindi 
utilizzeremo un software specifi¬ 
co per consentire ai computer di 
comunicare. In ultimo, vedremo 
come suddividere la connessione 
ad Internet in modo che ognuna 
delle sottoreti abbia una sua "por¬ 
zione": ipotizzando di avere Casal 
collegata con una 10 Mbps e Casa2 
tramite WiMax, assegneremo alla 
seconda un limite di banda di 5 
Mbps. Vediamo come si fa. 


□ Installiamo il router Wi-Fi 

Effettuato il collegamento delle due antenne WiMax, vedremo ora come si configura un Access Point per 
condividere la rete wireless e l’accesso a Internet tra tutti i dispositivi presenti nella nostra seconda abitazione. 



Colleglliamoci al router 

Accendiamo il router Wi-Fi (abbiamo usato un 
TP-LinkWireless N Nano RouterTL-WR702N) 
e dal PC individuiamo la nuova rete senza fili, colle¬ 
gandoci ad essa. Solitamente non è necessario inse¬ 
rire password per accedere la prima volta: per questi 
dettagli facciamo riferimento al manuale d’uso. 


Modalità di funzionamento 

Dall'interfaccia di configurazione del router, 
nella scheda Working Mode dobbiamo impo¬ 
stare quale tipo di rete creare: usando la voce APutiliz- 
zeremo la rete originale mentre con Router creeremo 
una nuova sottorete, diversa da quella d’origine. Sele¬ 
zioniamo Router e clicchiamo Save. 


^ Parametri di rete 

Spostiamoci adesso nella sezione Network/ 
WANe impostiamo i parametri di rete del 
router. In WAN Connection Type selezioniamo Sfa¬ 
te IP , quindi nei campi sottostanti inseriamo Indi¬ 
rizzo IP , Maschera di sottorete e Gateway relativi 
alla rete d’origine, poi clicchiamo Save. 


68 Win Magazine Speciali 




































Un'antenna per tanti PC | Fai da te 


Streaming 



Evitiamo di saturare la banda 


Dopo aver condiviso l’accesso a Internet su tutti i nostri dispositivi, non ci resta che impostare il QoS 
in modo da suddividere opportunamente la banda a disposizione tra le due reti. Ecco come fare. 





Una rete a metà 

Molti router Wi-Fi offrono la possibilità di 
impostare delle limitazioni di banda e il 
nostro è tra questi: andiamo in Advanced Set- 
tings/IP QoS e spuntiamo la voce Enable IP QoS. 
In Bandwith Apply inseriamo il limite che deside¬ 
riamo in Kilobit/sec, ad esempio 5000, per divi¬ 
dere in due una 10 Mbps. Clicchiamo Save. 


^ Configuriamo le antenne 

Se il router non prevede la possibilità di 
controllare il traffico possiamo impostare 
i limiti direttamente sulle antenne. Colleghiamo¬ 
ci all'indirizzo IP dell’antenna configurata come 
Station , effettuiamo l'accesso, andiamo nel tab 
Network e alla voce Configuration mode impo¬ 
stiamo Advanced. 


^ Impostiamo le quote 

In basso appare la voce Traffic Shaping: 
clicchiamo Enable. Clicchiamo Edit in 
corrispondenza di LANO. Disabilitiamo Ingress, 
in Egress impostiamo 10240 nel campo Rate, 
5120 in Burste clicchiamo Save. Stessa cosa 
in corrispondenza di WLANO, limitandoci a met¬ 
tere 5120 in Rate. 



^ Una nuova rete 

Andiamo nella scheda LAN e inseria¬ 
mo l’indirizzo iniziale della nuova rete 
che andremo a creare. Possiamo inserirne una 
leggermente diversa dall'originale, ad esem¬ 
pio 192.168.50.1 (ammettendo che l’originale 
parta da 192.168.1.1) oppure completamente 
diversa, tipo 10.0.0.1. 


^ Il server DHCP 

Clicchiamo su Save e andiamo nella 
scheda Advanced Settings/DHCP Set- 
tings. Qui spuntiamo la voce Enable e inseria¬ 
mo, se vogliamo, gli indirizzi IP iniziali e finali 
che il server deve assegnare automaticamen¬ 
te, rispettivamente in Start IP Address e End 
IPAddress. Clicchiamo Save. 


^ Non dimentichiamo 
la sicurezza 

Colleghiamo il cavo Ethernet proveniente 
dall’antenna Ubiquiti Nanostation al router Wi-Fi per 
riuscire a navigare senza problemi da tutti i dispo¬ 
sitivi connessi. Se non abbiamo ancora provveduto 
a inserire una password per la nuova rete wireless, 
facciamolo in Wireless/Wireless Security. 


Speciali Win Magazine 69 

























































C* Streaming 


Fai da te | Un'antenna per tanti PC 


0 Cartelle condivise in rete 

Se abbiamo creato una sottorete diversa dalla prima, abbiamo bisogno di un software come Hamachi per 
visualizzare e accedere alle cartelle condivise dai nostri PC. Ecco come installarlo e usarlo al meglio. 



Installiamo il software 

Andiamo sul sito www.vpn.net e clicchiamo su Download Now per scari¬ 
care il software Hamachi. Al termine del trasferimento eseguiamo l’installer 
e seguiamo la procedura guidata fino al termine dell’installazione. Dobbiamo instal¬ 
larlo su tutti i PC che vogliamo condividere. 


^ Una rapida registrazione 

Al termine dell’installazione avviamo il software, clicchiamo su Sign Up e 
completiamo la scheda di registrazione con indirizzo e-mail e password. 
Clicchiamo su Crea accounte poi colleghiamoci all'indirizzo di conferma inviatoci 
via e-mail. Quindi clicchiamo su Crea nuova rete. 



Creiamo la nostra rete 

Inseriamo un nome (IO) e una password per la nostra rete. Sugli altri com¬ 
puter, dopo aver installato Hamachi, effettuiamo il login con e-mail e pas¬ 
sword precedentemente scelti, quindi clicchiamo su Partecipa a rete esistente e 
inseriamo ID e password della rete che abbiamo creato. 


^ Ecco le condivisioni 

Adesso Hamachi ci mostra la nostra rete con tutti i computer ad essa col¬ 
legati. Basterà cliccare su uno di essi con il tasto destro e scegliere Sfoglia 
per vederne le cartelle condivise. Se la condivisione delle cartelle prevede l’autenti¬ 
cazione ci verrà chiesto di inserire nome utente e password. 


QUANDO CONVIENE CREARE UNA SOTTORETE 


Nel Passo 2 del Macropasso A abbiamo visto 
come creare una sottorete differente da quella 
d'origine per differenziare i gruppi di compu¬ 
ter collegati dalle antenne WiMax: ciò è sicura¬ 
mente una soluzione valida dal punto di vista 
organizzativo e della sicurezza ma, come ab¬ 
biamo visto nel Macropasso C, ha anche delle 
controindicazioni: ad esempio, la difficoltà nel¬ 
la condivisione dei file. Se lo scopo principale 
del collegamento via WiMax è la condivisione 
di file e cartelle, allora è preferibile impostare 


il router come semplice Access Point (la prima 
opzione del router accessibile dalla sua inter¬ 
faccia di configurazione e individuata dalla si¬ 
gla AP), mantenendo così tutti i PC nella stessa 
rete senza alcun problema di condivisione. Se 
viceversa il collegamento WiMax serve prin¬ 
cipalmente per condividere la connessione a 
Internet, il software Hamachi è un'ottima solu¬ 
zione gratuita (può infatti essere installato su 5 
computer) che permette la comunicazione tra 
computer di sottoreti diverse. 



70 Win Magazine Speciali 


































O Streaming 


Un telecomando per YouTube 


Utilizziamo il nostro smartphone come controller per guardare 

video on-line restando comodamente seduti sul divano 


Un telecomando 
per YouTube 



SMARTPHONE I0S 

APPLE 
IPHONE 5S 

Quanto Costa: € 529,oo 
Sito Internet: 

www.apple.com/it 


L a celebre piattaforma Web di video sharing, per numerosi 
utenti, rappresenta ormai una valida alternativa alla televi¬ 
sione generalista tradizionale. Grazie alle funzioni di control¬ 
lo remoto è possibile gestire la riproduzione dei contenuti attra¬ 
verso uno smartphone o tablet (sia Android che iOS), scegliendo 
cosa guardare senza utilizzare mouse e tastiera. Lo scorrimento 


dei filmati può essere controllato direttamente dall'app ufficiale di 
YouTube, dopo aver effettuato una semplice procedura di accop¬ 
piamento tra dispositivo e PC. Il tutto può essere attuato usando 
il sito YouTube TV, una versione speciale del celebre portale ca¬ 
ratterizzata da un'interfaccia più semplice ed intuitiva che con¬ 
sente di visionare i contenuti a tutto schermo. 


.....IWINO^ 20:25 48XK_> 

^ Impostazioni Wi-Fi 


Wi-Fi ^ 

•/ Win Magazine a «■ (T) 

SCEGLI UNA RETE— 

_AntiQuark_i_£_ì_ 

Tutti nella stessa rete 

Prima di iniziare la procedura, assicuriamoci 
che lo smartphone e il computer siano en¬ 
trambi collegati alla stessa rete locale, con¬ 
sultando la pagina Impostazioni del nostro smartpho¬ 
ne o tablet, alla voce Wi-Fi o Wireless, a seconda del 
sistema operativo utilizzato. 


I WIND ^ soxa* 

< youtube Q 


YouTub® 



Occorre l’app giusta 

Colleghiamoci allo store del nostro dispositivo 
mobile, raggiungiamo la sezione di ricerca e 
digitiamo YouTube per scaricare l’app ufficia¬ 
le del portale. Controlliamo la riga sotto al titolo dell’app 
assicurandoci che il nome dello sviluppatore corrispon¬ 
da a Googie, Ine. 











Autorizzazione richiesta 


B Avviamo il browser dal nostro computer, digi¬ 
tiamo l'indirizzo www.youtube.com/tv e fac¬ 
ciamo clic sul pulsante Accoppia Dispositivo 
che appare nella schermata. Viene visualizzata una 
nuova finestra riepilogativa che riporta un codice nu¬ 
merico di accoppiamento a 12 cifre. 



Facciamoli accoppiare 

B Lasciando aperto il browser del PC, avviamo 
l'app YouTube sul nostro dispositivo mobile. 
Tocchiamo il pulsante che raffigura i tre pun¬ 
ti verticali, andiamo su Impostazioni/TV Connesse, 
inseriamo il codice di accoppiamento visualizzato nel 
PC e confermiamo con Aggiungi. 


Inizia lo spettacolo! 

a usiamo l’icona Home, visualizzata nel browser 
del PC, per tornare alla schermata principale 
di YouTube TV. Attraverso il dispositivo cerchia¬ 
mo un video di nostro interesse, tocchiamo il relativo 
trame e poi il pulsante Inizia per eseguirlo oppure 
Coda per aggiungerlo alla playlist. 


Gestire il nostro account 

Dal browser del computer, torniamo nella 
schermata Impostazioni e utilizziamo il pul¬ 
sante Accedi per gestire il nostro account 
YouTube, i video caricati e le iscrizioni. Terminata la 
sessione, possiamo disaccoppiare il dispositivo con un 
clic sulla relativa icona w. 



71 Win Magazine Speciali 



























Fai da te | YouTube: funzioni segrete | 


YouTube: 
li segrete 

Abbiamo scoperto alcuni canali 
underground pieni di contenuti 
pronti da riprodurre e scaricare 


Cosaci/*» 

occorre 

PIATTAFORMA DI 
VIDEO SHARING 

YOUTUBE 

Quando costa: Gratuito 
Sito Internet: 

www.youtube.com 


Y ouTube è di gran lunga la piattaforma 
video più utilizzata al Mondo. I suoi 
utenti, infatti, sono più di un miliardo 
e ogni minuto caricano oltre 100 ore di video. 
Fondata da alcuni dipendenti di PayPal nel 
2005, fu acquistata poco più di un anno dopo 
da Google. In questi anni la sua interfaccia ha 
subito diverse modifiche diventando sempre 
più funzionale e intuitiva. Il suo player inoltre 
ha adottato lo standard HTML5 che, rispetto 
ad Adobe Flash, è più sicuro e compatibile 
con i browser moderni e i dispositivi mobile. 


Video e non solo 

Su YouTube è possibile trovare contenuti di 
ogni genere, da video amatoriali a film com¬ 
pleti, da clip musicali a videoguide, da con¬ 
tenuti in live streaming a serie TV. È inoltre 
possibile trovare filmati a risoluzione 4K e già 
sono in fase di test quelli a 8K. Caricare un 
video e visualizzarlo è molto semplice: non 
occorre convertirlo o installare alcun player 
particolare, ma ci sono tantissime funzio¬ 
nalità sconosciute ai più che ci permettono 
di utilizzare al meglio la piattaforma. Ecco 
quindi i trucchi per scaricare i video o trasfor¬ 
marli in MP3, i segreti nascosti per migliorare 
la ricerca dei contenuti, le soluzioni ai pro¬ 
blemi che si possono incontrare nell'uso di 
YouTube con connessioni lente e molto altro 
ancora. E visto che la professione di YouTuber 
ha permesso a molti di trovare un lavoro e 
diventare ricchi e famosi, abbiamo realizzato 
un decalogo per creare un canale di successo. 
Senza dimenticare i soliti smanettoni che 
sono riusciti a trasformare un'innocente sito 
di condivisione video in una potente piatta¬ 
forma di condivisione di materiale illegale. 
Seguendo alcuni stratagemmi, c'è chi riesce 
a trovare persino software commerciali e 
crack ai programmi più blasonati. Continua a 
leggere e ti sveleremo tutto quello che ancora 
non sai di YouTube. 






YouTube: funzioni segrete | Fai da te 


TUTTI I NUMERI DI YOUTUBE 


Streaming 



IL NUOVO PLAYER SOTTO LA LENTE 

Il Tubo ha subito diversi restyling nel corso degli anni. Da qualche mese ha reso disponibile 
la nuova interfaccia del suo player HTML5. Ecco come si presenta. 



n CONTROLLI DI RIPRODUZIONE 

Passando il puntatore del mouse vengono 
visualizzati i controlli per mettere in 
pausa, regolare il volume e la barra di 
avanzamento per passare da un punto 
all’altro del video. 

B SOTTOTITOLI 

Cuccando su questo pulsante è possibile 
attivare o disattivare la visualizzazione dei 
sottotitoli, se presenti. 

B IMPOSTAZIONI 

Cliccando sulla ruota dentata si apre 
il pannello da cui è possibile impostare 
la qualità del video, la velocità 
di riproduzione, la lingua per i sottotitoli 
e se attivare o meno la riproduzione 
automatica e le annotazioni. 

EX MODALITÀ CINEMA 

Consente di visualizzare il video in un 
formato più grande, ma non a schermo 
intero. 

B SCHERMO INTERO 

Commuta la visualizzazione del video 
a tutto schermo. Per uscire da questa 
modalità basterà premere il tasto ESC. 

B MENU CONTESTUALE 

Cliccando cool tasto destro sul video si 
accede a un ulteriore menu che consente 
di effettuare alcune operazioni come 
copiare l’Uri del video, visualizzare le 
statistiche per nerd o attivare il Loop. ► 


Speciali Win Magazine 73 














O Streaming 


Fai da te | YouTube: funzioni segrete 



CREARE VIDEO 
DA ZERO 


Oltre a fornirci gli stru¬ 
menti per migliorarci 
video che carichiamo 
sulla piattaforma, 
andando su www.you- 
tube.com/editor possia¬ 
mo accedere all'Editor 
video di YouTube che 
ci permette di creare 
nuovi filmati mettendo 
insieme quelli che ab¬ 
biamo caricato sul no¬ 
stro canale. L'interfaccia 
è molto simile a quella 
di un normalissimo 
programma di editing 
video. Basta trascinarci 
filmati e le tracce audio 
nella timelinein basso. 
Per rendere più dolce il 
passaggio da un video 
al successivo ci sono 
naturalmente i filtri che 
possiamo applicare. Si 
possono anche inserire 
foto e titoli. 


YOUTUBE RED 
ORAANCHE IN 
ABBONAMENTO 


YouTube Red è la versio¬ 
ne a pagamento di You¬ 
Tube disponibile per ora 
solo negli Stati Uniti al 
costo di $9,99 al mese. 
Chi si abbona può visua¬ 
lizzare i Video senza an¬ 
nunci pubblicitari. Può 
poi salvarei video e le 
playlist dall'app YouTu¬ 
be per dispositivi mobili 
per guardarli off-line e 
continuare a riprodurli 
in background mentre 
si usano le altre appo 
quando lo schermo è 
spento, inoltre con l'ab¬ 
bonamento a YouTube 
Red è compresa l'Iscri¬ 
zione gratuita a Google 
Play Musica senza costi 
aggiuntivi. 


Rendi perfetti i tuoi video! 

YouTube mette a disposizione un editor per modificare e migliorare i propri filmati senza dover 
ricorrere a software commerciali di terze parti. Vediamo come usarlo senza intoppi. 



-x Avviamo l’editor 

Effettuato l’accesso a YouTube, cucchiamo sull’icona dell’ac- 
count in alto, quindi su Creator Studio. Da GESTIONE VIDEO 
clicchiamo su I Video e andiamo nel file da modificare. Premiamo 
Modifica per accedere alla finestra da cui cambiare le informazioni 
e le impostazioni di condivisione. 


^ Correggiamo i difetti 

1 video amatoriali spesso hanno bisogno di qualche ritocco. 
Andiamo nella scheda Miglioramenti, troveremo tre opzioni. 
Con la prima (Correzioni rapide) possiamo correggere luminosità, 
contrasto, ritagliare il video, applicare lo slow motion o stabilizzare il 
filmato eliminando i tremolii. 



^ Vai con il tocco artistico 

Per non perdere tempo possiamo affidarci alla Correzione 
automatica. Se invece vogliamo trasformare il video in un 
opera artistica, andiamo nella sezione Filtri e applichiamo uno dei 
tanti presenti. Nella finestra di anteprima possiamo confrontare il 
video originale con quello modificato. 


^ Un po’ di privacy 

Se nel video sono presenti persone (ad esempio bambini) di 
cui non vogliamo mostrare il volto, andiamo in Effetti di sfo¬ 
catura : da qui possiamo scegliere se affidare all’editor il compito di 
trovare i volti e sfocarli oppure scegliere un'area personalizzata in cui 
applicare la sfocatura. 



^ Aggiungere una colonna sonora 

Per integrare un tappeto musicale al video andiamo in Audio 
e scegliamo una delle oltre 150 mila tracce di YouTube. Pos¬ 
siamo effettuare una ricerca libera o filtrare i brani disponibili per 
genere musicale. Scelta la musica, possiamo posizionarla nel video 
cliccando su Posiziona audio. 


^ Didascalie e sottotitoli 

Possiamo anche aggiungere annotazioni di diverso tipo, sce¬ 
gliendo il font e il colore e scrivendo il testo da inserire nel 
video. Se nel video c’è del parlato, andando nella scheda Sottotitoli 
possiamo aggiungere dei sottotitoli per rendere il video comprensi¬ 
bile a una platea più grande. 


74 Win Magazine Speciali 






























YouTube: funzioni segrete | Fai da te 


Streaming 


ALLA SCOPERTA DELLE FUNZIONI SEGRETE DI YOUTUBE! 

Il Tubo è pieno zeppo di contenuti "appetitosi" che aspettano solo te. Ecco alcune dritte per utilizzare al meglio la piattaforma 
di condivisione video, trovare più facilmente i contenuti, scaricare i filmati e molto altro ancora. 



CHE LA FORZA 
SIA CON NOI! 


Digitiamo nel campo di ricerca la frase Use 
thè Force, Lukee premere Invio. Questo Ea- 
ster egg è un omaggio al film “Guerre Stellari”: 
i vari elementi nella pagina cominciano a muo¬ 
versi come per magia, proprio come se ci fos¬ 
se una forza oscura. Per tornare alla versione 
normale basta cliccare sulla Home. 



0 VAI COL RITMO! 

V Vogliamo dare un po’ di allegria a You¬ 
Tube? Allora digitiamo nel campo di ricerca Do 
thè Harlem Shake e premiamo Invio. Viene av¬ 
viata la riproduzione del ritornello del famoso 
brano da discoteca con tutti gli elementi che 
si muovono a ritmo della musica. 



T) TUTTO UN ALTRO FONT 


r Stufi della solita interfaccia? Basta digi¬ 
tare nel campo di ricerca le parole doge me- 
me e premere Invio. Automaticamente tutte le 
scritte e le voci dei menu vengono colorate e 
modificate nel carattere Comic Sans. Anche 




«■ 


PI 


muovendosi nei menu il font verrà mantenu¬ 
to. Per tornare all’originale basterà ricarica¬ 
re la pagina. 



FILMATI A TUTTO 
SCHERMO 


Se stiamo guardando YouTube su una TV, al¬ 
lora possiamo avere un’interfaccia ottimizzata 
semplicemente digitando la parola leanback 
aliatine dell’uri (ovvero basta raggiungere il si¬ 
to www.youtube.com/leanback). Questa spe¬ 
ciale versione è ottimizzata per i televisori e 
consente di accedere ai vari contenuti in mo¬ 
do più semplice quando si è seduti in poltrona. 




VIDEO SPETTACOLARI 
A RISOLUZIONE 4K 


Ora YouTube supporta anche la risoluzione dei 
video in Ultra HD a risoluzione di 3.840 x 2.160 
pixel. Per visualizzarli quando facciamo una ri¬ 
cerca basta selezionare da Filtri l'opzione 4K 
presente in Caratteristiche. AW’Mìhno www. 
winmagazine.it/link/3404 possiamo trovare una 
selezione dei migliori video secondo YouTube. 



NASCONDERE 
I COMMENTI 


Come su un blog, anche su YouTube è possi¬ 
bile leggere i commenti lasciati dagli utenti. Ad 
alcuni, però, potrebbero infastidire. Per elimi¬ 
narli puoi usare l’estensione per Chrome Hi- 



de YouTube Comments (www.winmagazine. 
it/link/3405) o No YouTube comments (mimi. 
winmagazine.it/link/3406) per Firefox. 


0 METTIAMO IL PILOTA 
V AUTOMATICO PER 
RIPRODURRE I FILMATI 


Su YouTube è possibile trovare tantissime clip 
musicali. Può capitare di voler riprodurre in loop 
una canzone preferita. Per farlo basta una pic¬ 
cola estensione come Auto Replay for You Tu¬ 
te (www.winmagazine.it/link/3407) per Chro¬ 



me. Dopo averla installata, comparirà in bas¬ 
so a sinistra un piccolo pulsante Auto Replay. 
basta mettere un segno di spunta. Se invece 
usiamo Firefox, possiamo ricorrere al compo¬ 
nente aggiuntivo YouTube Auto Replay (mimi. 
winmagazine.it/link/3408). 

0 ADDIO DISTRAZIONI! 

r Quando guardiamo un video ci sono tan¬ 
tissimi elementi come suggerimenti, pubblici¬ 
tà e molto altro che possono generare distra¬ 
zione. Con un piccolo trucco possiamo ripuli¬ 
re l’interfaccia mantenendo solo il video. Ba¬ 
sta andare su http://quietube.com e trascina¬ 
re il pulsante quietube nella barra dei preferiti. 
Ora non resta che andare nella pagina del vi¬ 
deo e, una volta caricata, cliccare sul collega¬ 
mento quietube. 



0 UNA RICERCA MOLTO 
V PRECISA 

Sono così tanti i video presenti su YouTube che 
quando si fa una ricerca è facile che venga¬ 
no mostrati tra i risultati anche quelli che non ► 


Speciali Win Magazine 75 
































O Streaming 


Fai da te | YouTube: funzioni segrete 


interessano. Per migliorare la ricerca basta di¬ 
gitare la parola allintitle prima delle altre chia¬ 
vi. Si riceveranno come risultati solo quelli che 
includono le parole inserite. 

0 VIDEO IN DIRETTA 

V Andando su www.youtube.com/live ac¬ 
cediamo velocemente a tutti i canali che tra¬ 
smettono In diretta streaming. Possiamo co¬ 
sì visualizzare eventi live suddivisi per catego¬ 
rie come sport, giochi, notizie e altri ancora. Un 
po' come avere una vera e propria TV per sin¬ 
tonizzarsi con YouTube. 




preceduto dal carattere #(ad esempio Metal¬ 
lica). Gli album saranno poi accessibili nella se¬ 
zione Playlist del canale dell’artista o del grup¬ 
po musicale e potremo ascoltarli liberamente. 


<5>§8ì 


ARICARE I VIDEO 
UL DISCO DEL PC 





(p REAREUNA GIF 


IN I VIDEO 


Per scaricare i video da YouTube in modo da ri¬ 
vederli anche senza una connessione dati, non 
occorre installare alcun programma: basta ag¬ 
giungere le lettere ss prima della parola youtu- 
be nell’uri del video. Automaticamente verremo 
reindirizzati al sito savefromche ci permetterà 
di scaricare il filmato sul nostro computer. In 
alternativa possiamo usare il programma 4K 
Video Downloader (www.4kdown load.com) . 


Possiamo creare facilmente una GIF anima¬ 
ta utilizzando un qualsiasi video presente sul¬ 
la piattaforma. Basta inserire la parola (///pri¬ 
ma di youtube nell’uri del video. Automatica- 
mente verrà caricata una pagina con gli stru¬ 
menti per scegliere lo spezzone del filmato da 
usare come GIF. 



0 GUARDARE VIDEO 

V A 360° 

YouTube ha introdotto la possibilità di visualiz¬ 
zare video a 360° che garantiscono un’espe¬ 
rienza immersiva consentendo di modificare il 
punto di vista. Per trovarli basta cliccare su F/7- 
trie selezionare l'opzione 360° da Caratteri¬ 
stiche. Una volta avviata la riproduzione, pos¬ 
siamo trascinare un punto qualsiasi all’inter¬ 
no della finestra di riproduzione per cambiare 
il punto di visualizzazione. 

0 CERCARE ALBUM 

V MUSICALI 

Se vogliamo ascoltare un album musicale basta 
digitare nel campo di ricerca il nome dell’artista 




USARE YOUTUBE 
COME UN KARAOKE 


Installando l’estensione per Chrome Musix- 
match Lyrics for YouTube (www.winmaga- 
zine.it/link/3409) possiamo visualizzare i testi 
delle canzoni e sfruttare YouTube come un Ka¬ 
raoke. Dopo aver installato il componente, ba¬ 
sta avviare la riproduzione del video musicale 



e cliccare sull'icona dei sottotitoli che compa¬ 
rirà nella barra di riproduzione. 


0 I VIDEO PIÙ VISTI 

r Vogliamo scoprire quali sono i video che 
stanno spopolando nel nostro Paese? Basta 
andare su www.youtube.com/charts per ave¬ 
re subito una panoramica di quelli più visti in 
questo momento. Rimarremo sorpresi quan¬ 
do scopriremo le cose che possono piacere di 
più alle persone. 



0 UNO SHAZAM ANCHE 
V PER YOUTUBE 


Stiamo guardando un video di cui ci piace ia 
musica ma non conosciamo il nome del bra¬ 
no e l'artista? Nessun problema. Andiamo su 
www.mooma.sh, incolliamo l’URL del video e 
clicchiamo sul tasto Mooi. Il sito identificherà 
la canzone presente nel filmato e ci mostrerà 
tutte le informazioni proprio come fa Shazam. 


tf’MooMa.sh 


Mk Tawt hi » ly •tilt Ntn* 



http ub*.com.\reteh?v ^ utftwcRfflq 7c 



o Si 


Mi &9mn em YT C m 

«Mi Md («MN 



Y*èm »t4ì Y l tmr | 


0 UNA VIDEOTECA 
V PERSONALE 


Anche su YouTube puoi noleggiare o acquista¬ 
re film completi in prima visione per guardar¬ 
li in streaming legalmente. Per farlo basta an¬ 
dare su www.youtube.com/movies e scegliere 
quello che da vedere. Il prezzo dipenderà dal¬ 
la risoluzione scelta: quelli in HD naturalmen¬ 
te costano di più. 


76 Win Magazine Speciali 









































YouTube: funzioni segrete | Fai da te 


Streaming 


YOUTUBE: IL FILESHARING ILLEGALE E' DIETRO L'ANGOLO 



YouTube è diventato uno strumento 
anche dei soliti smanettoni per condivi¬ 
dere programmi e altri contenuti illegali. 
Ma come può una piattaforma video 
permettere di scaricare file? Non lo fa 
direttamente ma indirettamente. Infatti 
i pirati sfruttano alcune peculiarità della 
condivisione dei video per nascondere 
i link da cui poi sarà possibile scarica¬ 
re i software e i vari crack. Un sistema 
semplice e geniale allo stesso tempo. 
Per prima cosa lo smanettone va su 
YouTube e nel campo di ricerca digita il 
nome del software di cui vuole scaricare 
il crack e filtra i risultati scegliendo i 
più recenti: in questo modo è più facile 
che i link per i download siano ancora 
funzionanti. 

A questo punto avvia il video. Di solito 
il filmato mostra una guida su come 
installare e attivare i crack per il software 
in questione. Ci sono sostanzialmente 
tre modi con cui i link da cui scaricare 
il software illegale vengono condivisi. 
Il primo è inserirli direttamente nel vi¬ 
deo: il pirata non fa altro che riprendersi 



mentre digita il link su un documento di 
testo. Il secondo modo è quello di citarli 
nei popup che compaiono sul video e 
che possono essere creati facilmente 
con la funzione di Annotazione di You¬ 
Tube. Il terzo e ultimo consiste nell'in- 
serirli nelle informazioni del player che 
è possibile visualizzare cliccando sulla 
voce Mostra altro presente sotto il vi¬ 
deo stesso. 

I link puntano ai siti di file hosting su 


cui sono stati caricati i contenuti illegali 
che possono poi essere scaricati con un 
download manager come JDownloader. 
YouTube integra potenti strumenti per 
riuscire a rilevare il caricamento di con¬ 
tenuti video protetti da copyright, ma 
ancora non ha implementato un siste¬ 
ma altrettanto efficace contro questo 
nuovo tipo di pirateria. 


fa© 



Kasperse/Total Secorty 2016INSTAIADC 
INFINITO PT BR 



FILM COMPLETI 
DA SMANETTONI 


Su YouTube è possibile 
vedere in streaming 
film in noleggio, ma c'è 
anche chi ha trovato il 
modo di visualizzare 
tanti film completi in 
maniera gratuita e in 
streaming su canali 
come Film& Game. Su 
Filmi Game (vivivi. 
winmagazine.it/ 
link/3411) gii smanet¬ 
toni riescono invece 
a trovare decine di 
classici in italiano. C'è 
poi il canal e Film in 
Streaming - Movie On 
(www.winmagazine. 
it/link/341 2) con un 
centinaio di film di 
vario genere. Altri 
canali sono Film&Clips 
(www.winmagazine. 
it/link/341 3) e Public 
Domain FullMovies 
(www.winmagazine.it/ 
link/3414). 


I CONSIGLI PER GUADAGNARE DAVVERO COL TUBO! 



. C'è chi ha fatto di YouTube una vera e propria professione. Basti pensare che in media si possono guadagnare 
7 euro lordi ogni mille visualizzazioni. Ma per attirare tante persone sul proprio canale occorre seguire alcuni 
accorgimenti. Ecco quindi le 10 regole fondamentali per diventare uno YouTuber di successo. 


fiche. Ogni commento può essere uno 
spunto per nuovi argomenti. 

5 Q0L0 CONTENUTI ORIGINALI 

Una regola semplice ma che molti 
ignorano. Qi devono pubblicare video 
originali o con contenuti di cui si hanno 
i diritti altrimenti si rischia di essere 
bannati dalla piattaforma. 

6 9CEGLIERE IL TARGET 

Non postare video a casaccio ma 
tenere bene a mente le persone cui ci si 
vuole rivolgere. Le tematiche possono 
essere tante: puntare su una e cercare 
di essere coerenti con essa. 


7 VIDEO DI QUALITÀ 

È importante curare la qualità dei 
filmati che si pubblicano. Bisogna sca¬ 
lettare bene ciò che si vuole registrare 
buttando giù una piccola sceneggiatura 
e, una volta terminata la registrazione, 
utilizzare uno dei tanti programmi di 
editing per curare la fase di post pro¬ 


duzione. Anche l'aspetto del canale 
non va trascurato. 


8 DIVENTARE UN PERQONAGGIO 
Mettiamoci in gioco, lasciamoci 
andare e facciamoci vedere per quello 
che siamo. Al tempo stesso cerchiamo di 
creare un personaggio, con qualcosa di 
nostro che gli altri possano ricordare, come 
una frase o una smorfia ripetuta sempre. 

9 E99ERE ATTUALI 

Controlliamo quali sono le cose 
che circolano su Google e cerchiamo 
di dare alle persone quello che cer¬ 
cano. Essere al passo con l'attualità 
può aiutare a tenere vivo l'interesse 
degli iscritti. 

VIDEO INDIPENDENTI 

Cerchiamo di pubblicare video 
slegati l'uno dall'altro in modo che pos¬ 
sano essere capiti e apprezzati anche 
senza aver visto gli altri. Meglio lasciare 
i serial ad altri canali. 


1 METTERCI PA99IONE 
Per attirare le persone sul proprio 
canale e spingerle a condividere i video 
è importante appassionarle con qual¬ 
cosa che ci piace davvero. 


2 E99ERE C09TANTI 

Cercare un rapporto costante con 
i propri iscritti è fondamentale. Biso¬ 
gna quindi cercare di pubblicare video 
con regolarità e perseveranza, senza 
abbattersi se all'inizio non si riceve il 
successo sperato. 


EQ9ERE NATURALE 
Inutile usare linguaggi complicati 
e dal tono professionale. 
È bene cercare invece di 
essere spontanei e naturali, 
semplici e immediati. 


4 9EMPRE PRE9ENTI 9UI 90CIAL 

Cercare di instaurare un dialogo 
con i propri follower e rispondere non 
solo ai complimenti ma anche alle cri- 


Speciali Win Magazine 77 










C* Streaming 


Fai da te | Scarica tutto col Raspberry | 


L’aspiratutto 

automatico! 

Ecco come trasformare il Raspberry in un box che fa 
il pieno di film, serie TV e musica dal Web... in un clic 


Cosa oi 

occorre v™/ 


MINI COMPUTER 

RASPBERRY PI 2 

Quanto costa: € 42,75 
Sito Internet: 

www.raspberrypi.org 

DISTRIBUZIONE 
PER RASPBERRY 

RASPBERRY AUTO 

DOWNLOADER 

—3 

Sito Internet: 

www.winmagazine.it 


Q uando si parla di download dalla Rete 
bisogna tenere presente che non tutti 
quello si scarica è obbligatoriamente 
illegale. Esiste infatti tutta una serie di conte¬ 
nuti multimediali (film e serie TV di cui sono 
scaduti i diritti, brani musicali con licenza 
Creative Commons, software abandonwa- 
re, ecc) che possono essere scaricati senza 
violare la legge. Per chi è un appassionato 
downloader di questo tipo di contenuti però 
può essere scomodo stare dietro a ogni no¬ 
vità liberamente scaricabile e può diventare 
complicato dover cercare continuamente 
nuovo materiale. Inoltre, per prelevare da 
Internet serve un computer, che deve essere 
mantenuto acceso per molto tempo, attivi¬ 
tà che comporta un consumo notevole di 
energia elettrica. Senza contare che nella 
maggioranza dei casi i PC non possono essere 
controllati facilmente da remoto: se siamo 
su un treno e ci viene improvvisamente in 



mente di scaricare un contenuto, dobbiamo 
aspettare di arrivare a casa per sederci da¬ 
vanti al computer su cui è installato qualche 
client Torrent. Inoltre, per vedere i film sulla 
televisione è necessario spostare i file su 
qualche pendrive o magari connettere un 
PC direttamente alla TV. 

Tutto con un piccolo 
grande computer 

Per ovviare a tutti questi inconvenienti, ab¬ 
biamo pensato ad una soluzione che vede co¬ 
me protagonista il piccolo Raspberry. Questo 
computer, che costa appena 35 euro, può fun¬ 
zionare da media center: una volta collegato 
al televisore, potremo utilizzarlo per vedere 
film e ascoltare musica. Naturalmente, il bel¬ 
lo del Raspberry è che essendo un computer a 
tutti gli effetti è possibile installare su di esso 
un client torrent di modo che venga utilizzato 
non solo per guardare i film, ma anche per 


ATTENZIONE! 

Ricordiamo che scaricare da Internet con¬ 
tenuti video protetti da diritto d'autore è 
illegale in quanto viola l'articolo 174 ter del¬ 
la Legge sul diritto d'autore. 

Alcune procedure mostrate 
nell'articolo non vengono 
volutamente pubblica¬ 
te in maniera detta¬ 
gliata per evitare 
che siano messe 
in pratica. 


scaricarli. E, grazie a una serie di program¬ 
mi, è anche possibile controllare l’interno 
sistema da remoto, ovvero da un altro com¬ 
puter sfruttando una semplice interfaccia 
Web. Non solo: questi programmi possono 
semplificare e automatizzare la ricerca ed il 
download dei film e dei programmi televisivi. 
I tutorial e il sistema operativo che abbiamo 
preparato sono basati sul Raspberry Pi 2, che 
dispone di sufficiente potenza per riprodurre 
video in alta definizione. Il media center che 
abbiamo installato è il sempre ottimo Kodi, 
che può essere configurato fino nei minimi 
dettagli. Le varie interfacce Web sono in 
lingua inglese: purtroppo, questi programmi 
non sono mai stati tradotti in italiano. 
Per fortuna le parole da conoscere sono 
poche: download, search, e settings sono 
termini ormai noti a tutti. Il Raspberry 
può essere connesso al router casa¬ 
lingo tramite la sua porta Ethernet 
oppure con un qualsiasi adattatore 
Wi-Fi e può essere controllato con 
una tastiera wireless oppure con un 
telecomando a infrarossi. Non ci resta 
che assemblare il nostro aspiratutto 
universale. 





78 Win Magazine Speciali 
















Scarica tutto col Raspberry | Fai da te 


Streaming 


TANTA MUSICA GRATIS DAL WEB 

Con l'applicazione Headphones possiamo tenere sotto controllo i 
nostri musicisti preferiti e scaricare automaticamente tutte le loro 
creazioni Creative Commons. Ecco come. 


Se amiamo la musica, tramite Headphones, 
applicazione contenuta nella nostra distribu¬ 
zione, possiamo cercare i nostri musicisti pre¬ 
feriti che creano brani Creative Commons e ag¬ 
giungerli alla lista di download. Headphones si 
occuperà automaticamente di trovare tutte le 
canzoni prodotte da quegli artisti e scaricarle. 
Naturalmente Headphones scaricherà anche 
eventuali future canzoni: ogni giorno il pro¬ 
gramma verifica se siano state rilasciati nuo¬ 
vi brani e provvede a scaricarli appena sono 


disponibili. L'interfaccia Web di Headphones 
si trova sulla porta 8787, quindi l'indirizzo da 
contattare tramite il nostro browser preferito è 
http://XX.XX .XX.XX:8181 , dove XX.XX.XX.XX 
è l'indirizzo IP che il nostro router ha riservato 
al Raspberry. Per conoscere l'indirizzo IP del 
Raspberry è sufficiente aprire la sezione Set- 
tings di Kodi, nella scheda A/efwoi'fc.Tramite 
questa scheda è anche possibile impostare 
un connessione Wi-Fi con password (mentre 
le connessioni ethernet sono automatiche). 



Prepariamo il Raspberry 

Per mettere in funzione il nostro mini computer dobbiamo anzitutto procurarci la distribuzione 
e poi salvarla su un’apposita scheda MicroSD da inserire in esso. Ecco come procedere. 



^ Uno scrittore di immagini 

Scarichiamo Win32Disklmager da www.winmagazine.it/ 
link/3430, un tool che verrà usato per scrivere sulla Micro¬ 
SD l’immagine del sistema operativo (un file RAR), che scaricheremo 
dal seguente indirizzo www.winmagazine.it/link/3432. 



Scompattiamo l'immagine 

Quando il download dell'Immagine è terminato possiamo 
estrarlo sul disco rigido del nostro computer. Serviranno 
diversi minuti perché l’immagine finale è grande quasi 8 GB, mentre 
la versione compressa arriva a poco più di 2,5 GB. 




ACCEDERE 
AL SISTEMA 
OPERATIVO 
TRAMITE SSH 


Il sistema operativo che 
fa funzionare il nostro 
Raspberry è Debian, 
quindi dispone del 
terminale bash (prati¬ 
camente, il prompt dei 
comandi di GNU/Linux). 
Nel caso in cui ci fossero 
dei problemi, possiamo 
accedere al sistema con 
il terminale remoto 
SSH: da Windows si può 
utilizzare il programma 
PuTTY (www.winma- 
gazine.it/link/3431). 

Il nome utente per 
l'accesso è "pi", mentre 
la password è "raspber¬ 
ry". I comandi possono 
essere eseguiti come 
amministratore sempli¬ 
cemente anteponendo 
al comando la parola 
sudo. Per ottenere un 
elenco dei file possiamo 
dare il comando Is, 
mentre per cambiare 
cartella il comando cd. 
Inoltre, il comando pwd 
ci dice in quale cartella 
ci troviamo al momento 
e df indica lo spazio resi¬ 
duo sui vari dischi. 


Tutto sulla MicroSD 

Una volta ottenuto il file raspberry-auto-downloader.img , 
inseriamo la scheda MicroSD nel computer (tramite apposi¬ 
to adattatore) e apriamo Win32Disklmager. Il programma ci chiederà 
il file appena scaricato e la lettera associata alla scheda MicroSD. 


^ Già pronto all’uso 

Inseriamo la scheda nel Raspberry2. Ad esso devono essere 
anche connessi uno schermo tramite la porta HDMI e una 
tastiera o un telecomando Infrarossi. Colleghiamo il Raspberry alla 
rete elettrica e al router (tramite porta LAN o adattatore Wi-Fi/USB). 


► 


Speciali Win Magazine 79 









































O Streaming 


Fai da te | Scarica tutto col Raspberry 


□Tutti gli episodi sul nostro PC 

Servendoci di SickRage possiamo cercare facilmente in Rete e scaricare automaticamente le puntate delle vecchie 
serie TV per le quali sono scaduti i diritti d’autore. Vediamo subito come fare. 



-x C’è un nuovo show? 

Se l’indirizzo IP assegnato dal nostro router al Raspberry è XX.XX.XX.XX, 
* l'interfaccia Web di SickRage si trova all'indirizzo http://XX.XX.XX.XX:8081. 
(ricordiamo che XX.XX.XX.XX è IIP del Raspberry). Per aggiungere un contenuto, 
clicchiamo su Shows : nel menu che compare scegliamo l’opzione Add Shows. 


Alla ricerca delle serie TV 

A questo punto, se non stiamo cercando uno show preciso, ma vogliamo 
qualche suggerimento, conviene scegliamo l'opzione di IMDB, che propo¬ 
ne gli show di maggiore successo. Ma se vogliamo uno show specifico, scegliamo 
direttamente Add New Show. 



Ecco subito i risultati 

Per la ricerca della nostra serie televisiva preferita possiamo indicare il 
nome, ovviamente. Ma possiamo anche indicare la lingua e un eventuale 
sorgente Torrent preferenziale. Premendo ii pulsante Search otterremo un elenco 
di possibili risultati. Selezioniamone uno e premiamo Next. 


^ La cartella di salvataggio 

Indichiamo quindi la cartella in cui devono essere salvati i file. La cartella 
da selezionare, per semplificare l'utilizzo del mediacenter Kodi, è /home/pi/ 
Videos. All’interno di questa cartella SickRage creerà una sottocartella che conterrà 
i file dello show vogliamo scaricare. 



Scaricare o no? 

Arrivando al passo successivo, dobbiamo specificare indicare quale qualità 
del video vogliamo (per esempio HD 720p), quindi scegliere come gestire 
gii episodi delle serie TV. Selezionato Wanted per le varie opzioni, gli episodi ver¬ 
ranno scaricati. 


^ Il riepilogo con tutti gli spettacoli 

Una volta aggiunto lo show, possiamo trovarlo nella Show List. Ovviamente 
per il download degli episodi sarà necessario del tempo: possiamo vedere 
come procede la ricerca dei file scorrendo la pagina. Premendo Edit in alto a destra 
possiamo modificare le impostazioni dello show. 


80 Win Magazine Speciali 
















































Scarica tutto col Raspberry | Fai da te 


Streaming 


Film da scaricare in un clic 


Grazie all’interfaccia Web estremamente semplificata di CouchPotato possiamo ricercare e avviare il download, 
tramite Trasmission, di lungometraggi gratuiti in Rete selezionandone anche la qualità. 



^ A tu per tu con l'interfaccia 

L'interfaccia Web di CouchPotato si trova sulla porta 5050. Quindi l’indi¬ 
rizzo da visitare è http://XX.XX.XX.XX:5050/ (ricordiamo che XX.XX.XX.XX 
è IIP del Raspberry). L’interfaccia mostrai film più scaricati. Basta cliccare sulla 
locandina di un film per vedere i dettagli e decidere di scaricarlo. 


^ Scegliamo una versione 

Tramite la casella di ricerca possiamo cercare un film specifico scriven¬ 
do il suo nome o qualche altra indicazione (regia, anno di produzione...). 
Eseguita la ricerca, appaiono alcuni menu a discesa: il primo di essi ci permette 
di scegliere la versione del film. 


Catch 


:hfO ft AsAWC'r 


1 




^ Questione di definizione 

3 II secondo menu ci consente di scegliere la qualità del film: con Best sarà 
CouchPotato a selezionare la versione migliore disponibile. In alternativa, 
scegliamo noi stessi una versione (ad esempio 720p o 1080p). Per aggiungere 
il film all’elenco di quelli da scaricare, premiamo Add. 



Catch < 


watch ►trailer 


^ Torrent trovato o no? 

Nella scheda Movies possiamo vedere tutti i film selezionati. Se un film 
è stato trovato avrà una etichetta verde, altrimenti grigia. Se il film non è 
stato trovato, CouchPotato cercherà periodicamente di verificare se è finalmente 
disponibile per il download. 



0 


nctlHdi ♦c«Mr« ♦ ♦ «n? ♦ Ita* *04 muaHufe* drammatico 




t> 


-x Lo stato del download 

Possiamo verificare i dettagli di uno dei film selezionati cliccandoci sopra. 
È presente anche una indicazione dello stato attuale del download, la 
dimensione e il provider. Possiamo inoltre decidere di eliminare il film, se è neces¬ 
sario, ed eventualmente cambiare la qualità. 


^ Transmission sul Web 

Verifichiamo il download tramite 7rans/T7/ss/o/7(http://XX.XX.XX.XX:9091 
- ricordiamo che XX.XX.XX.XX è IIP del Raspberry). I download vengono 
bloccati se sulla scheda non c'è più spazio, ma possiamo impostarlo per scari¬ 
care in dischi esterni. 


Speciali Win Magazine 81 




































Streaming 


Songr 


Cerca, ascolta e 
scarica MP3 gratis 

La guida pratica per trovare su Internet tutta la tua musica preferita 
e creare splendide compilation da ascoltare dove e quando vuoi 


T utti gli amanti della musica prima o poi si trovano di 
fronte la necessità o il desiderio di voler avere sempre 
con sé le proprie canzoni preferite per ascoltarle in 
macchina, durante una corsa o una passeggiata con il 
player portatile, in compagnia degli amici sullo stereo 
di casa e persino in ufficio mentre si lavora. Ecco allora 
porsi il problema: come scaricare velocemente musica 
sul computer? Ci vorrebbe un programma che funzioni 
in maniera tale da offrire all'utente tutte le compilation 
musicali di cui le sue orecchie hanno bisogno. 

Musica a portata di clic 

Ebbene, questo applicativo esiste, è totalmente gratuito, 
con interfaccia in italiano ed utilizzabile anche dai ne¬ 
ofiti. Si chiama Songr e consente di cercare, ascoltare e 
scaricare milioni di brani MP3 di ogni genere e tipologia, 
avviando il download in maniera pressoché istantanea 


sul proprio computer, sfruttando ben 16 motori di ricerca 
on-line. Songr riesce a trovare in pochi istanti anche i 
brani più rari e insoliti, con un notevole risparmio di 
tempo e consente di trasferire la musica che si ascolta sul 
disco rigido del computer, operazione che consigliamo 
di non eseguire con i brani coperti da diritto di autore. 
Questi ultimi possono essere facilmente acquistati dai 
cinque negozi digitali messi a disposizione dalla stessa 
applicazione. Quando si seleziona una canzone trovata 
dopo la ricerca, viene visualizzata anche la biografia del 
suo autore e si possono scaricare persino i testi. In più, 
come una vera radio, è possibile ascoltare direttamente 
in streaming tutti i brani musicali oltre a scaricare album 
completi sfruttando diversi siti di hosting esterni al pro¬ 
gramma, tra i quali vi è anche YouTube, dal quale si può 
convertire e scaricare musica in formato video o nella 
sola traccia audio MP3. 


SCARICARE MP3 DAL WEB: ECCO COSA DICE LA LEGGE 

Le sei regole d'oro da memorizzare per evitare spiacevoli incidenti di percorso che rischiano di farci 
detestare per sempre un brano che, invece, credevamo di adorare. 


Guido Scorza 
è uno dei massimi 
esperti in Diritto 
delle Nuove 
Tecnologie 


1. Non esiste musica - on-line come off-line 
- che, quando nasce, non appartenga 
a qualcuno e, quindi, guai a pensare di 
avertrovatoonline una fonte più o meno 
segreta dalla quale scaricare musica 
senza chiedere permesso a nessuno. 

2. È l'autore o l'editore di un brano musicale 
l'unico soggetto che può decidere chi fa 
cosa ed a quali condizioni con la propria 
musica o con quella che si è editata. Vale 
la pena, quindi, diffidare da chi promette 
gratis musica altrui, magari dopo averci 
propinato della pubblicità. 

3. Su un brano musicale non c'è un solo 
diritto d'autore ma un fascio articolato 
di diritti d'autore con la conseguenza 


che non bisogna mai - o quasi - pensare 
di aver acquistato il diritto di fare tutto 
ciò che ci piace con un brano di musica 
che abbiamo acquistato Online e magari 
pagato anche salato. I nostri limiti 
d'uso sono quelli indicati - da qualche 
parte - nella licenza che abbiamo 
"firmato" cliccando su "accetto". Tanto 
per intenderci, se compro un album 
su iTunes posso farlo suonare nel mio 
iPhone ma non posso usarlo come base 
musicale del mio negozio. 

4. Ogni volta che si scarica un file musicale 
da Internet è bene domandarsi cosa 
l'autore ha inteso permetterci di fare 
con il suo brano. È ovvio, peraltro, che 
normalmente il titolare dei diritti può 
vietarci o permetterci di ascoltare il 
suo brano ma non può permetterci di 
ascoltarlo in cuffia mentre facciamo 
jogging e vietarci di ascoltarlo, come 
suoneria, quando squilla il telefono. Se 


abbiamo legittimamente acquistato 
un brano da ascoltare - poco conta se a 
pagamento o nell'ambito di un qualche 
servizio free - dunque, possiamo usarlo 
anche come soneria. 

5. I diritti d'autore sulla musica si 
estinguono trascorsi 70 anni dalla morte 
del titolare dei diritti. Normalmente, 
quindi, si dice che la musica classica si 
può usare con maggior serenità perché 
i suoi autori non ci sono più. E'vero ma 
occorre fare attenzione perché non è 
detto che siano morti da oltre 70 anni 
anche i titolari dei diritti sulla specifica 
interpretazione che abbiamo scaricato. 

6. Le condizioni generali d'uso di YouTube 
vietano agli utenti di scaricare un 
conten uto e consentono esci usivamente 
di fruirne in streaming. Normalmente, 
scaricare un brano musicale da YouTube 
deve considerarsi almeno una violazione 
dei termini d'uso dettati da Big G. 



Cosa ci 
occorre 



FACILE 


APPLICAZIONE 

MUSICALE 

Songr 2 
Portatile 


SOFTWARE COMPLETO 


Lo trovi su: 0DVD 
Sito Internet: 

www.xamasoft. 

com/songr 



NON È UN 
CLIENT P2P 

Songr è un aggregato- 
re di motori di ricerca 
musicali, studiato per 
individuare automa¬ 
ticamente la versione 
di qualità migliore di 
una canzone, ripro¬ 
durla attraverso il 
suo lettore integrato 
e scaricarla inMP3, 
purché non coperta 
dai diritti di autore. 
Niente a che vedere 
con i classici software 
di P2P come BitTor- 
rentoeMule: nessuna 
coda, nessuna con¬ 
divisione con altri 
utenti, nessun server 
a cui collegarsi, nes¬ 
sun rischio di scaricare 
brani senza prima 
ascoltarli, ma solo 
ricerca, riproduzione e 
download semplifica¬ 
to attraverso 16 Web 
Server e attingendo 
da servizi di hosting 
e portali Web come 
YouTube. 


82 Win Magazine Speciali 







Songr 


Streaming 


Avvio rapido e configurazione 

Songr è disponibile anche in versione “portable” e quindi non richiede alcuna installazione per funzionare. 
Vediamo quindi la procedura corretta da seguire per iniziare ad utilizzarlo subito al meglio. 


y Installiamo il tool e siamo 

subito operativi 

Scarichiamo l’archivio compresso 
Songr-2-Portable.zip dal Win DVD-Rom e 
scompattiamolo 
in una qualsiasi 
cartella del disco 
rigido (ad esem¬ 
pio il Desktop) 
o su una chia¬ 
vetta USB, quin¬ 
di avviamo l’ese¬ 
guibile Songr.exe 
con un doppio 
clic del mouse. 


y La giusta configurazione 

da apportare 

Al primo avvio del software è opportuno 
procedere con la corretta configurazione del¬ 
le sue principali 
impostazioni e con 
la scelta della car¬ 
tella in cui salvare 
i brani che scari¬ 
chiamo. Cucchia¬ 
mo in alto nell’in¬ 
terfaccia principa¬ 
le sul menu File e 
scegliamo la voce 
Impostazioni. 


y L’archivio segreto dei 
nostri PranilvIF? 

Controlliamo che la voce Mantieni una 
copia locale delle canzoni preferite sia spun¬ 
tata e clicchiamo 
Cambia per sce¬ 
gliere la cartella 
in cui salvare gli 
MP3. Togliamo la 
spunta da Instal¬ 
la aggiornamen¬ 
ti automatici e da 
Usa Songr come 
riproduttore audio 
predefinito e clic¬ 
chiamo OK. 





L'INTERFACCIA PRINCIPALE DI SONGR 

La sua grafica è semplice e curata, viene aggiornata di frequente, è completamente in italiano e si impara subito ad usarla. 
Bastano pochi clic del mouse. Scopriamola in dettaglio. 



E1 FILE 

Da questo menu si possono configurare 
le impostazioni di Songr, scaricare un 
brano da YouTube, visualizzare la finestra 
dei download, usare la versione 1 del 
software e lanciare una nuova finestra del 
programma 

B CERCA DAL TESTO 

La funzione per trovare le canzoni 


inserendo una parte del testo, un pezzo 
della strofa o solo poche parole del 
ritornello di un brano del quale non 
ricordiamo il titolo. Songr cercherà il titolo 
per noi nel suo immenso database 

E1 AIUTO 

Possiamo usare questo menu per inviare un 
feedback agli sviluppatori del programma, 
controllare eventuali aggiornamenti di 


Songr con le novità delle versioni rilasciate, 
visualizzare le scorciatoie da tastiera ed 
effettuare una donazione allo sviluppatore 
del programma 

EX RICERCA 

Si effettua digitando nell’apposita “search 
box” il nome dell'artista, il titolo del brano 
o dell’album e persino un genere musicale. 

I risultati verranno visualizzati nella parte 


centrale dell’interfaccia. La ricerca può 
essere automatica, tradizionale o per album 

EX GENERI E ARTISTI 

Nella parte centrale Songr visualizza una 
proposta di generi musicali e artisti, anche 
in base alle nostre ricerche. Cuccando su 
altro abbiamo un elenco più vasto: dai top 
anni 70 e 80 fino alla musica di oggi. In 
basso, invece, vengono mostrati i titoli delle 
ultime canzoni ascoltate 

13 DOWNLOAD 

Basta cliccare su questo pulsante per 
scaricare immediatamente la canzone 
che stiamo ascoltando in streaming o 
abbiamo cercato utilizzando la funzione di 
ricerca. Il download avverrà direttamente 
dal programma nella cartella scelta dalle 
impostazioni 

O TESTO 

Un clic su questo pulsante, mentre si sta 
ascoltando una canzone, ed ecco comparire 
il testo del brano al centro dell’interfaccia 

E1 COMPRA 

Se non vogliamo scaricare la canzone ma 
acquistarla in uno degli store musicali 
supportati dal programma, possiamo farlo 
cuccando su questo pulsante. Ci basterà 
scegliere il negozio nel quale comprare 
la canzone o l’album, per essere subito 
reindirizzati sullo store musicale 

EX OPZIONI 

Cuccando su questo pulsante possiamo 
cercare sul portale YouTube o su Web la 
canzone che stiamo ascoltando e scoprire 
anche i siti che vendono biglietti per i 
concerti dell’artista 


Speciali Win Magazine 83 





































Streaming 


Songr 


Cercare e scaricare un MP3 


RICERCHE 

CORRETTE 


Se sbagliamo a digita¬ 
re il titolo di una can¬ 
zone o scriviamo male 
il nome di un cantan¬ 
te, Songr ci suggerisce 
la correzione automa¬ 
tica, mostrandoci il 
nome corretto sotto la 
voce Forse Cerchi. 


MP3: MIGLIORE 
QUALITÀ 
0 MINORE 
DIMENSIONE? 


Su CD la musica occupa 
circa 10 MB per ogni 
minuto, mentre in 
formato MP3 si scende 
adì MBalminuto.il 
"miracolo" è ottenuto 
eliminando alcune 
combinazioni di 
frequenze e intensità 
e comprimendo il 
bitrate. Minore è il 
bitrate, maggiore è la 
compressione dell'au¬ 
dio ma peggiore sarà 
la qualità. Un bitrate 
molto diffuso è 128 
Kb/s e rappresenta un 
ottimo compromesso 
tra spazio occupato sul 
disco e qualità audio. 


Terminata la configurazione di Songr, possiamo iniziare a cercare sul Web la nostra musica 
preferita. In pochi clic avremo accesso ad un archivio sterminato di canzoni. 



^ A caccia di brani 

Scriviamo nell'apposita “search box” in alto a destra il nome 
dell'artista, del gruppo oppure il titolo del brano, dell’album 
o il genere musicale e premiamo Invio. I risultati della ricerca ver¬ 
ranno subito visualizzati nella parte centrale dell'interfaccia grafi¬ 
ca di Songr. 




^ Raffiniamo la ricerca 

Il programma consente di utilizzare tre diverse tipologie di 
ricerca. Tra le opzioni proposte nel menu contestuale che 
appare selezioniamo Album completi in questo modo potremo 
trovare e scaricare, laddove possibile, tutti i brani contenuti in un 
singolo album del nostro artista preferito. 



INFORMAZIONI 

UTILI 

Gli ID3 ("Identifyan 
MP3") sono un insie¬ 
me di informazioni 
aggiuntive contenute 
all'internodiunMP3. 
In pratica, durante la 
riproduzione del bra¬ 
no è possibile leggere, 
tramite una serie di 
metadati, il nome 
della canzone, il can¬ 
tante, il genere ecce¬ 
tera. Quando abbiamo 
scaricato un MP3 con 
Songr, controlliamo 
se le informazioni del 
brano sono corrette. 

In caso contrario, 
possiamo aggiornarle 
aggiungendo! dati 
mancanti. 


^ Filtriamo i risultati 

Una volta comparsi i risultati della ricerca tradizionale pos¬ 
siamo ordinarli secondo diversi criteri, ad esempio per 
Nome, Durata, Bitrate o Dimensioni. Nella colonna Punteggio 
possiamo visualizzare un parametro che indica l’affidabilità del 
risultato. 



^ Ok. il brano è quello giusto 

Se scegliamo di usare il player interno, oltre ad ascoltare in 
streaming la canzone possiamo anche leggere la biogra¬ 
fia del cantante con altre interessanti informazioni. Se la canzone 
soddisfa i nostri requisiti, clicchiamo sull’etichetta Download , in 
basso, per scaricarla sul PC. 


^ Ascolto prima del download 

Quando la ricerca ci restituisce risultati utili, cuccando con 
il tasto destro su un brano vedremo apparire un menu con 
scritto Play e Download: scegliamo Play per ascoltare in streaming 
la canzone dal programma stesso o Play (esterno) per utilizzare il 
nostro player musicale. 



^ E adesso scarichiamolo 

Senza dover affrontare alcuna coda, senza accedere a nes¬ 
sun server e praticamente in una manciata di secondi, il 
brano verrà scaricato e reso subito disponibile nella cartella che 
abbiamo scelto dalle impostazioni di Songr. A questo punto non 
dovremo fare altro che ascoltarlo! 


84 Win Magazine Speciali 


























































Songr 


Streaming 



Come fa quella canzone? 


Usando una funzione integrata in Sonar possiamo effettuare la ricerca di un brano a partire solo da una parola 
o da una strofa contenuta nel testo, aa esempio il ritornello. Vediamo subito come fare. 


£ Songr 2 Pr*v«e» 

fil» C«rc«d*lt#<3o Ktju> 

Cerca dal testo 

In«n» un* p*rt» dW t»UO d*U* t*n;on» eh» li (U c»i<* 

vSSie Shc Sfetps 


Artisti 



Generi 





^ Ricerche tramite un testo 

Non ricordiamo il nome di una canzone da 
scaricare, ma solo una strofa o il ritornello? 
Con Songr possiamo scaricare l’MP3 a partire dal 
testo di una canzone. Dall’interfaccia principale cuc¬ 
chiamo sul tab Cerca dal testo , digitiamo una frase 
o parte del testo e awiamo la ricerca. 


^ Ecco i risultati 

Songr visualizzerà le canzoni trovate e che 
nel loro testo o titolo, abbiano tutte, o anche 
una sola parte, delle parole digitate nella ricerca, 
ordinandole in automatico a partire da quelle più atti¬ 
nenti o dando priorità a quelle che hanno più parole 
uguali o corrispondenti. 


Riproduciamo il brano 

Possiamo anche ascoltare l'anteprima del 
brano cuccandoci sopra, se ancora non fos¬ 
simo riusciti ad individuare il titolo. La canzone sarà 
riprodotta in streaming e verranno visualizzate le 
informazioni sul cantante. Se il brano è quello che 
cercavamo, possiamo scaricarlo con Download. 


1D Scarichiamo interi album 

Con Songr possiamo scaricare anche un intero album con tutti i brani del nostro artista preferito sfruttando i siti 
di hosting, vediamo come usare le opzioni di ricerca per trovarli in pochi attimi. 



Cerchiamo l’album 

Nella “search box” in alto a destra digitia¬ 
mo il nome dell'album o del cantante e cic¬ 
chiamo Album Completi: apparirà l’elenco degli 
album che Sognr è riuscito a trovare. Altrimenti 
comparirà il messaggio La ricerca non ha restitu¬ 
ito risultati. Scorriamo la lista e scegliamo l’album 
che ci interessa. 


^ Una veloce verifica dei siti 
da cui scaricare 

Clicchiamoci sopra due volte: Songr visua¬ 
lizzerà la lista dei siti di hosting da cui scaricare l’al¬ 
bum, con le informazioni tecniche, la copertina e i 
brani contenuti. Cucchiamo su uno dei server pro¬ 
posti. Si aprirà in automatico il browser e saremo 
reindirizzati sul sito che ospita l'album. 


Download avviato 

Possiamo scaricare cliccando Regular 
Download , mentre Hig Speed Download 
è riservato agli utenti che hanno sottoscritto un 
abbonamento premium al servizio. Su alcuni siti 
di hosting potrebbe essere necessario digitare il 
codice captcha e premere Invio, oppure cliccare 
Download subito sotto. 


Speciali Win Magazine 85 






















































Streaming 


Songr 


SCARICARE BRANI MP3 ANCHE DALLO SMARTPHONE 


Si chiama MP3 Music Download 
ed è una comoda applicazione 
Android molto simile a Songr, 
ma con la comodità di poter 
scaricare i brani in mobilità dal 
nostro smartphone, ovunque ci 


troviamo. L'applicazione consente 
di cercare e ascoltare migliaia di 
brani italiani e stranieri e scaricarli 
in formato MP3 sul dispositivo 
con un semplice tap. Funziona 
egregiamente, restituisce diversi 



risultati, la qualità delle canzoni 
è mediamente alta, si possono 
anche visualizzare i testi dei brani 
e può essere usato come player 
alternativo a quello standard di 
Android. Interessante è anche 
la possibilità di creare anche la 
suoneria dalla canzone scaricata 
all'interno della stessa app. 
Possiamo installare l'applicazione 
utilizzando l'apk presente sul CD/ 
DVD allegato o scaricando l'app 
direttamente sul Play Store di 
Google. 

Usiamo sempre 
iIWi-Fi 

Per evitare di consumare quasi 
subito tutto il traffico dati della 
nostra connessione mobile 


(3G/4G), quando scarichiamo 
un MP3 o vogliamo riprodurre 
una canzone in streaming, 
assicuriamoci di farlo sempre 
quando siamo collegati in Wi- 
Fi al nostro router o comunque 
ad un hotspot pubblico. Ecco 
quanto traffico dati viene 
consumato per l'ascolto di 
musica in streaming a seconda 
della qualità del brano: 

• Qualità 96 kbps: 0,72 MB al 
minuto, 43 MB in un'ora, 1,34 
GB in un mese 

• Qualità 160 kbps: 1,2 MB al 
minuto, 72 MB in un'ora, 2,23 
GB in un mese 

• Qualità 320 kbps: 2,4 MB al 
minuto, 144 MB in un'ora, 4,46 
GB in un mese 


LE FUNZIONI SEGRETE E LE IMPOSTAZIONI AVANZATE DI SONGR 

Impariamo ad usare gli strumenti nascosti del programma per utilizzarlo al meglio e personalizzare le compilation musicali in 
formato MP3 che scarichiamo da Internet. 



SCARICARE MILIONI 
DI MP3 DA YOUTUBE 


Possiamo scaricare da YouTube in forma¬ 
to MP3 le canzoni che Songr non è riusci¬ 
to a trovare sui motori di ricerca. Apriamo 
il browser Web e digitiamo www.youtu- 
be.it. Dalla pagina principale del portale di 
hosting video scriviamo il nome del brano 
che vogliamo scaricare nella casella di ri¬ 
cerca in alto al centro e avviamo la ricerca 
premendo Invio. Dalla finestra dei risulta¬ 
ti individuiamo la canzone e clicchiamoci 
sopra per avviare il player integrato e la ri- 
produzione del video. Se il brano è quello 
giusto, copiamo l’indirizzo Internet e tor¬ 
niamo su Songr per avviare il processo di 
conversione e di download da YouTube. 



Clicchiamo in alto su File e scegliamo la 
voce Scarica da YouTube. Nella nuova fi¬ 
nestra che appare incolliamo il link al vi¬ 
deo di YouTube che abbiamo appena co¬ 
piato dalla pagina Web e spuntiamo il box 
se desideriamo scaricare l’MP3 o il video 
in formato MPEG. Confermiamo cliccando 
su 0K. Songr effettuerà la conversione e 
scaricherà il brano nella cartella scelta dal¬ 
le impostazioni iniziali. 



VISUALIZZARE I TESTI 
DELLE CANZONI 


Songr consente di visualizzare il testo di un 
brano che stiamo ascoltando in streaming, 
sia italiano sia nella lingua originale. Dal¬ 
la finestra di riproduzione del brano ci ba¬ 



sterà cliccare in basso sulla voce Testo e 
in pochi attimi compariranno, in una nuova 
finestra, le parole del brano in riproduzio¬ 
ne, che possiamo anche copiare o salvare. 


PIU FINESTRE PER 
SCARICARE PIU 
OCEMENTE 


Grazie ad un piccolo trucchetto è possi¬ 
bile ottenere download più veloci e ope¬ 
razioni simultanee sfruttando più fine¬ 
stre del programma. Questo perché ogni 
finestra di Songr è indipendente dall’al¬ 
tra e può funzionare senza problemi an¬ 



che aprendone a decine. Così, mentre 
in una cerchiamo e scarichiamo musica 
classica, in un’altra possiamo comprare 
da uno store musicale, in un’altra ancora 
cercare un testo, scaricare un altro ge¬ 
nere musicali eccetera. Ci basterà clicca¬ 
re sul menu File e scegliere la voce Nuo¬ 
va Finestra. 


SONGR DIVENTA 
UNA RADIO 


Se avviamo una ricerca automatica di 
un brano, un artista o un genere musi¬ 
cale, Songr funzionerà come una vera 


86 Win Magazine Speciali 








































Songr 


Streaming 



jfl PIÙ VELOCI CON LE SCORCIATOIE DA TASTIERA 

_j * Quasi tutte le applicazioni Windows mettono a disposizione una serie dì shortcut (scor¬ 
ciatoie da tastiera) per eseguire le diverse operazioni o alcune delle funzioni di frequente uti¬ 
lizzo, così da velocizzarle e renderle più semplici e immediate. Anche Songr fa parte della li¬ 
sta e l’elenco delle scorciatoie disponibili sono diverse. Possiamo quindi lanciare una ricerca, 
ascoltare un brano o scaricarlo sul computer, con una semplice combinazione di tasti. Di se¬ 
guito l’elenco completo con tutte le scorciatoie presenti su Songr. 

BARRA SPAZIATRICE Passa dalla finestra di Home a quella di riproduzione 

CTRL+D Avvia il download di una canzone 

CTRL+J Visualizza il download manager 

CTRL+N Apre una nuova finestra di Songr 


e proprio Web radio, proponendo diver¬ 
si brani dell'artista o del genere cercato, 
che possiamo anche ascoltare. Usando ì 
tasti di riproduzione possiamo stoppare il 
brano o passare alla successiva propo¬ 
sta. E se la canzone ci piace, cliccando in 
basso su Download, possiamo scaricar¬ 
la subito sul computer. 


LA PLAYLIST DEL 
NOSTRO ARTISTA 


PREFERITO 


Nella pagina di riproduzione possiamo an¬ 
che visualizzare una sorta di playlist che 
contiene molti altri brani dell’artista che 
stiamo ascoltando. In pratica, se stiamo 
mandando in streaming una canzone di 
Madonna, Songr ci suggerisce altri bra¬ 
ni della stessa cantante pop che potreb¬ 
bero interessarci. Tutto quello che dobbia¬ 
mo fare è cliccare sulla piccola spunta ne¬ 
ra posizionata di fianco i tasti di riproduzio¬ 
ne, per visualizzare subito le diverse pro¬ 
poste musicali. 


MOOO"A3 



Uriowt UhiltMi 

Cwu v* >*»« •«**** 



AGGIORNIAMO IL 
PROGRAMMA 


Alcune impostazioni del programma e al¬ 
cune funzioni avanzate, possono essere 
usate solo dalla prima interfaccia di Son¬ 
gr, che possiamo richiamare con un clic 
del mouse. Dalla finestra principale cuc¬ 
chiamo in alto nel menu File e scegliamo 
la voce Torna a Songr 1 per accedere alla 


IN BREVE 


NIENTE 
RÉSUMÉ DEI 
DOWNLOAD 

Songr utilizza un picco¬ 
lissimo download ma¬ 
nager per scaricare le 
canzoni sul computer e 
che permette di visua¬ 
lizzare lo stato e l'avan¬ 
zamento dei downlo¬ 
ad. Uno dei lati negati¬ 
vi è l'assenza della fun¬ 
zione di “résumé”. Ciò 
comporta che i brani 
in fase di scaricamen¬ 
to non possano esse¬ 
re messi in pausa o in¬ 
terrotti e poi termina¬ 
ti in un momento suc¬ 
cessivo 


CTRL+Y 

Scarica un brano MP3 da YouTube 

CTRL+F 

Attiva la"Search Box" per la ricerca di brani e artisti 

CTRL+F9 

Manda in play/pausa un brano in streaming 

CTRL+F12 

Passa al brano successivo 

F3 

Attiva la funzione Cerca musica dal testo 

F9 

Visualizza il testo della canzone in riproduzione 

F7 

Visualizza i risultati della ricerca tradizionale 

F8 

Visualizza il menu impostazioni 

FI 

Visualizza l'about con le informazioni sul programma 



nuova interfaccia. Adesso, tra le altre co¬ 
se, è possibile controllare se è disponibile 
una nuova versione del programma. Fac¬ 
ciamo clic sul menu File e poi sulla voce 
Controlla aggiornamenti. Se disponibi¬ 
li, il programma chiederà di installare gli 
aggiornamenti e lo farà in automatico. In 
caso contrario, un messaggio ci avviserà 
che quella presente sul PC è l'ultima ver¬ 
sione disponibile. 


fi 


IALI SONO 
LE NOVITÀ? 


Per conoscere i miglioramenti e le novità 
aggiunte con gli aggiornamenti di Songr, 
clicchiamo sul pulsante con il punto inter¬ 
rogativo vicino alla “serach box” sulla de¬ 
stra e poi sulla voce What’s new( cosa c’è 



di nuovo). Si aprirà la finestra dei cambia¬ 
menti (i changelong ) che visualizzerà tutte 
le modifiche e le novità apportare al pro¬ 
gramma versione dopo versione. 


IL GUARDIANO 
SEGRETO DI SONGR 


C’è qualcuno che usa Songr in nostra as¬ 
senza? Possiamo scoprilo controllando le 
attività del programma attraverso la visua¬ 
lizzazione dei log (la cronologia delle ope¬ 
razioni memorizzate man mano che ven¬ 
gono eseguite). Dal menu File clicchiamo 
su Mostra Log. In pochi attimi apparirà un 
file di testo con all’interno tutte le opera¬ 
zioni effettuate con Songr e ordinate cro¬ 
nologicamente. 



[7n GESTIONE DEI 
L£J MOTORI DI RICERCA 

Possiamo personalizzare la ricerca dei bra¬ 
ni, abilitando o rimuovendo i motori on-line 
usati da Songr per cercare e scaricare le 
canzoni. Dal menu File clicchiamo su Im¬ 
postazioni e portiamoci nella tab Motori di 
ricerca. Per impostazione predefinita sono 
abilitati tutti i motori di ricerca, ma all’oc- 
correnza possiamo disabilitarne uno, più 
di uno, tutti quanti e viceversa. 


Speciali Win Magazine 87 


































Streaming 


Songr 



A 


I IN CASO DI NECESSITA, 

_I USARE IL PLAYER 

AUDIO PREDEFINITO 

Alcuni player potrebbero non funzionare con 
Songr e, quindi, non effettuare la riprodu¬ 
zione dei brani cercati. In questo caso oc¬ 
corre utilizzare Windows Media Player. Pos¬ 
siamo abilitarne l’utilizzo cuccando su Fi- 
le/lmpostazioni e poi sulla tab Avanzate. 
Andiamo in basso e spuntiamo l'opzione 
Utilizza sempre Windows Media Player. 


A 


PRIVACY AL SICURO 

_ DISABILITANDO 

L’INVIO DEI DATI 

Per rendere più intuitiva la ricerca e cor¬ 
reggere eventuali errori, Songr invia auto¬ 
maticamente alcuni dati in modo silente. 


1 CERCARE E 
I SCARICARE SOLO 


MUSICA DI ALTA QUALITÀ 

Quando Songr cerca un brano, restituisce 
diversi risultati della stessa canzone con 
varie qualità. Per sfoltire la ricerca e scari¬ 
care solo musica in alta qualità clicchiamo 
su File/lmpostazionie andiamo su Ricer¬ 
ca. Dalla voce Qualità MP3 preferita pos¬ 
siamo scegliere se cercare musica Buo¬ 
na (128 kbps), Molto buona (192 Kbps) 
o Eccellente (256 kbps). 




Se vogliamo evitare di condividere le in¬ 
formazioni, clicchiamo File/lmpostazioni 
e andiamo nel tab Migliora Songr. Qui to¬ 
gliamo il segno di spunta dalla voce Aiu¬ 
taci a migliorare Songr. 



I NEGOZI MUSICALI DOVE 
ACQUISTARE LA MUSICA DI SONGR 



AMAZON 

www.amazon.it 

Amazon è il famoso sito di e-commerce americano 
che permette anche di comprare musica digitale. 

I brani hanno un costo che varia dagl 0,99 € per 


QUALITÀ 


quelli più vecchi agli 1,29 € per tutte le novità. 


EMUSIC 

www.emusic.com 

Uno store musicale che opera tramite 
iscrizione. I prezzi sono vantaggiosi: 0,45 € di 
media per un singolo brano. 



Come per la musica, possiamo scegliere 
di effettuare la conversione dei brani MP3 
solo dai video in HD. Dal menu File clic¬ 
chiamo su Impostazioni e spostiamoci nel 
tab Download. Andiamo in basso sotto la 
voce Estrai tracce audio dai video You- 
Tube utilizzando e scegliamo se conver¬ 
tire gli MP3 dai video in formato HQ oppu¬ 
re dai video HD. Nel secondo caso i tempi 
di download potrebbero allungarsi. 




RHAPSODY 

www.rhapsody.com 

Negozio musicale che funziona solo 
sottoscrivendo un abbonamento, il 
costo mensile è di 9.99 $. 


ITUNES 

www.apple.com/it/itunes 

il più famoso store musicale di Apple. ; 
Il costo medio per un singolo brano : 

musicale è di 0,99 €. Li 


ZUNE 

www.xbox.com/Zune 

Marketplace di Zune è un punto di 
accesso per aquistare e scaricare musica. 
Il costo medio di un brano è di 0,80 €. 



88 Win Magazine Speciali 

































































tiscali 


^SUPERSCOOT 


SOL WEB vi 


WV#»**** 


EDIZION 

MASTER 


non perdere H nuovo numero 


^*5T 


H 






A 

’ . 


r 



















Streaming 


Lo sblocca Google 


Lo sblocca 
Google 

Big g filtra il 90% dei risultati “pirata”. 
Ma c’è chi riesce a bypassare 
ogni censura e... 

LE ALTERNATIVE A GOOGLE CHE SVELANO IL WEB NASCOSTO 


G oogle è diven¬ 
tato il motore 
di ricerca più 
utilizzato al 

Mondo e di conseguenza, 
quello che si trova sotto 
l'occhio del ciclone. I ti¬ 
tolari di copyright fanno 
molta pressione su BigG 
affinché adotti strumenti 
efficaci in grado di filtrare 
tra i risultati quei link che 
conducono a contenuti 
pirata. Così negli ultimi 
anni sono state diverse 
le misure adottate da 
Google per combattere la 
pirateria. Innanzitutto, 
il suo algoritmo è stato 
aggiornato in modo da as¬ 
segnare un basso ranking 
ai siti che contengono una 
serie di parole chiave che 
linkano a contenuti ille¬ 
gali. In pratica questi siti 
non vengono censurati, 
ma solo messi in coda nei 
risultati di ricerca. Per as¬ 
segnare un basso ranking 
BigG si basa anche sul 
Digital Millennium Copy¬ 
right Act (DMCA), ovvero 
lo strumento messo a 
disposizione degli utenti 
per notificare le violazioni 
del copyright. Google ha 
ricevuto critiche dai de¬ 
tentori dei Diritti che in¬ 
vece avrebbero voluto un 



-MS®** 

a y bistrata pecEf 6 Sanzioni 
accessorie oerrhi e e sanzioni 



GOOGLE E IL DATABASE PROIBITO! 


Durante i nostri test abbiamo 
rilevato un'anomalia alquanto 
strana che ci ha lasciati molto 
perplessi. Effettuando una 
ricerca con Google, usando 
parole chiavi come nomefilm 
streaming e scorrendo la pagina 
dei risultati verso il basso, ci 
siamo imbattuti in un avviso 
che recitava: "A seguito di una 


serie di reclami ricevuti ai sensi 
del Digital Miiiennium Copyright 
Act (Legge statunitense sul 
copyright), abbiamo rimosso 6 
risultati da questa pagina... 
Questo messaggio informa che 
qualcuno ha notificato a BigG la 
presenza tra i risultati di link che 
puntano a materiale illegale e 
che per questo sono stati rimossi. 


Quello che ci ha lasciati davvero 
di stucco è che Google riporta 
nel box un link per approfondire 
l'argomento. Abbiamo diccato 
sulla parola Reclamo, presente 
proprio alla fine dell'avviso: 
siamo stati indirizzati su di una 
pagina Web che mostrava una 
serie di collegamenti, correlati 
alla ricerca effettuata, che punta- 



90 Win Magazine Speciali 
















Lo sblocca Google 


Streaming 


CHI CENSURA 
I RISULTATI? 

Abbiamo messo alla prova tre 
motori di ricerca: Google, Bing 
e DuckDuckGo per verificare 
l'effettiva efficacia dei filtri contro 
la pirateria. Le parole chiavi usate, 
su un campione di 30 ricerche 
per motore, sono state: download, 
streaming, torrent, crack. .. Dai risultati 
si evince che grossi tracker come Isohunt, 


•ss,.* . «* 



MOTORE 

DI RICERCA 

nomefilm 

torrent 

nomeserieTV 

streaming 

nomemp3 

download 

nomeprogramma 

torrent 

nomeprogramma 

crack 

O 

1/30 

5/30 

3/30 

1/30 

3/30 

V» 

11/30 

12/30 

11/30 

8/30 

9/30 

o 

11/30 

13/30 

9/30 

8/30 

11/30 


Torrentz e altri non appaiono nella prima 
pagina del motore di ricerca di BigG, men¬ 
tre con Bing e DuckDuckGo sono sempre 


tra i primi. In pratica Google "penalizza" 
i siti più gettonati dai pirati per trovare 
contenuti illegali. 


blocco completo dei siti. 
Ma una recente sentenza 
dell’Alta Corte di Parigi ha 
dato ragione a BigG affer¬ 
mando che Google e Bing 
(motore di ricerca Micro¬ 
soft) non sono obbligati a 
filtrare i risultati contenenti 



vano a materiale illegale. Alcuni 
di questi link, permettevano 
persino di avviare lo streaming 
del film cercato. Provare per 
credere! Indagando sull'argo¬ 
mento, abbiamo scoperto che 
Lumen, il sito in cui ci siamo 
imbattuti, è un servizio fornito 
da www.lumendatabase.org, 
un database che raccoglie e 
verifica tutte le richieste di 
rimozione di materiale online 
segnalato come illegale. Lo 
scopo del sito è sicuramente 
quello di bloccare la diffu¬ 
sione dei contenuti "pirata", 
ma mettendo liberamente a 
disposizione di tutti l'elenco dei 
siti incriminati, rischia alla fine 
di offrire un aiuto in più ai soliti 
smanettoni che possono così 
sfruttarlo per le loro ricerche 
"hot". 


Goijgle 


expenflatXM download 


Watch The Expenòabtes 

V Google Play from S2.99 
0 Amazon (or $2.99 


Per disincentivare la pirateria Google mostra tra i risultati suggeriti! link a servizi 
che offrono il contenuto richiesto in modo legale, come Amazon, Netflix e altro. 


i file torrent. La richiesta 
era stata avanzata dall'in¬ 
dustria musicale Syndicat 
national de l’édition pho- 
nographique (SNEP). La 
motivazione di questa de¬ 
cisione è che una soluzione 
del genere andrebbe anche 
a bloccare e a danneggiare 
coloro che utilizzano il pro¬ 
tocollo BitTorrent in modo 
legale. 

BIG G SCORAGGIA 
LA PIRATERIA 

Di recente BigG ha appli¬ 
cato delle modifiche al 
suo motore di ricerca, atti 
a ridurre la visibilità nei 
risultati di quei siti che 
consentono il download o 
lo streaming di contenuti 
pirata. Al posto dei colle¬ 
gamenti “illegali", Google 
riporta URL diretti a siti 
ufficiali, come Amazon, 
Netflix, Spotify e altri. Inol¬ 
tre, la funzione di comple¬ 
tamento automatico non 
mostra più quelle chiavi 
che potrebbero linkare a 


contenuti illegali. E poi c'è 
il nuovo sistema di down- 
ranking che prende in con¬ 
siderazione il numero di 
richieste DMC A valide che 
un sito riceve. Le pagine 
dei siti segnalati rimango¬ 
no indicizzati, ma ci sono 
meno probabilità di appa¬ 
rire tra i primi risultati. Co¬ 
me afferma lo stesso BigG, i 
siti con un elevato numero 
di notifiche di rimozione 
vengono visualizzati in 
basso nei risultati di ricer¬ 
ca, aiutando così gli utenti 
a trovare fonti legittime e 
di qualità. Le misure adot¬ 


tate da Google contro la 
pirateria hanno fatto regi¬ 
strare una riduzione di cir¬ 
ca il 90% del traffico sui siti 
incriminati, come i grossi 
portali in cui è possibile 
scovare torrent illegali. Ma 
come si comportano gli 
altri motori di ricerca? Bing 
di Microsoft, ad esempio, 
adotta degli strumenti per 
disincentivare la pirateria 
meno stringenti ed efficaci 
di quelli applicati da BigG. 
DuckDuckGo, invece, è un 
search engine neutrale che 
non traccia le attività degli 
utenti e non applica stru¬ 
menti di filtraggio delle 
ricerche. Per questo motivo 
è il preferito dagli smanet¬ 
toni per scovare contenuti 
illegali sul Web. Nel nostro 
test, li abbiamo messi tutti 
e tre a confronto; per sape¬ 
re come si sono comportati 
sul campo, leggi il box Chi 
censura i risultati. 


Google 

il signore degli anelli to| 


il signore degli anelli tolkien 
il signore degli anelli tolkien libro 
il signore degli anelli total war 
il signore degli anelli tom bombadii 


La funzione di auto completamento di Google non suggerisce quelle query che 
potrebbero portare alla ricerca di contenuti illegali, come la parola "torrent". 


Speciali Win Magazine 91 




















Streaming 


Senza censure! 


Senza censure! 

Tutti i segreti di duckduckgo, il motore che effettua ricerche 
sul web tutelando la nostra privacy e mostrandoci le risposte 
che gli altri nascondono 


D uckDuckGo è un motore 
di ricerca che sta spopo¬ 
lando negli ultimi tempi 
sottraendo sempre più 
utenti a Google. Nel 2015 le ricer¬ 
che effettuate sul suo motore sono 
aumentate di circa il 74% rispetto 
all'anno precedente e questo la 
dice lunga sulla velocità con la 
quale cresce. DuckDuckGo non 
traccia gli utenti; in altre parole 
non raccoglie informazioni sulle 
loro attività tutelandone la privacy. 
La sua interfaccia è molto pulita, 
non segue i trend e offre risultati 
meno influenzati da pubblicità e 
filtri. Inoltre, supporta i comandi 
IBang per reindirizzare la ricerca 
su siti specifici direttamente da 
DuckDuckGo. 



• ’à, - - - 

♦ * «.a»», 


O KD 

a 


.... ••••--• I^épm 


EX. E3 

'myUA***** ! i. r ir i mi** 

2 

<Jt 111 rmJ *" ^ Mk| 

j , j. 

i mmmmrm PfcnH % «mm 

« 

«» 

Ferrari 


»» •» . * 

». -- -- ■- i |-inVll t *n --y —,n«|| 9 

• -2 -— 

►«Tran 

Z.T f . *.Tr. 

■ 


***** 

><T. Cenar 

■ 


** F. 

turi SfletSVciaie Nrrari 


«• 06 »* 


* • • • 


a CAMPO DI RICERCA 

Serve per immettere le 
parole chiave da utilizzare 
per le proprie ricerche 


Q FILTRI 

Attraverso i pulsanti posti 
accanto al campo di ricerca 
è possibile filtrare i risultati 


per Paese e per Data. 

E1 TIPOLOGIA 

Dopo aver eseguito una 


ricerca si possono filtrare 
i risultati in base alla 
tipologia. Si può fare una 
• ricerca per immagini, video, 

' luoghi, meteo, ricette e 
altro. 

EX TEMI 

Cliccando sull’icona con le 
tre linee in alto a destra è 
possibile modificare il tema 
del motore di ricerca. 

E3 IMPOSTAZIONI 

Tra le altre cose si possono 
disabilitare gli annunci 
pubblicitari e abilitare la 
visione dei risultati per 
contenuti per adulti, che per 
impostazione predefinita è 
disabilitata. 

B BANG 

Digitando il carattere ! 
seguito dal nome del sito 
è possibile reindirizzare la 
ricerca direttamente sul sito 
stesso. 


LE 10 COSE CHE PUOI FARE CON DUCKDUCKGO 
1 


MOTORE SOCIAL 

DuckDuckGo visualizza le info dei social nei risultati senza dover 
lasciare la pagina. PerTwitter, usare la chiave @ seguita dal nome. 


2 ACCORCIARE I LINK 

Digitare shorten seguito dall'URL. Col comando expand si può 
visualizzare il link completo nascosto in uno breve. 

3 CRONOMETRO E TIMER 

Digitando come chiave di ricerca stopwatch il nostro motore 
mette a disposizione un cronometro pronto all'uso con timer. 

4 CONTA CARATTERI 

Ti serve sapere quanti caratteri sono contenuti in una frase? Basta 
digitare chars seguito dalla frase e premere Invio. 

5 TESTARE I SITI 

Digitare nel campo di ricerca la stringa is nomesito down e 
premere Invio, dove nome sito è l'uri del sito. 


6 CALENDARIO 

Vuoi sapere che giorno era una data particolare? Basta digitare 
calendar seguito dal mese in inglese e l'anno. 

7 TROVA LE NOTIZIE 

Vuoi essere aggiornato su un particolare argomento? Basta scri¬ 
verlo nel campo di ricerca seguito dalla parola news. 

8 CHE TEMPO FA? 

Proprio come Cortana e Siri, anche DuckDuckGo sa dirti le previ¬ 
sione del tempo. Basta digitare come query la parola weather. 

9 FORMATO SPECIFICO 

Cerchi un file di un formato particolare? Basta aggiungere f: e il 
formato dopo la chiave di ricerca. 

4 f|l PERSONAGGI DEI SIMPSONS 

I w Se vuoi conoscere i personaggi di Simpsons, basta digitare The 

Simpsons Characters. 


92 Win Magazine Speciali 






Kaspersky Cleaner | Software 


Streaming 


Rimuovi la spazzatura e correggi ali errori che possono cosaci/^ 
rendere lento il PC e mettere a rischio la tua privacy occorre 


Una ripulita 
al disco rigido 


K aspersky realizza i software antivirus più efficaci in 
circolazione, ma i malware non sono l'unica minac¬ 
cia cui è esposto un computer. Ci sono tanti altri file 
che, pur non essendo specificatamente malevoli, possono 
compromettere il corretto funzionamento del sistema 
rendendolo lento e insicuro. Cronologie di navigazione, 
file corrotti, temporanei lasciati da altre applicazioni e 


si potrebbe continuare. Così Kaspersky ha pensato bene 
di non limitarsi alla cura del PC per i virus, ma a fornire 
una soluzione completa per tutti i mali. In quest’ottica 
ha realizzato Kaspersky Cleaner. Anche se ancora in ver¬ 
sione beta, questo tool di pulizia permette di rimuovere 
file spazzatura e di correggere diversi errori attraverso 
un’interfaccia semplice e intuitiva. Vediamo come. 


TOOL PULIZIA 
DI SISTEMA 

KASPERSKY 

CLEANER 

Lo trovi su: 0DVD 


SOFTWARE COMPLETO 


Sito Internet: 

http://f ree. kaspersky.com 




Fai tutto con un clic del mouse 

Dopo aver installato e avviato Kaspersky 
Cleaner apparirà una finestra con al centro 
un grande pulsante STARTSCANe quattro 
pulsanti più piccoli in basso: System Cleanup , Ge¬ 
store System Settings , Private Browsinge Remo¬ 
te Activity Traces. Passando il mouse sopra ognu¬ 
no di questi pulsanti sapremo cosa fanno. 


a 


Usiamo le impostazioni predefinite 

Cliccando su ognuno dei quattro pulsanti 
passiamo alla sezione relativa dove trove¬ 
remo alcune opzioni suddivise In tre cate¬ 
gorie: lmportantissues( le più importanti), Medium 
severity issuese Minorproblems. Alcune opzioni 
sono già selezionate di default mentre altre sono 
lasciate a discrezione dell'utente. 


Scegliamo cosa eliminare dall’hard disk 

| Clicchiamo System Cleanup per ripulire la 
cache, eliminare file temporanei, svuotare 
I il cestino e cancellare log delle installazio¬ 
ni. Restore System Settings corregge invece even¬ 
tuali problemi. Private Browsing salvaguarda la 
nostra privacy, mentre Remote Activity Traces 
permette di eliminare le tracce di navigazione. 



Attendere, prego: scansione in corso 

Dopo aver selezionato le aree su cui agire, 
torniamo alla finestra principale e clicchiamo 
su START SCAN per avviare la scansione. Il 
programma analizzerà il sistema e dopo alcuni secon¬ 
di una nuova finestra ci indicherà il numero di problemi 
riscontrati per le varie aree di attività e quello totale. 


Correggiamo velocemente gli errori 

Prima di effettuare la pulizia, possiamo cono¬ 
scere i problemi che saranno risolti cliccando 
sulle varie sezioni. Possiamo così bloccare 
eventuali correzioni che non vogliamo applicare. Una 
volta sicuri, basta cliccare sul tasto FIX in modo che il 
programma esegua tutte le correzioni. 


Il sistema è stato ripulito per bene 

Al termine una schermata riepilogherà le cor¬ 
rezioni effettuate. Chiudiamo tutti i programmi 
e clicchiamo su RebootNow per riavviare il 
sistema e applicare le correzioni. Se il PC è diventato 
più lento possiamo tornare indietro avviando Kaspersky 
Cleaner e cliccando su ROLL BACK CHANGES. 





Speciali Win Magazine 93 



























Streaming 


| Il Googledei pirati | 


Il Google dei pirati 

Shodan è un potente motore di ricerca che, in mani sbagliate, 
porterebbe il caos nel mondo. Così ficcano il naso ovunque, 
ci spiano e scaricano file 


I motori di ricerca che tutti noi siamo 
abituati ad utilizzare, come Google o 
Bing catalogano ed indicizzano qua¬ 
si tutti i siti Web esistenti, in modo da 
consentirne l'individuazione mediante 
parole chiave. Shodan fa un lavoro simile, 
ma sui cosiddetti "banner". Tutti i server 
e i dispositivi di Rete, quando vengono 
interrogati da un client su un’apposita 
porta, rispondono con una serie di in¬ 
formazioni testuali, che comprendono lo 
stato del servizio, un eventuale messaggio 
di benvenuto, dati sul tipo di autentica¬ 


zione e sui protocolli di comunicazione 
utilizzati. Questi messaggi sono i "ban¬ 
ner”. Shodan effettua periodicamente 
una scansione della Rete, individua i di¬ 
spositivi connessi e ne archivia i banner. 
Così, quando l’utente utilizza Shodan di 
fatto esegue una ricerca sui contenuti dei 
banner. Con questo incredibile search 
engine è possibile cercare con estrema 
facilità server FTP, video server, router, 
stampanti, Web server... insomma, tutto 
quanto è connesso in Rete ed è dotato di 
un indirizzo IP. Shodan (raggiungibile 


da tutti all'indirizzo https://www.sho- 
dan.io/) consente di violare facilmente 
qualsiasi dispositivo connesso a Internet, 
dalle telecamere di sicurezza ai sistemi 
industriali più avanzati. Per questo moti¬ 
vo è stato battezzato il "Google dei pirati". 
Per sfruttare appieno le potenzialità di 
Shodan è necessaria la registrazione, che 
è gratuita se ci si accontenta dei primi 50 
risultati di ricerca (più che sufficienti per 
chi non è un hacker di professione). Altri¬ 
menti, con una piccola quota di adesione 
è possibile sbloccare tali limiti. 


Scovare film e serie tv in full-hd 

Gli smanettoni usano l’ftp per scambiare file illegali su internet in gran segreto. Ecco le tecniche usate. 

Usano il motore shodan per trovare facilmente film e musica 


-—— ♦ 


Index of /donnlond/ 

■ - -• M -. 


«».. 

Oj. IMI 

_> «■vvai.a.M 



U .. . . ... 

ttit m.u 

^ M 



d • M 

2 ir MUM *1 


j »* *1 

Ci . 

zz - ■. : ~ 


«J ». *A‘**t* **'H 

CI 



CI M-a. 

101.71.?« 11* 


CJ 

o - ~ -. 

— ~ - 


CJ. m. **.*--.- 

a .. -- 






-j — .... ~~ 



d 

au 


□ **-*4 J*l« ♦* «« 






L’ftp è anonimo 

Il pirata che vuole individuare un server 
FTP, digita nella casella di ricerca di Sho¬ 
dan la stringa FTP anonymous. Tra i risultati del¬ 
la ricerca presta attenzione a quelli che riportano 
la dicitura Anonymous user logged in. Gli altri 
vengono scartati perché protetti da password. 


Accesso dal browser 

Individuato l'indirizzo IP del server FTP, 
lo smanettone cerca di accedere ai 
file in esso archiviati. Apre il browser e digita 
ftp://71. 18.32.xxx. Effettuata la connessione e 
sul PC dell’hacker viene visualizzata una strut¬ 
tura a cartelle. 


^ Download in corso 

Lo smanettone usa FileZilla, Clicca su 
File/Gestore siti e preme Nuovo sito ; 
inserisce come host l’indirizzo IP del server FTP 
e sceglie la voce Anonimo. Fa clic su Connet¬ 
ti per collegarsi al server. A questo punto inizia 
l’esplorazione alla ricerca di materiale "proibito”. 


94 Win Magazine Speciali 


























Il Google dei pirati 


Streaming 



A caccia di IP cam 


Con shodan si possono rintracciare le telecamere di sicurezza dotate di IP 
tra le ricerche si trovano molte IP cam motorizzate 



^ A caccia di ipcam 

Il malintenzionato si connette a Shodan 
usando un anonymizer come Tor Browser 
o IP Anonymox. Dopo il logln effettua una ricerca 
inserendo una parola chiave, tipo ip-cam , web- 
cam ecc., filtrandola per area geografica (la ricerca 
mostrataci dal pirata è ip-cam city: Milan ). 



^ Controllo totale 

Se il dispositivo è motorizzato, il pirata usa 
i pulsanti direzionali per orientarlo e pun¬ 
tare l’obiettivo in altri punti della stanza, con buo¬ 
na pace della privacy. Alcuni sistemi, inoltre, gesti¬ 
scono più Webcam contemporaneamente: tramite 
il pannello di controllo il malintanzionato potrà pas¬ 
sare da un canale all’altro. 



^ Così soia di tutto e di più 

Effettuata la ricerca, il malintenzionato esa¬ 
mina quindi tutti i risultati ottenuti cercando 
tra le cam disponibili quelle non protette da pas¬ 
sword o che sono state configurate lasciando inva¬ 
riata la password predefinita. L’IP Cam incustodita 
è ora sotto il controllo del pirata. 



Immagini dirottate 

Le IPCam usate come sistema di sicurez¬ 
za prevedono il trasferimento delle riprese 
su server remoti. Accedendo all’apposita sezione 
del pannello di controllo, il pirata può modifica¬ 
re queste impostazioni disabilitando la funzione o 
cambiandone i parametri per puntare a un pro¬ 
prio server. 


SCOVARE ROUTER 
E DECODER 
HACKERATI 

Shodan è in grado di filtrare i risultati 
rispetto a una data città o ad esatte 
coordinate geografiche. A questo pro¬ 
posito, il malintenzionato esegue una 
ricerca aggiungendo il filtro geo seguito 
da latitudine e longitudine (ad esem¬ 
pio geo:40.82,14.43), in questo modo 
Shodan elencherà gli IP che soddisfano 
la stringa di ricerca e che sono nelle vici¬ 
nanze delle coordinate fornite. Si può così 
identificare un router preciso e accedere 
al suo pannello di controllo (visto che la 
maggior parte dei dispositivi, è accessibile 
inserendo admin come nome utente e 
password come password), per rendere la 
connessione Wi-Fi non protetta (ruban¬ 
do o addirittura disattivando la chiave 
di sicurezza), così da poterla utilizzare 
liberamente o arrecare danni peggiori, 
installando firmware o sniffando il traffico 
di rete. 

NON SOLO ROUTER! 

Il Dreambox è un decoder utilizzato dagli 
smanettoni per fare card sharing e guar¬ 
dare a scrocco i canali satellitari. Tra le va¬ 
rie caratteristiche, integra anche un server 
Web che potrebbe essere indicizzato da 
Shodan e quindi... utilizzato. Quando il 
pirata trova su Shodan un dispositivo Dre¬ 
ambox, prova ad entrare visitando il suo 
indirizzo IP tramite il browser. Inserendo 
le credenziali di default (root e dreambox) 
dovrebbe poter accedere all'interfaccia 
(se la password della Web interface non è 
stata modificata). Può così accedere a tut¬ 
te le funzionalità e fare zapping virtuale 
tra i canali. 


5 MODI PER PROTEGGERSI DA SHODAN 

1 Evitiamo di esporre su Internet le nostre prima o poi si ritroverebbe comunque 
periferiche senza prima sostituire la tagliato fuori, 

password predefinita con una parola chiave Per accedere dall'esterno ai nostri siste- 
lunga che contenga anche numeri e segni mi, utilizziamo una VPN (Tool OpenVPN). 
speciali. Facciamolo per le stampanti di rete, Se abbiamo un server FTP, evitiamo di 

le IP-Cam, i router, gli access point, i range renderlo accessibile con l'utente anony- 

extender e per qualsiasi altro dispositivo ap- mous. 

parentemente innocuo connesso alla Rete. Tentiamo noi stessi di violare i nostri 

2 Cambiamo periodicamente le password sistemi usando Shodan! Essere in grado 
di accesso: in questo modo, anche se di scoprire da sé le proprie carenze è la 
qualcuno riuscisse a violare i nostri sistemi, protezione migliore! 



Speciali Win Magazine 95 







































tripla banda 

Unisci più connessioni per 
scaricare col turbo. Con la nostra 
app ti fai una super ADSL! 



Cosaci 

occorre 


OTTIMIZZATORE DI RETE 

SPEEDIFY 

Sito Internet: 

www.speedify.com 
Note: Il servizio offerto 
da Speedify è gratuito 
se si genera fino a 1 GB 
di traffico Web al mese 



ABBONAMENTO 
PER TUTTI 


Se il traffico dati non 
superai GB al mese 
Speedify è gratuito; se 
si supera questa soglia 
diventa a pagamento. 
Due le possibilità; se si 
resta entro i 50 GB di 
traffico mensile è possi¬ 
bile optare per un abbo¬ 
namento da 9 dollari al 
mese o per uno annuale 
da 42 dollari. Se ci serve 
un traffico illimitato, 
allora tocca sottoscri¬ 
vere l'abbonamento 
"unlimited" a 19 dollari 
al mese oppure 88,20 in 
un'unica soluzione per 
un anno intero. 


A ncora oggi, alle soglie del 2017, nono¬ 
stante le promesse degli operatori, 
nonostante la fibra a 30 Mbit e nono¬ 
stante il 4G, ci ritroviamo spesso ad avere 
connessioni la cui velocità fa rimpiangere 
i modem 56K. E quando accade questo? Di 
solito quando abbiamo più bisogno di veloci¬ 
tà, ad esempio se dobbiamo scaricare grandi 
quantità di dati in poco tempo per lavoro o 
studio. Magari abbiamo già un'ADSL, un 
abbonamento dati 3G o 4G e la connessione 
di un parente/amico consenziente nelle vi¬ 
cinanze. Quel che dovremmo fare, dunque, 
è escogitare un modo per miscelare queste 
differenti tecnologie di accesso a Internet e 
usarle contemporaneamente per raggiun¬ 
gere velocità mai viste prima. In pratica, il 
sogno di tutti. Ma come possiamo renderlo 
reale? La soluzione che abbiamo provato si 
chiama Speedify (www.speedify.com), un 
servizio Web gratuito entro certi limiti, che 
permette proprio di riunire due o più reti 
diverse sommandone quasi perfettamente 
la velocità. 

Come funziona? 

Dopo l'iscrizione al servizio, dovremo sca¬ 
ricare un programma da installare sul PC. 
Questo aggiunge al sistema un nuovo driver 
che si fa carico di gestire le comunicazioni 
di rete al posto del normale driver di rete. 
Oltre a questo viene creata una VPN (Virtual 
Private Network) con il più vicino server di 
Speedify, che in Italia si trova a Milano, e tutte 
le comunicazioni con Internet da noi effet¬ 
tuate passeranno tramite esso. Ovviamente, 
per sfruttare due o più reti avremo bisogno 
di due o più schede di rete sul computer, 
per cui potremo, ad esempio, sfruttare una 
connessione LAN con il nostro router e una 
Wi-Fi con il 3G/4G dello smartphone o del 
tablet, e magari unire una seconda connes- 






Internet a tripla banda | Fai da te 


Streaming 


COSÌ ABBIAMO EFFETTUATO I NOSTRI TEST DI VELOCITÀ 


I vantaggi di Speedify sono tangibili, soprattutto quando si scari¬ 
cano file di grandi dimensioni, mentre nella normale navigazione 
Internet la differenza si avverte molto di meno. Visto che Speedtest. 
net e altri siti simili, che offrono strumenti per misurare la velocità 
dell'ADSL, non sembrano funzionare correttamente con Speedify, 
offrendo risultati incoerenti, abbiamo utilizzato un test empirico, 
osservando la velocità di download con Internet Download ma¬ 
nager di un driver dal sito NVIDIA. Nelle foto seguenti possiamo 
osservare la differenza tra prima (solo connessione ADSL) e dopo 
(Connessione ADSL + connessione 3G di Tre Italia). 




sione wireless sfruttando una chiavetta USB. 
Le possibilità, dunque, non hanno limite. 

Facile e per tutti 

Il bello di questo servizio è che non c'è 
bisogno di configurare nulla per attivarlo. 
Una volta installato e avviato il program¬ 
ma, questo riconosce le connessioni di rete 
presenti sul computer e bilancerà automa¬ 
ticamente il carico di rete su tutte quelle 
disponibili, permettendo così di avere una 
velocità molto superiore che non usan¬ 
done una sola per volta. Questo aumento 
di velocità è particolarmente importante 
per scaricare velocemente file quando si 
utilizza un'ADSL "Anti-Digital Divide", 


limitata a 640 o a 800 Kb/sec di velocità, 
oppure per caricare file velocemente su 
server esterni, visto che nelle ADSL tra¬ 
dizionali la velocità di upload è limitata, 
mentre nelle reti mobile si ha a disposi¬ 
zione una banda maggiore. Installando 
Speedify, dunque, si può moltiplicare la 
velocità della propria ADSL. Ma esiste un 
limite a ciò che si può fare. Non è possibile, 
ad esempio, usare proficuamente questo 
tipo di connessione per i giochi, visto che 
il ping, ovvero il tempo di latenza nella 
risposta dei server aumenta e questo non 
permette di avere le risposte immediate 
richieste dal gioco on-line. Attenzione an¬ 
che se utilizziamo le reti P2P: i server ai 


quali si connette Speedify non digeriscono 
bene questo tipo di collegamenti, ma c’è un 
trucco per utilizzarli comunque... Più in 
generale, non si può sfruttare questo tipo 
di collegamento per velocizzare servizi che 
richiedono costanza nelle prestazioni della 
linea, mentre le applicazioni che effettuano 
un buffering dei dati, come ad esempio la 
fruizione di video da YouTube e altri servizi 
simili, beneficiano senz’ombra di dubbio 
della maggiore banda a disposizione. Ov¬ 
viamente, anche il download e l’upload di 
file traggono grandi benefici da Speedify. 
Attiviamo dunque tutte le nostre connes¬ 
sioni di rete e prepariamoci a sfrecciare su 
Internet a velocità mai viste prima! 


Il tool per condividere la banda 

L’installazione di Speedify è semplicissima: dopo aver creato un account che permette di utilizzare il servizio 
gratuitamente, è sufficiente installare un nuovo driver virtuale per la scheda di rete. Ecco come procedere. 



^ Prima registriamoci 

Colleghiamoci al sito www.speedify.com 
e clicchiamo sul pulsante Sign up forfree 
per creare un account gratuito. Nella nuova pagina 
premiamo Create an account per provare il servizio 
senza spendere un euro. Infine, nella pagina succes¬ 
siva inseriamo la nostra e-mail e clicchiamo Next. 


-x Creiamo l’account gratuito 

Inseriamo una password, lasciamo seleziona¬ 
to Join thè Speedify forAndroid & iOS Beta 
whishlist , per essere avvertiti quando sarà disponi¬ 
bile l’app per Android o iOS, e premiamo Create my 
Free Account per avviare il download del Client di 
Speedify. Apriamo il file e avviamone l’installazione. 


^ Un nuovo driver 

Se compare la schermata Consentire al pro¬ 
gramma seguente di apportare modifiche 
al computer? premiamo Sì. Alla richiesta di aggiun¬ 
gere un driver di rete al sistema premiamo Installa. 
Al termine clicchiamo Sign In, inseriamo e-mail e 
password usati al Passo Al e poi Speed Me Up. 


► 


Speciali Win Magazine 97 











































C* Streaming 


Faldate | Internet a tripla banda 


COME VOGLIAMO USARE LA NOSTRA CONNESSIONE A INTERNET? 

Cliccando sul pulsante accanto al nome della rete si accede a un menu di scelta rapida nel quale è possibile decidere cosa deve fare 
Speedify con quella connessione. Le opzioni sono quattro: scopriamo a cosa servono per sfruttare al massimo la nostra super ADSL. 



E1 ALWAYS 

La connessione selezionata 
dev’essere utilizzata 
sempre. Si tratta della 
scelta predefinita ed 
è anche l’unica che 
permette di unire due o più 
connessioni per velocizzare 
lo scambio di dati con 
Internet 


S SECONDARY 

Opzione comoda per chi 
usa una connessione a 
consumo. Selezionando 
quest’opzione, la relativa 
connessione viene utilizzata 
meno di quanto si potrebbe, 


privilegiando la rete per la 
quale si è selezionata la 
voce Always 


EJ BACKUP 

La connessione selezionata 
viene utilizzata solo nel 
caso in cui le altre non 
siano disponibili (ad 
esempio per un guasto 
temporaneo) 


E1 NEVER 

Anche se presente, la 
connessione selezionata 
non viene mai utilizzata da 
Speedify 


E1 USAGE LI IVI IT 

Permette di impostare il 
traffico disponibile sulla 
nostra connessione a 
consumo 


■3 RESET ON A DAY OF 
MONTH 

Qui possiamo impostare il 
giorno in cui si rinnnova il 
nostro abbonamento ADSL o 
mobile in modo da azzerare 
il limite di traffico dati 
disponibile 



Attiviamo la super ADSL 


Installato il Client di Speedify sul nostro computer possiamo configurarlo per condividere tutti gli accessi 
a Internet che abbiamo attivi su computer, smartphone e tablet per sfrecciare in Rete e scaricare senza limiti! 



^ La prima rete c’è... 

All’avvio il tool mostrerà l'unica connessio¬ 
ne disponibile sul PC con accanto il pulsante 
Always in verde. Cuccandolo apparirà una finestra 
in cui effettuare alcune scelte. Se questa è la nostra 
rete principale lasciamo tutto così e proseguiamo. 


^ ... la seconda pure 

Connettiamo la seconda rete, ad esempio 
sfruttando il 4G LTE del cellulare. Ci serve 
una seconda scheda di rete: possiamo usare il Wi-Fi 
(del notebook) o una chiavetta WLAN al PC per con¬ 
netterci allo smartphone impostato come hot spot. 


^ Adesso uniamole! 

Accanto alla seconda LAN deve esserci scrit¬ 
to Always. Se così non fosse, cucchiamo sul¬ 
la scritta che appare, quindi su Always e OK. Se la 
connessione è a consumo, spuntiamo Usage Limit 
e inseriamo il limite in MB e la scadenza mensile. 



4 4 Mbps 


2.9 Mbps 





-x Controlliamo cosa succede 

Durante la navigazione è possibile osservare come vengono sfruttate le 
connessioni. Il grafico è di facile lettura: ciascuna connessione ha un colo¬ 
re e le linee colorate rappresentano la velocità raggiunta, mentre quella grigia è 
la velocità complessiva. Così è facile vedere quanto si guadagna. 


^ Ancora più veloci 

Se la navigazione sembra lenta, cambiamo server cliccando sul tasto coi 
tre trattini in alto a sinistra, poi Servers e scegliamone un altro sulla map¬ 
pa (ad esempio Parigi o Francoforte ) collegandoci con Connect. Per fare del P2P 
spuntiamo prima la casella Show P2P friendy Servers. 


98 Win Magazine Speciali 
















































bloodyfine 


jTOOEASY 

JLl I tuo sito in pochi step. 



CANONE 

ANNUO 


+ IVA 


SELEZIONA 
IL LAYOUT 

1 . 

■ Oltre 150 Template 
grafici 

■ Oltre 30 lingue 


A 

INSERISCI TESTI 
E IMMAGINI 



Tecnologia Drag&Drop 


SCEGLI 

IL TUO DOMINIO/' 



■ Dominio 

■ Posta elettronica 

■ Hosting tutto incluso 



Grafica ottimizzata su 

desktop e dispositivi 
mobili 





Sito 
perfetto 
su Desktop, 
Smartphone 
e Tablet 





vai su www.hostek.it 

e prova on line a realizzare il tuo sito: 
se sei soddisfatto acquistalo subito! 


HOSTEM 

HOSTING TECHNOLOGIES 

























ESET NOD32 


ENJOY SAFER TECHNOLOGY 




ESET Mobile Security 

Proteggi gratuitamente il tuo 
cellulare e il tuo tablet Android 


FUTURE Time 

tecnologie antluinis 


PROVALO 

GRATIS 

www.eset.it 


LA TUA LINEA 
DI DIFESA . 
,SU INTERNET 


Antivirus 
Antispyware 
Anti-Phishing 
Anti-Ransomware 
Syslnspector 
Sistema di ripristino 
Protezione USB 
Social Media Scanner 
Protezione exploit 
Advanced Memory Scanner 
Protezione vulnerabilità