Skip to main content

Full text of "Speciali Win Magazine 17 - Cinema gratis"

See other formats


Dagli autori della rivista di informatica e tecnologia più venduta in Italia 



A CASA TUA! 


La guida completa per trasformare il salotto 
in una sala cinematografica. Basta il tuo PC! 



CALCIO&CO. FILM E STREAMING 

IN CHIARO SERIE TV NO PROBLEM 

Tutto lo sport Dove e quando Le soluzioni a tutti 

live, proiettato vuoi su TV, tablet i problemi di installazione 

a 100 pollici e smartphone e configurazione 



















Con il Private Cloud di Aruba, 

le aziende di medie e grandi dimensioni 
possono avere il proprio data center 
virtuale dedicato, usufruendo di un 
servizio personalizzato che sfrutti tutta 
la flessibilità del cloud, ma con la 
garanzia di un prezzo mensile fisso. 

Affidabilità, sicurezza e certezza di 
avere i propri dati ospitati in Italia sono 
le nostre garanzie! 


Un perimetro di 

risorse garantite, J 

è possibile g 

con il cloud « i 



VMware Hypervisor 

vCloud Director VMware vSphere 



Risorse 

dedicate 



Pagamento 

mensile 



Backup in un 
2° data center 


Il Private Cloud di Aruba, una soluzione enterprise già scelta da tantissime 
aziende in Italia e all'estero. Contatta un nostro esperto. 


Per maggiori informazioni: www.cloud.it +39.0575.0508 


aroba _ 

CLOUD 


Cloud Privato 


Cloud Ibrido Cloud Object Storage 


Cloud Pubblico 


Servizi Managed 





Sommario 




A CASA TUA! 


La guida completa per trasformare il salotto 
in una sala cinematografica. Basta il tuo PC! 



CALCIO&CO. 
IN CHIARO 

Tutto lo sport 
live, proiettato 
a 100 pollici 



FUMÉ 
SERIE TV 

Dove e quando 
vuoi su TV, tablet 
e smartphone 



STREAMING 

NOPROBLEM 

Le soluzioni a tutti 
i problemi di installazione 
e configurazione 


Win Magazine Speciali 
Anno VII - n.ro 2 (17) - Aprile/Maggio 2015 
Periodicità bimestrale 
Reg. Trib. di Cs: 741 del 6 Ottobre 2009 
Cod. ISSN: 2037-1608 
e-mail: winmag@edmaster.it 
www.winmagazine.it 

DIRETTORE EDITORIALE: Massimo Mattone 
DIRETTORE RESPONSABILE: Massimo Mattone 

RESPONSABILE EDITORIALE: Gianmarco Bruni 

EDITOR: Carmelo Ramundo 

REDAZIONE Paolo Tarsitano, Giancarlo Giovinazzo, Raffaele del Monaco 

SEGRETERIA DI REDAZIONE: Rossana Scarcelli 

REALIZZAZIONE GRAFICA: CROMATIKA s.r.l. 
RESPONSABILE GRAFICO DI PROGETTO: Salvatore Vuono 
AREA TECNICA: Giancarlo Sicilia (Responsabile), Dario Mazzei 
ILLUSTRAZIONI: Tony Intieri 

IMPAGINATONE: E. Monaco, L Ferrara, F. Maddalone, T. Diacono 

PUBBLICITÀ: MASTER ADVERTISING srl 
Viale Andrea Doria, 17 - 20124 Milano - Tel. 02 83121211 
Fax 02 83121207 
advertising@edmaster.it 


EDITORE: Edizioni Master S.pA 
Via B. Diaz, 13 - 87036 RENDE (CS) 

PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO: Massimo Sesti 


ARRETRATI 

ITALIA 

Costo arretrati (a copia): il prezzo di copertina + € 6,10 
(spedizione con corriere). 

Prima di inviare i pagamenti, verificare la disponibilità delle copie arretrate 
inviando una e-mail ad arretrati@edmaster.it e la copia del pagamento 
potrà essere inviata via email o via fax al n. 19950.00.05. La richiesta con¬ 
tenente i Vs. dati anagrafici e il nome della rivista, dovrà essere inviata via 
fax al num. 199.50.00.05* oppure via posta a EDIZIONI MASTER S.pA Viale 
Andrea Doria, 17 - 20124 Milano, dopo avere effettuato il pagamento, secon¬ 
do le modalità di seguito elencate: 

- assegno bancario non trasferibile (da inviare in busta chiusa con la richiesta); 

- carta di aedito, circuito Visa, Cartasì, o Eurocard/Mastercard (inviando la Vs. auto¬ 
rizzazione, il numero di carta, la data di scadenza, l'intestatario della carta e il codice 
CW2, doè le ultime 3 cifre del codice numerico riportato sul retro della carta). 

- Bonifico bancario intestato a EDIZIONI MASTER S.pA. c/o BANCA DI CREDITO CO¬ 
OPERATIVO DI CARUGATE EINZAGO S.C. - IBANIT47R0845333200000000066000 
(inviare copia della distinta insieme alia richiesta). 


SOSTITUZIONE: Qualora nei prodotti fossero rinvenuti difetti o imperfezioni che ne li¬ 
mitassero la fruizione da parte dell'utente, è prevista la sostituzione gratuita, previo invio 
del materiale difettato. La sostituzione sarà effettuata se il problema sarà riscontrato e 
segnalato entro e non oltre 10 giorni dalla data effettiva di acquisto in edicola e nei punti 
vendita autorizzati, facendo fede il timbro postale di restituzione del materiale. 

Inviare il supporto difettoso in busta chiusa a: 

Edizioni Master - Servizio clienti Viale Andrea Doria, 17 - 20124 Milano 


SERVIZIO CLIENTI 

@ servizioclienti@edmaster.it 

g| 199.50.00.05' 2V. 199.50.50.51 

sempre in funzione dal lunedì al venerdì 10.00 -13.00 

•Costo massimo della telefonata 0,118 € + iva a minuto di conversazione, da rete fissa, 
indipendentemente dalla distanza. Da rete mobile costo dipendente dall'operatore utilizzato. 


ASSISTENZA TECNICA (e-mail): winmag@edmaster.it 
STAMPA: GRAFICA VENETA S.pA. - Via Malcanton, 2 
35010 Trebaseleghe (PD) 

DUPLICAZIONE SUPPORTI: Ecodisk Srl - Via Enrico Fermi, 13 
Burago di Molgora (MB) 

DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L'ITALIA: 

m-dis distribuzione media S.pA. - via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano 

tei: 02/25.82.1 

Finito di stampare nel mese di Marzo 2015 

Nessuna paite della rivista può essere in alcun modo riprodotta senza autorizzazione scritta di Edi¬ 
zioni Master. Manoscritti e foto originali anche se non pubblicati non si restituiscono. Edizioni Master 
non sarà in alcun caso responsabile per i danni diretti e/o indiretti derivanti dail'utilizzo dei programmi 
contenuti nel suppoito multimediale allegato alla rivista e/o per eventuali anomalie degli stessi. Nes¬ 
suna responsabilità è, inoltre, assunta da Edizioni Master per danni derivanti da virus informatici non 
riconosciuti dagli antivirus ufficiali all'atto della masterizzazione del suppoito. Nomi e marchi protetti 
sono citati senza indicare i relativi brevetti. Windows è un marchio registrato di Microsoft Corporation. 


Tech.it 









Sommario 


Sport&film a costo zero.8 

C'è un modo, tra legale e illegale, per guardare la 
TV SAT in HD su tablet e PC. Vediamoci (in) chiaro 

Pay TV in chiaro: 

la pacchia continua!.12 

Confessione shock di un pirata: "Ecco come 
guardo gratis sport, film e serie televisive..." 


Il primo eMule non 
si scorda mai 16 

... o forse sì! Ecco i 10 tool per 
scaricare di tutto e di più anche 
quando il Mulo fa i capricci 


i 



Noleggia il film in streaming.20 

Con Netflix il sogno di una videoteca globale (e 
legale) su Internet è diventato realtà. E presto il 
grande cinema on-demand di qualità potrebbe 
sbarcare anche in Italia... 


Scarica tutto dalle reti segrete.... 36 

Software e abbonamento Premium per avere 
libero accesso ai canali underground del file 
sharing 

Videoregistratore gratis e in HD!. .40 

Ecco come programmare le nostre registrazioni 
televisive preferite e rivederle su PC e smartphone 

Il meglio di SKY 

a 9 euro al mese.44 

Ti sveliamo il modo per guardare sport, film e 
serie TV senza sottoscrivere alcun abbonamento 

La mia casa è cablata!.48 

Tutte le soluzioni per condividere ADSL, file, 
cartelle e stampanti tra i dispositivi della tua rete 
LAN domestica 

Il 4G ti spegne la televisione.54 

I nuovi servizi di Internet in mobilità utilizzano la 
banda 800 MHz su cui trasmettono alcuni canali 
TV. Ecco come evitare possibili interferenze 

La tua TV diventa Smart.58 

Basta un box multimediale per riprodurre video 
4K, connettersi al Google Play Store e navigare in 
Wi-Fi con qualsiasi televisore! 

A tutto streaming 

con la Chromecast!.60 

Scopri come utilizzare al meglio le funzionalità 
multimediali della chiavetta di Google 


Da VHS a DVD in pochi clic!.70 

Ecco come usare il PC per digitalizzare i filmati 
delle vecchie videocassette e masterizzarli su DVD 
Video 

Collega tutto al tuo 

nuovo SmartTV.72 

I nuovi televisori mettono a disposizione una 
moltitudine di connessioni. Grazie ai consigli 
dei nostri tecnici riuscirai a collegare qualsiasi 
dispositivo audio/video senza problemi 


TV 4k o Full HD 3D? 74 

James Bond può riuscire a salvare 
il mondo, ma purtroppo non è in 
grado di aiutarvi nell'acquisto di 
un televisore. La soluzione ve la 
forniamo noi con questo ampio test 
comparativo sui televisori. 



Videoproiettori: 

guida all'acquisto.78 

Una comparativa tra i migliori modelli presenti 
sul mercato: per scegliere il più adatto alle tue 
esigenze e al tuo budget 


Tutto Sky Cinema 

on-line a 1 euro!.22 

E con il nostro trucco usi il nuovo servizio Sky 
Online per guardare film, serie TV e talent show su 
TV PC, Tablet e Console 


Cinema in HD sul tuo PC.26 

Film in prima visione, serie TV e cartoon on 
demand dove e quando vuoi tu! 

lo scarico facile.28 

«Così sono riuscito a creare un download 


manager che in automatico scandaglia la Rete 
alla ricerca di giochi per tutte le console, film in 4K, 
software con codici seriali...» 

TV in chiaro sul desktop.34 

Ecco come usare il nostro telecomando universale 
per fare zapping sul oltre 50 canali. Non serve 
installare alcun decoder e parabola 


Il grande cinema dove vuoi tu! ... 62 

Creiamo un impianto di home cinema portatile 
usando un videoproiettore e una semplice parete 
bianca 


Nero 2015 Media Home 64 

Alla scoperta della suite numero 1 per 
organizzare e masterizzare i nostri 
file multimediali 



Ultra risoluzioni spaziali.80 

I televisori UHD costano ancora oggi non meno di 
3000 Euro, ma ora si affacciano sul mercato due 
dispositivi con prezzi da sballo, a partire da 500 
Euro. Saranno validi questi due modelli? 

Archiviazioni multimediali.84 

Pendrive, hard disk, unità wireless e NAS: scegli il 
dispositivo giusto per salvare/condividere video, 
foto e musica... a volontà 

Memorie tuttofare.88 

Poter avere accesso a foto, video e documenti da 
tutti gli angoli della casa? Un nas rende possibile 
tutto ciò. Win magazine ha messo sul banco di 
prova nove modelli. 

Trasforma il NAS in decoder.94 

Così lo configuri per vedere e registrare i tuoi 
programmi preferiti e scaricare dal P2P 


I prezzi di tutti i prodotti riportati all'interno della rivista potrebbero subire variazioni e sono da intendersi IVA inclusa 


4 Win Magazine Speciali 

































Pocket Hotspot LTE 4 

con batteria ricaricabile 


Connettività 4G fino a 150Mbps 

Potente batteria da 2550mAh, fino a 10 ore di autonomia 
Display OLED 

Condivisione del Wi-Fi Dual-Band fino a 15 dispositivi 


Per una vita sempre in movimento 

Connettività 4G 






Pocket Hotspot 3G con powerbank da 5200mAh 

Connessione 3G in mobilità fino a 10 dispositivi 
contemporaneamente 
- Modem HSPA+ integrato, fino a 21,6Mbps 

■ Powerbank da 5200mAh fino a 26 ore di attività 
ininterrotta per ricaricare Smartphone oTablet 

■ Display OLED 


Pocket Hotspot 3G con batteria ricaricabile 

■ Connessione 3G in mobilità fino a 10 dispositivi 
contemporaneamente 

• Modem HSPA+ integrato, fino a 21,6Mbps 

• Batteria interna ricaricabile da 2000mAh fino a 8 ore 
di funzionamento 

• Display OLED 

• Design innovativo 


Pocket Hotspot 3G con batteria ricaricabile 

• Semplice condivisione della connessione 3G in mobilità 

• Modem HSPA+ integrato, fino a 21,6Mbps 

• Batteria interna ricaricabile da 2000mAh, fino ad 8 ore 
di funzionamento 

• Fino a 10 dispositivi collegabili simultaneamente 


www.tp-link.it 














fc) Il software sul DVD-Rom 




nV D 43 Cu 


I migliori tool per 

registrare scaricare 
e riprodurre qualsiasi 

file multimediale 


INCLUDE 

DVD da 4,3 GB 


XBMC 13.0 Gotham 1 

Un completo media center 
per il tuo PC 

File: xbmc-13.0-Gotham.zip Freeware 



K-Lite Mega Codec Pack 

10.8 

Tutti i codec per applicazioni 
multimediali 

File: K-LiteJodec_PackJ080_Mega. 

zip Freeware 



Nero Media Home 
20150 

Gestione e masterizzazione 
dei file multimediali 


Freemake Video 
Converter4L5 0 

Conversione video multifor- 
mato 


uTorrent342 0 

Sfrutta la rete Torrent per 
scaricare sempre al massimo 
File: utorrentzip Freeware 


Rie: Nero_WlediaHome-16.0.D0800_free. 

zip Freeware 


File : FreemakeVideoConverterSetup.zip 
Freeware 


- +: j h ± 4ck 


- f M.a.. m i> 


‘►HI ' « 


a ..... '"l.— 


^1 L'indU 

• 'TV' "h-JT-Jtiip ^V*1 LK 

yrii-.-l, 'CV-i q. Bl ^ tilii ¥ k| iv ■ vi» m < . 

1J l-r. J. MmJ-> 



Et-.-i ■ 111 ■ , IL*-1■ ÌL-jrr^iM.1 M >■■ f-- 

hirii-il 


g Ermi r ? HHtawk 





MI 




TV Dream 
Player 0772 O 

TV gratis e legale su PC, 
smartphone e tablet 

File: TVdream-Setupzip Freeware 

Cyberlink Media Suite 
Ultra 12 O 

Tutto il necessario per l'edi¬ 
ting multimediale 

File: CyberLinkMediaSuite12.0_ 
Trial.zip Trial 


>> UAYt Ut’ Ili SVft :** Iti» luti txihiiMlu 


Glesius-Crew Script 3 5 □ 

Catenaccio: Una suite com¬ 
pleta e gratuita per scaricare 
dalla Rete 

File: Glesius.zip Freeware 



eMule O50a O 

Il più famoso programma 
P2P si rinnova! 

File: eWlule0.50a-lnstaller.zip Freeware 



Firefox 3501 

Chiamate vocali direttamen¬ 
te dal browser 

File: Firefox Setup.zip Freeware 


Ekahau HeatMapper O 

Catenaccio: Mappa la qualità 
del segnale WiFi di casa tua 
File: heatmapper.zip Freeware 



uTorrent 347 O 

Sfrutta la rete Torrent per 
scaricare sempre al massimo 
File: utorrentzip Freeware 



Freemake Video 
Converter 415 O 

Conversione video multifor- 
mato 

File: FreemakeVideoConverterSetup.zip 
Freeware 



6 Win Magazine Speciali 








































































Il software sul DVD-Rom 0 







■ ntirT»Cr:s»-t*:.v.T» 



ia 

l- t»V >>«•»• ... V »>; - I- LfA; Itt/S t i-'j* ' 


ExPVR - The Sky+ 
Recording Copier 3830 

Gestire le registrazioni della 
TV satellitare 

File: ExPVRJ.8.31 -a99c440e4204_r.zip 
Freeware 



XBMC 13.0 Gotham i I 
Un completo media center 
per il tuo PC 

File: xbmc-13.0-Gotham.zip Freeware 



TV Dream Player 0772 D 

TV gratis e legale su PC, 
smartphone e tablet 

File: TVdream-Setup.zip Freeware 



Linux Reader L93 

Accedere alle partizioni Linux 
da Windows 

File: Linux_Reader.zip Freeware 


ext3 e ext4 da Windows 
File: Paragon_ExtFSJor_Windows_2.198. 

zip Freeware 

Tuxboot 06 

Installare GParted Live in un 
flash drive USB 

File: tuxboot-O.B.zip Freeware 



Firefox 3501 D 
Chiamate vocali direttamente 
dal browser 

File: Firefox Setup.zip Freeware 



DeSTRoi 13 1 


Freemake Video 
Converter 415 □ 

Conversione video multifor- 
mato 

File:FreemakeVideoConverterSetup.zip 

Freeware 



ProgDVB 705 

Guarda e registra la TV satel¬ 
litare e terrestre 


File: ProgDVB7.05.zip Freeware 



DVB Dream 26 

Guarda la TV satellitare e del 
DTT sul PC 


File: dvbdreamsetup_v26.zip Trial 


Paragon ExtFS for Decriptare registrazioni da 

Windows 2.198 SMART TV Samsung 

Accesso alle partizioni ext2, : File:DeSTRoi 1.3.1 Binaries.zipFreeware 




Hadu CCcam DVB 0127 

La Pay Tv legale anche sul PC 
File: HaduJCCamJVB jlugin JetaO.127. 

zip Freeware 


NextPVR329 

Guardare e registrare la TV 
da Internet 

File: NPVRSetup i_3_2_9.zip Freeware 



K-Lite Mega Codec Pack 

10.8 

Tutti i codec per applicazioni 
multimediali 

File : K-LiteJodec_Pack_1080_Mega. 

zip Freeware 



Video DownloadHelper 

4922 

Scarica al volo video e foto 
dai siti Web 

File: video _downloadhelper-4.9.22-fx+sm. 

zip Freeware 



Greasemonkey os 

Il plug-in di Firefox per modi¬ 
ficare le pagine Web 

File: greasemonkey-1.15-fx.zip Freeware 


VLC Media Player 215 Q 

Il player multimediale nume¬ 
ro uno si aggiorna! 

File: vlc-2.1,5-win.zip Freeware 



Rai.tv Native Video 
Player and Direct links 
1 1 

Script Greasemonkey per 
guadare e scaricare da Rai.Tv 
File: Raitv native video player and direct links. 

zip Freeware 



jg. GetAdd-ons 

Extensions 

Appearance 

Pluglns 

5C use KJIPto 

Google Reader: S 

’ Makc vnna.s pam at mo Geo 

Greased Lightbox 

* iKOWSifTTJ on 

Hacker News: Cot 

* Make commento ccllapve.'wp 

User Scripts 

HTTP-Be-Gone 

ftetnoves eitample 'hfttp fT tre 

Linkify Plus 2.1.3 

* n.rn ptein rfax UftLS irto 


Speciali Win Magazine 7 






























































































O Home Cinema 


Per saperne di più | IPTV anche su smartphone | 



C’è un modo, tra legale e illegale, 
per guardare la TV SAT in HD su 
tablet e PC. Vediamoci (in) chiaro 

in collaborazione con ExtremeGeneration.it 


A ncora una volta siamo riusciti a sco¬ 
vare nei meandri del Web qualcosa di 
incredibile sul mondo delle Pay TV! 
Parabola e decoder non sono più necessari, 
basta un semplice smartphone o un tablet. 
Dispositivi dei quali tutti noi oramai non 
possiamo fare più a meno e che abbiamo 
sempre a portata di mano. Durante la nostra 
inchiesta abbiamo comunque scoperto che 
il metodo è funzionante addirittura anche 
su PC, rendendo questo sistema compatibile 
con tutte le esigenze! 


La TV dei pirati 

Ironico a dirsi, ma pare che la crisi economica 
che imperversa da diversi anni non abbia ri¬ 
sparmiato nemmeno i pirati e i Pay Server che 
offrono la visione (illegale) della Pay TV tramite 
C-LINE: questo a patto di possedere un decoder 
Linuxbased (Tipo Dreamboxo Ferguson Ariva), 
o dispositivo analogo in grado di sfruttare il 
segnale TV, sia esso digitale terrestre o satel¬ 
litare. Potremmo dire che il più grande limite 
di questi metodi fosse proprio il fatto di dover 
necessariamente acquistare un decoder appo¬ 
sito e, allo stesso tempo, installare una parabola 
satellitare. Tuttavia, i dati di mercato affermano 
che il trend del settore "mobile’'(smartphone 
e tablet) è in continua crescita e destinato a 
surclassare la fruizione di contenuti Internet 
da postazioni meno versatili, quali i PC. In altre 
parole, così come società quali Sky Italia si sono 
dovute adeguare a questa fascia di mercato 
emergente, offrendo alternative mobili quali 
SkyGo, oppure ivari operatori di telefonia, pen¬ 
siamo a Vodafone e TIM con la Serie A, anche il 
mondo pirata ha dovuto offrire una sua risposta 
a questa utenza desiderosa di avere sempre a 
disposizione sul proprio smartphone i conte¬ 
nuti TV desiderati. Ad aggiungersi a quanto 
detto, anche i recenti contrattacchi delle Pay 
TV contro il card sharing: i blocchi e i “freeze" 


/A k \ Ricordiamo che riprodurre in streaming contenuti video 
/ ^A protetti da diritto d'autore è illegale, come ribadito 

/ anche dal nostro avvocato a pagina 11. 

(_) Le procedure da noi descritte pertanto vengono 

pubblicate a puro scopo illustrativo e comunque non consentono di 
utilizzare appieno il servizio di streaming. 


ATTENZIONE! 


8 Win Magazine Speciali 








Per saperne di più | IPTV anche su smartphone | 


Home Cinema 


Così è iniziata la nostra inchiesta 

Per nulla fiduciosi della legalità di SATarabia, li abbiamo contattati fingendoci interessati all’acquisto del servizio 
per un mese. Le risposte cne abbiamo ottenuto hanno confermato il nostro sospetto sulla illegalità del servizio. 



^ Il nostro primo approccio 

Lo scorso gennaio abbiamo scritto (in ingle¬ 
se) al Support Team di SATarabia inviando 
all'indirizzo support@satarabia.com un messaggio 
dalla nostra casella di posta elettronica. Per rendere 
più credibile la comunicazione abbiamo utilizzato un 
indirizzo e-mail privato in alcun modo riconducibile 
alla redazione di Win Magazine. 



^ OK, ma è legale? 

Insospettiti da questo comportamento, 
abbiamo riscritto al Support Team ringra¬ 
ziandoli per la linea di test ricevuta e rivolgendo nuo¬ 
vamente le stesse domande in merito alla legalità del 
servizio, speranzosi che questa volta non sorvolasse¬ 
ro la questione. Ma chiaramente non abbiamo rice¬ 
vuto risposta alcuna, segno che qualcosa non torna. 



^ Tutti i nostri dubbi 

Ci siamo spacciati per dei normali uten¬ 
ti interessati a sottoscrivere un pacchetto 
annuale, ma prima di acquistare abbiamo chiesto 
loro maggiori informazioni in merito alla legalità del 
servizio. Poiché i pagamenti avvengono attraverso 
metodi tracciati (carta di credito, PayPal ecc.) voleva¬ 
mo la sicurezza di non pagare per un servizio illegale. 



-x Cosa dicono i forum? 

Non soddisfatti dei risultati ottenuti, abbiamo 
provato ad usare il blog e i forum di discus¬ 
sione aperti in Rete. Nulla da fare, anche in questo 
caso le nostre domande sono state ignorate: alcuni 
sospettavano addirittura che fossimo la polizia posta¬ 
le, in alcuni casi le domande poste ci hanno portati 
persino al ban da parte dei moderatori! 



^ Una risposta strana 

Un paio di giorni dopo (il primo febbraio, per 
. l’esattezza) abbiamo ricevuto una risposta, 
sempre in inglese, dal Support Team. Questi, igno¬ 
rando del tutto le nostre domande, ci hanno una 
inviato una linea di test esortandoci a provare il ser¬ 
vizio. All'interno della stessa e-mail erano indicati 
anche i link per il download dell'applicazione. 



Non ci resta che provare 

A questo punto, abbiamo deciso di provare 
il servizio, giusto per capire fino a che pun¬ 
to le loro parole, per lo meno quelle riportate sul sito 
Web, corrispondano al vero. La linea di test ricevuta 
nella prima e-mail di risposta ha la durata di 7 gior¬ 
ni. Essendone trascorsi già un po’ ci siamo dunque 
subito messi al lavoro con i primi test. 


dei canali HD, ad esempio, hanno incrementato 
la domanda degli utenti per soluzioni alterna¬ 
tive, in grado di aggirare definitivamente le 
restrizioni e di godere appieno della tv in alta 
definizione. Infatti, il metodo che stiamo per 
svelare si basa sulla ricezione dei contenuti 
tramite flusso streaming, la cosiddetta IPTV 
per intenderci, e non più tramite la ricezione 
satellitare. Indubbiamente, una rivoluzione 
nella fruibilità dei contenuti. Senza dunque la 
necessità di una parabola, di un decoder, o di 
una CAM, si risolvono tutti, o quasi, i problemi 
che minacciavano la pratica (illegale) del Card 
Sharing. 


Un nuovo card sharing 

I Pay Server hanno quindi adottato una nuova 
strategia, questa volta vendendo i contenuti delle 
PayTv non più tramite C-LINE, ossia i codici in 
grado di decriptare il segnale ricevuto via etere, 
bensì sono passati ad essere loro stessi i fruitori 
del flusso di dati dando vita ad un servizio in 
streaming delle principali Pay TV, italiane ed 
estere. Tutto ciò disponibile direttamente sul 
proprio smartphone, tramite una semplicissima 
app scaricabile gratuitamente dal Play Store. 
Armati di una fitta rete di server, di una rego¬ 
lare Smart Card in locale e, soprattutto, di una 
buona banda in upload, i pirati hanno avuto la 


brillante idea di realizzare una sorta di Sky Go 
unofficial, riuscendo in questo modo ad evitare 
le continue interruzioni divisione e sbloccando 
definitivamente anche i canali in HD. Vengono 
così trasmessi contenuti in diretta che compren¬ 
dono un po’ tutto il palinsesto mondiale: svariati 
canali culturali, cinema e sport, il tutto in doppio 
audio e con la facoltà di aggiungere sottotitoli. 
Inoltre, è possibile emulare una sorta di servizio 
on-demand. Molto spesso, i Pay Server corre¬ 
dano il servizio con C-LINE per garantire così, 
anche in caso di temporanee manutenzioni 
dell'app, una visione continua dei contenuti 
offerti, anche sotto rete mobile 3G. Inoltre, ► 


Speciali Win Magazine 9 













































C Home Cinema 


Per saperne di più | IPTV anche su smartphone | 


Il servizio funziona! 

Legale o no, SATarabia offre la possibilità di visualizzare gratuitamente 
i canali della payTV anche in mobilità sul proprio smartphone. 



Completa azione usando 



Effettuare un controllo 
con ESET prima... 

Sempre 


Installer pacchetto 

Solo questa volta 


^ L’App che accende la TV 

All’interno della e-mail di risposta ricevu¬ 
ta dal Pay Server oltre alle credenziali di 
accesso viene riportato il link per scaricare l’app 
SAT-Arabia. Abbiamo successivamente verificato 
che tale applicazione è disponibile anche sul Play 
Stare ufficiale. 


^ Accedono al servizio 

Avviata l’app, abbiamo inserito username e 
password ricevuti via e-mail ed effettuato 
il login. In questa fase è anche possibile decidere 
se memorizzare le credenziali di accesso per non 
doverle reinserire. Completata la verifica delle cre¬ 
denziali, ci ritroviamo di fronte all'Interfaccia utente. 


^ Installiamo l'applicazione 

Abbiamo quindi collegato lo smartphone al 
PC usando il cavetto USB per trasferire nella 
sua memoria interna il file APK. Dopo aver attivato la 
funzionalità di installazione della app anche da sor¬ 
genti sconosciute, abbiamo completato la procedu¬ 
ra che si è svolta in maniera del tutto automatica. 


^ Si godono le trasmissioni 

Dal menu a sinistra scegliamo se visionare i 
contenuti in diretta oppure on-demand. Tro¬ 
vata la trasmissione desiderata, basta selezionarla 
e attendere qualche secondo il buffering del video. 
Una volta agganciato il segnale possiamo mettere in 
play qualsiasi programma TV. 



monitorando il flusso dati, sia attraverso 
applicazioni terze che direttamente dai 
contatori dell’operatore telefonico utiliz¬ 
zato, abbiamo appurato che l'applicazio¬ 
ne utilizza un sistema di compressione 
deH'informazione che non determina un 
eccessivo consumo del piano dati. Per dirla 
in breve, il consumo di gigabyte è davvero 
irrisorio: questo è dovuto principalmente 
anche alle dimensioni ridotte del display 
degli smartphone, che garantiscono un’ot¬ 
tima qualità visiva anche abbassando la 
risoluzione dei video. 

La nostra inchiesta 

La nostra indagine è partita con una ricerca su 


Google. Utilizzando come parole chiavi "iptv 
pay server” ci siamo imbattuti, tra gli altri, nel 
servizio offerto da SATarabia: il sito sembra 
ben fatto e, già dalla home page, promette 
l’accesso ai contenuti delle principali Pay TV 
internazionali. Incuriositi, abbiamo deciso di 
registrarci ottenendo un link per il download 
dell’applicazione per dispositivi Android e le 
credenziali di accesso al servizio che hanno 
una durata di circa sette giorni, dopo i quali sarà 
necessario inserirne delle altre o acquistare un 
pacchetto di abbonamento. Installata l’appli¬ 
cazione è sufficiente scorrere la lunga lista di 
TV SAT disponibili per trovare i contenuti da 
riprodurre in streaming. Addirittura, gli ideatori 
di SAT-Arabia hanno anche previsto la possi¬ 


bilità di installare la stessa applicazione su più 
dispositivi utilizzando le stesse credenziali per 
accedere al servizio (su Sky Go, giusto per fare 
un esempio, le credenziali di accesso vincolano 
l’utilizzo ad un solo dispositivo oppure ad una 
cerchia ristretta). Durante i test abbiamo quindi 
verificato che la qualità dello streaming è no¬ 
tevole! Insomma, SATarabia funziona davvero, 
ma il dubbio che sia legale rimane (ne abbiamo 
parlato con il nostro avvocato a pagina 59), 
anche perché li abbiamo contattati in via uffi¬ 
ciale attraverso la segreteria di redazione, ma 
non abbiamo ricevuto informazioni in merito. 
Per chiarire ulteriormente la questione abbiamo 
contattato anche Sky, ma nel momento in cui 
scriviamo non è ancora arrivata alcuna risposta 
ufficiale. È quindi il caso di dire "rimaniamo 
sintonizzati” perché sui prossimi numeri di Win 
Magazine torneremo in maniera chiarificatrice 
suH’argomento. 

Pirati contro pirati 

Non ci siamo comunque fermati qui! Nel no¬ 
stro girovagare tra le pieghe del mondo un¬ 
derground della TV in streaming abbiamo 
scoperto che ancora una volta i pirati sono 
riusciti a raggirare gli stessi Pay Server riu¬ 
scendo ad ottenere le credenziali di accesso 
al servizio ogni qualvolta lo desiderano. Per 
farlo, sfruttano due bug presenti nell'appli¬ 
cazione e nella distribuzione delle linee di 
test: la mancata verifica del serial number 
dello smartphone e il form per la registrazione 
basato sul solo indirizzo e-mail. Per quanto 
concerne il bug sull’applicazione, non esiste 
un database centrale che memorizza il seriale 
dello smartphone (o tablet). Questo consente, 
di utilizzare la stessa applicazione con infinite 
linee di prova senza aver mai alcun problema. 
Nel corso delle nostre prove, dopo l’inserimen¬ 
to di un bel numero di test, siamo stati costretti 
a disinstallare l'app. Successivamente, instal¬ 
landola nuovamente non abbiamo avuto alcun 
tipo di problema. Per quanto riguarda, invece, 
quello sul forum di registrazione, la maggior 
parte dei Pay Server utilizza come chiave per 
la distribuzione delle credenziali di accesso al 
servizio il solo indirizzo e-mail. Questo vuol 
dire che la stessa persona, con account e-mail 
diversi, può iscriversi sullo stesso portale e 
richiedere sempre una linea di test. Dunque, i 
pirati utilizzano e-mail temporanee (abbiamo 
analizzato anche questa tecnica sul numero 
200 di Win Magazine) o account e-mail falsi 
(nel gergo fake mail) appositamente realizzati 
laddove i Pay Server hanno implementato un 
minimo sistema di sicurezza, per iscriversi e 
richiedere la linea di test. Riescono così ad ave¬ 
re uno Sky Go pirata senza sborsare nemmeno 
un centesimo: il loro unico sforzo è richiedere 
una semplice linea di test. Davvero incredibile! 


10 Win Magazine Speciali 






















Per saperne di più | IPTV anche su smartphone | 


Home Cinema 


SERVIZIO MULTIPIATTAFORMA: I PIRATI LO USANO COSI! 

Le trasmissioni in streaming offerte dalla IPTV possono es¬ 
sere guardate anche su altri dispositivi. I pirati, scaricando 
l'apposita playlist da SATarabia, accedono, infatti, all'intero 
palinsesto offerto, sfruttando uno dei tanti player presenti in 
rete come XBMC. Questo famoso media center è disponibile 
per diverse piattaforme, addirittura anche per Rabesperry Pi. 

La riproduzione è abbastanza fluida, forse anche migliore a 
quella disponibile sui dispositivi mobili soprattutto se non 
sono top di gamma. Inoltre, grazie a questo player, i pirati 
riescono a registrare i contenuti trasmessi per poi rivederli 
successivamente. Addirittura possono anche programmare 
le registrazioni utilizzando una funzione particolare di Win¬ 
dows che consente di fissare, ad un dato orario, l'accessione 
del sistema operativo, l'esecuzione di determinate operazioni 
(avvio del player, sintonizzazione su di un canale ed avvio 
della registrazione) per poi spegnere il sistema operativo ad 
un orario prestabilito. Insomma, non esiste alcun freno alla 
fantasia dei pirati grazie ai servizi offerti da SATarabia e agli 
strumenti software disponibili in Rete. 



La parola all'avvocato 


Guido Scorza 

è uno dei massimi esperti in 
Diritto delle Nuove Tecnologie 



SATARABIA E IPTV SU 
SMARTPHONE: SONO 
LEGALI? 

On-line iniziano, ormai, a diffondersi - e per for¬ 
tuna - centinaia di piattaforme che consentono 
di accedere gratis o a pagamento ad una quan¬ 
tità pressoché infinita di contenuti audiovisivi, in 
molti casi di qualità o comunque analoghi a quelli 
trasmessi dalle più griffate emittenti televisive 
satellitari e non. Ma quanto c'è di legale in questi 
servizi? 

Tra piattaforme "user generated content"in stile 
YouTube, Vimeo o Dailymotion (quindi con conte¬ 
nuti prodotti dagli utenti) e colossi del cinema on 
demand stile Netflix non c'è, ormai, dieta mediatica 
che non possa essere soddisfatta restando lontani 
dalleTV tradizionali e dai decoder delleTV digitali e 
satellitari. Ma in un'offerta tanto vasta ed eterogenea, 
purtroppo, non mancano le insidie. La principale è 
distinguere le offerte legali da quelle illegali. On-line 
è infatti facile vestire con accattivanti layout, sgar¬ 
gianti colori e claim promozionali irresistibili, offerte 
assolutamente pirata che promettono all'utente 
di accedere ai più contenuti audiovisivi di quanti 
potrebbe vederne nella sua intera vita, gratis o pa¬ 


gando una manciata di euro al mese o, in ogni caso, 
cifre sensibilmente inferiori rispetto a quelle degli 
esosi abbonamenti dei più griffati player delle Pay 
TV. HDSATARABIA - una delle tante piattaforme di 
questo tipo - che promette IPTV e card sharing a go 
go non sembra sottrarsi a questa regola. Un bel sito 
internet, tanta enfasi nell'offerta di una montagna 
di contenuti audiovisivi in modalità multicanale e 
un allettante listino prezzi. 

Ma è tutto regolare? 

A scorrere le laconiche condizioni generali di contrat¬ 
to che l'utente è invitato ad accettare viene subito 
il sospetto - a patto naturalmente di avere l'occhio 
allenato a distinguere i mercanti di patacche da quelli 
di vere monete d'oro - che, in questo, caso di rego¬ 
lare ci sia poco. I gestori del sito, infatti, rivendono 
diritti su contenuti audiovisivi che, realisticamente, 
non hanno mai acquistato e non hanno, quindi, 
nessun titolo a rivendere e, soprattutto, vendono un 
servizio - quello di card sharing - che presuppone 
la violazione delle condizioni generali di contratto 
della più parte, per non dire la totalità, delle Pay TV. 
Impossibile, naturalmente, esserne certi perché è 
impossibile escludere che esista un rapporto con¬ 
trattuale tra i gestori della piattaforma e le emittenti 
televisive che trasmettono i contenuti ritrasmessi via 
IPTV o resi accessibili via card sharing, ma sarebbe 
davvero strano se fosse così. 

Siamo, quindi, davanti ad una piattaforma pirata, 
mascherata da video market place on demand? 

Se fosse come appare probabile, si tratterebbe dun¬ 
que di una piattaforma che potrebbe essere resa 


■\ 


inaccessibile dal nostro Paese nello spazio di una 
manciata di giorni, dietro semplice provvedimento 
dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni che, 
in forza della nuova disciplina sull'enforcement dei 
diritti d'autore on-line, può ordinare agli internet 
Service provider italiani di non portare più gli utenti 
del Paese su HDSATARABIA. Senza contare che i 
gestori della piattaforma rischiano anche di finire ad 
affollare le patrie galere giacché la diffusione, a scopo 
commerciale, di contenuti protetti da diritto d'autore 
in assenza della necessaria autorizzazione è reato. 

Ma se questo è il destino che potrebbe toccare ai 
gestori della piattaforma, qual è, invece, quello 
che attende gli ignari utenti di HDSATARABIA che, 
magari, hanno davvero pagato una manciata di 
euro - per la verità neppure pochissimi -per acce¬ 
dere ai contenuti resi disponibili Online? 

Direi che la scarsa riconoscibilità - al non addetto 
ai lavori - del carattere pirata del servizio reso di¬ 
sponibile attraverso la piattaforme, pone al riparo 
gli utenti da qualsiasi contestazione fondata con la 
conseguenza che, l'unico rischio vero che corrono, 
è abbonarsi per sei mesi o per un anno e scoprire, in 
corso d'opera, che il sito non è più accessibile perché 
le Autorità lo hanno chiuso. A quel punto, recuperare 
i soldi che si son pagati, anche se giuridicamente se 
ne avrebbe diritto, rischia di risultare un'impresa, 
nella pratica ciclopica. Occhio alle scorciatoie e a chi 
promette offerte troppo allettanti, in Rete - come, 
d'altra parte, fuori dalla Rete - l'abito non fa il monaco 
e nessuno, normalmente, regala niente a nessuno. 
Buona navigazione e buona visione sui tanti canali 
legali che iniziano a popolare Internet. 


Speciali Win Magazine 11 












C Home Cinema 


Parliamo di... | I pirati della TV digitale | 


Pay TV in chiaro: 
la pacchia continua! 

Confessione shock di un pirata: “Ecco come 
guardo gratis sport, film e serie televisive...” 


G ià in passato su Win Magazine abbiamo 
accennato al fenomeno “card sharing’' e 
indagato su come i pirati utilizzino questa 
particolare tecnica di condivisione per vedere 
gratis le principali Pay TV, nazionali e non, su TV 
e PC, addirittura registrando su periferiche USB i 
loro programmi preferiti. Grazie alle confessioni 
del pirata Jcom siamo riusciti a capire meglio 
tutta la storia e gli sviluppi nel corso degli anni: 
il suo racconto ci ha catapultato in un mondo 
dove l'illegalità la fa da padrona permettendoci di 
scoprire retroscena altrimenti poco conosciuti. 

La storia della pirateria 

Il racconto di Jcom inizia con alcuni accenni 
storici utili per introdurci alla scoperta del card 
sharing. La nascita della pirateria satellitare 
coincide, di fatto, con la messa in onda dei primi 
canali televisivi trasmessi via satellite. Secon¬ 
do Jcom, i motivi che portarono le emittenti 
televisive alla scelta di questo mezzo furono, 
storicamente, due: 

• maggiore area di copertura che un satellite 
consentiva di avere. Basti pensare che il satel¬ 
lite utilizzato per trasmettere Sky Italia (Hot 


Bird, che insieme ad Astra copre gran parte 
dell'Europa) è utilizzato daben trenta emittenti 
televisive per raggiungere 120 milioni di utenti; 
• maggiore qualità audio/video che il sistema 
DVB-S (Digital Video Broadcasting - Satellite), 
oggigiorno evoluto in DVB-S2, consentiva di 
avere rispetto alle trasmissioni analogiche. 
D'altronde, la nascita del digitale terrestre 
in Italia, avvenuta nel 2006, ha consentito di 
raggiungere gli stessi standard di qualità grazie 
al protocollo DVB-T (Digital Video Broadca¬ 
sting - Terrestrial) e DVB-T2 (che dovrebbe 
portare nel bel paese alla nascita di molti più 
canali inHD). 

Inizialmente la pirateria satellitare era poco 
diffusa, parliamo dei primi anni 80. Con la diffu¬ 
sione dei mezzi di informazione come Internet, 
si sono poi sviluppate delle vere e proprie "com¬ 
munity'' (ancora oggi attuali), salotti del SAT- 
hacking dove i pirati scambiavano informazioni 
e si aggiornavano sui risultati ottenuti. Grazie 
a questi, la pirateria diventò in breve tempo un 
fenomeno di massa. La sopravvivenza di queste 
community era ed è garantita dall’inaccessibilità 
da parte dei motori di ricerca (Google, Bing, Ya¬ 


hoo, Libero ecc.) e all’utilizzo di parole in codice. 
A questo punto, Jcom ci "introduce” nel mondo 
underground della pirateria televisiva illustran¬ 
doci il significato di alcuni termini usati proprio 
nelle community dedicate al SAT-hacking. Sco¬ 
priamo così che, ad esempio, la parola "cielo” è 
utilizzata per indicare l’emittente televisiva Sky 
oppure l’espressione "si vede la luce” per indicare 
il corretto funzionamento di una procedura per 
bucare il sistema di criptazione. Jcom ci svela 
quindi un lato nascosto e, se vogliamo, anche 
romantico della pirateria: secondo lui, infatti, il 
motivo sostanziale che portò all’epoca e porta 
oggi i pirati ad attaccare le Pay TV è quello di 
sfida: riuscire a bucare il sistema, diffondendo 
poi il risultato del loro lavoro in rete, oltre che, 
ovviamente, guardare i canali per cui non pos¬ 
siedono un regolare abbonamento. Il primo che 
riuscì in questa impresa fu Markus Kuhn. 

Arrivano le smart card pirata 

A questo punto, il nostro viaggio in compagnia 
di Jcom diventa più interessante. Il pirata ci rac¬ 
conta, infatti, che la prima procedura utilizzata 
dai pirati per accedere ai contenuti criptati fu 


BREVE STORIA ILLUSTRATA DEI PIRATI DELLA TV SATELLITARE 













2003 


| I pirati della TV digitale j Parliamo di... 


Home Cinema 


CARD SHARING: ECCO COME I PIRATI CONDIVIDONO LA TV SAT 






Bastano un decoder satellitare Linux based e un normale router ADSL per trasmettere e ricevere via Internet i codici di decodifica 
per vedere in chiaro tutte le Pay TV. _ 

ADSL ROUTER 


ADSL ROUTER 


CLIENT 

DECODER SATELLITARE 
LINUX BASED 


SERVER 


DECODER SATELLITARE 
LINUX BASED 


t——— 

» 


ADSL ROUTER 

~ V 

CLIENT 

DECODER SATELLITARE 
LINUX BASED 


l’utilizzo delle smart card clonate. Tecnica del 
tutto equivalente a quello che accadeva con le 
carte di credito prima dell'introduzione del chip 
elettronico. I pirati estraevano da una smart 
card, con regolari diritti di abbonamento, le 
stringhe esadecimali (quello esadecimale è un 
sistema numerico posizionale in base 16 che 
utilizza 16 simboli, da 0 a 9 e dalla a alla f, per 
codificare le informazioni; il nome "Paolo", ad 
esempio, viene codificato in"50616f6c 6f") per 
lo sblocco della visione dei canali. Acquisiti i 
dati, li inserivano, con l’ausilio di appositi lettori/ 
scrittori, alTinterno di smart card vergini e si 
godevano le Pay TV senza spendere nemmeno 
un centesimo! Con il diffondersi del fenome¬ 
no, le Pay TV iniziarono a contrastare i pirati 
mediante contrattacchi mirati (in genere, in 
concomitanza degli eventi più attesi quali match 
calcistici, concerti, film in prima visione). Quelli 



maggiormente diffusi (si parla dei tempi di D+ 
che utilizzava IRDETO, il padre di SECA, come 
sistema di codifica), erano quelli di tipo RESET 
che, nei decoder in cui erano presenti smart 
card pirata, portava al blocco della visione del 
canale e alla comparsa a video del messaggio 
“Please Insert Smart Card". 

I primi decoder programmabili 

Proseguendo nel suo resoconto temporale, Icom 
attira la nostra attenzione sulle emittenti televi¬ 
sive che, ovviamente, non si fermarono alle sole 
azioni di contrasto basate sul reset dei decoder: 
queste, infatti, non combattevano il fenomeno, 
ma impedivano solo la visione degli eventi più 
seguiti. I pirati più furbi preferivano non vederli, 
seguendoli altrove, per poi godersi durante 
l’intero mese tutto il palinsesto televisivo. Per 
tale ragione, le emittenti televisive, sviluppa¬ 
rono un sistema di aggiornamento delle chiavi 
operative (conosciute nel campo con il termine 
key) che sostituivano, ad intervalli regolari di 
tempo, quelli presenti sulle smart card in pos¬ 
sesso di regolari diritti di visione, bloccando di 
conseguenza quelle pirata. Questa topologia 
di attacco costringeva i pirati ad un continuo 
reperimento delle chiavi su Internet e al suc¬ 
cessivo inserimento nel decoder. Sembreranno 
operazioni banali, ma Jcom ci fa subito notare 
che ai tempi delle connessioni a Internet con 
modem a 56K portavano alla perdita di ore, sco¬ 
raggiando quindi il fenomeno. I pirati, stanchi 
ma non abbattuti, svilupparono firmware (il 
preambolo di quello che accade ai giorni nostri) 
per i decoder dell’epoca. Ecco quindi che un 
leggero velo di malinconia ricopre il volto di 
Jcom mentre ricorda il più noto decoder nella 


scena deH’hacking satellitare: il "Gold Box” 
della Philips. Sembra quasi che il nostro amico 
ne abbia uno realmente tra le mani mentre ci 
racconta che il firmware, sviluppato dai pirati, 
consentiva al decoder, oltre alla gestione di 
diversi tipi di codifica, di gestire le cosiddette 
smart card virtuali. In questo modo i pirati riu¬ 
scivano a diminuire gli improvvisi blocchi alla 
visione, rimanendo tuttavia sempre costretti 
ad aggiornare il firmware del decoder ma con 
minor frequenza rispetto al metodo precedente. 

La rivoluzione del card sharing 

Tornato alla realtà odierna, Jcom ci dice che a 
bloccare il fenomeno, almeno per un paio di 
anni, ci pensò il cambio di codifica, da SECA 
ad NDS, che ha segnato la fine nel nostro paese 
di Tele+ e Stream TV (avvenuta il 31 giugno 
2003) con la nascita di Sky Italia. Con lo svilup - 
po di nuove tecnologie e soprattutto di sistemi 
operativi leggeri e prestanti, la pirateria satel¬ 
litare ha però ripreso vita. Nel 2010 fu messo in 
commercio il primo decoder Linux Based, il 
Dreambox, prodotto dalla Dream Multimedia 
in Germania. La possibilità di disporre di un 
sistema operativo, su di un decoder, ha con¬ 
sentito lo sviluppo di un hacking particolare 
conosciuto come card sharing. 

Il card sharing, letteralmente "condivisione 
di carta", consente di condividere i codici di 
sblocco delle Pay TV contenuti in smart card in 
possesso di regolari diritti di visione utilizzando 
Internet e decoder opportunamente modificati. 
Con un teletrasporto degno della saga di Star 
Trek, il pirata Jcom ci porta quindi con sé alla 
scoperta di particolari server Web, conosciuti 
come Pay Server, che, sparsi in luoghi lontani 

Speciali Win Magazine 13 









C Home Cinema 


Parliamo di... | I pirati della TV digitale | 


CARD SHARING: PERCHE' NON FARLO! 


Si rischia una denuncia! 

t ' A tutti gli effetti, si sta 
commettendo una truffa contro 
una società, l'emittente televisiva, 
perché si usufruisce di un servizio 
senza averne il diritto. La visione 
di una partita, senza aver pagato 
il"biglietto"equivale alla fruizione 
del gas senza pagare la bolletta 
energetica o, ancora peggio, ma¬ 
nomettendo il contatore. 

Bisogna rinunciare all'al¬ 
ta definizione Attual¬ 
mente, le PayTV più importanti 
hanno elaborato una nuova stra¬ 
tegia per proteggersi dagli attac¬ 
chi dei pirati che va sotto il nome 
di"pairing": in pratica, questa nuo¬ 
va arma di difesa causa il blocco 
permanente di tutti i canali in alta 
definizione. Questo è un vero pec¬ 
cato per chi possiede un TV di 


ultima generazione: non può in¬ 
fatti beneficiare completamente 
della sua qualità nella visione del¬ 
le immagini. 

Si rischia di rimanere 
t truffati I Pay Server, cioè 
i server remoti che elargiscono 
C-LINE sotto un compenso eco¬ 
nomico, potrebbero truffarci rice¬ 
vendo il denaro senza mai inviar¬ 
ci la stringa con le chiavi di deco¬ 
difica, oppure inviarci una C-LINE 
che non corrisponde al periodo 
che abbiamo pagato. Sanno bene 
che non possiamo rivolgerci alle 
autorità perché non potremmo 
spiegare i motivi che ci hanno 
portato all'acquisto in quanto 
pratica illegale. 

I costi bassi delle PayTV 
1 prepagate I prezzi acces¬ 
sibili e per tutte le tasche delle 


PayTV prepagate, Mediaset Pre¬ 
mium sul digitale terrestre, Sky 
sul satellite, Infinity e Sky Online 
sul Web, rendono davvero inutile 
l'acquisto di apparecchi e l'instal¬ 
lazione di sistemi dal costo di 
centinaia di euro, con il rischio 
che si interrompa la visione d'im¬ 
provviso. 

Assenza dei servizi on 
t ' demand I ritmi frenetici 
della vita quotidiana molto spes¬ 
so non ci consentono di seguire 
in diretta i nostri programmi pre¬ 
feriti, discorso valido soprattutto 
se siamo amanti delle grandi serie 
televisive. Le PayTV ci vengono 
incontro con i servizi di on de¬ 
mand e ci consentono di vedere 
i programmi quando vogliamo, 
cosa che assolutamente non po¬ 
tremmo fare con il card sharing. 


dalle vigenti norme sul copyright, elargiscono 
sotto compenso stringhe di accesso, cono¬ 
sciute in gergo come C-LINE, ai codici delle 
smart card condivise. Le C-LINE inserite in 
decoder dotati di un firmware patch, CCCam 
Emulator, consentono la visione di contenuti 
normalmente a pagamento. Attorno a questo 
sistema, continua ancora Jcom, si è sviluppato 
un vero e proprio business, tra commercio di 
decoder, C-LINE, firmware patch ecc. Oggi 


è possibile usufruire di questi servizi anche 
utilizzando specifici motori di ricerca come 
Shodan, alcuni CCCam Line Tester, servizi di 
e-mail temporanee e, soprattutto, la nuova mo¬ 
neta elettronica del Web, i Bitcoin. Chiediamo 
a Jcom come mai la scelta proprio dei Bitcoin 
per effettuare le transazioni economiche nel 
mondo delle C-LINE e la risposta del pirata non 
poteva essere più netta: perché garantisce un 
perfetto anonimato! 


Cosa ci aspetta in futuro 

Proprio per garantire anche il suo, di ano¬ 
nimato, Jcom interrompe qui il discorso sui 
Bitcoin e sui motori di ricerca underground e 
riprende il suo interessante racconto sull’evo¬ 
luzione della pirateria televisiva. NelTultimo 
periodo, ci dice, grazie anche all'avvento delle 
nuove Smart TV, si stanno affacciando sul 
mercato nuove tecnologie, sempre in tema di 
pirateria. Tutto volto a sfruttare le potenzialità 
di questi nuovi televisori. Scopriamo così che 
sono disponibili, ad esempio, moduli CAM 
(Conditional Access Module, Moduli di Ac¬ 
cesso Condizionato) riprogrammabili, come 
la Diablo o la Matrix CAM, simili a quelle che 
comunemente si acquistano per guardare le 
PayTV sul DTT. Sono dotate di un ingresso per 
smart card e di un modulo Wi-Fi o Ethernet per 
la connessione a Internet. Mediante alcune 
particolari procedure (la più utilizzata dai 
pirati è, sempre secondo Jcom, la CAS INTER¬ 
FACE) o sfruttando un server FTP è possibile 
riprogrammare queste CAM, inserire i pro¬ 
tocolli per il card sharing e, dunque, vedere 
le Pay TV come con i decoder Linux Based. 
Il grande vantaggio per i pirati nell’utilizzo 
di queste nuove tecniche è la possibilità di 
disporre di un dispositivo integrato, di basso 
costo, "nascosto" aH’interno del televisore e 
flessibile (facilmente trasportabile da un TV 
all'altro perché è necessario solo estrarlo per 
poi reinserirlo nel TV; inoltre, è compatibile 
con la maggior parte dei modelli presenti sul 
mercato). Inoltre, applicazioni pirata integrate 
e sviluppate ad hoc consentono di sfruttare 
il nuovo protocollo IPTV (Internet Protocol 


IL DECODER DELLE MERAVIGLIE 

I decoder utilizzati dai pirati per il card sharing hanno alcune interessanti caratteristiche tecniche che, di fatto, ne hanno decretato il 
successo e che, il più delle volte, possono essere sfruttate anche per gustarsi al meglio la TV digitale senza commettere reati o violare 
il diritto d'autore. Eccole in dettaglio. 


1 FIRMWARE AGGIORNABILE 


POSSIBILITÀ DI PROGRAMMARE 


FUNGONO DA PLAYER DIGITALI 1 

L’update può avvenire via USB o porta 

UNA REGISTRAZIONE 

Supportano la quasi totalità dei formati (AVI, 


evitare l’obsolescenza del dispositivo. 


Permettono di registrare contenuti in diretta o metterli in pausa, salvando 
il tutto su una periferica USB. I contenuti così acquisiti possono essere 
visionati sul PC senza alcun problema di conversione o codec specifici. 


strumento per l’home entertainment. 



È utile per la fruizione 
dei contenuti digitali 
presenti in Rete su 
siti come YouTube, 
YouPorn, Meteo e 
Risultati Sportivi. 



OS LINUX 


Questo è il loro 
principale punto 
di forza. È molto 
semplice produrre 
codice, applicazioni 
e modificare 
funzionalità per 
questi fantastici 
dispositivi. 




Evitano quindi di acquistare più decoder per vedere più 
piattaforme televisive. Inoltre, danno la possibilità di 
inserire al loro interno anche un modulo CAM esterno. 


PRESENZA DI UNA PORTA USB 


Consente di riparare il decoder, ripristinando il firmware, in 
seguito a malfunzionamenti improvvisi dettati da sbalzi di 
tensione, instabilità del software di controllo o errori durante il 
processo di aggiornamento. 


APP PER SMARTPHONE E TABLET 


Qualunque sia il loro sistema operativo, esistono app 
che consentono di comandarli a distanza (telecomando 
remoto) oppure visionare i contenuti trasmetti su TV 
(nuove applicazioni BigToSmall e SmallToBig). 


14 Win Magazine Speciali 

























I pirati della TV digitale | Parliamo di... 


Home Cinema 



Il CAS Interface è un dispositivo che 
permette di riprogrammare direttamente 
le smart card per la Pay TV, senza quindi 
doversi più preoccupare di possedere un 
decoder Linux based e provvedere ad 
aggiornarne il firmware. 

Television), lo stesso utilizzato dalle 
nuove Web tv come Infinty, Sky Go e 
Sky Online per la visione di contenuti 
in diretta, film, concerti senza posse¬ 
dere né un'antenna né una parabola. 

Le alternative alla pirateria 

La nostra chiacchierata con il pira¬ 
ta Jcom si conclude con una sua ri- 


costruzione storica che ci lascia un 
po’ interdetti. Secondo lui, infatti, il 
fenomeno della pirateria satellitare 
non è stato sempre visto dalle Pay TV 
come una cosa negativa... Per un lun¬ 
go periodo, invece, è stata volutamen¬ 
te combattuta a singhiozzo. Con un 
moto d’orgoglio quasi incontrollato, 
Jcom ci dice che se non fosse stato per 
la pirateria, non ci sarebbe stata una 
diffusione così capillare di impianti 
satellitari. Secondo lui, per anni la co¬ 
sa è stata utilizzata dalle stesse Pay TV 
come un'ottima strategia di mercato 
per portare utenti all’installazione di 
impianti che altrimenti non avrebbe 
mai montato. In Italia, ad esempio, 
nel solo mese di luglio del 2003, cioè 
quello successivo all'inizio delle tra¬ 
smissioni di Sky, gli abbonamenti 
alla piattaforma televisiva sono au¬ 
mentati del 300% proprio in seguito 
ad un mirato blocco delle tecniche 
di hacking che ha spinto molti uten¬ 
ti a "regolarizzare” la visione della 


TV satellitare. Certo, i numeri sem¬ 
brerebbero dare ragione a Jcom, ma 
sinceramente troviamo improbabile 
che gli operatori televisivi siano stati 
in qualche modo accondiscendenti 
con la pirateria pur di raggiungere i 
loro obiettivi commerciali. La chiac¬ 
chierata con il nostro amico pirata 
finisce qui. Prima di salutarci, però, 
Jcom ci stupisce ancora una volta 
quando, d’accordo con noi, ammet¬ 
te che esistono metodi più semplici 
e legali per guardare i contenuti a 
pagamento offerti delle Pay TV: ad 
esempio gli abbonamenti prepaga¬ 
ti (già analizzati su Win Magazine 
195) che, con meno di 10 euro al mese 
consentono divedere comodamente 
a casa i migliori match calcistici, la 
Formula Uno, la Moto GP e le grandi 
prime visioni cinematografiche senza 
rischiare alcunché e senza le fastidio - 
se noie derivanti dalla rescissione dei 
contratti che potrebbero comportare 
anche pesanti conseguenze legali! 



SKYA9EUR0 
AL MESE 

Sono disponibili su 
eBay (www.ebay.it) 

o negli Sky Center 
offerte che consen¬ 
tono di acquistare 
smart card prepaga¬ 
te Sky al costo di 9 
euro al mese, senza 
vincoli contrattuali. 
Possiamo scegliere 
il singolo pacchetto 
o l'insieme dei pac¬ 
chetti che più ci pare 
e decidere il periodo 
di visione (6,12,18 
mesi) senza aver le 
fastidiose noie de¬ 
rivanti dalla stipula 
dei contratti (conse¬ 
gna di decoder, rac¬ 
comandata AR perla 
disdetta ecc.). 


La parola all'avvocato 



Guido Scorza 

è uno dei massimi esperti in 
Diritto delle Nuove Tecnologie 


CARD SHARING: 

COSA DICE LA LEGGE 

La tecnica del card sharing (condivisione in Rete 
delle chiavi di codifica che permettono di vedere in 
chiaro i canali della Pay TV) si sta sempre più diffon¬ 
dendo in Rete. Come abbiamo visto nell'articolo, 
su Internet si trovano i cosiddetti Pay Server: siti 
Web che forniscono, a pagamento, i dati necessari 
(chiamati in gergo CUNE) perla decodifica del se¬ 
gnale televisivo. Trattandosi di servizi illegali, cosa 
rischiano gli utenti che sottoscrivono ed utilizzano 
le chiavi di codifica acquistate sui Pay Server? Lo 
abbiamo chiesto all'avvocato Guido Scorza. 
Siamo nell'Era dell'accesso, come la definisce Jeremy 
Rifkin il che significa che la vera ricchezza, oggi, è rap¬ 
presentata più che dal possesso di qualcosa - come 
è stato sino a ieri - dal diritto di accedere a qualcosa. 
Non sorprende, dunque, che se i nuovi ricchi sono 
coloro che hanno accesso al maggior numero di 
servizi, esperienze e contenuti Online come offline, 
i nuovi ladri sono quelli che fraudolentemente si 
procurano e/o procurano a terzi l'accesso a tali servizi, 
esperienze e contenuti. Basta, probabilmente, tale 


"\ 


premessa per spiegare perché"modelli di business" 
come quelli legati alla distribuzione, a qualsiasi titolo, 
di codici di accesso a canali televisivi a pagamento, 
non autorizzati dalle emittenti di tali canali sono, 
evidentemente, illeciti. Il disvalore è esattamente 
lo stesso della condotta attraverso la quale, ieri, il 
ladro consegnava a terzi le chiavi per svuotare la 
cassaforte altrui. E proprio come ieri, in un caso di 
questo genere, a rischiare la galera era il ladro, il 
ricettatore così come chi comprava il frutto dell'al¬ 
trui attività illecita, oggi, a rischiare la prigione - o, 
almeno, una multa salata - sono oltre che i gestori 
dei Pay server anche gli utenti che, a seconda dei 
casi, potrebbero vedersi contestare il reato di cui 
all'art. 615 quater del codice penale che punisce, 
appunto, la detenzione e diffusione abusiva di codici 
di accesso a sistemi informatici o telematici terzi o, 
invece, uno dei tanti reati, più specificamente a tutela 
del diritto d'autore per essersi procurati l'accesso 
a contenuti cui non avrebbero avuto accesso. Le 
sanzioni, sono, comunque salate e sebbene il no¬ 
stro sia un Paese in cui in galera è davvero difficile 
ci finiscano persino quanti si macchiano dei delitti 
più atroci, almeno sulla carta, il rischio che un utente 
che acquisti consapevolmente, attraverso un canale 
abusivo, il codice accesso ad un servizio di pay tv, 
esiste sul serio. E guai, soprattutto, a pensare di farla 
franca perché, ormai, un numero sempre maggiore 
di condotte - lecite e illecite - Online è tracciato o 
tracciabile per una serie pressoché infinita di scopi 
ed obiettivi e da un numero crescente di soggetti 
con l'ovvia conseguenza che se la polizia decidesse 


di mettersi sulle tracce di un utente abusivo di un 
servizio di Pay TV, prima o dopo lo assicurerebbe 
alla giustizia. Insomma, per poche decine di euro al 
mese, non vale davvero la pena di rischiare la galera 
o, anche, semplicemente una multa salata. 

Alcuni Pay Server forniscono gratuitamente CLINE 
temporanee (valide in genere per 24 ore) per pro¬ 
vare il servizio prima di sottoscrivere un eventuale 
abbonamento. Sono illegali anche queste? 

Quale che sia il "modello di business"dei pirati e, 
quindi, a prescindere dal fatto che decidano o meno 
di promuovere levenditedei"codici pirata) regalan¬ 
done qualcuno o regalandone l'uso temporaneo, la 
condotta resta, evidentemente, la stessa. Se l'utente 
ha modo di rendersi conto - come normalmente 
accade - che si sta garantendo l'accesso ad un con¬ 
tenuto cui non potrebbe accedere se non pagando 
il prezzo al gestore del canale di pay tv, i rischi che 
corre, anche qualora qualcuno gli faccia omaggio dei 
preziosi codici, sono sempre gli stessi."Timeo Danaos 
et dona ferentes"ovvero "temo i greci anche quando 
portano i doni", predicava - inascoltato - Laoconte 
ai suoi concittadini troiani, nel vano tentativo di 
convincerli a non accettare il dono del famoso cavallo 
di Troia. Val la pena di ripescare queste parole, nel 
tentativo - c'è da augurarsi di maggior successo - 
di convincere gli utenti a non accettare codici per 
accedere ai contenuti diffusi a pagamento, neppure 
gratis, salvo, ovviamente, che non siano diffusi diret¬ 
tamente dalle emittenti dei canali pay o nell'ambito 
di promozioni da queste ultime organizzate. 


Speciali Win Magazine 15 












C Home Cinema 


| Speciale trucchi | Quando eMule smette di funzionare 


Il primo eMule non 
si scorda mai... 



... o forse sì! Ecco i 10 tool per 
scaricare di tutto e di più anche 
quando il Mulo fa i capricci 

P er anni il File Sharing ha permesso 
ai pirati del P2P di scaricare ille¬ 
galmente qualsiasi tipologia di file. 
Utilizzando dei client software come il 
"vecchio" o il "giovane” BitTorrent è pos¬ 
sibile "scovare" in Rete qualsiasi tipologia 
di contenuto: musica, film, programmi, 
giochi e molto altro ancora. Il problema è 
che spesso questi strumenti fanno cilecca a 
causa dei server bloccati, delle code lunghe 
e interminabili che mettono il download 
in stand-by, dei filtri IP che possono ren¬ 
dere difficile il loro utilizzo. E per colpa di 
queste restrizioni che molti smanettoni 
sono costretti a ricorrere a soluzioni alter¬ 
native per portare a termine il download 
dei loro file. 

Mulo azzoppato? Niente paura! 
Ecco le alternative per il P2P 

I pirati del file sharing sfruttano i bug di 
alcuni software legali e li trasformano in 
potenti macchine aspiratutto da usare 
sui canali underground della Grande 
Rete. C'è chi, ad esempio, ricorrre ad un 
comune client di chat per fare incetta di 
giochi o film in prima visione: sarà suf¬ 
ficiente “sintonizzarsi” sul canale giusto 
e utilizzare i comandi appropriati. Ci 
sono poi siti Web in grado di catturare i 
contenuti che altrimenti sarebbero fru¬ 
ibili solo in streaming; programmi per 
aspirare qualsiasi MP3 in modo imme¬ 
diato; download manager che consento¬ 
no di scaricare dai servizi di file hosting 
con account Premium e tantissimo altro 
ancora. Ricordiamo che l'utilizzo degli 
strumenti utilizzati nell’articolo non è 
illegale: lo diventa nel momento in cui si 
scaricano contenuti protetti dal diritto 
d'autore. 


Cosa ci 
occorre 

CLIENT EDONKEY 

EMULE 

Lo trovi si ✓DVD 

GsMMMMm 

Sito Internet: 

www.emule-project.net 


CLIENT TORRENT 

uTORRENT 

Lo trovi su: ✓DVD 

gBiH) 

Sito Internet: 

www.utorrent.com 








Quando eMule smette di funzionare | Speciale trucchi 


Home Cinema 


1 REGISTRARE E 
SCARICARE FILM ED 
EVENTI SPORTIVI DAL 
WEB 

Ci sono diverse prime visioni ed eventi sportivi 
che vengono mandati in onda sui canali in chia¬ 
ro del digitale terrestre. Grazie a un sevizio on- 
line come Vcast, lo smanettone riesce a regi¬ 
strarli e a scaricarli sul proprio PC. 

Per farlo va sul sito www.vcast.it e clicca su 
Iscriviti. Compila i campi per la registrazio¬ 
ne e attiva l’account cliccando sul link inviato¬ 
gli per e-mail. Una volta eseguito l'accesso a 
Vcast, va in My Vcast/lmpostazioni e clicca 
su Collega per associare un account di Google 
Drive o OneDrive: il servizio utilizzerà lo spazio 
disponibile su questi cloud Storage per salvare 
le registrazioni. Va quindi in Guida TV, trova la 
trasmissione che gli interessa e clicca su Re¬ 
gistra per programmarne la registrazione au¬ 
tomatica specificando il servizio cloud su cui 
memorizzarla. Se non fosse disponibile la gui¬ 
da TV, può comunque impostare manualmen¬ 
te la registrazione andando in REC manuale. 




2 FILE HOSTING: GLI 
ACCOUNT PREMIUM 
SONO GRATUITI 

i servizi di file hosting sono molto utilizzati dai 
pirati per trovare qualsiasi tipo di file. Per sca¬ 
ricare a manetta evitando il fastidio di dover in¬ 
serire i codici Captcha e senza alcun limite sul¬ 
la velocità in download è necessario però un 
account Premium. Ecco come riescono a re¬ 
cuperarne uno. 

Grazie a JDownloader 2 gli smanettoni riesco¬ 
no a procurarsi una serie di account premium 
gratuitamente. Per farlo trovano prima su Inter¬ 
net il file aggiornato con gli ultimi account pre¬ 
mium: ci sono diversi blog dove scaricarlo, co¬ 
me ad esempio progettospdjdl . Scompatta¬ 
to l'archivio compresso, al suo interno trovano il 
file org.jdownloader.settings.AccountSet- 
tings.accounts.ejs e lo copiano nella cartella 
cfg che si trova all'interno di quella d'installazio¬ 
ne di JDownloader2 sostituendo quello vecchio 
già presente, operazione che va eseguita con 
JDownloader non attivo (in Windows 8 la cartella 
cfg si trova in C:\Users\NomeUtente\AppData\ 


LocaMDownloader v2.0). Avviato JDownloader 
2, il pirata va in Impostazioni/Gestione ac¬ 
count per controllare quali account premium 
sono ancora attivi e può utilizzarli per iniziare a 
scaricare senza I 


3 SCARICARE VIDEO DA 
RAI, SKY E ALTRI 

Le piattaforme televisive hanno i loro siti Web 
su cui è possibile visualizzare in streaming con¬ 
tenuti on-demand ma non consentono di sca¬ 
ricarli. Per fario i pirati ricorrono ad alcuni si¬ 
ti Web che fanno il lavoro sporco al posto loro. 

I pirati si collegano, ad esempio, al sito www. 
pOI.it/rai. Inseriscono l'URL di un vìdeo presen¬ 
te su Rai.tv nel campo al centro della pagina e 
premono sull'icona con la lente d’ingrandimen¬ 
to. Dopo alcuni secondi il sito visualizza il link 
Download per lo scaricamento diretto del video. 
Basta cliccarci sopra col tasto destro e selezio¬ 
nare l’opzione Salva destinazione con no¬ 
me. Cliccando invece su my other tool in al¬ 
to a destra è possibile selezionare le altre pa¬ 
gine da cui poter scaricare i video di altri ope¬ 
ratori televisivi. 



n A E VIDEO 

CIAL NETWORK 

Tantissimi siti offrono la possibilità di visualiz¬ 
zare video e ascoltare musica in streaming. Tra 
questi c’è anche VK, il Facebook russo molto 
utilizzato dai pirati per condividere anche con¬ 
tenuti protetti da diritto d'autore. 


Sfruttando un piccolo componente aggiuntivo 
per il browser come SaveFrom.net helper i 

pirati riescono a scaricare questi contenuti sul 
proprio PC. Per trovare la giusta estensione per 
il proprio browser vanno su http://it.savefrom. 
net/user.php e cliccano sul link appropriato in 
fondo alla pagina. A questo punto, il pirata non 
deve fare altro che andare sul sito e trovare il 
video o il brano da scaricare. Nella pagina com¬ 
parirà quindi anche il pulsante Download. Sa¬ 
rà sufficiente cliccarci sopra per visualizzare le 
opzioni disponibili per scaricarlo. Questo com¬ 
ponente aggiuntivo funziona anche con tantis¬ 
simi altri siti che pubblicano video e musica in 
streaming come Facebook, Yandex e molti altri. 


P PER GLI AMANTI . 
DELLA MUSICA C’E 
OTIFY 



Spotify è uno dei servizi più utilizzati per ascol¬ 
tare musica in streaming sul Web. I pirati, gra¬ 
zie a un programma come Spotydl riescono fa¬ 
cilmente anche a scaricare le playlist musicali 
senza dover pagare nulla. 

I pirati installano innanzitutto il Client di Spoti¬ 
fy sul proprio computer. Avviano quindi il pro¬ 
gramma, cliccano col tasto destro sulla play¬ 
list e selezionano l'opzione Copia URI Spo¬ 
tify. Vanno quindi in Spotydl, cliccano su File 
e selezionano Import Spotify playlist. Incol¬ 
lano l'URL copiato precedentemente e danno 
OK. La playlist viene importata nel programma 
e basta cliccare sul tasto Download per sca¬ 
ricarla sul proprio PC. 



6 SCARICO MENTRE 
CHATTO 

Nonostante mIRC sia uno dei Client chat più vec¬ 
chi, è ancora oggi molto utilizzato soprattutto dai 


Speciali Win Magazine 17 















































O Home Cinema 


Speciale trucchi | Quando eMule smette di funzionare 


pirati che lo sfruttano per scaricare film e pro¬ 
grammi in modo illegale. 

Dopo avere installato mIRC, lo avviano e van¬ 
no in mIRC Options. Inseriscono il nickname e 
si spostano in Servers. Cliccano su Add e ag¬ 
giungono un nuovo server inserendo il nome (ad 
esempio, Oltre IRC), l'IRC Server (ad esempio 
irc.oltreirc.net) e la porta (6667). Vanno quindi 
in DCC e selezionano l'opzione Auto-get file, 
mentre in If file exist selezionano Résumé. 
Si spostano nella sezione Ignore e in Accept 
only si assicurano di aggiungere*.avi come Fi¬ 
le type. A questo punto si connettono al server 
inserito precedentemente e vanno in Tools/ 
Channels list. Cliccano su Get List per otte¬ 
nere la lista dei canali. Cliccano col tasto de¬ 
stro su quelli che hanno più utenti e seleziona¬ 
no Add to Favorites per aggiungerli ai prefe¬ 
riti. A questo punto i pirati possono selezionare 
dal menu Favorites uno dei canali aggiunti pre¬ 
cedentemente. Inseriscono il comando llist per 
avere l’URL del sito dove sono disponibili gli ag¬ 
giornamenti sugli ultimi film inseriti, ad esem¬ 
pio. Vanno quindi nella pagina Web con l’elen¬ 
co dei film e cliccano sul tasto Download ac¬ 
canto a quello che vogliono scaricare. Riceve¬ 
ranno quindi il comando da inserire in mIRC per 
effettuarne il download. Non gli resta che incol¬ 
lare il comando nel canale di mIRC e premere 
Invio per avviarne il download. 



7 1 VIDEO SI SCARICANO 
DA YOUTUBE E 
FACEBOOK 


VDownloader è un programma che semplifica 
ai pirati la ricerca e il download di musica e film 
sui servizi di condivisione on-line. 

Grazie al motore di ricerca integrato in VDown¬ 
loader è facilissimo da usare e non occorre 



neanche andare sul sito in cui si trova effetti¬ 
vamente il contenuto. Dopo averlo installato, il 
pirata clicca sull'icona Cerca, inserisce il nome 
del video e preme Cerca. La finestra del pro¬ 
gramma visualizzerà i risultati trovati. Al pirata 
non rimane altro da fare che cliccare su Sca¬ 
rica per avviarne il download. 


8 1 GIOCHI DELLE VECCHIE 
CONSOLE A PORTATA DI 
CLIC 


I pirati riescono a procurarsi facilmente i gio¬ 
chi delle vecchie console come la PS2 e il Ga- 
meCube grazie ad un software che automatiz¬ 
za tutta la procedura. 

Dopo aver scaricato e installato RomStation sul 
proprio PC, i pirati lo avviano e dal menu GA- 
MES selezionano il tipo di console di cui de¬ 
siderano scaricare il gioco. È possibile trova¬ 
re davvero di tutto. Una volta selezionato il gio¬ 
co, i pirati ne avviano il download: quando que¬ 
sto è terminato, possono avviarlo direttamen¬ 
te nel programma selezionando il tipo di emu¬ 
latore da utilizzare. 



9 TUTTE LE FOTO DA 
FACEBOOK, INSTAGRAM 
E VINE 


Grazie al servizio on-line disponibile sul sito 
www.picknzip.com è possibile ottenere facil¬ 
mente un backup di foto e video da Facebook, 
InstagrameVine. 

Con Pcknzip non solo è possibile scaricare quel¬ 
le che si sono caricate sui social network, ma 
anche quelle in cui siamo stati taggati e che 
sono state caricate da altri. Per farlo basta an¬ 
dare sul sito in questione e selezionare il social 



network con i link in alto. Confermare l’acce¬ 
so con le proprie credenziali per poter accede¬ 
re alla finestra per la selezione dei contenuti da 
scaricare. Si può quindi scegliere di scaricare 
tutti i contenuti o solo quelli selezionati. Basta 
un clic e in pochi secondi foto e video saran¬ 
no sul proprio PC. 


10 


SCARICARE SENZA 
INSTALLARE NULLA 


Sulle varie piattaforme di streaming on-line è 
spesso possibile trovare anche musica e film 
interi. Per scaricarli alcuni pirati preferisco¬ 
no non ricorrere ad alcun programma ma si 
servono di alcuni siti come savevideo.me che 
consente di scaricare da Dailymotion, Face¬ 
book, Video.Tiscali.it, Vimeo, Metacafe, Bre- 
ak.com, Vine, Jokeroo e altri ancora. 

Tutto quello che devono fare è collegarsi all’ho- 
me page di SaveVideo.me inserire il link del 
video e premere il pulsante Scaricare. Devono 
poi trascinare il bookmarklet Save Video Me 
nella barra dei Preferiti del browser e clicca¬ 
re poi sul link del video mostrato nella pagina 
successiva. Non gli resta che premere il boo¬ 
kmarklet nella barra dei preferiti e selezionare 
la qualità con cui scaricare ii filmato. 




11 


IL PIENO DI FILM E 
SPETTACOLI TV 


Quando i pirati vogliono scaricare film e serie 
TV in lingua originale, si servono spesso di Vid- 
Masta. Ecco in che modo riescono a sfruttar¬ 
ne le varie funzioni. 

Una volta installato, non devono fare altro che 
avviare la ricerca del film o della serie TV inse¬ 
rendo il titolo nell’apposito campo. VidMasta 
consente anche di visualizzare una descrizio¬ 
ne del video prima di scaricarlo. Per avviarne lo 
scaricamento non devono far altro che cliccare 
su uno dei pulsanti Download. Lo scaricamento 





18 Win Magazine Speciali 

























































Quando eMule smette di funzionare | Speciale trucchi 


Home Cinema 


awerrà direttamente nel browser utilizzando il 
componente Java. 



TUTTA LA MUSICA 
DALLE WEB RADIO 


Il web è pieno di stazioni radiofoniche che tra¬ 
smettono la musica in streaming. Ai pirati, però, 
non basta ascoltarla ma vogliono anche poter¬ 
la scaricare sul proprio PC e copiarla su smar¬ 
tphone, player MP3 e altri dispositivi. 

Per farlo si servono di specifici programmi co¬ 
me streamWriterche, oltre a permettere l’ascol¬ 
to, consentono anche di registrare i brani. Stre- 
amWriter è molto apprezzato soprattutto per il 
fatto di avere un modulo di ricerca che consente 
di trovare facilmente le stazioni radio che han¬ 
no mandato in onda i brani che cercano e poi 
riesce a splittare le registrazioni salvando ogni 
brano in un file separato e li rinominano auto¬ 
maticamente con i tag appropriati. 


I 


He Cenrnne, imam Updmc Help 

.‘S*e«*e - ine» [*}Jo*dicrg» 

jS m _v] A A y ! • ► b ^ 



1 QSCARICARE 
I OEBOOK GRATIS E 
LEGALMENTE 


Su Internet ci sono diversi siti che vendono 
eBook, ma molti di questi offrono anche di¬ 
versi titoli in download gratuito. È quindi pos¬ 
sibile scaricarli senza violare alcun copyright 
e senza dover ricorrere alle solite soluzioni pi¬ 
ratesche. Per evitare però di perdere tempo 
nella ricerca dei siti che contengono il libro 
che si vuole scaricare, gli smanettoni si ser¬ 
vono del servizio on-line freebooksifter, un si¬ 
to che raccoglie oltre 70 mila titoli con i relati¬ 
vi link da cui scaricarli gratuitamente. Si trat¬ 
ta per la maggior parte di libri in lingua ingle¬ 
se, ma il catalogo è talmente ampio che po¬ 
trebbe essere facile trovare tanti eBook inte¬ 
ressanti. Si può scorrere l’elenco per catego¬ 
rie o effettuare una ricerca inserendo il titolo. 


che aggiunge il protocollo di download uti¬ 
lizzato dal Mulo. 

DOWNLOAD A 
MANETTA DA 
SMARTPHONE E TABLET 

Con la diffusione dei dispositivi mobile, 
i pirati oggi si possono servire anche di 
smartphone e tablet per scaricare i file 
da BitTorrent. 

Per farlo ricorrono all’applicazione gratu¬ 
ita FrostWire - File Downloader, un Client 
disponibile, oltre che per Windows, anche 
per Android. Questa app non si limita a 
cercare i file solo nella rete BitTorrent, ma 
consente anche di scaricare musica, video 
e foto dai vari servizi cloud. I file scaricati 
potranno anche essere condivisi nella pro¬ 
pria Rete Wi-Fi. 



14 IL CLIENT CHE METTE 
I 4D’ACCORDO IL MULO 
E | iTORRENT 

BitTorrent ed eMule rimangono comunque 
gli strumenti preferiti dai pirati per scaricare 
dal Web. Per utilizzarli molti di loro ricorrono 
a BitComet, un Client che consente di sfrut¬ 
tare entrambi i protocolli P2P con un unico 
programma. Di base BitComet è un Client 
per file torrent, ma andando in Strumenti/ 
Plugin di eMule/Abilita il Plugin è possibile 
scaricare e installare anche il componente 


E @ 0 # 


▼ ^ ■ 12:41 

# 

Cerca 




Magic In The Moonlight 2014 DVDRi... 

1.40 Gb torrent 
TorLock 1548 sources 

Magic in thè Moonlight (2014) 

756.00 Mb torrent 
TorLock 1364 sources 


Il pieno di musica senza code 

Grazie a Songr, i pirati trovano e scaricano in un attimo qualsiasi brano musicale in formato MP3. Basta inserire 
il nome dell’artista o dell’album e in pochi secondi è tutto sul PC. 


JJ> Songr ? Preview 



Artisti 

Nessuna traccia ascoltata di recente. 


Ultime canzoni ascoltate Reduci mu< 

Nessuna traccia ascoltata di recente 


^ A caccia di MP3 

Per ottenere quel che cercano, i pirati installano Songr. Dal menu 
File/lmpostazioni selezionano la lingua per l'interfaccia e speci¬ 
ficano la cartella in cui scaricare i brani. Digitano il nome della canzone nel 
campo in alto a destra e premono Invio per i risultati. 


J>’ Songr 2 Preview - ° 

Fa# c#>c#d#it#uo /Ulto jiwoiimuMMi | fi 

Skillet 

Gli Siillrt tono un gruppo haid «ock/rock <»uti#no di Memphn (Tannarne) tonnato» nel 
1996. Attualmente It band « tempo*# d* John Cooper (veeeltrta principale « bellina). 

Korcy Cooper (chitarra tastiera e vocalista di fondo). Ben Khki (chitarra) e Jen Ledger 
ibettena). Gli SfcM hanno registrato tette album m studio e per due di questi. Collide e 
Cornatola (2006), hanno ticavuto la nomination ai Grammy. Mai dodici anni di attmli la 
band hanno vaiato à loro genere con altri del tipo rock abemaUve. indirti ria* e haid rock. 

Artisti simile Thousand Foct KrutcK Three Oays Grate. Red. Papa Roach, Fireflight, Piiar 


► )(h) v Mori ster 

W Skallct 


^ Scaricamenti lampo 

Songr visualizza il risultato principale, ma cliccando sulla freccia accan¬ 
to ai tasti di riproduzione si possono selezionare altri risultati. Per ogni 
brano sarà possibile visualizzare una descrizione. Cliccando Download il file 
verrà scaricato in pochi secondi sul PC e si potrà ascoltare senza limiti. 



Speciali Win Magazine 19 






































O Audio&Video 


Parliamo di... | Netflix 


Noleggia il film 
in streaming 

Con Netflix il sogno di una videoteca globale (e legale) su Internet 
è diventato realtà. E presto il grande cinema on-demand di qualità 
potrebbe sbarcare anche in Italia... 

Dal nostro corrispondente a New York, Luigi Porto 


D a tempo ormai in America l'asse dell'infor¬ 
matica, della tecnologia, delle invenzioni 
tecnologiche che cambiano la vita, collega 
il piovoso stato di Washington, culla della Mi¬ 
crosoft, e la California, terra di spiagge, palme 
e della Silicon Valley. Un asse creatosi negli 
anni, con l'avvicinamento della tecnologia al 
pubblico e lo spostamento in chiave informatica 
di migliaia di attività. Una di queste è sicura¬ 
mente legata allo sviluppo della velocità della 
Rete e all'integrazione, ormai completa, tra 
TV, intrattenimento e computer. Netflix è uno 
degli artefici di questo cambiamento e gode in 
questo momento di una notevole popolarità 
oltreoceano, dove è già arrivato ad imporsi pe¬ 
santemente sulle abitudini della popolazione. 
Nato nella Scotts Valley, Netflix è tre cose: un 
Internet Media Provider, un videonoleggio on- 
line e una grossa produzione cine-televisiva. Il 
servizio permette, con un abbonamento mensile 
molto contenuto (parte da 9 dollari), di guar¬ 


dare tutti i contenuti on-line in streaming HQ, 
on-demand, senza nessun costo aggiuntivo e 
nessuna sorpresa. Se un film non è disponibile 
in streaming è possibile noleggiare il DVD/ 
Blu-ray mediante un sistema di una velocità 
e di una praticità unici. A livello produttivo, 
Netflix ha dato alla luce le notissime House of 
Cards, Orange is thè newblack, o la meno nota 
(in Italia) Marco Polo; nel 2013 una produzione 
cinematografica Netflix, The Square, ha ricevuto 
anche la nomination all'Oscar! 

Genesi di un successo 

La storia di Netflix inizia nel 1997, come già 
detto in California, tra palme, piscine, ville 
e silicio: erano gli anni della new economy e 
delle cosiddette “dot.com”, le nuove aziende 
informatiche. Una piccola software house, la 
Pure Software fondata da Reed Hastings con 
pochi amici, produce un sistema di debugging 
per Linux che ha un discreto successo. La società 


viene acquisita, come succede in questi casi, da 
un colosso più grande che dà ad Hastings i capi¬ 
tali per iniziare qualcosa di più coraggioso. Marc 
Randolph, proveniente da Microware House, 
uno che si occupa di mailorder (gli acquisti per 
corrispondenza) e media managing (gestione 
dei contenuti multimediali), dà ad Hastings 
un'idea semplice e di successo: un sistema di 
mailorder di DVD (siamo nel pieno dell'effimero 
regno di Blockbuster, la multinazionale "morta 
giovane"). Inizialmente si affittavano film nella 
maniera classica, con un prezzo per ogni titolo. 
Dopo due anni arriva l'altra idea fondamentale, 
"visionaria” peri tempi, ovvero l’abbonamento 
mensile senza costi. Pagando un tot al mese, 
si era soci di una videoteca virtuale che dava 
accesso, all'epoca, a già più di duemila titoli, 
che si ordinavano comodamente dal divano 
di casa. Il successo di Netflix è in parte dovu¬ 
to all’efficienza delle poste statunitensi, che 
hanno fino ad allora permesso un servizio di 


ECCO COME UTILIZZARE IL SERVIZIO NETFLIX IN SOLI TRE PASSI 



1 Accediamo al sito www.netflix.com e sceglia- 
mo StartyourFreeMonth per iniziare il mese 
di prova, al termine del quale il servizio sarà di¬ 
sponibile a partire da 8 dollari al mese, a seconda 
della tipologia di abbonamento. 


netflix — — - 



2 Una volta registrati al servizio, accediamo 
al vasto catalogo e scegliamo il film dalla 
sezione NewArrivals (che troviamo all'interno 
del menu Browse) o per categorie, generi, attori, 
registi o parole chiave. 


Selezionato il film o la serieTV, premiamo Play. 
Dal menu abbiamo i sottotitoli. Man mano che 
utilizziamo il servizio, questo traccerà il nostro To¬ 
ste Profile in base ai generi che guardiamo più 
spesso e ci consiglierà le future visioni. 




20 Win Magazine Speciali 























Netflix | Parliamo di... 


Audio&Video C 



Non poteva mancare 
l'americanata in costume: la serie 
su Marco Polo! 


Bojack Horseman, 
un cartoon "adulto" e 
irriverente. 


Una storia di mafia girata in Orange is thè New Black, 
Norvegia! La prima produzione ovvero storie da un carcere 
originale Netflix. femminile. 


Un thriller politico, 
adattamento americano di un 
originale BBC. 


DVD rental (noleggio) senza eguali. In pratica 
funziona così: se un titolo non è disponibile per 

10 streaming immediato, lo si può aggiungere ad 
una “wishlist". Netflix invia automaticamente 
al nostro indirizzo il primo o i primi due film 
della lista (dipende dal tipo di abbonamento) e 
di norma ci ritroviamo a casa dopo meno di 24 
ore un pacchetto rosso. A questo punto, l’utente 
ha tutto il tempo che vuole per guardare i DVD, 
mentre la lista è in attesa: quando si è pronti per 

11 prossimo, basta infilare i dischi nella busta 
Netflix allegata e preaffrancata, chiuderla con 
l’adesivo incluso e infilarla nella cassetta della 
posta. Netflix la riceverà immediatamente e 
partirà automaticamente la nuova spedizione, 
con i successivi titoli della lista. Niente limiti di 
tempo, quindi niente multe per ritardi. 

Un’offerta infinita 

E la disponibilità? Costantemente in crescita. 
Ad un'analisi condotta in un mese di utilizzo 
giornaliero abbiamo notato che, a parte le serie 
TV che ovviamente sono costantemente aggior¬ 
nate, anche il catalogo dei film provenienti dal 
resto del mondo viene rimpinguato. Chi scrive 
è un appassionato di cinema italiano degli anni 
Settanta, in particolare giallo e horror. L’offer¬ 
ta di questo tipo di titoli, prevalentemente in 
DVD, è aumentata nell'ultimo anno e digitando 
"Lucio Fulci" o “Tomas Milian" appaiono oltre 
dieci pagine. Il che dovrebbe essere indicativo 
della vastità del catalogo di un servizio che si 
rivolge ancora ad un’audience prevalentemente 
americana. Certo, è ancora lontano dall’essere 
il "Grande Catalogo di Tutti i Film”, ma la dire¬ 
zione sembra essere quella: realizzare il sogno 
della videoteca globale che fu di Blockbuster (la 
stessa azienda texana cercò, al culmine della sua 
parabola di successo, di acquistare la giovane 


Netflix, ma si vide rifiutare l'offerta). Anche il 
motore di ricerca integrato dei titoli dimostra 
come il servizio cerchi di soddisfare realmente 
le esigenze e i gusti di chiunque. Il tool è infatti 
disponibile per genere, keywords e anche me¬ 
diante un sistema "intelligente" che associa 
prodotti affini alle nostre preferenze. Scorrendo 
le liste, si può scegliere di vedere il film o la pun¬ 
tata se disponibile in streaming, aggiungerlo 
alla lista dei preferiti oppure a quella dei film 


da ordinare in DVD, di cui il primo o i primi due 
arriveranno, come già detto, dopo circa 24 ore. 
Per quanto riguarda lo streaming, i limiti segna¬ 
lati daNetflixper la visione vanno da 1,5 Mbit/s 
per la bassa qualità fino ai 7 Mbit del Super HD, 
12 per il 3D Streaming (si, c'è anche quello!) e 
25 per l'esoterico 4K. Resta da dire, infine, che 
il servizio è ovviamente, oltre che accessibile 
via computer al sito www.netflix.com, anche 
disponibile per TV e console di gioco. 


NETFLIX ARRIVERÀ ANCHE IN ITALIA? 


Recenti indiscrezioni parla¬ 
no di un accordo tra Telecom 
Italia e Netflix per portare il 
servizio nel Belpaese entro 
quest'anno. Se fosse vero ci 
scontreremmo con tre grossi 
problemi. Il primo sarebbe la 
diffusione della banda larga, 
necessaria per la TV in stre¬ 
aming, che da noi è solo del 
55% rispetto al 73% degli 
americani (e soffre anche dei 
ben noti problemi di velocità 
effettiva). Il secondo sarebbe 
probabilmente la necessità 
di aggiungere l'audio in ita¬ 
liano ai film, visto che noi sia¬ 
mo abituati al doppiaggio. Del 
terzo abbiamo già parlato: po¬ 
tremmo ritrovarci ad ordinare 
l'ultimo blockbuster uscito e, 
con i tempi delle nostre po¬ 
ste, vederci arrivare un "Old 
Classic"! I soliti smanettoni 
hanno comunque trovato 


un semplice escamotage per 
provare il servizio. Collegan¬ 
dosi al sito 

dall'Italia, infatti, compare il 
messaggio Sony, Netflix is not 
available in your country yet 
(ci dispiace, ma Netflix non 
è ancora disponibile nel tuo 
paese). Basta però usare un 


Web proxy anonimo per"ca- 
muffare"il proprio indirizzo IP 
e accedere al sito spacciandosi 
per un utente americano. Tra 
i proxy più utilizzati ci sono 
HideMyAss e Filterbypass (ma 
basta fare una ricerca su Inter¬ 
net per trovare una lunga lista 
di altri Web proxy). 


N NctfW - A«uh TV Shcwn _ < + 


®ÉOH 

■ ncMbxctn 

C ■- 

/> • O * # li fi • • 0 0 1 «• = 

NETFLIX 


Sign In 



■ Se proviamo ad accedere al sito ufficiale di Netflix dal nostro Paese, 
verrà mostrato un messaggio di servizio non disponibile. 


Speciali Win Magazine 21 






















O Home Cinema 


Software | Tutto Sky Cinema ad 1 euro 


E con il nostro trucco usi il nuovo servizio Skv Online per guardare 

film, serie TV e talent show su TV. PC. Tablet e Console 


lutto Sky Cinema 
on-line a 1 euro! 


A nche se non si è un pirata informa¬ 
tico, si sa che la stragrande maggio¬ 
ranza dei contenuti multimediali 
oggi si può godere anche in streaming 
disponendo di una connessione ad Inter¬ 
net, che sia l’ADSL di casa o la rete 4G in 
giro per la città. Musica, video, programmi 
televisivi, tutto ormai passa nelle grande 
rete alla velocità della luce. In questa di¬ 
rezione si stanno muovendo anche i big 


delle trasmissioni televisive: così come 
Mediaset, ora anche Sky permette la fru¬ 
izione dei suoi contenuti direttamente via 
internet, con la possibilità di sottoscrivere 
anche un vero e proprio abbonamento, 
senza vincoli e soprattutto senza alcuna 
necessità di decoder o installare una pa¬ 
rabola satellitare; questo è Sky Online. Ma 
non c'era già il servizio Sky Go destinato 
ai dispositivi mobile? 


Ecco le differenze 

Sky Online e Sky Go sono due servizi ben 
distinti, indirizzati a due tipi di cliente¬ 
la completamente diverse. Il primo è un 
servizio on demand che non richiede un 
abbonamento a Sky TV, per funzionare ne¬ 
cessita della sola connessione ad Internet ed 
è fruibile da PC/Mac, iPad, Tablet e Smart TV 
Samsung, console Sony e Microsoft. Sky Go, 
invece, è il servizio di streaming di Sky Italia 


Registriamoci subito a Sky Online 

Possiamo utilizzare anche i dati del nostro account di Facebook: la registrazione al nuovo servizio offerto da Sky 
è molto veloce. Al termine possiamo vedere film e serie TV per 15 giorni pagando solo 1 euro. 



^ Approfittiamo 
della promozione 

Utilizzando il browser del nostro compu¬ 
ter, accediamo al sito Internet www.skyonline.it per 
approfittare subito della promozione grazie alla qua¬ 
le avremo, per i primi 15 giorni, i pacchetti Cine¬ 
ma e Intrattenimento a solo 1€. Cucchiamo a centro 
pagina sul banner dell’offerta e attendiamo l’aper¬ 
tura della nuova pagina riservata alla registrazione 
del servizio. 



^ Occorre una semplice 
registrazione 

Una volta apparsa la pagina per la registra¬ 
zione, inseriamo i dati richiesti indicando anche un 
numero di telefono valido per recuperare la password 
in caso di necessità. Compilati tutti i campi, selezio¬ 
niamo il metodo di pagamento che preferiamo (noi 
abbiamo scelto PayPal, ma possiamo inserire una 
carta PostePay o una qualsiasi carta dei credito) e 
clicchiamo su Prosegui. 



^ Mettiamo comodi 
sul divano! 

Effettuato il pagamento siamo pronti a goder¬ 
ci il grande cinema di Sky sul nostro PC! Sempre dal 
nostro browser, scegliamo uno dei canali inclusi nella 
promozione e clicchiamo Play per avviarne la ripro¬ 
duzione. Ricordiamoci che la promo attiva il pacchet¬ 
to Intrattenimento con rinnovo automatico. Possiamo 
disattivarlo dal menu Area Personale clicchiamo su II 
Mio Sky Online e quindi disattivare il rinnovo. 


22 Win Magazine Speciali 

































Tutto Sky Cinema ad 1 euro | Software 


Home Cinema 


D LENTE 
D’INGRANDIMENTO 

Da qui possiamo cercare 
direttamente in tutto il 
catalogo disponibile tra i 
palinsesti di Sky Online 


Q CINEMA 

Contiene i titoli 
cinematografici suddivisi 
per categoria; Sky inoltre 
pubblicizza le ultime novità 
e i film in esclusiva 


EIAREA 

PERSONALE 

In questa sezione abbiamo 
accesso ai dati del nostro 
account (I miei dati) 
possiamo disattivare il 
rinnovo automatico (Il mio 
Skyonline), controllare i 
dispositivi associati (I miei 
dispositivi), gestire notifiche 
e promemoria o condividere 
sui social (I miei movimenti) 


EX INTRATTENIMENTO 

Fox, Fox Life, Arte, 

Sky Uno, Serie 
TV: tutto il meglio 
dell’intrattenimento Sky 
sempre disponibile in 
diretta con la possibilità 
di vedere quando e dove 
vuoi gli eventi migliori. 



f ,lm C mfml in pn »1S «• »o.r*n» .bea 3t_ ! QJ (Vbadfelu ■ tWOo.do 


EX SPORT 13 SKY TG24 

Anche in questo caso il palinsesto degli eventi sportivi Per essere sempre 

è molto vasto: gli eventi si acquistano singolarmente, informati 24 ore su 24 

spesso con scadenza annuale, ma c'è davvero di tutto 


B ROTELLA 
INGRANAGGIO 

Da questa sezione potremo 
cambiare la lingua 
dell'audio o dei sottotitoli 
del canale che stiamo 
visualizzando, possiamo 
inoltre scegliere la qualità 
dello streaming 


EX PROMEMORIA 

Cuccando sulla stellina 
potremo contrassegnare 
l'evento (o il programma) 
con un promemoria, nel 
caso in cui ne dovessimo 
interrompere la riproduzione 
e la volessimo riprendere 
in seguito 


EX CONDIVIDI 

Si può anche condividere 
sui social in canale (e 
relativo programma) che 
stiamo guardando 


EE] AGGIUNGI 
Al PREFERITI 

Abbiamo trovato una 
puntata o un film che ci è 
piaciuto particolarmente? 
Cuccando sul cuore 
potremo metterlo tra i nostri 
preferiti e rivederlo quando 
vogliamo 


che trasmette in diretta 32 canali dell’offer¬ 
ta Sky; il servizio è riservato ai soli clienti 
della piattaforma satellitare che possiedono 
l’abbonamento televisivo satellitare. Sky 
Go e Sky Online sono due servizi separati 
e indipendenti: a Sky Go possono accedere 
solo gli abbonati, a Sky Online può accedere 
chiunque con la registrazione e il pagamento 
Online (si può utilizzare la carta di credito o 
il servizio PayPal, e si può disdire e riattivare 
in qualsiasi momento). 

Offerta da prendere al volo 

Solo noi ti diciamo come provare il servizio 
per 15 giorni sborsando solo un euro: nella 
promozione sono inclusi i pacchetti Intratte¬ 
nimento e Cinema. L’offerta è ghiotta, anche 
per poter valutare la qualità e la comodità 
che potrebbe rappresentare per un gran 
numero di utenti. Se alla fine del perdiodo 
di prova vogliamo disdire l’abbonamento, 
sarà sufficiente entrare nel nostro profilo 
dal sito web e annullare la sottoscrizione 
con un clic. C’è da dire che i pacchetti in 
alcuni casi costano di più rispetto al normale 
abbonamento satellitare, poiché molti eventi 
si acquistano singolarmente; per chi non ha 
molte pretese ed è votato alla mobilità è sicu¬ 
ramente un’opportunità da cogliere al volo. 
Ecco i passi per attivare la promo ad 1 euro. 


NON SOLO CINEMA E SERIE TV 

Gli appassionati di calcio, e non solo, possono seguire sulla piattaforma SKY il meglio 
degli eventi sportivi mondiali. Ecco in dettaglio le prinicpali offerte. 



subito. 
9 mesi di 


UEFA Champions 
League 2014/2015 


Fase a gironi UEFA Acquista 
Champions League subito. 


CHAMPIONS 

LEACUE 


W 

CHAMPIONS 

LEACUE 


Tv- \ 


IL UT 


CHAMPIONS 

LEACUE 


Fase a gironi UEFA 
Champions League 


Acquista 
subito. 
3 masi di 
CINEMA 
inclusi 


€89,00 

ACQUISTA ORA 


€39,00 


€59,00 

ACQUISTA ORA 


Speciali Win Magazine 23 
















C Home Cinema 


Software | Tutto Sky Cinema ad 1 euro 



SKY ANCHE SU TABLET E SMARTPHONE 


Il servizio Sky Online può essere sfruttato 
non solo su PC/Mac, ma anche su iPad, 
tablet Samsung e Smart TV Samsung. 
Nel caso del dispositivo targato Apple, 
basterà aprire l'App Store e scaricare l'app 
Sky Online, effettuare il login e godersi 
tutti i contenuti del pacchetto sia a casa 
tramite connessione WiFi, ma anche in 
mobilità nel caso in cui si dispone di un 
modello 3G/4G. Nel mondo Android le 
cose sono un po'più complicate, perché 
la cerchia dei dispositivi compatibili è ri¬ 
stretta ai tablet di Samsung, in particolare 
Samsung GalaxyTab 3 10.1, GalaxyTab 
3 8, GalaxyTab 2 10.1, Galaxy NoteTab 
10.1. È bene far notare però, agli utenti 
più smaliziati, che googlando un po'si 
riescono a trovare i file apk di Sky Online 
per installarlo su una più ampia gamma 


di tablet non Samsung. Si possono re¬ 
gistrare fino a tre dispositivi differenti, 
ma la visualizzazione dei contenuti è 
limitata ad un dispositivo per volta; 
è un vincolo che bisogna tenere in 
considerazione. Rimanendo in ambito 
Samsung, anche sulle Smart TV della 
casa koreana è possibile installare l'ap¬ 
plicazione ufficiale del servizio di Sky: 
basterà quindi una connessione WiFi 
per avere tutti i canali del colosso 
inglese direttamente sul televisore, 
senza decoder né altri accessori par¬ 
ticolari. Lo stream, anche se"vincola- 
to"dalla capacità della nostra linea 
ADSL, risulta essere comunque di un 
ottimo livello, anche se ovviamente 
mai al livello che otterremmo con 
la parabola. 


VEDERE SKY ONLINE SULLA TV IN ALTA DEFINIZIONE 



cfi» Playstation. 



Imponiamo di un account Play Station 
Network attivo (ricordiamo essere 
gratuito) possiamo accedere alla 
sezione Servizi TV e scaricare l'ap¬ 
plicazione Sky Online. Sono 40 MB, 
dopodiché verrà automaticamente 
installata e avviata. Inseriamo all'oc- 
correnza i dati per il login ed ecco 
apparire il catalogo completo del pa¬ 
linsesto. La qualità audio/video è ot¬ 
tima, paragonabile ad un DVD Video; 

molto, comun¬ 
que, dipende 
dalla velocità 
della nostra 
connessione 
ADSL. 



X xeox 

Discorso un po'diverso per atti¬ 
vare il servizio Sky Online sulle 
console di casa Microsoft. Per 
poter scaricare l'app ufficiale, 
che permette di visualizzare i 
contenuti Sky, è necessario di¬ 
sporre di un abbonamento per 
accedere ai servizi di Xbox Live. 
Supponiamo di avere un abbo¬ 
namento attivo; per procede¬ 
re sarà sufficiente accedere al 
market Xbox per scaricare ed 
installare l'apposita applicazio¬ 
ne. La procedura e l'interfaccia 
sono praticamente uguali a 
quelle viste per la console di 
casa Sony. 



24 Win Magazine Speciali 











wm 


Magazine 


La rivista di informatica 
e tecnologia più venduta 
in Italia è disponibile 
anche su tablet! 



SOLO KR y 


ifBBr 


winRicaric 


1 ,1 IL PIU FAM 
0; HACKER IT/1 
JCI SVELA 

corno A tocto tue aro i sii 

• .0 V'-vV^I■ 


06.0 a 

y RIPARA 
WINDOWS & PC > 

a con Fixit 2015 

Rk • Analisi 

• Ch«*-up 
. Riparatone 

r automaiica 


;l disco 

MAGICO 


STOP AL VIRUS 
SEQUESTRAI 

Ettccome steccare 
j MDi Bescn» pagare 


I RIPARA WINDOWS & PC 

Il software e la guida per risolvere in un die i problemi 
più comuni e quelli più rognosi che affliggono il PC: 

v Crash roprovisi del sistema ✓ Connessioni A0SL a singhiozro 

✓ VinKbtocca-tVMovB ✓ Unità doto illeggibili o formatale 

✓ ffc persi o cancellali per errore ✓ Password dimenticate.. 


UN MICRI 
NEL CELL I 


runa teraità su IWiatSIM te nuove SIM tetefooicfxt pei Whatsàpp 


rorogwMo»AiMgoor/t 

vaswnTa ama passere rei Anni ,. t 


U MIA CASA £' CABLATA! 

«J** soluriorii per condMde* foto 
«»oemusica tra PC snanphone. iy 


TELEFONA Gl 
PERDAVI 


E SPORT&FILM 
A COSTO ZERO 

Cé un modo. Ira «gale «3 «Iteg» 
pt s;uBrda-e geÓSlS fV Sai n > '0 
jutafc^ e PC^ediJTioai'fV chiaro! 

MIDETTE TOOLBAR! 

allentino la navigatane, consumano 
«moria intasano 1 browsef e rubano 
dati personal' R muovile pei sempie 


GRATIS CON CODICE SERIALE 


I GIOCA ,CON LA 
I REALTA VIRTUALE 

■ R crea il pauroso ino ido di Doom 
I e dtoftm ad esp/orarlo con 
I smartphone e visore 3D folto in casa 

I SERVIZI IN ABBONAMENTO 

PAGHI E NON LO SAI? 

Sedetene, a.vis di chinata gechi... 

1 s. adivano e ti prosciugano I (tedio 
Ecco come derivarti 

• Con I Mntt 4A> t4>*> mingu sohf 


Magazine Windo ws 

N RI 

■ a Microsoft ■ 

Windows 


Versione ufficiale Microsoft! 


Microsoft salta la release 9 ma... ecco la 10! 

Non perdere la nostra guida esclusiva per installare 
subito il nuovo OS sul tuo PC, senza formattare! 


Incredibile ma vero' C'è chi, con una stampante 
” 3D economica, riesce a clonare qualsiasi tipo 
di chiave... anche quelle di casa tua! oso 


HACKER 3D 


SCOPRI L’OFFERTA 
AD UN PREZZO SPECIALE! 


Per saperne di più vai su zinio www.zinio.com/WinMag 
La tua rivista preferita è disponibile anche su lekiosk 



EDIZIONI 

MASTER 


mm 






































C Home Cinema 


Fai da te | Cinema in HD sul tuo PC 





sul tuo PC 

Film in prima visione, serie TV 
e cartoon on demand dove 
e quando vuoi tu! 

F ino a qualche tempo fa erano con¬ 
siderate una novità assoluta del pa¬ 
norama italiano. Oggi, grazie anche 
alla sempre più massiccia diffusione di 
ADSL e fibra ottica, stanno conoscendo 
un'incredibile espansione in grado di at¬ 
tirare l’attenzione di centinaia di migliaia 
di utenti e appassionati. Stiamo parlando 
dei servizi di cinema on demand, in gra¬ 
do di offrire cataloghi ricchissimi senza 
bisogno di sottoscrivere abbonamenti o 
pagare costi di attivazione. Per saperne 
di più abbiamo deciso di testare uno dei 
servizi più popolari (e legali al 100%) sul 
Web. Stiamo parlando di CHILI. 


Cosa ci 
occorre FAC|LE 


SERVIZIO DI 
STREAMING VIDEO 

CHILI 

Quanto costa: 

La registrazione al 
servizio è gratuita. 
Si paga solo quel 
che si vede 

Sito Internet: 

www.chili-tv.it 


Tutti i film che vuoi 

CHILI è un vero e proprio servizio di 
cinema in streaming con regole chiare 
e trasparenti: creiamo un account per¬ 
sonale, scegliamo il film che più ci piace 
tra un catalogo davvero sterminato e che 
comprende migliaia di film catalogati in 
tutti i generi cinematografici e avviamo 
la riproduzione pagando solo per quello 
che vediamo, con un evidente vantaggio 
rispetto ad altre soluzioni “all inclusive”. 
E per soddisfare tutti i gusti, non man¬ 
cano nemmeno le serie TV più seguite. 
Ma il bello è che il servizio offerto da 
CHILI è accessibile anche da Smart TV, 
tablet e smartphone: basta un semplice 
collegamento a Internet in Wi-Fi (sotto 
copertura 3G la visione di un film in alta 
definizione consumerebbe in pochis¬ 
simo tempo il traffico Internet previsto 
dal nostro piano tariffario) per godersi 
comodamente seduti sul divano di casa 
o in mobilità le gesta dei nostri attori 
preferiti! Un'occasione da non perdere 
per gustarsi tutte le gesta dei nostri attori 
preferiti. È proprio il caso di dirlo: buona 
visione a tutti! 




Cinema in HD sul tuo PC | Fai da te 


Home Cinema 


Il cinema di qualità con CHILI 

Testiamo sul nostro computer il servizio offerto dalla famosa piattaforma di cinema in streaming! Per tutti i nostri 
lettori che si iscrivono c’e un film di benvenuto in omaggio a scelta tra 200 titoli. Ecco come ottenerlo. 



^ Innanzitutto, registriamoci! 

Colleghiamoci al sito Web www.chili-tv.it e 
premiamo il pulsante verde Registrati. Nella 
nuova pagina che appare completiamo i campi richie¬ 
sti con e-mail e password, quindi spuntiamo la voce 
per il trattamento dei dati personali. Infine clicchiamo 
di nuovo Registrati. 


Modalità di pagamento 

Proseguiamo la registrazione fornendo i nostri 
dati personali. In Scegli una promozione 
spuntiamo S/'e scegliamo Promo per te da Seleziona 
promozione. Digitiamo il nostro Codice fiscale e clic¬ 
chiamo Continua. Digitiamo 226779193877 in Codice 
promozione e clicchiamo Conferma. 


Gii ultimi passi 

A questo punto, verranno caricati 2,99 euro 
che potremo usare per vedere uno dei 200 
film contenuti nella sezione Promo per te. Per sce¬ 
glierlo, clicchiamo semplicemente sul pulsante Vedi i 
Film della Promo presente nella parte in basso del¬ 
la finestra. 



Pronti per la visione? 

Verrà visualizzato l’intero catalogo della Pro¬ 
mo per te. Scegliamo il titolo che più ci piace. 
Il costo del film sarà scalato dal valore promozionale 
attivato sul nostro profilo. Da questo momento abbia¬ 
mo 28 giorni per decidere quando vederlo e 48 ore dal 
primo play per riguardarlo. 


Serve il plug-in Silverliqht 

La piattaforma CHILI si avvale del plug-in Sil- 
verlight di Microsoft per la visualizzazione dei 
contenuti da PC e Mac. Se non lo abbiamo anco¬ 
ra installato come componente aggiuntiva del nostro 
browser, seguiamo la procedura a video per comple¬ 
tare la procedura guidata. 


-x Per chi non ha tempo 

Ci stiamo godendo il film ma nostro figlio ci 
reclama? Nessun problema! Possiamo ripren¬ 
dere la visione del film in qualunque momento da tutti 
i dispositivi attivati sul nostro profilo CHILI (Smart TV, 
PC, Mac, tablet e smartphone)! È proprio il caso di dire: 
buona visione a tutti! 


CURIOSITÀ, TRAILER E ANTEPRIME DAL MONDO DEL CINEMA 


Film Review 

Sul sito è possibile leggere le ultime novità, le curiosità e le in¬ 
discrezioni dal mondo del grande cinema! Inoltre, è possibile 
accedere ad un archivio di 300 GB di film e documentari da visua¬ 
lizzare in streaming nella più totale legalità e senza spendere un 
centesimo. Per usufruire del servizio: 

• colleghiamoci all'indirizzo www.film-review.it 

• clicchiamo sul pulsante FILM GRATIS 

• scegliamo il film da vedere da I film più visti 

• clicchiamo GUARDA GRATIS 

• registriamoci al servizio e avviamo la riproduzione del film 

L -A 


You 

Sul portale di video hosting è possibile trovare tanti film gratis 
(www.youtube.com/movies) e contenuti liberi da diritto d'autore 
e quindi visualizzabili in totale legalità. Sempre più spesso, infatti, 
YouTube viene utilizzato da 
autori indipendenti per pubbli¬ 
care le loro opere e mostrarle al 
pubblico, aggirando il controllo 
delle case di distribuzione ci¬ 
nematografica. Non mancano, 
poi, trailer in HD e video inter¬ 
viste ai nostri attori preferiti! 




Speciali Win Magazine 27 
































































O Home Cinema 


Fai da te I lo scarico facile 


CONFESSIONI DI UN PIRATA 


IO SCARICO FACILE 


«Così sono riuscito a creare un download manager che in 
automatico scandaglia la Rete alla ricerca di giochi per tutte 
le console, film in 4K, software con codici seriali...» 



S ono sempre più numerosi, in Rete, i ser¬ 
vizi che offrono lo streaming gratuito e 
completamente legale dei principali ca¬ 
nali televisivi, con una qualità video tutta da 
gustare. Sappiamo bene, però, che su Internet 
c'è chi non rispetta le regole e, incurante delle 
possibili conseguenze legali, sfrutta servizi on-line 
che trasmettono illegalmente contenuti a pagamento 
protetti da diritto d'autore e software per scaricare 
e archiviare questi contenuti sul proprio computer. 

Download: nuove frontiere 

Servizi come Cacaoweb, Rojadirecta o Futuboxe l'app 
mobile Online Sports sono stati per parecchio tempo 
gli strumenti preferiti dai pirati informatici che, gra¬ 
zie al loro utilizzo, sono riusciti a farla in barba alle 
major cinematografiche, superando anche i filtri 
Web imposti dai vari provider. Ma i pirati, si sa, 
sono sempre alla continua ricerca di soluzioni e 
strumenti sempre più efficienti con cui compiere 
le loro malefatte. Ecco quindi che hanno inizia¬ 
to a concentrare le loro attenzioni proprio sui 
tanti servizi di streaming gratuito e legale: 
in fondo, questo è il loro ragionamento, 

su queste 
piattaforme 
è possibi¬ 
le accedere 
facilmente 
a contenu¬ 
ti di qualità 


e, sempre più spesso, anche in alta definizione. Da 
questa considerazione a trovare il modo per scari¬ 
carli sul proprio computer il passo è stato breve e a 
farne le spese sono stati grandi soprattutto porta¬ 
li Internet del calibro di Rai, Mediaset e YouTube! 

Basta il browser 

I pirati informatici hanno quindi trovato il modo per 
scaricare serie TV in anteprima assoluta e film in 
4K, ma anche giochi per console, software ed eBook 
usando semplicemente il browser e un client di chat 
come lo storico Mire. Il primo è stato opportunamente 
modificato con alcune estensioni costruite ad hoc. Il 
secondo, invece, grazie all'utilizzo di alcuni specifici 
comandi viene utilizzato non per rimanere in contatto 
con altri utenti della Rete ma come un vero e proprio 
download manager. In questo modo bastano pochi clic 
per scaricare ogni genere di contenuto e, soprattutto, 
i pirati possono evitarsi code di attesa ed estenuanti 
ricerche on-line. 

Contenuti per tutti i gusti 

Non contenti di tutto ciò, i pirati hanno anche trovato la 
soluzione per riprodurre i film e le serie TV su qualsiasi 
piattaforma, tra cui anche tablet, smartphone e player 
da tavolo. Anche in questo caso lo strumento adoperato 
è semplicissimo da utilizzare e con pochi clic riescono 
a convertire ogni formato audio e video in qualsiasi 
altro. Di per sé, quindi, gli strumenti utilizzati dai 
pirati non sono affatto illegali: è il fine per cui li usano 
ad esserlo e, soprattutto, sembrano essere 
immuni da blocchi e censura imposti 
dalle autorità o dai provider, per¬ 
mettendo loro di farla in 
barba ancora una volta 


alle grandi major! 


OCCHIO Al CONTENUTI CHE SI SCARICANO DA INTERNET! 

Il download di contenuti televisivi e ci- 1240 euro, nel caso di recidiva, la condotta mento di tali reati: in questi casi, la vigente 
nematografici, se non espressamente di chi scarica materiale protetto da copy- disciplina contempla sanzioni penali di 
consentito, è illegale! La legge 22 aprile right. Più seri sono i rischi di chi comunica tipo detentivo. Le procedure descritte in 
1941, n. 633, sul Diritto d'autore punisce o diffonde al pubblico opere protette da questo articolo, quindi, sono da intendersi 
con una sanzione amministrativa da 154 a diritto d'autore e/o agevola il perfeziona- a scopo puramente didattico! 


a scopo puramente didattico! 






lo scarico facile | Fai da te 


Home Cinema 



GIOCHI 


Li scarico da... 


•The PirateBay 
•Megallpload 


c 

ì 

L A 

SERIE TV 

[ Le scarico da... 



•serietvsubita 

•DDLhits 

•nonsoloserietv 

•Megallpload 

•YouTube 

•Rai.TV 

•Mediaset Video 
•Mondotorrent.eu 



SOFTWARE 


Li scarico da... 


•IsoHunt 
•The PirateBay 
•Megallpload 
•YouTube 


EBOOK 


Li scarico da... 


•Avaxhome.cc 

•ebooks-share 

•ebookshare 

•magazinedown 


J3 




La scarico da... 


•DDLStorage 

•YouTube 

•cineblogOI 



FILM 


Li scarico da... 


•HQfilms 

•DDLStorage 

•DDLHits 

•filmstream.info 

•italian-stream 

•cineblogOI 

•filmpertutti 

•Megallpload 

•Rai.tv 

•Mediaset Video 


SITI PER DOWNLOAD: IL MAXI SEQUESTRO ITALIANO 


Lo scorso 3 marzo, il nucleo speciale per la 
radiodiffusione e l'editoria della Guardia di 
Finanza, con sede in Roma, in collaborazio¬ 
ne con il nucleo speciale frodi tecnologiche 
dello stesso Corpo, ha eseguito il più vasto 
sequestro di portali informatici mai compiuto 
nel nostro Paese. A farne le spese ben 46 siti e 
portali Internet tra i più famosi e visitati per la 
diffusione illegale di contenuti multimediali. 


Per tutti, l'ipotesi di reato è stata la violazione 
della legge sul diritto d'autore, in particolare 
dell'art. 171 ter, comma 2, della legge 633 del 
1941. In realtà, il "sequestro" non ha portato 
alla reale chiusura dei siti Internet incriminati, 
i cui server sono ancora perfettamente fun¬ 
zionanti. Semplicemente, le forze dell'ordine 
hanno ordinato ai principali provider italiani 
di modificare i propri DNS per rendere di fatto 


i siti stessi inaccessibili ai loro utenti. I pirati 
informatici, ovviamente, non si lasciano in¬ 
timorire e, semplicemente utilizzando DNS 
alternativi o usando i "soliti" proxy anonimi 
riescono a raggirare ogni filtro e ad eludere 
completamente il sequestro. L'unico "disguido" 
che potrebbero riscontrare è che alcuni dei 
loro portali preferiti potrebbero essere tem¬ 
poraneamente fuori servizio! 


Speciali Win Magazine 29 




















C Home Cinema 


Fai da te | lo scarico facile 


S Tutto il palinsesto Rai sul PC 

Sfruttando il componente aggiuntivo Greasemonkey e uno script per Firefox, lo smanettone riesce a registrare 
sul suo PC i contenuti televisivi del portale Rai.tv, altrimenti accessibile solo in streaming! 


II grimaldello per la TV 

Il pirata awia il browser e clicca in alto a sinistra sull’icona Firefox. Dal 
menu a tendina che appare seleziona la voce Componenti aggiun¬ 
tivi. Nella nuova schermata digita Greasemonkey in Cerca tra i componenti 
aggiuntivi, clicca Aggiungi a Firefox e poi su Installa. 


i Download 
in un clic" 

Collegatosi al sito 
Rai.tv, il pirata cerca la pun¬ 
tata del programma che gli 
interessa e attende il carica¬ 
mento. Sotto la finestra del 
player clicca col tasto destro 
del mouse su Mp4 Direct 
Link, seleziona Salva desti¬ 
nazione con nome e confer¬ 
ma con Salva per avviare il 
download. 




-x Uno script pronto all’uso 

Il pirata installa quindi lo script Rai.tv native video player and direct 
links: si collega al sito Web http://userscripts.org/scripts/show/89326 
e clicca Instali in alto a destra. È questo lo script che gli consentirà il down¬ 
load dei video direttamente dal sito Rai.tv 



GIOCHI GRATIS PER TUTTE LE CONSOLE! 

Su Internet non mancano neppure le risorse gratuite dedicate ai tanti appassionati di videogiochi. Tutti i 
fortunati possessori delle console di gioco Microsoft Xbox e Sony Playstation hanno infatti la possibilità 
di scaricare ogni mese tanti divertenti giochi gratuiti di ultima generazione. 


©XBOX ONE 

Ogni mese, se siamo abbonati al programma Xbox Live Gold (45,00 
€/anno), possiamo scaricare in esclusiva due giochi 
che resteranno comunque nostri per sempre! Si trat- / li & ' 
ta di titoli di successo che permettono di arricchire 
la nostra collezione digitale. Ricordiamoci, però, che 
i giochi saranno disponibili per il download solo per 
un periodo di tempo limitato. 

Questa incredibile opportunità 
è riservata sia agli utenti Xbox 
360 sia agli utenti Xbox One. 


ST-n-Ttan h- 

Anche gli utenti Playstation iscritti al programma 
Plus potranno scaricare ogni mese tanti giochi 
^ gratuiti per PS4, PS3 e PS Vita. Per accedere ai con¬ 
tenuti gratuiti è necessario iscriversi al servizio 
PS Plus sottoscrivendo un abbonamento di 6,99 
euro al mese (che può essere ridotto se si decide 
di acquistare l'opzione trimestrale o 
’V'L annuale). L'iscrizione, lo ricordiamo, è 

1 ' \ obbligatoria per chi vuole divertirsi a 

giocare in multiplayer con 
la sua Playstation 4. 































lo scarico facile | Fai da te 


Home Cinema 


B Film in streaming e in HD 

Popcorn Time verrà ricordato come il progetto di condivisione di film con la vita più breve: solo 4 giorni! Il pirata, 
però, è riuscito a scovare un sito che ne ricalca le funzioni accedendo ad un archivio sterminato di film! 





SILVER 


POPCORg^ 

Watch torrent movies instantly 


Currently in Beta, but oo ahead and try it 1 


jgtl 

Bp ^ A, John fcmi^morc 


Popcon Iin» 


F*opcom Time scarica e mette a disposizione i films tramite torrent. 
questo potrebbe non essere legale ne*a tua nazione. 

Noi non siamo responsabili per nessun problema che questo 
potrebbe creare, quindi assicurati di aver capito i nostri termini e 
condizioni prima di utilizzare fapp. 




II Client per lo streaming 

Come prima operazione il pirata scarica 
la beta del Client Popcorn dal sito http:// 
popcorn.cdnjd.com. Clicca quindi sul pulsante 
Download Beta 2.8 per avviare il download della 
versione del Client compatibile con Windows 7 e 
con le versioni precedenti del sistema operativo. 


^ Installazione in corso 

Avvia quindi l'installazione eseguendo il 
file Popcorn-Time-0.2.8-Win.exe,c\\cca 
Accetto e attende il termine della procedura di 
installazione che completa premendo Fine. Avvia 
quindi il Client e accetta le condizioni d’uso clic- 
cando Ho capito e voglio utilizzare Popcorn Time. 


^ Film per tutti i gusti 

CViene quindi mostrato l'elenco dei film 
suddiviso per generi, la locandina, una bre¬ 
ve trama e l'elenco dei sottotitoli disponibili. Fat¬ 
ta la sua scelta al pirata non rimane che cliccare 
Guarda Ora per avviare il download del film e la 
successiva riproduzione automatica. 



LA RETE USENET E I NEWSGROUP: 
L'ELITE DEL FILE SHARING 


Insieme alla rete Internet sono nati anche i gruppi 
di discussione (più conosciuti come newsgroup). Su 
questi gruppi si chiacchierava di tutto e ben presto 
i News Service Provider (NSP), ovvero i server che 
ospitavano le conversazioni, iniziarono ad offrire 
anche la possibilità di caricare file, portando alla 
nascita della rete Usenet. Per utilizzare questo par¬ 
ticolare servizio di file sharing occorre innanzitutto 
registrarsi ad un NSP per ottenere l’accesso ai servizi 
di discussione. Un elenco ben fornito di servizi Use¬ 
net è disponibile all'indirizzo www.winmagazine.it/ 
link/2345. Quello più utilizzato dai pirati è comunque 


XS Usenet (www.xsusenet.com) in quanto gratuito 
e offre una banda di download/upload di 1 Mbit 
al secondo. Inoltre, la registrazione al servizio non 
richiede alcun dato personale. 

Gli strumenti del pirata 

Per poter scaricare contenuti di ogni genere dai 
newsgroup, il pirata deve allestire un particolare 
kit software composto da: 

• PeaZip (http://peazip.sourceforge.net), un gestore 
di archivi compressi; 

• Alt.Binz (www.altbinz.net), un download mana¬ 
ger specifico per i gruppi di 
discussione; 

• QuickPar(www.quickpar. 
org.uk). un tool per la ve¬ 
rifica dell'integrità dei file 
scaricati 

Nel caso di QuickPar, du¬ 
rante l'installazione il pirata 
spunta le opzioni Monitor 
Automatically e Repair 
Automatically per correg¬ 
gere eventuali errori occor¬ 
si durante il download dei 


file. In Alt.Binz, invece, spunta la voce RegisterNZB 
extension to Alt.Binz e, nel menu Servers, indica i 
dati di accesso a XS Usenet digitando news.xsusenet. 
com in Address, 563 in Porte spuntando SSL. Quindi 
inizia a cercare i contenuti che preferisce usando il 
motore di ricerca www.nzbindex.nl! 

Ricerche alternative dentro i newsgroup 

Oltre ai motori di ricerca, esistono anche siti Web e 
forum che semplificano notevolmente al pirata la 
ricerca dei file NZB. I più famosi sono: 

• NZBMovieSeekerSpecializzatonellIndicizzazionedi 
film e serieTV. Molti contenuti sono in lingua inglese, 
ma grazie alla sezione dedicata il pirata recupera 
anche i sottotitoli (www.winmagazine.it/link/2349). 

• NZBGrabit Richiede la registrazione gratuita di un 
profilo. Consente al pirata di accedere ad un va¬ 
sto elenco di film, musica, software e videogame, 
ma anche di cercare file condivisi nella rete Usenet 
spulciando nei newsgroup (www.winmagazine.it/ 
link/2351). 

• Altre risorse Al linkwww.winmagazine.it/link/2349 
sono disponibili i gruppi più attivi sulla rete Usenet. 
In base al loro nome, il pirata riesce ad individuare 
facilmentequali contenuti vengono condivisi on-line 
dagli utenti. 



Speciali Win Magazine 31 

































O Home Cinema 


Fai da te I lo scarico facile 



Q E) OIBI Scarica tutto con la chat 


mIRC, il Client di chat più famoso al mondo, è in realtà un vastissimo archivio di contenuti di ogni genere. 
Affidandosi alle enormi potenzialità di uno script, per il pirata non sarà un problema appropriarsene! 



^ Download manager per le chat 

Il pirata scarica innanzitutto l'archivio 
compresso Glesius-Crew-3-5.zip dal 
sito http://sourceforge.net/projects/glesius. Ne 
estrae quindi il contenuto ed esegue il file Gle- 
sius-Crew-3. 5.exe contenuto al suo interno. 
Quindi segue la semplice procedura guidata per 
installare il software. 



^ Solo per i privilegiati 

Terminata l’installazione il pirata clicca 
Avanti, toglie la spunta da Avvia Gelsius- 
IRC ed esce dalla procedura guidata con Fine. 
Clicca quindi col tasto destro del mouse sul col- 
legamento Gelsius-IRC presente sul desktop, sce¬ 
glie Esegui come amministratore , clicca Consenti 
accesso e Continua. 



^ Ricerca completa 

Il pirata modifica quindi i campi Nick Pri¬ 
mario e Nick Secondario con due nick 
univoci e clicca su Applica. Digita poi il nome del 
file da cercare nella casella Nome e, per ottenere 
un elenco maggiore di risultati, dal menu Data¬ 
base imposta Completa, procedendo quindi con 
un clic su Cerca. 



^ Risultati vestiti di rosso 

I risultati sono evidenziati con il rispettivo numero in rosso. Un doppio clic 
sulla relativa lista aprirà il dettaglio dei risultati: il piratata ancora un doppio 
clic sul file che gli interessa e risponde Sì alla richiesta di connessione al canale 
IRC. Il download del file partirà automaticamente. 


A suon di musica 

Gelsius-IRC offre diversi altri strumenti di ricerca. Ad esempio, cliccando su 
Ricerca musica e scegliendo Songr , comparirà una finestra dove al pirata 
basterà inserire il titolo di una canzone, cliccare Invio e scaricare uno dei risultati 
scegliendo Download dal menu contestuale. 


t? SOFTWARE CON CODICI DI SERIE? 
- IL PIRATA LI TROVA SU YOUTUBE! 


Può sembrare strano, ma una del¬ 
le risorse più utilizzate negli ultimi 
tempi dai pirati informatici per tro¬ 
vare software completi con tanto di 
codici seriali è YouTube. Sono sem¬ 
pre più numerosi, infatti, gli utenti 
che pubblicano sul portale di video 
hosting le guide in cui vengono in¬ 
dicati i passi per applicare il crack ai 
software commerciali: si tratta, di 
solito, di filmati con le schermate 
che mostrano la procedura seguita 


dal pirata per bypassare i sistemi di 
protezione dei software commer¬ 
ciali. In alcuni casi, invece, vengono 
indicati i linkai servizi di file hosting 
da cui è possibile scaricare il "pac¬ 
chetto completo". Non mancano, poi, 
gli utenti che, tra le note del video 
pubblicato, pubblicano direttamente 
il codice seriale in chiaro: il pirata non 
deve fare altro che copiarlo ( Ctrl+C ) 
e incollarlo ( Ctrl+V ) nel modulo di 
registrazione del programma. 



32 Win Magazine Speciali 















































































lo scarico facile | Fai da te 


Home Cinema 


BBBII convertitore universale 


Grazie ad un semplice software, il pirata riesce a scaricare da YouTube film completi, serie TV e interi album 
musicali. Non contento di ciò, procede anche a convertirli nel formato compatibile con tablet e smartphone. 



i j Instalo:•©«« d- rrwnt* Video Convene» 

ln«lj»lb» AVO K TuntUp 

Accomandalo d* F»***n*àe Vièto Convet ie< 


Kac-òe (recommendé) 

Scene» un» verdone di prove di AVO PC TuneUp, le tu«e di utety di eeieme 
compiete cn» comrfiuwi e gerenive che il tuo computer vede ei meeemo 

•* InMallMMn pertonnelMAe («vane») 

[ Intuii» AVO PC TimeUp 


Ueeendo luti* l« <«««•« d«HVt«*vV. non v*"» M«put» «kun» mtalkaoo* ni verranno wikAt I* 
mootupon. oeeondeue*. 




-A. Il convertitore universale 

Innanzitutto il pirata installa Freemake Video 
Converter. All’avvio della procedura guida¬ 
ta disattiva l'invio automatico delle segnalazioni per 
non avere processi in esecuzione poco utili duran¬ 
te l'esecuzione del programma e clicca su Avanti. 


^ Eliminare il superfluo 

Il pirata seleziona Installazione personaliz¬ 
zata. A questo punto toglie le spunte dalle 
voci relative all'installazione di Search Projecte alla 
modifica dell'home page predefinita sul suo brow- 
ser. Quindi prosegue cliccando sul pulsante Avanti. 


-A. Faccio tutto da solo 

Il pirata informatico decide di procedere con 
l'installazione personalizzata del programma. 
In questo modo ha la possibilità di saltare la configu¬ 
razione di AVG PC TuneUP: è un altro software che 
al momento non gli occorre per le sue conversioni. 


I IntteltaioftA di VidM» Cwvtrw 


Selezione componenti 

Q«u** component devono essere nsteleer 


Setencnsre i componenti da n*tatare, deteieTonare ouHI dw non d deedera 
islaUc, Sdewnve 'Avanti' pr w'tnuere. 




rnstnlanone completa 
4 [nstalaoone personatzzata 
P Instala Dk<on per (Chiome. Hrefox) 
WOm un'Kena mI desktop 


< Indietro Avari# > 




-A. Convertitore a portata di clic 

Per avere Freemake Video Converter a por¬ 
tata di mouse, nel passo successivo dell'in¬ 
stallazione il pirata mette la spunta nella casella di 
controllo Crea un’icona sul Desktop. Procede quin¬ 
di con Avanti al passare allo step successivo. 


-A Adesso è tutto pronto! 

A questo punto sceglie la cartella dove 
installare il convertitore: può lasciare tran¬ 
quillamente quella di default o scegliere la cartella 
che preferisce. Soltanto adesso, con Avanti, il pira¬ 
ta avvierà l'installazione vera e propria del software. 


-A II video lo scarico da... 

Avviato il programma, il pirata clicca I Video 
e sceglie il file scaricato da Rai .tv o Video 
Mediaset che intende convertire. Per scaricare inve¬ 
ce un video da YouTube, si collega al portale, copia 
il link del film e in Freemake clicca su Incolla URL. 



-A Un formato per tutti i gusti 

Per la conversione dei video scaricati da Rai 
o Mediaset, il pirata sceglie dalla barra in 
basso il formato nel quale convertirlo. Il program¬ 
ma offre numerose scelte, dal formato Ma quelli 
compatibili con smartphone e tablet. Sceglie quindi 
il formato che fa per lui! 


-A II profilo è quello giusto 

Si aprirà una schermata dove il pirata sceglie 
il profilo e la cartella di destinazione del file. 
Lascia invariato il Profilo visto che il software impo¬ 
sta ottimamente la conversione in base al formato 
scelto e sceglie dove salvare il file convertito. Quin¬ 
di clicca Converti. 


-A Visioni anche in mobilità 

La durata della procedura di conversione 
varia in base alla dimensione del video. Ter¬ 
minato il processo di conversione, il pirata troverà il 
file nella cartella scelta precedentemente, pronto per 
essere trasferito sul suo player da tavolo, sul tablet 
o sullo smartphone! 


Speciali Win Magazine 33 





















































































O Home Cinema 


Software | TVdream Player 


TV in chiaro 
sul desktop 


Cosa ci 
occorre 

PLAYER VIDEO 

TVDREAM 

PLAYER 

Lo trovi su: 0DVD 


SOFTWARE COMPLETO 


Sito Internet: 

http://player.tvdream.net 


Ecco come usare il nostro telecomando universale per fare zapping 
sul oltre 50 canali. Non serve installare alcun decoder e parabola 


L a televisione è entrata a far parte della 
nostra vita quotidiana ormai da anni, ma 
ultimamente conl'arrivo delle trasmissio¬ 
ni digitali, i canali tematici, lo sport dal vivo, 
l’offerta si è allargata a dismisura e l’Italia, a 
quanto pare, è ben felice di assecondare questo 
trend, visto con quanta passione segue nuove 
serie TV, talent show e sport che solo dieci anni 
fa si stentava a conoscere. Ma per ricevere tutti 
questi nuovi canali sono sempre necessari 
antenna, decoder e parabola, con conseguenti 
costi di acquisto e installazione. E se poi si è 
fuori casa? Ci siamo presi tutta l’attrezzatura 


per poi perderci il nostro programma preferito? 
La risposta, come sempre più spesso accade di 
questi tempi, ci arriva da Internet e dai giusti 
programmi. 

La diretta ai tempi del Web 

Il software che ti proponiamo, in particolare, 
è davvero una chicca: leggerissimo, semplice 
e intuitivo, TVdream Player è un aggregatore 
di canali televisivi che trasmettono su Internet, 
tramite il quale è facilissimo sintonizzarsi e go¬ 
dersi il proprio programma preferito, televisivo o 
radiofonico che sia. Sì, perché TVdream è capace 


di ricevere anche molte delle principali stazioni 
radio. Basta allora con antenne e decoder, è suf¬ 
ficiente un computer e una connessione alla Rete 
per essere subito in prima fila. E se siamo fuori 
casa? Beh, i laptop moderni sono leggerissimi 
e dotati di grande autonomia, le reti cellulari 
veloci e gli hot-spot Wi-Fi molto diffusi, ma se 
ciò non bastasse TVdream Player è disponibile 
anche per smartphone e tablet Android: basta 
installarlo per avere subito una TV collegata 
sul mondo nel proprio taschino. Cosa stiamo 
aspettando allora? Entriamo nel mondo della 
televisione via Internet, la TV 2.0! 


Installa e... accendi la TV digitale 

Bastano pochi clic per configurare e avviare TVdream Player: al termine, potremo accedere ad un palinsesto 
televisivo sconfinato e fare zapping con il semplice clic del mouse. Ecco come procedere. 



U*8«re «*>'« secche Av«r*i P«< un'«fc« cortei». tc*cfic«r» im 

apfu« xnjn* $lo^» 

CMk 

|CAfto?«n Fin |46WV<ftMRA | 



raaUror* A p«r IU«rt* coeve* e ptrui (A 

# II*pliant 
Ultr/a 


A rr-M < IndeBo | Aw<> ] 




richiede .NET Framework versione 4.0. Installare NET Frarr 
amente l'installazione. È possibile ottenere .NET Framework 
inload ora? 




^ Il plaver è pronto all’uso 

Scompattiamo l'archivio compresso TVdre¬ 
am. zip che troviamo nella sezione Indispen¬ 
sabili del Win DVD-Rom: al suo interno troviamo il file 
di installazione TVdream.msi. Avviamolo e seguiamo 
la procedura guidata che, in pochi passi, ci condurrà 
all'installazione del software. 


^ L’occorrente per funzionare 

Per funzionare correttamente, TVdream 
necessita del.NET Framework 4 e di Adobe 
Flash Player. Se il primo non viene rilevato, all’inizio 
del processo di installazione ci viene proposto di sca¬ 
ricarlo dal sito Microsoft. Clicchiamo Sì e attendiamo 
il termine della procedura. 


^ Che canale vuoi vedere? 

Se avviando il software non appaiono i pul¬ 
santi dei canali vuol dire che dobbiamo 
installare Adobe Flash Player, scaricabile da http:// 
get.adobe.com/it/flashplayer. Siamo dunque pronti 
ad usare TVdream: dalla schermata principale basta 
cliccare sulle emittenti TV disponibili. 


34 Win Magazine Speciali 











































TVdream Player | Software 


Home Cinema 


IMPARIAMO AD USARE L'INTERFACCIA DI TVDREAM 

Semplici comandi bastano per avere tutti i canali in punta di mouse: eccola spiegata nel dettaglio. 



a I CANALI 

In quest’area a scorrimento orizzontale 
sono contenuti i pulsanti relativi ai 
vari canali TV: basta cliccarci sopra 
per avviare la visione. È possibile 
scorrere la lista dei canali utilizzando 
le frecce a comparsa che appaiono ai 
lati dell’area, con lo slider o con il tasto 
serali del mouse. 


E1 AREA DI RIPRODUZIONE 

Una volta avviato un canale, le 
immagini verranno visualizzate in 
questa sezione della finestra. Per 
alcuni specifici canali, viene invece 
visualizzato il pulsante Play, premuto il 
quale la visualizzazione viene avviata 
in una nuova finestra. 


E1 TASTO PLAY/PAUSE 

Serve a fermare e riavviare la 
riproduzione ma, essendo le 
trasmissioni in diretta, nel momento 
in cui premiamo Pause, e poi 
nuovamente Play il programma 
non ricomincia da dove lo avevamo 
fermato. 


CITASTI VOLUME/ 
FULLSCREEN 

Servono per alzare e 
abbassare il volume e 
passare alla modalità 
schermo intero. Per uscire 
dalla modalità a schermo 
intero, invece, è sufficiente 
premere il tasto Esc. La 
grafica dei pulsanti può 
variare leggermente da 
canale a canale. 

B FRECCE DI 
SCORRIMENTO 

Queste frecce appaiono 
solo portandoci sopra 
il cursore e servono a 
scorrere l’elenco dei canali 
disponibili. 

■3 CHAT 

Il programma integra un 
servizio chat tramite cui 
è possibile dialogare e 
scambiare commenti con 
gli altri utenti di TVdream. 

CI SLIDER DI CANALI 

Appare portando il 
cursore sopra la lista dei 
canali e serve a scorrere 
quest’ultima in modo 
rapido. 



GUARDA LA TV 
SUL CELLULARE 


TVdream è disponibile 
anche per smartphone 
e tablet Android, per 
guardare la TV ovunque 
ci si trovi: scarichiamolo 
e installiamolo dal 
GooglePlayStore. 
All'avvio dell'app ci 
viene mostrata la lista 
dei canali consigliati, 
rappresentati da una 
stella sulla pulsantiera 
in fondo allo schermo: 
scorriamola fino a indi¬ 
viduarne uno di nostro 
interesse, quindi sele¬ 
zioniamolo tappandoci 
sopra. Premiamo Play 
per avviare la riprodu¬ 
zione. Teniamo conto, 
però, che lo streaming 
video consuma molto 
traffico, quindi usiamo 
l'app solo quando siamo 
in Wi-Fi e non sotto 
copertura 3G. 


Goditi la diretta sul tuo computer 

La gestione dello streaming è davvero semplice: TVdream mette a disposizione tutti i comandi tipici per la 
riproduzione oltre ad una modalità a schermo intero ideale per guardare i video sul TV o con un proiettore. 



^ Un mouse come telecomando 

Prendere confidenza con la semplice interfac¬ 
cia di TVdream Player è veramente cosa da 
poco: basta scegliere il canale e avviarne la visione 
cliccandoci sopra. Entro pochi secondi arriveranno le 
prime immagini. Premiamo il tasto fullscreen e godia¬ 
moci lo spettacolo a schermo intero: 


^ Anche su grande schermo 

Se abbiamo un monitor grande o il PC collega¬ 
to ad un TV esterno o un proiettore, la modalità 
a tutto schermo è la migliore. Per tornare alla visualiz¬ 
zazione in finestra, premiamo il tasto Esc. Cuccando 
P/ay nell’area di riproduzione, viene aperta una nuova 
finestra con le immagini TV. 


^ La mia TV è social 

Per far comparire i comandi di riproduzione 
basta muovere il cursore sul filmato. TVdream 
integra una Chat con cui è possibile dialogare con gli 
altri utenti del player. Cliccando SetName possiamo 
decidere se chattare come anonimi (impostazione di 
default) o con un nickname provvisorio. 


Speciali Win Magazine 35 






























C Home Cinema 


Faldate | Win Downloader2015 


Scarica tutto 
dalle reti segrete 

Software e abbonamento Premium 
per avere libero accesso ai canali 
underground del file sharing 




FILESHARING 

PREHIj 


I 


POWERED BY DEBBIO 1TRUR 

@ „ « SfS8 


Per usufruire deirofferta: 

• colleghiamoci al sito www.debriditafexorn/prom 

• creiamo un account gratuito valido 30 giorni 


r ; 




yi£ 


La promozione 


> attivabile fino al 30 aprile 


Cosa ci f 
occorre ^3, 

DOWNLOAD MANAGER 

JDOWNLOADER 

Lo trovi su: IETDVD 


Sito Internet: 

http://jdownloader.org 


U no degli aspetti sicuramente più in¬ 
teressanti di Internet è la possibilità 
di condividere con altri utenti e sca¬ 
ricare sul proprio computer file di ogni ge¬ 
nere, come ad esempio software o contenuti 
multimediali. Fino a qualche tempo per lo 
scambio e il download dei file gli Internauti 
utilizzavano per lo più le reti di file sharing, 
ma essendo queste divenute sempre più lente 
e piene di fake, hanno deciso man mano di 
passare ai più efficienti servizi di file hosting. 
Questi, generalmente, forniscono due tipi 
di accesso: gratuito e premium. Il primo 
consente di scaricare file senza pagare nulla, 


I download dal file 


Vediamo come 
installare e 
configurarne 
JDownloader 
per scaricare 
dai siti di file 
hosting in 
modo facile 
e veloce e 
senza attese, 
dopo aver 
sottoscritto un 
abbonamento 
Premium al 
servizio Debrid 
Italia. 



Installation Compieteci. 

mante you fot rnslaang joownioaoer 


•f Launeh thè application on ewt 




-x Procediamo con il setup 

Estraiamo l’archivio compresso WinDownto- 
ader2015.zip (sezione Internet dei Win DVD- 
Rom), avviamo l’eseguibile di JDownloader e procedia¬ 
mo con l'installazione seguendo i passi della procedu¬ 
ra guidata. Saremo così subito operativi per scaricare 
senza limiti dai siti di file hosting. 


36 Win Magazine Speciali 













Win Downloader 2015 | Fai da te 


Home Cinema 


ma occorre inserire un codice CAPTCHA 
di verifica per ogni download, non si pos¬ 
sono scaricare contemporaneamente più 
file dallo stesso servizio e tra un download 
e il successivo deve trascorrere un certo 
tempo. L’account premium, invece non ha 
questi limiti ma comporta il pagamento di 
un canone. 

Download senza limiti 

Come fare allora per sfruttare al massimo 
la nostra banda ADSL e scaricare a tutta 
velocità dalla Rete? La soluzione si chiama 
Win Downloader 2015, un pacchetto che 
comprende un download manager molto 
efficiente come JDownloader che permet¬ 
te di gestire automaticamente gli scarica- 
menti dalla Rete, senza preoccuparci di 
nulla. Questo software infatti dispone di 
numerose funzioni specifiche per i siti di 
file hosting, come ad esempio il riconosci¬ 
mento degli URL e dei codici CAPTCHA. 
Inoltre, sempre nel pacchetto, troviamo un 
account Premium di Debrid Italia, gratuito 
e in valido per 30 giorni. Questo servizio 
infatti supporta le principali piattaforme 
di file hosting, eliminando i tempi di atte¬ 
sa e consentendo download multipli. Cosa 
aspettiamo allora? Vediamo subito come 
scaricare al massimo dalla Rete con Win 
Downloader 2015 e i trucchi avanzati che 
troviamo nelle prossime pagine. 


LE FUNZIONI DI WIN DOWNLOADER 2015 



a DOWNLOAD 

Da questa scheda è 
possibile tenere sotto 
controllo i download attivi 

O CATTURA 
COLLEGAMENTI 

JDownloader cattura 
automaticamente i 


collegamenti ai contenuti 
scaricabili dai vari servizi di 
file hosting 

E1 RIC0NNESSI0NE 

Una funzione utile che 
permette di riprendere in 
automatico il download dei 
file in coda 


O GESTIONE ACCOUNT 

Da questa sezione è 
possibile configurare il 
nostro account premium 
con Debrid Italia 

Q COMPONENTI 
AGGIUNTIVI 

JDownloader può essere 


potenziato grazie a plugin 
che aggiungono nuove 
funzioni al programma 

□ CAPTCHA 

Possiamo configurare il 
programma per risolvere 
automaticamente i captcha 
usati da alcuni file hosting 


hosting sono automatici! 



^ Un account senza limiti 

Se abbiamo sottoscritto un account Premium 
a Debrid Italia, configuriamolo in JDownloader 
per avviare i download senza limiti. Da Impostazioni/ 
Gestione account clìcchiamo Aggiungi. Selezioniamo il 
servìzio dal menu a tendina e inseriamo le informazioni 
di accesso (Username e Password) e cliccare Salva. 


^ Alla ricerca di link 

Configurato JDownloader, aggiungiamo i 
file da scaricare. Cucchiamo Aggiungi nuo¬ 
vi collegamenti Web, inseriamo l'URL del file trovato 
su Internet e cucchiamo Continua. Possiamo anche 
importare automaticamente i collegamenti cliccando 
col destro su un link e selezionando Copia indirizzo. 


^ Avviamo il download 

Nella finestra Cattura collegamenti trovere¬ 
mo tutti i file aggiunti a JDownloader e potre¬ 
mo verificarne la disponibilità. Per scaricarli selezio¬ 
niamoli e clicchiamo Avvia download. Dalla finestra 
Download potremo controllarne lo stato e impostare 
il limite massimo di banda utilizzabile. 


Speciali Win Magazine 37 

















































C Home Cinema 


Faldate | Win Downloader2015 


SCARICA A MILLE CON LE FUNZIONI AVANZATE DI JDOWNLOADER 


1 IMPORTARE I FILE CON UN CLIC 

Per scaricare un file con JDownloader ci 
sono diversi modi. Oltre a cliccare sul ta¬ 
sto Aggiungi nuovi collegamenti web, pos¬ 
siamo anche trascinare un file testo contenen¬ 
te i vari link. In alternativa possiamo importa¬ 
re contenitori di file nei formati DLC (Downlo¬ 
ad Link Container), CCF (Cryptload Contai¬ 
ner Format) o RSDF (Rapidshare Downloa¬ 
der Format). Questi contenitori si trovano so¬ 
litamente sui portali dove si recuperano i link. 
C’è però un altro sistema ancora più veloce ed 
è quello della funzione Click’n’Load. Per usar¬ 
la il programma deve essere attivo sul PC. Se 
lo è, il sito hoster in cui sono presenti i link at¬ 
tiva il pulsante Click’n’Load. Basterà cliccarci 
sopra per aggiungere i link nella finestra Cat¬ 
tura collegamenti. 



Possiamo scegliere tra avviare i download, met¬ 
terli in pausa o anche impostare dei parametri 
sulla velocità. Ciò può rivelarsi utile se non vo¬ 
gliamo arrestare lo scaricamento ma solo limi¬ 
tare la velocità di download perché ad un de¬ 
terminato orario la connessione serve anche 
ad altre persone). 


UVW ItUNUUMM 




CiiCkuiMii 


2 UN NUOVO LOOK 
PER L’INTERFACCIA 

Se i colori predefiniti dell’interfaccia di 
JDownloader non dovessero piacerci, possia¬ 
mo modificarli per renderlo più vicino ai nostri 
gusti. Per farlo andiamo in Impostazioni/lmpo- 
stazioniavanzate. Qui troveremo una finestra 
con una serie di voci. Tutte quelle che iniziano 
con LAFSettings ci permettono di personaliz¬ 
zare manualmente i colori dei vari componenti 
del programma. La voce GraphicalUserlnter- 
faceSettings: Look And Feel Theme invece 
ci consente di cambiare velocemente il tema 
del programma. Per impostazione predefinita 
è selezionato quello DEFAULT. Possiamo pe¬ 
rò sceglierne un altro tra quelli disponibili. Una 
volta selezionato il nuovo tema, il programma 
ci chiederà se vogliamo installarlo. Confermia¬ 
mo, portiamo a termine l'installazione e riav¬ 
viamo JDownloader per applicare le modifiche. 


3 DOWNLOAD PIANIFICATI 

Può capitare di voler scaricare i file solo in 
un secondo momento, magari ad un'ora 
in cui tutti dormono e non ci sono quindi pro¬ 
blemi ad utilizzare tutta la banda. In questo caso 
è possibile pianificare lo scaricamento dei file. 
Per farlo andiamo in Impostazioni e in Modu¬ 
li di estensione abilitiamo la funzione Attività 
Pianificate. Clicchiamo su Aggiungi per con¬ 
figurare la prima attività. Diamo un nome, im¬ 
postiamo l'orario o l'intervallo e scegliamo l’at¬ 
tività che vogliamo eseguire automaticamente. 


4 PASSWORD ACQUISITE 
AUTOMATICAMENTE 

Molti file vengono scaricati in archivi com¬ 
pressi protetti con una password. Se il downlo¬ 
ad viene fatto da fonti che utilizzano sempre le 
stesse password, possiamo creare un elenco in 
modo che il programma le prenda automatica¬ 
mente e le utilizzi per scompattare i vari archi¬ 
vi senza doverle immettere manualmente ogni 
volta. Per farlo andiamo in Impostazioni/Estra- 
zione archivio e nel campo Elenco password 
digitiamo le password una per riga. JDownloa¬ 
der, quando scaricherà un file compresso pro¬ 
tetto da password, proverà ad aprirlo con quel¬ 
le inserite. Nel caso in cui nessuna fosse cor¬ 
retta, una finestra ci chiederà di inserirla. Dopo 
averlo fatto, anche quest’ultima verrà aggiunta 
automaticamente alle altre. 



clicchiamo su un collegamento col tasto destro 
e selezioniamo Copia, se il programma è aper¬ 
to l'URL verrà automaticamente aggiunto alla 
finestra Cattura collegamenti. Se però voglia¬ 
mo bloccare alcuni tipi di file o siti per evitare 
download accidentali, andiamo in Impostazioni/ 
Filtro cattura collegamenti e clicchiamo su Ag¬ 
giungi per inserire il primo filtro. Dalla finestra 
che si apre diamo un nome alla regola e spe¬ 
cifichiamo le condizioni per applicarlo. Se ad 
esempio vogliamo bloccare il download dei file 
video, spuntiamo la casella Tipo file e sceglia¬ 
mo la tipologia dal menu a tendina. Se voglia¬ 
mo bloccare solo determinate estensioni, non 
dobbiamo far altro che digitarle nel campo sot¬ 
tostante separate da una virgola. Per blocca¬ 
re i download da un sito specifico, spuntiamo 
la voce Hoster, dal menu a tendina scegliamo 
l'opzione contiene e nel campo accanto digitia¬ 
mo l’URL del sito (ad esempio rapidshare.com). 



6 RIPRISTINIAMO I DOWNLOAD 
SU UN ALTRO PO 

Possiamo trovarci nella situazione di do¬ 
ver reinstallare JDownloader o perché stiamo 
cambiando il computer o perché magari siamo 
costretti a formattarlo perché è stato infettato 
da un virus. Per non perdere tutti i link fortu¬ 
natamente il nostro download manager ci per¬ 
mette di effettuarne un backup. Per farlo an¬ 
diamo in File/Backup/Backup di tutte le im¬ 
postazioni. Per eseguire il backup ci verrà chie¬ 
sto di riavviare JDownloader. Confermiamo con 
Continua, selezioniamo la cartella in cui ese¬ 
guire il backup e clicchiamo su Salva. Il file di 
backup avrà estensione jd2backup. Per ripri¬ 
stinarlo, dopo aver reinstallato JDownloader, 



38 Win Magazine Speciali 
































Win Downloader 2015 | Fai da te 


Home Cinema 


basterà andare in File/Backup/Ripristina im¬ 
postazioni. Ricordiamo che facendo il ripristino 
JDownloader sovrascriverà tutte le impostazio¬ 
ni e la lista dei link. 


7 SFRUTTARE AL MASSIMO 
LA BANDA 

Molti siti di file hosting impongono dei li¬ 
miti nella velocità massima del download. A vol¬ 
te è possibile scaricare al massimo a 50-100 
Kbps, molto meno rispetto alla connessione 
offerta dalla nostra ADSL. In questo caso, per 
sfruttare al massimo la banda conviene met¬ 
tere a scaricare più file contemporaneamente. 
Per farlo andiamo nella finestra Impostazio- 
ni/Generaii. La sezione Gestione download ci 
permette appunto di impostare i Download si¬ 
multanei massimi. Per velocizzare lo scarica¬ 
mento di un singolo file, invece, possiamo agi¬ 
re su Segmenti massimi per download (se 
l’hoster lo supporta): possiamo iniziare impo¬ 
stando 2 segmenti e poi provare ad aumenta¬ 
re con step successivi per vedere se la velocità 
di scaricamento aumenta. Possiamo modifica¬ 
re velocemente queste impostazioni in qualsia¬ 
si momento anche cliccando sull'icona in bas¬ 
so a destra mostrata nella finestra Download. 



8 SPEGNIMENTO AUTOMATICO 

Per terminare i download messi in coda 
capita di lasciare il computer acceso. Pos¬ 
siamo però impostare JDownloader in modo ta¬ 
le che spenga automaticamente il PC quando 
tutti i processi vengono terminati. Per farlo an¬ 
diamo in Impostazioni e nella sezione Moduli 
estensione presente in basso a sinistra abilitia¬ 
mo l’opzione Chiusura JD. Attraverso il menu a 
tendina visualizzato in Modo selezioniamo co¬ 
sa vogliamo che il programma faccia al termi¬ 
ne dei download. Possiamo scegliere tra spe¬ 
gnere il computer, metterlo in standby, passa¬ 
re alla modalità ibernazione o semplicemente 
chiudere solo JDownloader. 



9 ESTRARRE GLI ARCHIVI 
IN CARTELLE SEPARATE 

Per impostazione predefinita JDownloader 
scompatta i file compressi nella cartella scel¬ 
ta per il download. Spesso, però, questi archi¬ 
vi contengono più file e, per evitare che si crei 
confusione, conviene che ogni archivio venga 
scompattato in una cartella separata. Per far¬ 
lo andiamo in Impostazioni/Estrazione archi¬ 
vio e spuntiamo la voce Crea sottocartella. Te¬ 
niamo presente che se l’archivio contiene solo 
un file, possiamo tranquillamente lasciare che 
venga scompattato nella cartella principale e 
ricorrere alle cartelle separate solo con archivi 
che contengono più file. In questo caso baste¬ 
rà impostare il valore 2 alla voce solo se l'ar¬ 
chivio padre contiene almeno. Possiamo inoltre 
fare il modo che gli archivi vengano cancella¬ 
ti automaticamente dopo la loro estrazione per 
non occupare inutilmente spazio sull’hard disk. 


CONTROLLO REMOTO 
DEI DOWNLOAD 

Una funzione sconosciuta della nuo¬ 
va versione di JDownloader è la possibilità di 
controllare i download da remoto. Per abilitarla 
andiamo su http://my.jdownloader.org e clic- 
chiamo su Register per registrare un account 
gratuito al servizio. Inseriamo II nostro indiriz- 


jDowntoacu. ► » 


♦ DOWNLOAOS 



■ r 107 <38 Q 

3] 747GSQ 



zo e-mail, il codice captcha e premiamo Regi¬ 
ster. Completiamo la registrazione cliccando sul 
link inviatici per e-mail e scegliamo una pas¬ 
sword per utilizzare il servizio. Andiamo quindi 
su JDownloader, spostiamoci in Impostazioni/ 
my.jdownloader.org e digitiamo l'indirizzo di 
posta elettronica e la password scelti per il ser¬ 
vizio. Dopo aver cliccato su Connetti potremo 
controllare da remoto JDownloader da qualsiasi 
computer o dispositivo connesso a Internet an¬ 
dando sul sito http://my.jdownloader.org. Inoltre, 
dato che molti hoster richiedono l'inserimento 
di un codice captcha per avviare il download, 
installando l'applicazione MyJDownloader per 
Android, scaricabile da www.winmagazine.it/ 
link/2856, potremo inserirli quando serve di¬ 
rettamente dallo smartphone o il tablet senza 
essere per forza davanti al PC. 


CONFIGURIAMO 
LA RICONNESSIONE 

Molti hoster impongono un limite al 
numero di download al giorno. Possiamo aggi¬ 
rare tale limite riavviando il router in modo che 
venga assegnato dal provider un nuovo IP così 
da iniziare a scaricare di nuovo. Per evitare di 
dover riavviare ogni volta manualmente il mo- 
dem/router, possiamo configurare JDownloa¬ 
der perché lo faccia automaticamente e quindi 
anche in nostra assenza. Per configurare tale 
opzione andiamo in Impostazioni/Riconnessio- 
ne. In Modo riconnessione selezioniamo Live- 
Header , inseriamo l’indirizzo IP del router, cuc¬ 
chiamo su Crea nuovo scripte poi su Avvia. 
Verrà quindi aperta una pagina del browser per 
effettuare l’accesso al pannello di controllo del 
router. Spostiamoci nella pagina in cui è pre¬ 
sente il pulsante per il riavvio o la riconnessio¬ 
ne e premiamolo. Quando il router si sarà riav¬ 
viato, salviamo lo script in JDownloader e abi¬ 
litiamo la riconnessione automatica cliccando 
sul pulsante presente al centro della barra de¬ 
gli strumenti. 


VIDEO DI YOUTUBE 
NEL GIUSTO FORMATO 

JDownloader integra tantissimi plug- 
in per scaricare non solo i file dai siti di hosting, 
ma anche filmati dai siti di condivisione video 
come YouTube. Non dobbiamo far altro che ag¬ 
giungere l’URL del video alla finestra Cattura 
collegamenti. Quando carichiamo ad esempio 
un video di YouTube, JDownloader automatica- 
mente seleziona la qualità migliore e ci dà an¬ 
che la possibilità di scaricare solo l’audio, op¬ 
zione utile ad esempio per estrarre un brano 
musicale da un videoclip. Cliccando sulla pic¬ 
cola freccia verso il basso possiamo però sce¬ 
gliere di scaricare il file in uno degli altri forma¬ 
ti disponibili in modo da selezionare quello più 
adatto al dispositivo sul quale vogliamo scari¬ 
carlo. Possiamo modificare le impostazioni pre¬ 
definite di questi plug-in andando in Imposta- 
zioni/Componenti aggiuntivi. Selezionando, ad 
esempio, il plug-in di YouTube possiamo sce¬ 
gliere i formati consentiti e un nome persona- 
lizzato per i download. ■ 




Speciali Win Magazine 39 
















O Home Cinema 


Fai da te | Videoregistratore digitale gratis 



Ecco come programmare le nostre 
registrazioni televisive preferite 
e rivederle su PC e smartphone 


Cosa ci f —- 
occorre ^3 

VIDEOREGISTRATORE 

DIGITALE 

VCAST 

Quanto costa: Gratuito 
solo per i lettori di 
Win Magazine 
Sito Internet: 

http://vcast.it 

CONVERTITORE AUDIO 

FREEMAKE 

VIDEO 

CONVERTER 

maMAMAMUto 

Lo trovi su: 0CD VDVD 
Sito Internet: 

www.freemake.com 


T i ricordi il vecchio videoregistratore di 
casa? Era quello scatolone che negli anni 
90 faceva bella mostra di se sotto il televi¬ 
sore di milioni di italiani e che consentiva, con 
delle "comodissime" cassette grandi come un 
romanzo tascabile, di programmare la registra¬ 
zione dei tuoi programmi preferiti. Preistoria! 
Oggi che i programmi si guardano in streaming, 
i videoregistratori sono stati cancellati con un 
colpo di spugna dalla scena tecnologica. Ep¬ 
pure una loro utilità l'avevano e per milioni di 
persone si pone un dilemma: come li registro i 
programmi che non riesco a vedere in diretta? 
Qualche piattaforma TV ha messo da tempo in 
piedi un sistema di "Replay" che consente di 
rivedere i programmi dell’ultima settimana. 
Ottimo servizio sicuramente, ma che non può 
essere paragonato con una programmazione 
personalizzata come si faceva con il caro vec¬ 
chio videoregistratore. 

Registra nella nuvola 

Proprio pervenire incontro a questa esigenza 
che tocca ancora milioni di affezionati utenti di 
mamma tivvù, è nato il VideoCloudRecorder 
(VCR) di Vcast. Si tratta di un’applicazione 
cloud che consente di registrare i programmi 
televisivi preferiti selezionandoli direttamen¬ 
te dalla Guida Tv on-line di Vcast. Il file con 
la trasmissione TV registrata viene salvato 
direttamente sullo Storage cloud dell’utente 
(Google Drive, Microsoft OneDrive o pCloud), 
che può rivederla su computer, smartphone, 
tablet o Smart TV. La registrazione può anche 
essere scaricata come copia privata personale 
e riguardata in modalità off-line. Attualmente 
la guida TV interattiva di Vcast offre la pro¬ 
grammazione di oltre 40 canali del digitale 
terrestre in chiaro ma è previsto nei prossimi 
mesi un ampliamento dell’offerta. Inoltre a 
breve saranno disponibili nuove funzionalità 
evolute come la registrazione automati¬ 
ca delle serie TV (oggi già programmabile 









| Videoregistratore digitale gratis j Fai da te 


Home Cinema 


□ Attiviamo la promozione 

Prima di iniziare ad utilizzare gratuitamente il nostro nuovo videoregistratore digitale, dobbiamo collegarci al sito 
ufficiale e iscriverci al servizio attivando la versione Premium. Abbiamo tempo fino al 30 aprile 2015. 


• ìtimlfi « CéAtUiMll li MllM d« 


u»4tl (Hill 


MMX trlv*ci « « Coxaeto'.l I» 



^ Iscriviamoci a Vcast 

Colleghiamoci a http://vww.vcast.it e cuc¬ 
chiamo Iscriviti in alto a destra. Per la regi¬ 
strazione possiamo utilizzare il nostro profilo Facebo- 
ok oppure compilare i campi sottostanti con la richie¬ 
sta di e-mail e password. Confermiamo la registra¬ 
zione cliccando in basso a destra su Registrati. 


Confermiamo la registrazione 

Nel caso abbiamo scelto la registrazione tra¬ 
mite indirizzo di posta e password ci ver¬ 
rà inviata un’e-mail con la richiesta di conferma 
dell’iscrizione. Premiamo il pulsante Clicca qui per 
confermare l’iscrizione: nella nuova finestra inseria¬ 
mo i dati di login e clicchiamo su Accedi. 


^ Passa a Premium+! 

Attiviamo il profilo Premium (i lettori di Win 
Magazine potranno utilizzarlo in esclusiva 
per 60 giorni dalla data di registrazione), cliccando 
sul pulsante Passa a Premium. Nella nuova pagina 
digitiamo WINMA-LXT15-PP02 '\n Codice coupon, 
quindi premiamo Attiva. 


settimanalmente), la possibilità di inserire 
le proprie preferenze (attori, registi, generi, 
parola chiave) e ricevere messaggi personaliz¬ 
zati che ci avvisano quando in palinsesto sono 
programmati contenuti che le rispecchiano. 
E ancora l’aggiunta di nuovi canali registra¬ 
bili tra cui quelli in HD e l’ottimizzazione dei 
filmati in funzione del dispositivo utilizzato 
per la visione. 

Un’offerta imperdibile 

Per sperimentare tutte le potenzialità di 
Vcast, i lettori di Win Magazine potranno 
usufruire di una promozione che permette 
di attivare due mesi di prova aggiuntivi della 
versione più completa di Vcast, la Premium+. 
Il profilo Premium+ prevede 64 ore di regi¬ 
strazione mensile, risoluzione a 720p per 
tutti i canali HD, le registrazioni automatiche 
giornaliere, settimanali e delle serie TV, la 
personalizzazione dei formati video (MP4, 
MKV o AVI) e la possibilità di collegare fino 
a 3 servizi di Storage in cloud privati. Per 
usufruire della promozione è sufficiente 
registrarsi sul sito di Vcast e selezionare la 
voce Passa a Premium. Non perdiamo al¬ 
tro tempo, allora, e mettiamo in funzione 
il nostro nuovo videoregistratore digitale. 
Abbiamo tempo fino al 30 aprile 2015 per 
attivare la promo. 


IL MIO VIDEOREGISTRATORE È ON-LINE! 

Ecco come si presenta il pannello di controllo di Vcast. Sulla sinistra troviamo i canali del 
digitale terrestre in chiaro, mentre sulla destra viene mostrata la guida TV interattiva. 


tfc MixWki £rcmolog>« SsgniMxi Strumenti Aiuto " l 

M t* WC d> ‘Or Hout*_ x ^ V(*ts . t tuo ixjovc Vidoot... 

4» tf 

Vihoo 1 rcvTgbt 0 Googfe Z: QoogkTranfMc 9 Pw«OM Op«r«or Co™ - D*n» Pww di a*»c 


♦ * Ù Ù 



24 

MAUTtM 


25 

MCKCOirO! 


26 

OlOVfOl 


27 

VfxtftCM 


28 

SAfcATO 



1 

OOMfN.CA 


OO» 01» 02» 03» 04» OS» 06» 07» 08» 09» IO» 11» 12» 13» 14» 1S» 16» 17» 18» 19» 20» 21» 22» 23» 24» 01» 02» 03» 04» OS» 06» 
^ 1800 1900 2000 2100 y 

HA 

1321 ■ • • • <• 

03' d 

a 

■3 

O 

-A 

m 


«•»"' <• - » • ■. •• "■ • 

mpt.t. (J .mori ( Lim.vimra , 

• • T«S EdWon.a.ii.20 .« i 

• ' • 1 '■ ! • 0 
# Ill«7 « I«L.? a Olio. m.,,o «•' 


D REC MANUALE 

Possiamo registrare 
manualmente un 
programma indicando il 
canale e gli orari di inizio e 
fine della registrazione 


Q CERCA 

Da qui si possono filtrare 
i contenuti della Guida 
TV ricercando per parola 
chiave, canale o categoria di 
programma 


E1 MYVCAST 

Riepilogo delle info legate 
al tuo profilo, come ore di 
registrazione rimanenti, 
cloud Storage associati e 
scadenza abbonamento 


E1 PASSA A PREMIUM 

Da questa sezione possiamo 
attivare, entro il 30/04/2015, 
la promo riservata ai lettori 
di Win Magazine. Vedi 
Macropasso A3 


Speciali Win Magazine 41 











































C Home Cinema 


Fai da te | Videoregistratore digitale gratis | 



ASSOCIAMO ANCHE 
ONE DRIVE 

La versione Premium+ 
di Vcast consente di 
configurare fino a 
tre servizi di Storage 
in doud privati. Per 
aumentare la nostra 
potenza di archiviazio¬ 
ne, configuriamo anche 
OneDrive di Microsoft, 
diccando sul pulsante 
Aggiungi OneDrive tra 
i tuoi Storage. Nel caso 
non possedessimo un 
account di OneDrive, 
creiamone uno in 
pochi clic utilizzando il 
pulsante Attiva nuovo 
account Microsoft One 
Drive. 



La videoteca è sul cloud 


Attivata la promozione, siamo pronti a registrare i nostri programmi preferiti. Prima, però, 
dobbiamo configurare il nostro Web Disk sul quale conservare i video. 


1 Scegli dove salvare i tuoi programmi 

Vcast rni'mori//a le ii'gi'.tfazioni (REC) chi' programmi dirr-ttamrnti' sul Cloud. 

In qur'slo modo Ir* tur' REC saranno disponibili da qualunque dispositivo lisso o mobili' (PC, 
Smartphoni', Smart IV) i»sclusivaini*nti' pi>i il tuo uso pcisonali'. 

Pi'i prima cosa, pi*i tanto, di'vi collegato a Vcast almeno un servi/io di Cloud Storage scolto 
disponibili qui sotto. 

Ogni Storage veriA visto da Vcast come una 'Videocassetta* vii Inalo su cui salvate le tue te 
Se hai già un account attivo puoi selezionale adesso quello/i che preferisci collegare 


A 

□ 


Aggiungi GDriv* tra i tuoi Storage. 
Aggiungi OneDrive tra I tuoi Storage. 


5e non hai ancora attivato un account puoi farlo qui! 

Attiva nuovo account Google Drive 
Attiva nuovo account Microsoft OneDrive 

Se preferisci abbinare HA tuo/tuoi account di Cloud Storage più tardi, puoi anche farlo dal Menu 


- VCast vorrebbe: 


H Visualizzale e yestiie i file ili Guuyle Drive 


© 


Facendo eie eu Accetto, consenti a questa app e a Google di utizzare le tue 
in formazioni in «infornata ai rispettivi Ternani di servizio e ale norme siila privacy Puoi 
modificare Questa e altre Autorizzazioni oefaccount in guastasi momento. 


Annulla 


Accetto 


^ Associamo Gdrive 

Nella finestra di Vcast premiamo il pulsante Home quindi 
cucchiamo su Aggiungi Gdrive tra i tuoi Storage. Nel caso 
non possedessimo un account sullo spazio cloud di Google, pos¬ 
siamo crearlo in pochi secondi premendo il pulsante sottostante 
Attiva nuovo account Google Drive. 


^ Consentire l’accesso alla nuvola 

Nella nuova finestra premiamo il pulsante Accetto per 
consentire a Vcast di visualizzare e gestire i file archiviati 
in Google Drive. Una volta terminata la procedura di registrazione, 
siamo finalmente pronti per utilizzare Vcast e registrare i nostri 
programmi TV preferiti! 


Premiamo REC sul videorecorder 


È arrivato il momento di provare il VideoCloudRecorder di Vcast. Nei passi che seguono scopriremo come 
programmare la registrazione di una trasmissione televisiva scegliendo anche il formato di archiviazione. 



| I Registrazione 


24 


Titolo doli» R*fl*tr«ion* 


06* 


Seleziona I» 'vld#©*»»!**»»' 


Scegli II cene!» 


Inizio registie;io*i« 


Fine regiftrexione 




Ripeti »utom*tie»m«nte 


On QQj Condividi tu n 


Or Home Medicei drvbion 

drive 

006 - Italie 1 

23KJ2-201S S 1738 O 

14 rtfittmittit iiililtri etti S mie snlieltt 

23-02-2015 S 17:3S Q 

lo rrglsrroziOM finirà eoe 15 mie Si ritardo 


solo per queste volte 

EH5T 


Personalizza I parametri di questa registrazione 

Ottimizzazione Video © • film 

•nlmetion 

sport 

Risoluzione Video O ©420 

« 576 

720 

ioao 

Formato O • mp4 

mlrv 

avi 


■et*, aere «in**» «eritrei ««• 

Velie' e •> 'HeeeMefleel' 


^ Consultiamo la guida TV 

Utilizzando il menu in alto a destra, sceglia¬ 
mo la voce Guida TV: potremo così visua¬ 
lizzare la programmazione disponibile per oltre 40 
emittenti registrabili e che sarà progressivamen¬ 
te ampliata per coprire la programmazione di tutti 
i canali della TV digitale. 


Programmiamo la 

registrazione 

Selezioniamo il programma che intendiamo 
registrare e clicchiamo Registra. Nella nuova fine¬ 
stra scegliamo la “videocassetta” ovvero il cloud in cui 
archiviare il filmato (nel nostro caso Gdrive), l’orario di 
inizio e fine registrazione e se ripetere la registrazio¬ 
ne ogni 7 giorni. 


^ Preferenze avanzate 

Prima di iniziare la registrazione, clicchiamo 
Preferenze avanzate. Sarà possibile perso¬ 
nalizzare i parametri di registrazione scegliendo Riso¬ 
luzione video (720 o 1080 se il programma è in HD) 
e il formato di registrazione. Infine premiamo Salva 
e Registra. 


42 Win Magazine Speciali 






































Videoregistratore digitale gratis j Fai da te 


Home Cinema 


Scarichiamo la registrazione 

Grazie al servizio di notifiche di Vcast abbiamo la possibilità di verificare in ogni momento 
l’avanzamento della registrazione che potremo scaricare direttamente dal cloud. 


"La prova del cuoco" è ora disponibible nel tuo Storage drive 

fcast TVRecorder <no_reply@vcast it> 

i me - 


VCAST VIDEO RECORDER 


Ciao Vcoctcr. 

la seguente registrazione è ora disponibile nel tuo drive 

Tilulu La pi uva del cuoco 
Canale: Rai 1 
Inizio 02-03-2015 12:00:00 
Fine 02-03-2015 12:16:00 
Ripetizione: solo per questa volta 

Grazie 

Il Team di Vcast 


Drive 


NUOVO 


M I ruivi file 

k Vcast 

Q In arrivo 
Q Recenti 
★ Speciali 
| Cestino 


_ 


_ 


I mici file > Vcast » 

O Anteprima 
Apri con 

2? Condividi... 

CO ottieni link 
H sposta in 

Aggiungi a Spedali 
Rinomina 

O visualizza dettagli 
Q Gestisci tracce sottotitoli... 
Q Gestisci versioni 
Crea una copia 
Scarica 



^ Aggiornati in ogni momento 

Dalla sezione Le mie Ree di Vcast (pulsante in alto a 
destra) è possibile controllare in ogni momento lo stato 
della nostra registrazione. Quando il programma TV sarà dispo¬ 
nibile sul nostro spazio cloud, riceveremo una notifica via e-mail. 
A questo punto possiamo scaricarlo sul nostro computer. 


^ Scarichiamo il video 

Colleghiamoci allo Storage cloud che abbiamo impostato per 
l'archiviazione delle registrazioni di Vcast (One drive o Goo- 
gle Drive). Qui troveremo una cartella Vcast con all'interno le nostre 
registrazioni. È sufficiente un clic con il tasto destro sul file per sca¬ 
ricarlo in locale. 


ELIMINIAMO LA PUBBLICITÀ DALLE REGISTRAZIONI 


Con Freemake Video Converter (pre¬ 
sente sul Win CD/DVD-ROM) possia¬ 
mo eliminare dalle clip scaricate da 
Vcast la pubblicità. Freemake, infat¬ 
ti, non è solo un convertitore video 
gratuito senza limiti ma è anche in 
grado di tagliare le parti da un video, 
ruotarlo, unire diversi video in un 
unico file o adattare le dimensioni 
del video di destinazione. Dopo aver 
installato Freemake video converter, 
apriamo il programma e clicchiamo 
sul pulsante +1 /ideo in alto a sinistra. 
Importiamo la registrazione da ripuli¬ 
re dal nostro Storage cloud. Clicchia¬ 
mo sull'icona con il simbolo della 
forbice per entrare nell'area di video 
editing di Freemake Video Conver¬ 
ter. Da qui scorriamo velocemente 
il video, quindi con i pulsanti Inizio 
selezione e Fine selezione i m postia¬ 
mo la porzione di clip da eliminare. 
Infine clicchiamo sul pulsante con 
la forbice Taglia Selezione per eli¬ 
minare la parte di video. Una volta 


terminate le modifiche clicchiamo su 
Off, quindi selezioniamo il formato 
video in cui intendiamo esportare il 


filmato, nella nuova finestra impo¬ 
stiamo una cartella di destinazione 
e premiamo Converti. 



KB PLAY VIDEO 

Spostando il cursore 
individuaiamo l’inizio 
della pubblicità 


B INIZIO SELEZIONE 

Clicchiamo qui per 
segnare l’inizio della 
porzione da eliminare 


E1 FINE SELEZIONE 

Clicchiamo qui per 
segnare Ila fine della 
porzione da eliminare 


EX TAGLIA SELEZ. 

Cuccando sulla 
forbice elimineremo 
dal video la pubblicità 



CONTROLLA VCAST 
DA MOBILE 

Anche quando siamo in 
giro possiamo tenere 
d'occhio le nostre re¬ 
gistrazioni. Andiamo 
su www.vcast.it e, una 
volta loggati, accedia¬ 
mo al menu Le mie REC 
per avere un riepilogo 
di tutte le registrazioni 
concluse e di quelle 
in corso. Inoltre, da 
tablet o smartphone 
possiamo collegarci al 
nostro Storage cloud per 
mettere in play l'ultimo 
video registrato. Occhio 
al consumo di banda: se 
abbiamo la possibilità 
colleghiamoci inWi-Fi. 


OTTIMIZZAZIONI 

PEROGNI 

SUPPORTO 


In fase di esportazione 
del nostro video possia¬ 
mo scegliere l'ottimiz¬ 
zazione migliore grazie 
alla disponibilità dei 
seguenti formati video: 
MP4,MKV e AVI. Inoltre, 
ci viene data la possibi¬ 
lità di impostare in fase 
di pianificazione delle 
registrazioni, la qualità 
dei filmati. Ovviamente 
conviene scegliere una 
risoluzione più bassa se 
vogliamo ridurre la di¬ 
mensione del file finale. 


Speciali Win Magazine 43 


























C Home Cinema 


Fai da te | Il meglio di Sky HD 




Ti sveliamo il modo per guardare 
sport, film e serie TV senza 
sottoscrivere alcun abbonamento 


In collaborazione con ExtremeGeneration.it 


La Pay TV economica 

Muovendoci nel mondo underground del card 
sharing, fatto di C-LINE e chiavi di decodifica 
del segnale satellitare, ci siamo così ritrova¬ 
ti in un dinamico mercato di smart card Sky 
a basso costo: stiamo parlando delle tessere 
prepagate che non richiedono alcun abbona¬ 
mento, permettendo così di risparmiare su 
fastidiosi canoni mensili e su eventuali costi 


Ecco la ricevuta di acquisto e la scheda Sky che abbiamo acquistato su eBay, 
pagandola con carta PostePay, senza dover sottoscrivere alcun abbonamento. 


5j$ pompar 

K BEVUTA »PAO»M ENTO 
i. 1 4023JS0"- •*“ 

•_ Importo € 62.00 




Cosa ci • ' 

occorre 

SMART CARD 

SCHEDA SKY 

Quanto costa: L’abbiamo 
acquistata su eBay 
a 9 euro/mese 
Sito Internet: 

www.ebay.it 

DECODER SATELLITARE 

SKY BOX HD 

Quanto costa: € 50 circa 

(su eBay o presso Sky center) 

Sito Internet: 

www.ebay.it 


T ra i numerosi vantaggi della Pay TV non 
si può certo annoverare Teconomicità 
degli abbonamenti tradizionali. È questo 
il motivo principale per cui i pirati informatici 
hanno ideato tecniche di card sharing con l’in¬ 
tento di accedere comunque ai tanti contenuti 
disponibili sui canali della TV satellitare senza 
pagare nulla. La visione senza abbonamen¬ 
to della Pay TV, però, non è sempre illegale! 
Durante la nostra inchiesta sui canali segreti 
della TV pubblicata sul numero di agosto della 
rivista, abbiamo infatti scoperto alcuni metodi 
alternativi che permettono di usufruire dei 
contenuti offerti da Sky Italia a cifre davvero 
incredibili, in maniera assolutamente legale e 
completamente anonima. 









Il meglio di Sky HD | Faldate 


Home Cinema 


di attivazione/disattivazione. Per l’acquisto 
non vengono forniti dati personali di alcun 
tipo (carta d'identità, conto corrente): l’unico 
requisito necessario per usufruire dell’offerta 
è disporre di un decoder SkyBox (meglio se HD 
per usufruire delle trasmissioni in alta defini¬ 
zione). Qualora non ne fossimo già in possesso, 
è possibile acquistarlo on-line o presso uno Sky 
Center ad un prezzo che si aggira sui 50 euro. 
Un grande vantaggio di questo sistema è la 
possibilità di avere gli stessi pacchetti Sky che 
sarebbero disponibili con un regolare contrat¬ 
to d’abbonamento, ad un prezzo eccezionale! 
Queste smart card delle meraviglie sono libera¬ 
mente acquistabili sul noto canale di aste on-line 
eBay (www.ebay.it) oppure direttamente in un 
qualunque Sky Center che aderisca a questa 
speciale "promozione”. In realtà, più che per 
una campagna promozionale, le card a basso 
costo vengono usate dall’operatore televisivo per 
attirare l'attenzione di nuovi possibili clienti e 
cercare così di fronteggiare la crisi economica 
responsabile della riduzione del numero di nuo¬ 
vi abbonamenti e abbonati al servizio di Pay TV. 

I dettagli dell’Inchiesta 

Per addentrarci in questo interessante 
mondo, abbiamo dapprima contattato il 
cali center di Sky Italia, che non ha saputo 
rispondere in modo esaustivo alle nostre do¬ 
mande, forse perché Sky spinge per stipulare 
contratti di abbonamenti invece che lasciare 
la libertà all’utente di gestire la propria Pay 
TV. La gentile operatrice del cali center ci 
ha consigliato di rivolgerci allo Sky Center 


più vicino a noi. Abbiamo quindi proseguito 
la nostra indagine recandoci in diversi Sky 
Center e scoprendo qualcosa di più interes¬ 
sante. Queste tessere in realtà fanno parte di 
una promozione posta in essere da Sky con 

10 scopo di invogliare i clienti a sottoscrivere 
un regolare abbonamento, offrendo 6, 12 
oppure 18 mesi di visione ad un prezzo spe¬ 
ciale. Quello che fanno gli Sky Center, con 

11 puro intento di incrementare le vendite, è 
offrire questi abbonamenti intestandoli in 
realtà a loro stessi per poi rivenderli come 
pacchetti prepagati già attivati. Non contenti 
delle informazioni raccolte, abbiamo scan¬ 
dagliato il Web alla ricerca della migliore 
offerta, interrogando i venditori presenti 
sui maggiori siti di e-commerce, chiedendo 
loro anche un eventuale sconto sul "prezzo 
di listino" delle card. Gli stessi venditori ci 
hanno quindi confermato che le schede 
sono anonime e non serve sottoscrivere 
alcun abbonamento, proponendoci di ef¬ 
fettuare l’acquisto fuori dal circuito eBay, 
con i rischi e i vantaggi che da ciò derivano, 
ma offrendo un sostanziale sconto (10% di 
sconto sul prezzo di vendita con spese di 
spedizione incluse). Dopo qualche contrat¬ 
tazione, siamo così riusciti ad ottenere una 
scheda Sky a soli 9 euro al mese (rispetto 
ai 30 euro di un regolare abbonamento, 
risparmiando anche i costi di attivazio¬ 
ne e d’installazione!). Potevamo scegliere 
tra cinema, sport o calcio, tutto in HD. Noi 
abbiamo optato per il pacchetto Cinema. 
Decisi a verificare l'effettiva convenienza di 


I PACCHETTI INCLUSI 
CON LE SCHEDE 
PREPAGATE 

Tutte le schede prepagate prevedono il pac¬ 
chetto base Sky TV e la possibilità di scegliere 
tra cinema, calcio e sport. Prima di effettuare 
l'acquisto on-line, scegliamo quello che più 
ci piace. 

• SKYTV 

Offre la più grande offerta di serieTV, un'in¬ 
finità di canali per le più svariate passioni 
(Sport, musica, arte...) e i grandi show 
di Sky Uno (X Factor, Master Chef, Hell's 
Kitchen Italia...); 

• SKY CINEMA 

Film senza interruzioni pubblicitarie 24 
ore su 24,365 giorni all'anno, 12 canali in 
FID e le prime assolute cinematografiche; 

• SKY CALCIO 

Tutta la serie A 2014/2015, l'Europa Le- 
ague, le notizie di approfondimento e il 
campionato tedesco in esclusiva Sky; 

• SKY SPORT 

Tutta la MotoGP e la Formula 1 in esclusiva 
assoluta, oltre che Basket NBA, Tennis, 
Rugby, Golf, WWE, la Champions League 
e molto altro. 


questa “offerta” abbiamo quindi effettuato 
l’ordine mediante una ricarica sulla carta 
PostePay dell’intestatario della card Sky e 
dopo due giorni abbiamo ricevuto il pac- 


Schede Pay TV a basso costo! 

Girovagando su eBay abbiamo scovato un’offerta decisamente più vantaggiosa rispetto a quella degli Sky 
Center. Ecco i passi per accaparrarsi una Smart card prepagata Sky al miglior prezzo! 


Sbay Inizia a usare eBay 


na ^èwtKcxrr 

Accadi 

. 



T ebay — 

— □ 




Registriamoci su eBay 

Se non siamo registrati su eBay, procedia¬ 
mo con la creazione di un nuovo account. 
Colleghiamoci all’indirizzo www.ebay.it e clicchia- 
mo in alto su Accedi. Compiliamo i campi del form 
proposto indicando un indirizzo e-mail valido, clic- 
chiamo Invia e completiamo la procedura. 


^ Cosa dobbiamo cercare? 

Nella barra di ricerca di eBay, digitiamo 
Prepagata SKY e scegliamo l’offerta che 
preferiamo, selezionando anche il pacchetto e i 
mesi di visione. Possiamo anche affinare la ricerca 
specificando ulteriori parole chiave, quali la durata 
dell’offerta e i pacchetti inclusi. 


^ Contrattiamo l’acquisto! 

Verifichiamo i feedback del venditore per 
assicurarci che sia affidabile e in seguito 
concludiamo l’acquisto al di fuori del circuito di 
eBay. Inviamo un messaggio privato al venditore 
e chiedendo uno sconto, dimostrandoci interessati 
ad eludere le commissione di eBay. ► 


Speciali Win Magazine 45 































O Home Cinema 


Faldate | Il meglio di Sky HD 


chetto contenente la nostra scheda 
Pay TV che abbiamo prontamente 
attivato inviando un SMS al nume¬ 
ro di telefono indicato nella lettera 
di accompagnamento della scheda 
stessa. Abbiamo quindi inserito la 
scheda nel decoder e, dopo pochi 
minuti, abbiamo iniziato a goderci 
i nostri film preferiti. 

Tutto quello che c’è da 
sapere sulle prepagate 

Se da un lato le carte prepagate Sky 


hanno il vantaggio di essere ano¬ 
nime e di non richiedere la stipula 
di alcun abbonamento, dall'altro 
presentano alcuni svantaggi co¬ 
munque accettabili come di se¬ 
guito riportati: 

• Possono essere usate anche in 
un decoder MySky HD, ma in 
questo caso è preclusa la pos¬ 
sibilità di registrare; 

• Non c’è la possibilità di usufru¬ 
ire dei contenuti On-Demand, 


Pay-per-View e dei nuovi canali 
3D; 

• I pacchetti Sky, una volta ac¬ 
quistati, non possono essere 
cambiati o ridotti/aumentati; 

• Non si può accedere all’area 
“Fai da te" dedicata agli abbo¬ 
nati Sky; 

• Non c'è la possibilità di sotto¬ 
scrivere MultiVision, né canali 
opzionali; 

• Non si può usare SkyGo per la 
visione su tablet e smartphone. 


C'È CHI USA LA SCHEDA ANCHE SUI 
DECODER ALTERNATIVI LINUX BASED 


Sul mercato sono sempre più diffusi i decoder satel¬ 
litari con sistema operativo Linux preinstallato, che 
permettono di sostituire senza problemi lo SkyBox 
originale: i più famosi sono il Dreambox, il Ferguson 
Ariva e l'OpenBox. Gli smanettoni, come sempre, 
sono riusciti ad utilizzare le Smart card acquistate su 
Internet anche su questi decoder, non prima, però, 
di averli attivati su uno SkyBox. È bene ricordare, 
comunque, che l'utilizzo di una scheda prepagata 
Sky, così come un regolare abbonamento Sky, su un 
decoder Linux based comporta dei rischi non trascu¬ 
rabili. Innanzitutto da un punto di vista legale, poiché 
il contratto ci obbliga ad utilizzare esclusivamente 
decoder approvati da Sky (in ultima analisi, si tratta 
di un rischio modesto, se non nullo, nel caso di Smart 
card prepagata intestate a terzi). Piuttosto, è impor¬ 
tante tenere in considerazione che le schede utilizzate 


in questi decoder alternativi possono decretare, nel 
lungo periodo, il blocco della visione e la recessione 
del contratto, con conseguente perdita dei mesi residui 
di visione prepagata. L'eventualità che Sky si accorga 
dell'utilizzo di un decoder Linux based non è poi così 
remota. Nel firmware del decoder, infatti, sono previ¬ 
ste operazione di lettura/scrittura da compiere sulla 
Smart card che permettono al microchip interno di 
acquisire valori numerici che vengono, confrontarli 
con quelli attesi e poi riscrivere i risultati delle opera¬ 
zioni di verifica nuovamente sulla Smart card, il tutto 
senza mai interrompere la visione dei canali. Questo 
sistema di verifica implementato nel microchip della 
Smart card, quindi, fa sì che nel lungo periodo l'utilizzo 
improprio in un decoder alternativo blocchi la carta 
stessa. Per questo motivo le schede non vengono 
lasciate a lungo fuori dai decoder ufficiali. 



SE NON HAI IL 
DECODER SKY... 

Per funzionare corretta- 
mente, le schede prepa¬ 
gate Sky devono essere 
inserite nel decoder 
SkyBox. Se decidiamo di 
acquistarlo on-line da 
privati per risparmiare, 
dobbiamo fare particola¬ 
re attenzione a richiede¬ 
re soltanto uno SkyBox 
HDouno SkyBox SD ma 
non un MySky (sia pure 
HDo SD) poiché quest'ul¬ 
timo è concesso solo 
in comodato d'uso e il 
venditore non ha facoltà 
di rivendere il prodotto, 
causando a noi possibili 
fastidi inutili (problemi 
di visione, Smart card 
illeggibile...). Per chi 
vuole effettuare l'acqui¬ 
sto comodamente dal 
PC, può utilizzare canali 
di vendita quali eBay e 
Amazon, oppure affidarsi 
a siti di e-commerce fa¬ 
cendo sempre particola¬ 
re attenzione a feedback 
del venditore e a quanto 
detto a proposito del 
decoder MySky. 


Abilitiamo la visione della Pay TV 

Ricevuta la scheda abbiamo provveduto all’attivazione della stessa tramite rinvio di un SMS al venditore 
indicando il numero della smart card (in alcuni casi, i negozianti inviano la scheda già abilitata). 



Basta un SMS a Skv 

Abbiamo inserito la scheda all’interno del 
decoder Sky collegato al nostro televiso¬ 
re. Per l’attivazione della stessa è stato sufficiente 
inviare un semplice SMS al venditore (il numero di 
telefono era indicato nella lettera di accompagna¬ 
mento della Smart card). 


^ Attendiamo lo sblocco 

Con la tessera inserita nel decoder e sinto¬ 
nizzandoci sul canale Sky Uno HD, abbiamo 
atteso qualche minuto affinchè l’attivazione venisse 
completata. Al termine abbiamo avuto libero acces¬ 
so all'intero palinsesto previsto dal nostro piano di 
abbonamento. 


Visioni senza attivazione 

Su Internet si trovano anche venditori che 
spediscono smart card prepagate già attiva¬ 
te per la visione. In questo caso è sufficiente inse¬ 
rirle in un qualsiasi decoder Sky per godersi tutti i 
canali previsti dal piano di abbonamento associato 
alla card stessa. 


46 Win Magazine Speciali 
























ABBONATI A 
WIN MAGAZINE 


Collegati all'Indirizzo http://abbonamenti.edmaster.it/winmagazine 
e scopri le nostre offerte di abbonamento 



Paghi ancora l'abbonamento 
TV? Forse non lo sai, ma c'è 
un modo per vedere in chiaro: 

✓ Champions League e Serie A 

✓ Formula 1 e Giro D'Italia 

✓ Film senza pubblicità 

✓ Serie TV e Meteo 
DOmO REGALO ESCLUSIVO 

TELECOMANDO VIRTUALE 
+ 300 GB DI FILM GRATIS 


masè. 


MUOVO TORMENTÓMpÈimììtT? 


WBEMKUO 


nuovi canali 
'irati scaricano 
■are completi! 
'scena p. io 


ir* 


SSS3* 


s^^rvestate 


s> b? t o° W eV>' e 


'«^'“oneanobvm 3 

✓ W® 5 “Lega® 


jPIBILE Mfl VERO! 


LA RIVISTA Di 















O Home Cinema 


Guida all'installazione di reti LAN e Wi-Fi 


La mia casa 
è cablata! 



Tutte le soluzioni per condividere ADSL, file, cartelle e stampanti 
tra i dispositivi della tua rete LAN domestica 


T utti i nuovi dispositivi hi-tech hanno 
ormai bisogno di una connessione a 
Internet per funzionare correttamente 
e aumentare le loro potenzialità. Questo mini 
corso nasce proprio con l'intento di guidarci 
passo passo nella realizzazione di una rete 
locale domestica: vedremo come configurare 
i vari device in maniera adeguata, risolvendo 
così problemi dovuti a impostazioni errate o 
non propriamente indicate. Solo così potremo 
connetterli a Internet e metterli in comunica¬ 
zione tra loro. Partiremo con un accenno alla 
struttura di una tradizionale rete locale, per 
poi passare ad assegnare ai nostri dispositivi 
un indirizzo IP statico in modo da mantenere 
la nostra rete stabile e sicura. I passi successivi 
illustreranno come trasferire e riprodurre, in 
streaming, file multimediali tra computer 
e smartphone Android. Seguendo le dritte 
dei nostri esperti saremo quindi in grado di 
connettere tutti i dispositivi multimediali alla 
rete domestica, permettendoci così di stam¬ 
pare, ascoltare musica e trasferire file da un 
dispositivo ad un altro senza intoppi. 

Ad ognuno il suo indirizzo 

Prima di cominciare è bene ricordare che ogni 
rete LAN è identificata da un indirizzo IP: per 
poter funzionare correttamente, quindi, ogni 
dispositivo connesso ad essa deve disporre di 
un suo indirizzo IP valido e univoco. Senza 
scendere nel dettaglio, ci basti sapere che, 
per convenzione, la classica LAN domestica, 
composta da un modem/router, alcuni smart¬ 
phone e uno più computer, viene rappresentata 
dalFindirizzo IP: 192.168.1.0. Dopodiché, ogni 
dispositivo che accede alla rete può registrarsi 
usando e occupando un indirizzo IP compreso 
tra il 192.168.1.1 e il 192.168.1.254. Sulla base 
di queste informazioni, assegneremo il primo 
indirizzo disponibile (192.168.1.1) al router, 
mentre agli altri dispositivi assegneremo un IP 
crescente 192.168.1.2,192.168.1.3,192.168.1.4 
e così via. La nostra rete può supportare fino 
ad un massimo di 254 dispositivi. 




RIPOSTIGLIO 

ROUTER 

TP-LINK ARCHER C9 

Grazie allo standard 
802.11 ac è capace 
di raggiungere una 
velocità in wireless 
3 volte superiore 
rispetto al wireless N 
Quanto costa: € 149,90 
Sito Internet: 
www.tp-link.it 



Indirizzo IP: 192.168.1.1 
Subnet mask: 255.255.255.0 
Gateway: 192.168.1.1 
DNS: “assegnato dal provider" 


NAS 

SYNOLOGY DISKSTATION DS115 

Il suo sistema operativo mette a disposizione 
applicazioni per configurare un server 
multimediale, un download manager e tanto 
altro ancora. 

Quanto costa: € 152,50 
Sito Internet: www.synology.it 



gr 

I 




CUCINA 

TABLET 

GALAXY TAB 3 10.1 
3G+WI-FI 

Integra un avanzato 
equalizzatore audio Sound Alive 
che garantisce bassi più profondi 
e un suono più pulito. 

Quanto costa: € 499,90 
Sito Internet: www.samsung.it 


Indirizzo IP: 192.168.1.2 
Subnet mask: 255.255.255.0 
Gateway: 192.168.1.1 
DNS: 192.168.1.1 


48 Win Magazine Speciali 
























Guida all'installazione di reti LAN e Wi-Fi 


Home Cinema 



STUDIO 


STAMPANTE 

MULTIFUNZIONE 

HP ENVY7640 

È compatibile con la connessione 
NFC: basta awicinare il dispositivo 
mobile per mandare subito in 
stampa le foto. 

Quanto costa: € 199,90 
Sito Internet: www.hp.com/it 


NOTEBOOK 

ASUS N551JK-CN034H 

Capace di coniugare un design eccellente 
con un hardware capace di fornire performance 
elevate con qualsiasi tipo di applicazione. 

Quanto costa: € 1.290,00 
Sito Internet: www.asus.it 


CAMERETTA 


SMARTPHONE ANDROID 

HTC DESIRE 610 

Restituisce un'ottima ergonomia d'uso, 
che si affianca ad un design accurato e a 
materiali di buona qualità 

Quanto costa: € 299,00 
Sito Internet: www.htc.com 


SOGGIORNO 


SMARTTV 

SAMSUNG UE48H6600 

Immagine estremamente nitida, una ricca 
dotazione e una straordinaria scelta di app 
scaricabili direttamente dallo Store. 

Quanto costa: € 699,00 
Sito Internet: www.samsung.it 


CONSOLE DI GIOCO 1 

PLAYSTATION 4 

Nata per i videogiochi, è dotata di varie funzioni 
multimediali oltre a quelle di intrattenimento 
videoludico. 

Quanto costa: € 369,99 (con HD da 500GB) 

Sito Internet: www.sony.it 


Speciali Win Magazine 49 


Indirizzo IP: 192.168.1.8 
Subnet mask: 255.255.255.0 
Gateway: 192.168.1.1 
DNS: 192.168.1.1 


Indirizzo IP: 192.168.1.15 
Subnet mask: 255.255.255.0 
Gateway: 192.168.1.1 
DNS: 192.168.1.1 


Indirizzo IP: 192.168.1.5 
Subnet mask: 255.255.255.0 
Gateway: 192.168.1.1 
DNS: 192.168.1.1 


Indirizzo IP: 192.168.1.4 
Subnet mask: 255.255.255.0 













O Home Cinema 


Guida all'installazione di reti LAN e Wi-Fi 


Il nostro computer va in rete per 

Ecco la procedura da seguire per configurare un indirizzo IP statico ad un computer dotato di sistema operativo 
Windows. Nel tutorial useremo una connessione Ethernet, ma i passi sono identici anche con il Wi-Fi. 



Tutto da pannello di controllo 

Accediamo al Centro connessione di rete 
e condivisione di Windows: selezioniamo 
semplicemente con il tasto destro del mouse 
l’icona della rete {Ethernet o Wi-Fi) posta sulla 
barra degli strumenti in basso, di fianco l’orolo¬ 
gio di sistema, e clicchiamo sulla voce omonima. 


^ Che nome ha la rete? 

Nel Centro connessione di rete e condi¬ 
visione possiamo visualizzare l’elenco di 
tutte le connessioni attive: nel nostro esempio, il 
PC è connesso ad una rete dal nome (SSID) TP- 
LINK. Per accedere alle proprietà, facciamo dop¬ 
pio clic sulla connessione attiva: Wi-Fi (TP-LINK'). 


^ Connessione in buono stato 

Nella schermata di riepilogo vengono 
visualizzate le informazioni utili a valutare 
lo stato di salute della rete: la velocità e la qualità 
della connessione, la quantità di byte trasferiti e 
altri valori. Clicchiamo sul pulsante Proprietà per 
accedere alle Impostazioni avanzate. 


# Anche Android è connesso 

Analogamente a quanto visto sui computer con sistema operativo Windows, impareremo ora a configurare 
anche gli smartphone e i tablet dotati del sistema operativo di Google. Pochi tocchi e saremo in rete! 



U VA © 09:46 

® Impostazioni 

a 

WIRELESS E RETI 

■W Wi-Fi 


G Bluetooth 

OFF 

, ( || Reti mobili 


0 Utilizzo dati 


Altro... 



^ Le giuste 
impostazioni 

Dal menu Applicazioni/lmpostazioniadi¬ 
mmo la voce Wi-Fi e connettiamoci alla LAN. Ci 
verrà chiesto di inserire la chiave WPA/WPA2. 
digitiamo quella predefinita da 16 cifre del rou- 
ter (indicata sul manuale d’uso) o, se l’abbiamo 
modificata, quella scelta da noi. 


TP-LINK_5GHz 


NETGEAR 


TP-LINK 

Elimina rete 


Modifica rete 


lnfostradaWiFi-504fb9 



I parametri 
della nostra rete 

Torniamo alla lista delle reti Wi-Fi dispo¬ 
nibili, tocchiamo e teniamo premuto il dito sul 
nome della nostra rete: nella nuova scherma¬ 
ta che appare scegliamo la voce Modifica rete, 
per accedere alle proprietà della connessione e 
impostare i corretti parametri di rete. 


Impostazioni IP 

Statico 


Indirizzo IP 


192.168.1.3 


Gateway 


192.168.1.1 


Lunghezza prefisso rete 


24 


DNS 1 


8.8.8.8 



^ L’IP per lo smartphone 

Spuntiamo Mostra opzioni avanzate e 
assegniamo Statico a Impostazioni IP. 
Usiamo il solito schema di indirizzamento asse¬ 
gnando il primo IP disponibile: 192.168.1.3 , 
192.168.1.1 al Gateway e lasciamo la lunghez¬ 
za del prefisso a 24. Come D/VS usiamo 8.8.8.8 
e 8.8.4.4. 


50 Win Magazine Speciali 

































Guida all'installazione di reti LAN e Wi-Fi 


Home Cinema 


condividere musica, foto e video 



^ Impostiamo i parametri 
di rete 

Scorriamo l’elenco La connessione utiliz¬ 
za gli elementi seguenti, selezioniamo Protocollo 
Internet versione 4 (TCP/IPv4) e cucchiamo Pro¬ 
prietà. Gli utenti più smanettoni possono modi¬ 
ficare (se la configurazione di rete lo supporta) 
anche il nuovo Protocollo Internet versione 6, 



^ DHCP? No. grazie! 

Assegniamo 192.168.1.2 come Indiriz¬ 
zo IP al primo computer, 192.168.1.3 
al secondo e così via. L’IP è l’unico valore che 
varia a seconda del device, gli altri parametri, 
come Gateway (192.168.1.1), Subnet Mask 
(255.255.255.0) e Server DNS (8.8.8.8 e 
8.8.4.4) restano invariati. 



^ E se abbiamo Windows XP? 

Apriamo il Pannello di controllo, clicchia- 
mo su Connessioni di rete e poi sull’icona 
della rete da modificare: scegliamo Proprietà e 
selezioniamo Protocollo internet (TCP/IP), clic- 
chiamo Utilizza il seguente indirizzo IP e impo¬ 
stiamo i parametri come visto nei passi prece¬ 
denti. 


o In rete anche con iPhone e iPad 

Anche gli smartphone e i tablet della Apple dotati di sistema operativo iOS devono essere correttamente 
configurati per poterli connettere alla nostra rete LAN. Ecco la semplice procedura da seguire. 


••••o | WIND ^ 15:26 

Impostazioni 

© « 70% 

mj 





Q 

Uso in aereo 



□ 

Wi-Fi lnfostradaWiFi-f550ca 

> 

O 

Bluetooth 

No 

> 

0 

Cellulare 


> 

0 

Hotspot personale 

No 

> 


^ Impostiamo il Wi-Fi 

A prescindere dalla versione di iOS 
installata, inserire un indirizzo IP statico 
è un’operazione semplicissima. Ci basterà diri¬ 
gerci nelle Impostazioni di sistema e cliccare 
sulla voce Wi-Fi. Assicuriamoci che il dispositivo 
sia abilitato e che la connessione con la nostra 
rete sia attiva. 


••••o | WIND ? 15:26 © « 70% ■ ' 

^ Impostazioni Wi-Fi 



•y lnfostradaWiFi-f55... fi ^ (T) 


SCEGLI UNA RETE... 
Altro... 


^ Una Mela con l’IP statico 

Ricerchiamo la nostra rete e tocchia¬ 
mo l’icona Informazioni che compare a 
destra del nome della rete. Nei tab DHCP , Bootlp 
e Statico assicuriamoci che sia attivo il pulsante 
Statico: modifichiamo l’indirizzo IP e gli altri valo¬ 
ri manualmente inserendo i valori nei campi che 
compaiono sotto. 


••ooo I WIND =? 15:35 © 9 66% ■ ’ 

{ Wi-F lnfostradaWiFi-f550ca 

Dissocia questa rete 


INDIRIZZO IP 


Statico 


Indirizzo IP 192.168.1.8 

Maschera sottorete 255.255.255.0 

_ 1Q0 1«Q 1 1 _ 

^ iPhone e iPad sono connessi 

Usiamo il solito schema di indirizzamen¬ 
to, assegnando all’Apple device il pri¬ 
mo indirizzo IP disponibile della nostra rete 
(192.168.1.4). Alla voce Subnet Mask digi¬ 
tiamo 255.255.255.0. In iOS, la voce Gateway 
non compare, ma troviamo router. digitiamo 
192.168.1.1. Come DNS usiamo 8.8.8.8. 


Speciali Win Magazine 51 
























































O Home Cinema 


Guida all'installazione di reti LAN e Wi-Fi 


La console di gioco è on-line 

Quasi tutti i nuovi titoli hanno la modalità di gaming on-line chepermette di sfidare gli amici via Internet 
o scaricare contenuti extra. E indispensabile, quindi, che anche Playstation e Xbox siano connesse in rete. 


Change settings 


A Select B Save 


jet Up Internet Connection 


IP Address 
Subnet Mask 
Default Gateway 
Primary DNS 


I Secondary DNS 


Cancel 


Next 




^ Ad ognuna il suo IP 

Inseriamo un indirizzo IP differente da 
quelli già usati per gli altri dispositivi: ad 
esempio 192.168.1.5. In Maschera di sottore¬ 
te digitiamo 255.255.255.0. Come gateway pre¬ 
definito inseriamo TIP del modem, 192.168.1.1. 
Come Server DNS primario utilizziamo quello di 
Google: 8.8.8.8. 


Wi-Fi 


dk WIFI.CONN 
dk AVEA.3G 

Guvtnli 

dk BARKOD 

Guvenli 

dk. Burcin 

GOvenli 

dk Leadership Visitor 


SU WINDOWS PHONE NON SERVE 
L'INDIRIZZO IP STATICO 


^ I parametri della 
Playstation^ 

Dalle Impostazioni di sistema spostiamo¬ 
ci in Rete: premiamo il tasto X del gamepad su 
Imposta Connessione Internet. Selezioniamo Usa 
Wi-Fi o Usa un cavo di rete LAN. Dalla lista delle 
reti presenti selezioniamo la nostra e nelle impo¬ 
stazioni dell’indirizzo IP selezioniamo Manuale. 


Iniziamo con la Xbox One 

Come già detto anche le console utilizza¬ 
no un sistema di indirizzamento IP, per¬ 
tanto è opportuno che anche queste periferiche 
vengano configurate al meglio. In Impostazioni/ 
Rete sono presenti le opzioni di configurazione 
avanzate. Clicchiamo su Impostazioni IP e poi 
clicchiamo su Manuale. 


Ad oggi non è possibile inserire un indirizzo IP 
statico, sugli smartphone Windows Phone. Mi¬ 
crosoft ha annunciato un update per risolvere 
tale inconveniente. Comunque, anche se non 
è possibile modificare manualmente tale para¬ 
metro, la connettività funzionerà ugualmente: si 


potrebbero avere alcune limitazioni nell'utilizzo 
dei servizi. E'possibile assegnare un indirizzo IP 
anche ad altri dispositivi, come stampanti, NAS, 
videoproiettori, insomma ogni dispositivo in 
grado di connettersi alla rete, necessita di un 
indirizzo IP opportuno. 


rfz Partnpr 


52 Win Magazine Speciali 


























Nuovo 

Kaspersky Total Security 

Multi-Device 




PENSACI. NOI LO FACCIAMO. 


KASPERSKY LAB TEAM 


Tutta la sicurezza online di cui hai bisogno 
ora disponibile in un'unica soluzione facile 
e gestibile anche via web. 



www.kaspersky.it 



JOTAl 

SE CUR|TY 


Ka $PER$KYj 


Kaspersky 

TOTAL 

security 

Multi-Device 


Protezione Totale 
per tutti i dHpoiitivi 


□a 

Ó 

Ù 00 


kaJperJky» 












O Home Cinema 


TV digitale: problema risolto 


Il 4G ti spegne 
la televisione 

I nuovi servizi di Internet in mobilità utilizzano la 
banda 800 MHz su cui trasmettono alcuni canali TV. 
Ecco come evitare possibili interferenze 



E ormai noto che una parte delle frequenze 
originariamente destinate alla diffusione 
televisiva sono state dirottate verso i servi¬ 
zi di telefonia mobile di quarta generazione (4G), 
conosciuti anche con l’acronimo di Lte (Long 
term evolution). Si tratta degli ultimi canali 
della gamma UHF (Ultra High Frequency), 
compresi fra il 61 e il 69, corrispondenti alle 
frequenze che vanno da 791 a 862 MHz (per 
brevità si parla di banda 800 MHz). Destinatari 
di questa nuova capacità trasmissiva sono stati 
tre operatori di telefonia mobile: TIM (www. 
tim.it), Vodafone (www.vodafone.it) e Wind 
(www.wind.it). Questi stanno gradualmen¬ 
te attivando i nuovi servizi, destinati alla 
fruizione di Internet in mobilità tramite 
smartphone e tablet 4G. Ciò ha comportato, in 
alcuni casi, la comparsa di fenomeni di interfe¬ 
renza fra le stazioni radio base Lte e gli impianti 
di ricezione televisiva. I nostri tecnici hanno 
attentamente esaminato gli effetti di queste 
interferenze e le modalità di mitigazione degli 
stessi che possiamo mettere in atto. 

Le cause del problema 

A causare possibili problemi alla ricezione tele¬ 
visiva in un palazzo, un intero quartiere o in una 


determinata zona di una città sono le stazioni 
radio base (o BTS) della telefonia cellulare che 
operano nella banda 800 MHz, poiché le loro 
emissioni avvengono su frequenze che sia i sin¬ 
tonizzatori di cui sono equipaggiati i televisori, 
sia gli elementi dell'impianto ricevente, sono 
in grado di trattare (proprio perché ex canali 
televisivi). Per quanto riguarda gli impianti, già 
da qualche tempo sono disponibili sul mercato 
nuovi componenti denominati “Lte Free”: si 
tratta di antenne di gamma UHF, amplificatori 
e miscelatori la cui banda passante (termine 
con cui in radioelettronica si indica il segmento 
di frequenze che può essere trattato senza si¬ 
gnificative attenuazioni) è limitata a 790 MHz, 
ovvero al canale 60. Oltre, naturalmente, ai filtri 
soppressori, di cui parliamo più oltre. 

Attenti alle interferenze 

Il fenomeno delle interferenze non si è ancora 
dispiegato in tutta la sua potenziale danno¬ 
sità, in quanto le BTS Lte sono ancora poche 
e gestiscono un traffico dati per il momento 
contenuto dalla limitata diffusione di terminali 
4G e dall'avvio dei servizi solo da parte di Tim 
e Vodafone, con esclusione di Wind, mentre 
l’operatore 3 (www.tre.it) non utilizza gli 800 



Ecco come sono stati suddivisi i canali da 61 a 69 sottratti alle emittenti televisive. Dopo il canale 60 (ancora 
in uso alla TV) vi è uno spazio cuscinetto di 1 MHz. Seguono poi sei blocchi di frequenze Lte destinate al down- 
link (la connessione fra BTS e terminale mobile), ognuno largo 5 MHz; quindi un altro spazio cuscinetto di 11 
MHz, infine altri sei blocchi da 5 MHz ciascuno, destinati all'up-link (la connessione fra terminale mobile e BTS). 


MHz ma altre bande di frequenza. Tuttavia, 
c’è da attendersi che lo scenario evolva rapi¬ 
damente verso una maggiore diffusione, sulla 
spinta della richiesta dell'utenza, già dal 2015, 
con il moltiplicarsi delle situazioni critiche. Gli 
effetti delle interferenze Lte sulle trasmissioni 
televisive DVB-T (digitale terrestre) sono stati 
studiati in alcune simulazioni. Il più completo è 
stato quello realizzato nel 2013 a San Benedetto 
del Tronto, nelle Marche, dal Centro Ricerche 
e Innovazione Tecnologica della Rai, che ha 
evidenziato l'esigenza di utilizzare filtri sop¬ 
pressori per la banda 800 MHz laddove esista 
il rischio di compromissione della ricezione 
televisiva a causa delle BTS Lte. Da questa espe¬ 
rienza è scaturita anche la norma CEI100-7 che 
regolamenta gli interventi di mitigazione delle 
interferenze Lte negli impianti TV e che prevede 
l’impiego di opportuni filtri negli impianti di 
nuova realizzazione già a partire dallo scorso 
primo gennaio 2014. 

Ecco le soluzioni 

Come spesso accade nel campo delle radio- 
frequenze, le situazioni che danno luogo a 
criticità possono presentare aspetti diffe¬ 
renti fra loro, a seconda dei casi, richiedendo 
quindi non un unico tipo di intervento bensì 
un pacchetto di azioni che investono quasi 
tutti i componenti delTimpianto. Bisogna 
considerare, infatti, che occorre proteggere il 
segnale TV non soltanto dalle emissioni delle 
BTS ma anche da quelle dei terminali mobili 
4G, che possono venirsi a trovare addirittura 
nella stessa stanza in cui è collocato il televi¬ 
sore! Anche i terminali, infatti, utilizzano in 
trasmissione frequenze che appartenevano 
alla banda TV e le loro emissioni possono 
essere ricevute senza alcun ostacolo dal tuner 
digitale. Il sistema di modulazione dei segnali 
Lte è, inoltre, simile a quello adottato per il 


54 Win Magazine Speciali 























































TV digitale: problema risolto 


Home Cinema 



ANTENNISTA QUALIFICATO GRATIS A CASA TUA 
LO PAGA IL GESTORE TELEFONICO! 


HELP Interferenze (www.helpinterferenze.it) è il servizio apposito Web form con i propri dati anagrafici e con 
istituito appositamente per intervenire a risolvere le l'ubicazione dell'impianto di antenna TV. Dopo la ve- 
problematiche di interferenza dell'Lte sugli impianti rifica dei requisiti tecnici e amministrativi richiesti per 
TV. Affidato alla Fondazione Ugo Bordoni, ente terzo e l'accesso al servizio (è necessario essere in regola con il 

indipendente che opera sotto la supervisione del Mini- pagamento del canone Rai), sarà inviato all'indirizzo 

sterodelloSviluppoEconomico,èfmanziatointeramente del richiedente un antennista qualifi- . . 

dagli operatori titolari delle frequenze in banda 800 MHz, cato che effettuerà l'intervento I j 

tramite un fondo appositamente costituito, secondo di ripristino della corretta ri- [ L f T 

l'art. 14 comma 2-bis del Decreto Legge n. 179/2012 cezione dei segnali, in modo • /S 

introdotto dalla Legge di conversione n. 221/2012. del tutto gratuito per l'utente. L'in- « . y '-r fi 

tervento avviene entro tre giorni r' j j 

COME FUNZIONA? dall'apertura del ticket. Nel caso / 

Se il nostro TV presenta disturbi di ricezione e abbiamo in cui si richieda la spedizione del filtro, f\ ' ~ , 

il sospetto che possa trattarsi di una interferenza Lte, i tempi di consegna variano in funzio- _i A/is ' 
per prima cosa chiamiamo un antennista qualificato ne delle località di destinazione: tre 

che accerterà, tramite gli strumenti di misura, la reale giorni per spedizioni sulla peni- v j fh* Al 
causa del problema. Se viene accertata l'interferenza sola, cinque giorni per le isole /■ JyVi 

Lte, privati o condomini possono inviare una segna- maggiori e fino a quindici ■ I Vi 

lazione al servizio HELP Interferenze, compilando un giorni per le minori. j 


DVB-T (OFDM contro COFDM), per cui i se¬ 
gnali Lte possono insinuarsi fino ai circuiti 
di demodulazione del tuner, con il rischio di 
generare fenomeni di disturbo (in termini 
tecnici, si parla di saturazione e intermodula¬ 
zione, causati dal superamento del massimo 
livello in uscita previsto dal costruttore) se 
tali segnali risultano di elevato livello. Rischio 
tutt’altro che remoto, specie se i segnali TV 
ricevuti dall'antenna sono amplificati, poiché 


le BTS non hanno la stessa dislocazione dei 
ripetitori televisivi e possono quindi venir¬ 
si a trovare molto più vicine alle abitazioni 
rispetto a questi. Si verifica pertanto una 
sensibile differenza di livello fra i due segna¬ 
li, quello delle trasmissioni DVB-T e quello 
delle emissioni Lte, a favore di quest’ultime. 
In questi casi si parla di “accecamento" del 
tuner, che riceve una quantità complessiva di 
segnale superiore alla massima ammessa. A 


seconda dell'entità del disturbo Lte, quindi, 
si possono avere difficoltà di ricezione solo 
sugli ultimi canali della gamma UHF, quelli 
più vicini alle frequenze Lte (in pratica, il 59 
e il 60) o, nei casi più gravi, su tutti i canali 
indistintamente. Esaminiamo quindi quali 
sono i rimedi nel caso in cui la ricezione dei 
canali televisivi in digitale terrestre risulti 
disturbata dai segnali Lte di una BTS situata 
nei pressi dell'abitazione. 


COME LEGGERE LE SPECIFICHE RIPORTATE SUL FILTRO LTE 



Banda: 5-r 790 MHz 
Tilt eh 60: <6 dB 

Valori di attenuazione: 
In banda: <1,5 * 2 dB 
791MHz: >15dB 
793-F821MHz: >30dB 
832 t862MHz: >15dB 


FE100-7/LTE 


CE1100-7 


ICC 


Out 


La norma CE1100-7 (variante VI lu¬ 
glio 2013 - appendice C), alla quale 
dovrebbero fare riferimento i vari 
dispositivi di mitigazione delle inter¬ 
ferenze Lte, impone ai costruttori di 
riportare sul filtro (o su un documen¬ 
to allegato) le specifiche possedute. 
Nella figura è rappresentato un filtro 


che risponde pienamente alla nor¬ 
ma CEI. È consigliabile acquistare e 
installare questo tipo di prodotti. 
Vediamo cosa significano i vari dati. 

Banda: 5 + 790 MHz 

Indica la cosiddetta "banda passan¬ 
te", cioè l'intervallo di frequenze che 


transitano nel filtro subendo una 
attenuazione ininfluente, che può 
variare fra 1,5e2dB, come stabilito 
dalle norme. In questo caso, com¬ 
prende l'intero spettro destinato 
alle trasmissioni tv, dal canale 5 al 
canale 60. 

Valori di attenuazione 
In banda: <1,5 + 2 dB 
791 MHz: >15 dB 
793 + 821 MHz: >30 dB 
832+ 862 MHz: >15 dB 
Questa tabella permette di con¬ 
frontare le specifiche del filtro con 
la norma CE1100-7 che stabilisce lo 
stato dell'arte delle nuove installa¬ 
zioni per la ricezione tv. L'effetto del 
filtro inizia a farsi sentire già nella 
fascia di guardia (inutilizzata) posta a 
cuscinetto fra la banda tv e la banda 


LTE (790 + 791 MHz); le frequenze 
destinateal downlinkdei servizi LTE 
(trasmissione dati dalla BTS al ter¬ 
minale) devono essere attenuate di 
almeno 30 dB, mentre per il blocco 
di frequenze destinate all'uplink è 
consentita una attenuazione minima 
di 15 dB. 

Tilt eh 60: <6 dB 

Poiché l'ultimo canale destinato alla 
diffusione tv, il 60, termina alla fre¬ 
quenza di 790 MHz, questo dato de¬ 
termina la massima variazione nella 
risposta in ampiezza all'interno del 
canale, come previsto dalla norma 
CEI 100-7. Si tratta di una attenua¬ 
zione minima che non produce una 
significativa alterazione del segnale 
ai fini della corretta ricezione da par¬ 
te di tv e decoder. 


Speciali Win Magazine 55 















O Home Cinema 


TV digitale: problema risolto 


MEGLIO USARE UN FILTRO 

Dove va installato il filtro sop¬ 
pressore della banda 800 MHz? 

Il filtro soppressore va installato fra 
l'antenna UHF e l'ingresso dell'impianto, ovve¬ 
ro dell’amplificatore nel caso in cui sia prevista 
l’amplificazione, poiché i segnali che possono 
causare l'accecamento del tuner o la satura¬ 
zione dell’amplificatore, sia esso da palo o da 
interno, sono captati dall’antenna UHF. Esisto¬ 
no vari tipi di filtri, con prestazioni differenti: da 
esterno (waterproof) o da interno (per centrali¬ 
ne poste in locali riparati). 


TANTE ANTENNE, 

UNA SOLUZIONE 

<, Cosa occorre fare nel caso in cui 
nell’Impianto sia presente più di 
^ * una antenna UHF? 

È necessario inserire un filtro soppressore per la 
banda 800 MHz su ogni antenna, prima dell’in¬ 
gresso dell’amplificatore o eventuale preampli¬ 
ficatore. Teniamo conto, comunque, che se l'in¬ 
stallazione del filtro a monte dell’amplificatore è 
una condizione irrinunciabile per ridurre al mi¬ 
nimo i disturbi causati dalle BTS, non è tuttavia 
sufficiente a scongiurare gli effetti dei disturbi 
prodotti dai terminali mobili 4G durante le fa¬ 
si di comunicazione con la stazione radio base. 


OCCHIO AGLI 
SMARTPHONE 



Cosa si dovrebbe fare per evitare 
i disturbi provocati dai terminali 
4G/Lte? 


Per una buona prevenzione da possibili interfe¬ 
renze si dovrebbe aggiornare l’intero impianto 


La linea rossa 
nel grafico 
indica la curva di 
soppressione di un 
filtro LTE a norme 
CE1100-7. Come si 
può vedere, l'effetto 
di attenuazione 
ha inizio intorno 
ai 790 MHz (limite 
superiore del 
canale 60) per 
incrementarsi 
rapidamente fino a 
raggiungere -30 dB 
a 793 MHz e -50 dB 
a 860 MHz. 


Attenuazione 



interno all’appartamento, montando una serie 
di componenti ad alta schermatura, risponden¬ 
ti alle norme CE1100-7. Essendo per loro natu¬ 
ra “mobili”, infatti, i terminali (smartphone, ta¬ 
blet e PC) possono trovarsi in qualsiasi punto 
dell’abitazione e le loro emissioni possono pe¬ 
netrare nell’Impianto TV da falle di schermatu¬ 
ra dello stesso. 


UN IMPIANTO 
AGGIORNATO 

<, Quali sono i componenti deli’im- 
pianto da adeguare? 

^ In particolar modo dovremmo sempre 
utilizzare cavi coassiali, componenti per la di¬ 
stribuzione del segnale (partitori e/o derivatori) 


e connettori di qualità. Per questi ultimi, vanno 
bene quelli di tipo “F” mentre quelli di tipo IEC 
devono essere schermati. 


LA SOLUZIONE 
ALTERNATIVA 

/èN.» Cosa si P uò fare ’ in alternativa, 
se non è possibile intervenire 
sull’impianto? 

Se non si ha la possibilità di intervenire in 
modo radicale sull'impianto di distribuzione 
di casa, si può ottenere un buon risultato in¬ 
serendo un filtro soppressore di banda 800 
MHz prima dell’ingresso del segnale nell’ap¬ 
parecchio televisivo o nel decoder DVB-T, In 
questi casi, il filtro potrà essere ovviamente 
del tipo da interno. 


L’OCCORRENTE PER RICEVERE IL SEGNALE DIGITALE SENZA DISTURBI 


MAP540LTE 

Come avere un 
segnale piu potente 

Un utile amplificatore da palo do¬ 
tato di quattro ingressi (bande IV, 
V, UHF, III), con guadagno da 10 
a 15 dB. Gli ingressi banda V e 
UHF sono limitati alla frequenza 
di 790 MHz, lasciando fuori le 
frequenze utilizzate dai servizi 
di telefonia mibile 4G. 

Quanto costa: € 24,00 
Sito Internet: www.fracarro.it 





BLU10HDLTE 

L’antenna col filtro dentro 

All’interno del dipolo di questa antenna, una tra le più diffuse per la 
ricezione televisiva, è stato inserito un filtro Lte per limitare la ricezione 
alla frequenza di 790 MHz. In molti casi di interferenza con le BTS 4G, 
questo accorgimento può essere sufficiente a scongiurare disturbi alla 
ricezione TV. 

Quanto costa: € 40,00 
Sito Internet: www.fracarro.it 



56 Win Magazine Speciali 












































































































































TV digitale: problema risolto 


Home Cinema 


I FILTRI PER INTERNO ED ESTERNO IDEALI PER ANNULLARE LE INTERFERENZE LTE 


LBF-E782 

Resiste alle Intemperie 

Filtro da esterno utilizzabile sia in esterno, nella custodia stagna, sia 
aH’interno. All’esterno si inserisce fra l'antenna e l’ingresso dell’ampli¬ 
ficatore. Dispone di connettori F. L’attenuazione della banda LTE MHz è 
di 60 dB. Consente il passaggio della corrente continua per eventuali 
antenne attive. 

Quanto costa: € 28,00 
■ Sito Internet: 






Questo filtro soppressore per segnali Lte è un modulare da interno. 
Si utilizza sopratutto negli impianti condominiali di tipo canalizzato, 
inserendolo tra l’antenna e la centralina di amplificazione. Dispone 
di connettori F di ingresso e uscita. L’attenuazione della banda 800 
MHz è superiore a 30 dB. 

Quanto costa: n.d. 

Sito Internet: www.iare.it 


V_ J 


22-298 

Protegge il televisore da qualsiasi disturbo 

Un filtro da interno che si installa prima dell'ingresso del TV. Dispone in 
ingresso di connettore F e in uscita di connettore IEC per abbinarsi ai 
classici cavi usati per il collegamento del televisore alla presa di antenna. 
Può essere usato anche all'ingresso di centraline da interno con ingressi 
a connettori IEC. L’attenuazione in banda 800 MHz è di oltre 35 dB 

Quanto costa: €14,78 
Sito Internet: www.offel.it 




art. 22-298 

FSP PRO/DIGtT LTE 
can. E02/E60 

< IN OUT ► 

Perdita di passaggio eh. E02/E59 <2/5 dB 
eh. E60 <5/11 dB 

Attenuazione media eh. LTE >35 dB 




_ 


GALAX FTUHF/P 

Si fissa 
all’antenna 

Equipaggiato di conteni¬ 
tore protetto e resistente 
agli agenti atmosferici, 
questo filtro per esterno 
è predisposto con fascette 
per l’ancoraggio al palo 
di sostegno dell’anten¬ 
na. L’ingresso si collega 
all’antenna, l’uscita per¬ 
mette al segnale TV di pro¬ 
seguire verso la centralina 
senza le nocive emissioni 
Lte. 

Quanto costa: €12,00 

Sito Internet: www.galaxy.it 



J 





V. 



f -\ 

81947L 

Effetto... soppressione 

Costruito in alluminio pressofuso, il filtro è resistente agli agenti atmo¬ 
sferici con protezione IP66. Si inserisce fra l'antenna e l’ingresso del 
centralino amplificatore. Presenta una bassa attenuazione della banda 
da ricevere (meno di 1 dB), mentre a 800 MHz l'effetto di soppressione 
è di 25 dB e a 810 MHz sale a 55 dB. 


Quanto costa: €14,00 
Sito Internet: www.emmeesse.it 


Speciali Win Magazine 57 










































C Home Cinema 


Hardware | AndroidTV BoxS806 


La tua TV 
diventa Smart 

Basta un box multimediale per riprodurre video 4K, 
connettersi al Google Play Store e navigare in Wi-Fi 
con qualsiasi televisore! 


I televisori Smart sono sempre 
più diffusi nelle nostre case, ma 
non tutti vogliono o possono 
averne uno. Che poi, diciamocela 
tutta: per quelli abituati ad avere 
Android sul proprio smartphone, 
utilizzare Smart TV con sistema 
operativo personalizzato e quindi 
con tutte le limitazioni del caso, 
non è propriamente il massimo. 
Possiamo invece decidere di avere 
sul nostro televisore Android Ki- 


tKat, con la stessa interfaccia, le 
stesse applicazioni e quasi tutte le 
funzionalità del nostro smartpho¬ 
ne. Per farlo, è sufficiente dotarsi 
dell’Android TV Box S806 e colle¬ 
garlo al televisore mediante porta 
HDMI. Grazie alla sua potenza di 
calcolo, il dispositivo è in grado di 
riprodurre senza intoppi i filmati 
in 4K, gestire il mirroring dei vi¬ 
deo mediante Miracast e DLNA e 
consentire l’accesso all’immenso 


archivio di app e giochi del Go¬ 
ogle Play Store! Ma non è tutto: 
l'Android TV Box può essere in¬ 
fatti collegato anche ad un NAS 
consentendo l’accesso da remoto 
a tutta la nostra raccolta multi¬ 
mediale. Vediamo dunque come 
rendere Smart il nostro televisore 
di casa e sfruttarne tutte le fun¬ 
zionalità trasformando lo smar¬ 
tphone in un potente controller 
a distanza. 


Cosa ci 
occorre 

PLAYER 4K 

ANDROID TV 
BOX S806 

Quanto costa: €109,oo 
Sito Internet: 

www.telcominstnjment.com 
Specifiche tecniche: 

CPU quad core ARM 
Cortex-A9 - GPU Mali 
450 - 2 GB di memoria 
RAM - 8 GB di memoria 
ROM per l’archiviazione 
dei dati - Wi-Fi b/g/n - 
Bluetooth 4.0 - Ethernet 
- Porta ottica per audio 
Dolby Digital - Porta 
infrarossi - 3 porte USB 
con supporto 0TG 



13 Colleghiamo il box al TV 

Ecco come effettuare correttamente i collegamenti tra il dispositivo e il TV e come eseguirne la configurazione 
iniziale. La procedura è semplicissima e in pochi secondi il nostro nuovo media center sarà pronto all’uso. 



^ Serve una porta HDMI 

Colleghiamo il box al TV usando il cavo 
HDMI fornito in dotazione, inseriamo 
l’alimentazione e accendiamo il dispositivo. Se 
abbiamo un home theater, possiamo collegarlo 
direttamente al box usando la porta ottica pre¬ 
sente sul retro. Sul televisore, posizioniamoci 
sull’ingresso video corretto (ad esempio HDM11). 


^ La prima configurazione 

Al primo avvio, il dispositivo ci chiede¬ 
rà di effettuare la prima configurazione. 
Utilizzando il cursore sul telecomando fornito in 
dotazione clicchiamo Next e seguiamo le opzioni 
a video. La lingua italiana non è presente, ma non 
preoccupiamoci: possiamo installarla più avanti 
direttamente dall’interfaccia di Android. 


^ Colleglliamoci a Internet 

Dalla lista delle reti Wi-Fi disponibili sce¬ 
gliamo quella di casa nostra a cui con¬ 
nettere il dispositivo, clicchiamo Input Password 
e inseriamo la chiave di rete. Per farlo, usiamo 
la tastiera a schermo oppure colleghiamo una 
tastiera USB direttamente al box, usando la por¬ 
ta USB/0TG presente sul retro del dispositivo. 


58 Win Magazine Speciali 

















Hardware | Faldate 


Home Cinema 


ECCO LA HOME DELL'ANDROID TV BOX 

Il menu principale del player ricorda molto le tile dinamiche già viste su Windows 8: diccando su ognuna di esse è possibile accedere 
alle singole app che permettono di mandare in play e gestire i contenuti multimediali o collegarsi ai numerosi servizi on-line. 


’ ®" 

^ 2 

E 

J - "J- 

3 

Online Video 

My recommend 

Settings 

4- 

(0 

II) 

si 3 

My Apps 

Music 

Locai 

7 xf. J 

h* Jll 

+ 

O 

□ 



ma ONLINE VIDEO 

Da questa sezione è possibile 
accedere a tutte le applicazioni per la 
riproduzione dei video 


Q MY RECOMMEND 

Qui vengono raccolte le applicazioni 
che usiamo più di frequente per 
averle sempre a portata di mano 


EX SETTINGS 

È il menu da cui è possibile 
accedere alle impostazioni di 
sistema per la configurazione del 
dispositivo 


EX LOCALI 

È un pratico file manager che 
consente di accedere facilmente ai 
vari contenuti multimediali 


B MUSIC 

Raccoglie tutte le app dedicate alla 
riproduzione dei file musicali 



Rie multimediali da ogni sorgente 


Effettuati tutti i collegamenti elettrici e di rete, possiamo completare l'installazione del TV Box configurando il nostro 
account Google: in questo modo potremo accedere al Play Store e scaricare tutte le app e i giochi cne vogliamo! 




^ Attiviamo Youtube 

Alcune applicazioni, YouTube compre¬ 
so, sono preinstallate sul dispositivo, ma 
occorre comunque completarne l’installazione. 
Dalla App ter selezioniamo l’icona dell’applica¬ 
zione (in questo caso YouTube) e poi Installa ora. 
Ovviamente dovremo disporre di un account Gmail 
valido; in alternativa creiamone uno. 


^ Dallo smartphone alla TV 

Possiamo trasmettere i contenuti del 
nostro smartphone direttamente sulla TV 
grazie alla tecnologia Miracast. Per farlo avvia¬ 
mo l’app Miracast, già installata nel box TV. Sullo 
smartphone, invece, rechiamoci nelle Impostazio¬ 
ni di sistema: nella scheda Display tocchiamo la 
voce Trasmetti schermo e connettiamoci al box. 


^ Una chiavetta piena di file 

Colleghiamo una pendrive o l'hard disk 
esterno contenente i nostri video in 
una delle porte USB disponibili sul retro del box 
Android. Avviamo l’app MX Player presente nel 
menu MyApp e sfogliamo i file presenti nella direc¬ 
tory sdal. È possibile riprodurre tutti i maggiori for¬ 
mati video, anche quelli in formato MKV. 


Speciali Win Magazine 59 

























Hardware | Chromecast 



C Home Cinema 


streaming 


Chromecast! 


Scopri come utilizzare al meglio 
le funzionalità multimediali 
della chiavetta di Google 


Cosa ci f 
occorre FACILE 


DISPOSITIVO 
DI STREAMING 
MULTIMEDIALE 

CHROMECAST 

Quanto costa: € 35,00 
Sito Internet: 

www.google.it/chrome/ 

devices/cnromecast 

APP ANDROID 

CHROMECAST 

Quanto costa: Gratuita 
Sito Internet: 

https://play.google.com 


«D 


UNA CHIAVETTA 
SEMZA LIMITI 

Le potenzialità della 
chiavetta di Google 
sono notevoli, tutto 
sta alla fantasia degli 
sviluppatori ora che 
è stata rilasciata una 
suite di sviluppo che 
ne amplia le funzio¬ 
nalità. Una delle ap¬ 
plicazioni più riuscite 
è Locai Cast: qualsiasi 
contenuto presente 
nel nostro smartpho¬ 
ne, può essere ripro¬ 
dotto attraverso la 
Chromecast sul televi¬ 
sore di casa, al quale 
è collegato magari 
l'impianto Hi-Fi. 


N el luglio dello scorso anno Google aveva 
lanciato un nuovo prodotto sul mercato, 
destinato a stuzzicare la curiosità e lo 
stupore di tutti gli amanti della tecnologia. Col 
nome Chromecast era stata infatti presentata 
una piccola chiavetta che ha due soli connettori: 
uno HDMI, per il collegamento al televisore, 
e uno USB, per l'alimentazione. “Ma come si 
usa e a cosa serve realmente questo Chrome¬ 
cast?" era la domanda più digitata nei forum 
specializzati di tutto il mondo. Eppure il suo 
comparto hardware era alquanto "povero", con 
un processore dual core prodotto da Marvell 
e 512 MB di RAM, nonché un modulo Wi-Fi. 
Google inizialmente lo aveva pubblicizzato 
come una valida ed economica soluzione per 
trasformare un qualsiasi televisore in smart TV, 
offrendo servizi come YouTube e Netflix (non 
disponibile in Italia); tutto qui? Eppure il suo 
funzionamento era legato ad uno smartphone 
o tablet, sia Android che iOS, per cui non poteva 
funzionare in maniera autonoma. 

Una chiavetta ancora più potente 

Dopo l'ultimo evento Google, tenutosi a giugno, 
finalmente le potenzialità della Chromecast 
sono state ampiamente estese, fornendo agli 
sviluppatori gli strumenti giusti per usarla e 
sfruttarla al meglio. Ora, ad esempio, abbiamo 
la possibilità di sdoppiare la schermata dello 
smartphone sul televisore al quale abbiamo 
collegato la chiavetta, godendoci qualche gio¬ 
chino, le foto delle vacanze o i video in Full HD 
che abbiamo registrato. Il tutto in streaming: 
sia la Chromecast sia il telefono devono essere 
collegati alla stessa rete Wi-Fi, così che possano 
comunicare e scambiarsi i dati in tempo reale. 
Inoltre funziona anche col PC o Mac! Basta 
infatti usare il browser Chrome, installare il 
plug-in Google Cast e ci godremo sul televisore 
tutti i contenuti che visualizziamo sulla scheda 
in cui stiamo navigando. 








Chromecast | Hardware 


Home Cinema 


Installiamo la Chromecast sulla TV 

Vediamo quindi come configurare la chiavetta Google e il nostro smartphone per vedere sul televisore 
tutto ciò cne appare sul telefono in “modalità specchio”. 


chromecast 


Chromecast 

Google Ine. ❖ 



Q Salvataggio screenshot.. 

Configura ChromecasLCiccio 


Collega Chromecast alla tua rete Wi-Fi 

Rete Wi-Fi 


Imperium 

Protetta con WPA 
Password 

Mostra password 


Prima di tutto l’app 

Apriamo il PlayStore sul nostro smartpho¬ 
ne, tocchiamo il simbolo della lente di 
ingrandimento e digitiamo la parola chiave 
chromecast. Così facendo troveremo l'app che ci 
serve, omonima della chiavetta. Installiamola toc¬ 
cando il pulsante Installa. 



Colleglliamo la Chromecast alla TV 

■pj Tiriamo fuori damascatola lanostrafiamman- 
te chiavetta tuttofare e, per prima cosa, col¬ 
leghiamola al primo connettore HDMI libero 
nella nostra TV. Poi il cavo USB per l’alimentazione, 
che può essere collegato ad una porta libera del tele¬ 
visore o, in caso, tramite l’adattatore di rete incluso. 


L’accoppiata vincente 

Ora che la Chromecast è collegata ed acce¬ 
sa, avviamo l’app sullo smartphone: verrà 
I ricercato automaticamente il dispositivo. 
Tocchiamo Configura : dovremo impostare cose 
semplici come il nome e la password della rete Wi-Fi 
di casa alla quale collegarci. 




1 Effettuato il collegamento tra 
smartphone e Chromecast, 
vedremo apparire come per 
magia sul televisore lo scher¬ 
mo del cellulare (si tratta della 
modalità specchio). 


2 Proviamo ad avviare dal 
nostro smartphone un bel 
titolo 3D per provare l'ebbrezza 
di giocare su grande schermo in 
alta risoluzione. Lo spettacolo è 
garantito! 


3 Avviamo YouTube dallo smar¬ 
tphone e scegliamo un video 
da riprodurre: possiamo apprez¬ 
zare la qualità dello streaming 
vista l'integrazione ben ottimiz¬ 
zata cellulare-TV. 


Da https://chrome.google. 
com/webstore scarichiamo 
IGoogle Cast: in alto a sinistra 
apparirà il simbolo del cast: pre¬ 
miamolo per riprodurre in TV ciò 
che vediamo nel browser. 


5 Avviamo la visualizzazione 
in streaming su Chrome dal 
PC e, tramite il pulsante cast, 
inviamo tutto in streaming 
alla Chromecast che si trova in 
un'altra stanza! 


Speciali Win Magazine 61 


















































C Home Cinema 


Hardware | Acer K137 


Creiamo un impianto di home cinema portatile usando 

un videoproiettore e una semplice parete bianca 


Il grande cinema 
dove vuoi tu! 


Cosa ci /O 
occorre FACLE 


PROIETTORE VIDEO 

ACER K137 

Quanto costa: € 529,00 
Sito Internet: 

www.acer.it 

Caratteristiche: 

Risoluzione: 1.280X800; 
Contrasto: 10.000:1; 
Luminosità: 700 Ansi 
lumens; 

Ingressi: HDMI, MicroSD, 
MHL, USB; 

Audio: altoparlanti 2x3W 
con surround SRS; 
Tecnologia supportata: 
Wi-Fi, IVUracast e DLNA; 
Schermo max: 

46” a 1.5 m 


E possibile godersi un film rimanendo co¬ 
modamente a casa, con la qualità video 
degna di un buon cinema e senza inve¬ 
stire un capitale acquistando maxi schermi 
o costosissimi altoparlanti? La risposta è sì! 
Utilizzando gli strumenti giusti, infatti, una 
qualsiasi parete bianca può diventare un grande 
schermo cinematografico. Grazie ad un video¬ 
proiettore avremo uno schermo con diagonale 
variabile, in grado di riprodurre immagini e fil¬ 
mati ad altra risoluzione garantendo un qualità 
video elevata in ogni situazione. Inoltre, con 
la diffusione di nuove tecnologie quali MHL 
e OTG, sarà possibile proiettare direttamen¬ 
te i contenuti multimediali salvati sul nostro 
smartphone o su pendrive USB. Senza dire che 
usando una chiavetta Wi-Fi compatibile saremo 
addirittura in grado di connetterci senza fili al 
videoproiettore e visualizzare in streaming i 
nostri contenuti preferiti. 

Tutto a portata di mano 

Nei nostri test abbiamo utilizzato un video¬ 
proiettore Acer I<137: si tratta di un dispositivo 
dalle dimensioni contenute, capace di proiet¬ 
tare con risoluzione WXGA a 1280x800 pixel 
da una distanza massima di 3 metri, con una 
diagonale che varia tra i 30° e gli 80°, in base 
della distanza. Il proiettore permette inoltre di 
aprire nativamente, senza ausilio di un com¬ 
puter, documenti di tipo PowerPoint, Word 
e PDF salvati su una chiavetta USB. L'unico 
accorgimento da tenere presente è certamente 
l’utilizzo di un treppiede sul quale posizionare il 
proiettore (opportunamente orientato). Volendo 
infine migliorare ulteriormente l’esperienza 
videoludica o cinematografica, è possibile af¬ 
fidare la riproduzione dell’audio, ad una sound 
bar Dolby Digital con connettività Bluetooth. 
Non perdiamo altro tempo e impariamo ad 
allestire il nostro personalissimo impianto di 
home cinema! 



Posizioniamo il proiettore 

B | È una passo fondamentale: occorre ave¬ 
re una parete bianca o un pannello abba- 
I stanza grandi da contenere l'intera area 
di riproduzione. È importante anche che il vide¬ 
oproiettore sia parallelo al suolo per evitare il 
fastidioso effetto trapezio che si crea quando il 
VPR è inclinato. 



Quale sorgente video? 

a L'Acer K137 gestisce ingressi video dif¬ 
ferenti, a seconda del dispositivo con¬ 
nesso (smartphone, computer, console): 
nel nostro test abbiamo collegato il PC via HDMI. 
Per farlo, clicchiamo Source, scorriamo la lista 
delle sorgenti con i tasti direzionali e selezionia¬ 
mo HDMI/MHL. 



Semplici collegamenti 

Alimentiamo il proiettore e colleghiamo 
il cavo video: computer e console pos¬ 
sono essere collegate tramite cavo HDMI, 
mentre se dobbiamo collegare uno smartphone, 
possiamo farlo usando il cavo MHL. È inoltre 
possibile leggere i file archiviati su una pendrive 
USB o su MicroSD. 



Scegliamo ia distanza 

a variando la distanza del proiettore dal 
piano di proiezione, potremo aumentare 
o ridurre la diagonale del nostro “display” 
in base alle esigenze, passando da 30° a 1 metro 
di distanza, fino ad arrivare a 80° a 2,60 metri 
di distanza, con diagonali intermedie come il 46” 
a 1,50 metri. 



62 Win Magazine Speciali 
































Acer K137 | Hardware 


Home Cinema 









SMENU 

Permette di accedere a tutte 
le impostazioni del dispositivo 



0 FOCUS 

Muoviamola per mettere 
a fuoco le immagini 
riprodotte dal proiettore 


Q SOURCE 

Apre il menu dal quale è possibile 
selezionare la sorgente dalla quale 
riprodurre i contenuti video 

E1 D-SUB 

Collegamento del PC tramite VGA 

0 HDMI/MHL 

Collegamento console, computer, 
ed altre periferiche tramiteHDMI, 
smartphone e tablet supportati 
tramite MHL 


Utilizzando la chiavetta 
ORIGINALE, possiamo 
utilizzare il VPR come 
secondo monitor sia per PC 
che smartphone 

E1 MEDIA 

Lettura file multimediali e 
office, da chiavette USB e 
HDD esterni o MicroSD 

0 DLNA 

Il VPR funzionerà da 
multimedia center, 
compatibile con lo standard 
DLNA 

EIE USB DISPLAY 

Riprodurre i contenuti dal 
PC tramite USB (necessario 
software proprietario) 

CD AUDIO IN 

È possibile riprodurre il 
contenuto audio proveniente 
da altre periferiche 



Sorgente 



D-8ub 5 

s 

WiFi 7 

MEDIA a 

3 

U8B Display io 



11 


|Source| 

▲ ▼ Seleziona 

► Conferma 



ANCHE DA 
USB EWI-FI 


Selezionando la sor¬ 
gente MEDIA, saremo 
in grado di avviare la ri- 
produzione di contenuti 
multimediali archiviati 
direttamente su peri¬ 
feriche USB (chiavette, 
HDD) o MicroSD. Dal 
menu Media scegliamo 
la riproduzione desi¬ 
derata (Musica, Foto, 
Video, Documento), 
quindi sfogliamo i file 
e riproduciamo quello 
desiderato. Collegando 
una chiavetta Wi-Fi 
compatibile, saremo in¬ 
vece in grado di avviare 
la visualizzazione senza 
fili, sul videoproiettore, 
direttamente dal nostro 
smartphone (mediante 
apposita app), oppure 
dal PC. È possibile 
connettere il VPR in mo¬ 
dalità dient alla nostra 
rete domestica, oppure 
creare una connessione 
diretta tra il videopro¬ 
iettore e la periferica 
(PC, smartphone ecc.) 



Completalo con 


Regoliamo il “trapezio” 

9 Se il proiettore è inclinato, i lati delle 
immagini possono apparire distorti, anche 
se i margini superiore e inferiore sono 
allineati. La regolazione del trapezio permette di 
risolvere questo problema. Dal menu Immagine 
troviamo Correzione Trapezio e regoliamo que¬ 
sto parametro. 




SISTEMA AUDIO SENZA FILI 

Per un'esperienza cinematografica completa, è 
possibile affidare la gestione dell'audio ad una 
sound bar Dolby Digital 2.1 Channel come la 
Samsung HW-H355 con connettività Bluetooth 




INTERFACCIA 

WIRELESS 

Con l'adattatore Wi-Fi USB 
Acer UWA2, saremo in grado di 
connetterci al videoproiettore 
senza dover connettere alcun 
cavo. Permette di utilizzare il 
VPR come secondo schermo 
perii PC. 



CONNETTIVITÀ’ 

MOBILE 

Tutti gli smartphone 
compatibili con la tecnologia 
MHL possono essere 
collegati al VPR tramite 
l'apposito cavo. Utile per 
riprodurre i video ripresi con 
il telefonino 


PLAYER VIDEO 
ON-DEMAND 

È possibile riprodurre 
i contenuti multimediali 
archiviati su periferica USB 
in vari formati: mkv, avi, 
mpg.... Utilizzando un hard 
disk esterno, possiamo evitare 
di connettere il nostro PC al 
proiettore. 


Speciali Win Magazine 63 
























Nero 2015 
edia Home 


Alla scoperta della suite numero 
1 per organizzare e masterizzare 
i nostri file multimediali 


Cosa ci fJS 
occorre FAC|LE 


SUITE MULTIMEDIALE 

NERO 2015 
MEDIAHOME 


SOFTWARE COMPLETO 


Lo trovi su: 0DVD 
Sito Internet: 

www.nero.com 




SMARTPHONE ANDROID 

ONEPLUS ONE 

Quanto costa: € 269,00 
Sito Internet: 

http://oneplus.net/it 


S ono ormai lontani i tempi in cui 
Nero era solo un ottimo software 
per la masterizzazione dei CD e 
poi dei DVD: talmente valido da essere 
rappresentato da una fiamma che “bru¬ 
ciava”, non solo i dischi ottici, ma anche 
il Colosseo! Negli anni, però, la vecchia 
Ahead (ora Nero AG), ha continuato a svi¬ 
luppare e fare evolvere il “suo” software, 
aggiungendo sempre nuove funzionali¬ 
tà e ascoltando le richieste degli utenti, 
allargando così i propri orizzonti. Tutto 
questo insieme di innovazioni ha portato 
al rilascio di Nero 2015, un software in 
grado di gestire in maniera semplice e 
completa l’intrattenimento domestico. 
Nero 15 è un'ottima soluzione, tanto da 
dover ritenere la sua installazione se non 
indispensabile, fortemente consigliata su 
qualsiasi computer. 

Una suite tuttofare 
pronta da installare 

Nelle sue versioni Classic e Platinum, 
Nero 2015 integra molte utility, che van¬ 
no dalla semplice ma pur sempre vali¬ 
dissima masterizzazione, effettuabile 
con Nero Burning ROM o Nero Express, 
a software creativi come video editor 
o sound editor, in grado di importare, 
modificare e gestire file multimediali. 
L’ultima versione di Nero è addirittu¬ 
ra in grado di tentare il recupero di file 
cancellati accidentalmente da hard disk 
e chiavette USB. Ma la parte più ci pia¬ 
ce è quella relativa alla gestione dei file 
multimediali. Stiamo parlando di Nero 
MediaHome. Questo nuovo software, 
può essere installato separatamente o 
insieme alla suite Nero 2015 Platinum. 
Nero MediaHome è del tutto gratuito e 
così ricco di funzioni innovative da tra- 







Nero 2015 MediaHome I Fai da te 


Home Cinema 


3 Installiamo la suite sul PC 

Bastano davvero pochi clic per completare la semplice procedura che ci permetterà di trasformare 
il nostro computer in un perfetto centro di intrattenimento multimediale. Ecco come procedere. 


Benvenuto 



nero MediaHome 


InslalIShiclil Wizard 


H Nw Me^jMow F'oe nchrt» c+» i ferree* componenti tur» m's*an «U comete» 
Faro eie tu Innata Po* rwmrv® rematasene 


Stato Ccrroonenle 
In «lima MSI 4 b la WrdxnXP |«HE| 

In «tara Microloft VC R«<4it 2012 (x86| 

In «lima l)«d® HI si Compéai 9 29 952 3111 
In atleta D*oct* 10.1 Eieennom 52S9513111 M3dc«) 
In «lima Dieci* 101 Erterowni 9 29 3523111 (4*1x31 
In «tinta Daeet» 101 6 Mtenaont 3 2S S52 3111 fcOtfcn 01 
In atleta Diaci* 10 1 Ctfenoor.s 0 29 952 31 11 (<Od*l 1) 
In «lima M«amali NE 1 Ftamtmotk 4 0 Ckeri 
In «Hata Reboot VaWyot 


I Irmaia ~~1 [ Aiwil ~) 



^ È tutto automatico 

Dal Win DVD-Rom scarichiamo l’archivio 
compresso di Nero MediaHome 2015 e 
scompattiamolo in una qualsiasi cartella dell’hard 
disk (ad esempio, sul Desktop). Quindi clicchiamo 
due volte sul file Nero MediaHome_16.exe per 
avviare l’installazione. 


^ Tutto quel che serve 

Essendo un software che svolge diverse fun¬ 
zioni, ci verrà richiesto di installare anche 
alcuni componenti aggiuntivi e per farlo avremo biso¬ 
gno della connessione a Internet attiva. Procedia¬ 
mo quindi con la normale installazione del software 
seguendo le istruzioni a video. 


^ Siamo pronti a divertirci 

Ultimata l’installazione del software, il compu¬ 
ter viene trasformato in un multimedia center, 
con possibilità di creare e riprodurre presentazioni ed 
effettuare lo streaming dei contenuti direttamente su 
Smart TV, smartphone e tablet. Avviamo quindi l’app 
Nero MediaHome 2015. 


ECCO COME SI PRESENTA L'INTERFACCIA PRINCIPALE DEL SOFTWARE 

Nero Media Home mette a disposizione numerose funzioni facilmente richiamabili dalla home. Ecco cosa permette di fare. 


nero 1 /lediaHome 





Mi Market Azxrvfc - Opzioni r,L*ti - 

| Ricerca Foto e video | 

v Deperitivi o° Timeline 

Volti 

Posizioni 

Trova 


Q * -J m ■ ■ -u-oe® 


Q A0001 utente 


• Giorno Mese 


v Foto e video 

Tutte le foto e i vide» IO) 

H Contras segnati (0) 

•jf Votoli 

D Ag9>unti a recente (01 

Q Modificati di rrreetr (0} 

□ 

v Musica 


Tutti 1 brani (0) 

| Conv«ssegnati (0) 

avoeafiffl 

( Aggiunti d recente (0) 

V Riprodotti di recente (Ot 

E1 

v Presentazioni 


Tutte le presentazioni (1) 

la fatate zoi4 

o 

v Prodotti fotografici 


lutti 1 prodotti fotografiti ( 0 ) 

v Archiviazione online 

® Nero SarHfUp 

E3 


F 


Informazioni file multi mediali 

Nessun elemento selezionate 


Nessun file multimediale trovato 


5^ Crean. 


a 


1 Altre funzionalità 


VOCI 


a DISPOSITIVI 

Da questo tab è 
possibile gestire lo 
streaming sui dispositivi 
mobili connessi tramite 
rete Wi-Fi 

E3 FOTO E VIDEO 

Spazio dedicato alla 
catalogazione di foto 


e video. È possibile 
aggiungere tag, 
voti ed effettuare il 
riconoscimento facciale 

O MUSICA 

Possiamo riprodurre, 
aggiungere ed eliminare 
i brani preferiti, oppure 
creare e riprodurre 


playlist anche su 
dispositivi mobile 
Android e iOS 

E9 PRESENTAZIONI 

È possibile creare 
presentazioni 
personalizzate con 
effetti speciali e musica 
di sottofondo, scegliendo 


lo stile grafico tra 
numerosi modelli pronti 
all'uso 

E1 ARCHIVIAZIONE 
ONLINE 

Con nero BackltUp 
possiamo salvare tutti 
i file multimediali 
direttamente nello 


spazio cloud a noi 
riservato 

Q ORGANIZZA 
MINIATURE 

È possibile scegliere 
come visualizzare 
il nostro archivio 
multimediale, filtrare 
gli elenchi e cambiare 


le modalità di 
visualizzazioni 

B IMPORTA 

Permette di aggiungere 
file e cartelle alla 
nostra raccolta di file 
multimediali 

► 


Speciali Win Magazine 65 


































O Home Cinema 


Faldate I Nero 2015 MediaHome 


sformare qualsiasi computer in un per¬ 
fetto ed evoluto Media Center. 

Un mondo ricco di 
intrattenimento 

La suite Nero MediaHome è un catalogo 
multimediale che ci permette di racco¬ 
gliere in un’unica schermata, e quindi di 
ordinare, le foto salvate sul nostro com¬ 
puter o addirittura nei dispositivi porta¬ 
tili come smartphone e tablet (con l’app 
apposita Nero MediaHome WiFi Sync). Le 
foto possono essere catalogate con vari 
criteri e taggate con un posizionamento 
geografico (geotag), per tenere traccia 
della posizione in cui sono state scattate 
(ad esempio nel nostro ultimo viaggio alla 
Maldive o a Santo Domingo). Ma possono 
essere taggati anche i volti delle persone 
che compaiono nelle immagini, in mo¬ 
do da poter effettuare ricerche pulite e 
precise, permettendoci di selezionare in 
automatico tutte le foto di nostro figlio 
o del nostro partner. La ricerca dei volti 
avviene in maniera automatica: è il sof¬ 
tware che si occupa di individuarli nelle 
foto seguendo le nostre segnalazioni e a 
noi spetterà soltanto il compito di con¬ 
fermare la scelta. Le immagini possono 
inoltre essere catalogate per punteggio, 
in modo da dividere quelle "speciali" o 
semplicemente quelle da post produrre: 
si perché Nero MediaHome 2015 integra 
al suo interno anche un utilissimo sof¬ 
tware di foto editing che ci permette di 
modificare in maniera rapida e semplice 


i nostri scatti digitali. Riduzione occhi 
rossi, luminosità, contrasto: modificare 
questi parametri sarà davvero semplice e 
veloce. Possiamo ritagliare, ridimensiona¬ 
re o addirittura applicare effetti speciali 
a tutte le nostre foto, senza più ricorrere 
a pesanti software di fotoritocco esterni, 
come Adobe Photoshop o Corel Paint Shop. 

Con Media Home puoi 
gestire non solo foto 

Il software cataloga e gestisce anche altri 
tipi di file multimediali, come musica e 
video, dando la possibilità di creare play¬ 
list riproducibili anche sugli smartphone 
dotati di sistema operativo iOS e Android. 
Grazie all'integrazione con le due app 
esterne appositamente sviluppate, Nero 
MediaHome è in grado di effettuare lo stre¬ 
aming in tempo reale dei file multimediali 
dallo smartphone al computer e viceversa. 
Potremo quindi avviare la riproduzio¬ 
ne del video che abbiamo scaricato e 
salvato sul computer del salotto, diret¬ 
tamente dal nostro smartphone, men¬ 
tre siamo comodamente seduti sul di¬ 
vano o ci troviamonel giardino di casa. 
Il tutto è possibile in maniera davvero 
semplice ed istantanea se ci troviamo sotto 
copertura Wireless. Ma vediamo insieme 
tutte le funzionalità messe a disposizione 
da questa nuova versione di Nero Media¬ 
Home partendo dalla creazioni di splen¬ 
didi fotoalbum digitali completi di titoli, 
effetti speciali e colonna sonora. Ecco la 
nostra guida passo passo. 


PRESENTAZIONI D'AUTORE: 

Dalla scelta del template all'applicazione di effetti e 


nero MediaHome 


Torna a Ricerca Presentazioni Prese 



o 

Aggiungi 

elementi 



n 



Aggiungi elementi O 


Personalizza presentazione 


Temi 


Titoli 


Musica e durata 


Tema corrente: 




ili Foto e video dal PC al cellulare 

Ecco come creare presentazioni personalizzate delle nostre foto e dei video con tanto di effetti speciali, 
musica di sottofondo e transazioni. Al termine, potremo riprodurle direttamente su Smart TV, smartphone e tablet. 



^ Una sezione dedicata 

Da Presentazioni dicchiamo su Presentazio¬ 
ne e quindi su Tutte le presentazioni. Le slide 
possono contenere ogni tipo di file multimediale: audio 
video o immagini. 



Le mie presentazioni 

Al primo avvio della suite MediaHome non 
abbiamo ovviamente alcuna presentazione in 
elenco: cucchiamo sulla voce Crea nuovo per dare 
vita ad un nostro progetto. 



^ Diamole un nome 

Supponiamo di voler creare un album con le 
foto più belle delle vacanze appena trascorse. 
Quindi scegliamo un nome idoneo e procediamo cuc¬ 
cando sul pulsante 0K. 


66 Win Magazine Speciali 


































































Nero 2015 MediaHome | Fai da te 


Home Cinema 


CON MEDIA HOME LI CREI FACILMENTE IN POCHI CLIC! 

colonna sonora. Ecco le funzioni principali messe a disposizione dal programma. 


UÈ Market Accedi ~ Opzioni Guida ^ 


ntazione - Presentazione 1 


EB AGGIUNGI ELEMENTI 

È possibile aggiungere con un clic foto e video 
alla nostra presentazione 


Q PERSONALIZZA PRESENTAZIONE 

Possiamo gestire i template della presentazione, 
aggiungere e modificare i titoli di testa e di coda 
e una musica di sottofondo 


E3 TEMA CORRENTE 

Possiamo tenere sempre d’occhio l’anteprima 
del template che abbiamo selezionato 
per la presentazione 


La presentazione è vuota. 


© 

Aggiungi 

elementi 


E1 MODIFICA FOTO 

Un semplice editor che permette di modificare 
i parametri fondamentali come: ritaglio, occhi rossi, 
colore ed esposizione 


B FOGLIO DI LAVORO 

È possibile gestire ogni singola slide, che sia 
un video o una foto. Per ognuna verranno abilitate 
le funzioni opportune 


13 CONDIVIDI VIA 

Possiamo decidere di inviare la presentazione 
al tablet o allo smartphone, direttamente 
in streaming tramite Wi-Fi 


B MASTERIZZA 

Possiamo tenere sempre d’occhio l’anteprima 
del template che abbiamo selezionato 
per la presentazione 



Q 


n q 


Condividi via 

^ Altre funzionalità 

ca 

a 6 A 



E3 ANNULLA 0 RIPETI 

Se sbagliamo qualcosa nella creazione 

della presentazione possiamo annullare o ripetere 

le operazioni eseguite 



^ Elementi di contorno 

La presentazione appena creata non con¬ 
tiene elementi: cucchiamo Aggiungi ele¬ 
menti in alto e tramite Nero Media Browser sfo¬ 
gliamo il nostro catalogo di video e foto, fino a 
trovare i file di che vogliamo includere. Selezio¬ 
niamoli e cucchiamo Aggiungi. 


^ Uno stile su misura 

Cucchiamo sul pulsante Temi nel menu a 
sinistra: nella schermata che appare sare¬ 
mo in grado di gestire alcuni aspetti fondamentali 
per la nostra presentazione, come il Tema, il Titolo 
ed eventualmente la musica di sottofondo. Possia¬ 
mo anche regolare la durata delle slide. 


^ Modifichiamo le nostre foto 

Se necessario, avviamo l’editor delle imma¬ 
gini per effettuare semplici ritocchi, applicare 
effetti o ridurre il fastidioso effetto occhi rossi. È pos¬ 
sibile anche taggare i volti presenti nelle foto. La pre¬ 
sentazione viene salvata in automatico ad ogni modi¬ 
fica che apportiamo. 


Speciali Win Magazine 67 





































C Home Cinema 


Fai da te | Nero 2015 MediaHome 


Bruciamo il nostro primo disco 

Grazie agli strumenti integrati in Nero 2015 MediaHome possiamo masterizzare direttamente i video e le foto 
archiviati nella memoria dello smartphone o del tablet. Scopriamo come sfruttare al meglio questa opzione. 




NOVITÀ 

■ supporr toc SO cards 
- hxed crash for special devices where pr 
oceured when (he device w» connected 
PC vi» USB wtiile usine Nero AlrBum 


Installiamo 

prima 

AirBurn... 

Dallo smartphone andia¬ 
mo sul Play Sto re 
(Android) o sull 'Apple- 
Store (iOS), scarichiamo 
e installiamo l’app gratui¬ 
ta AirBurn. Lo smartpho¬ 
ne deve essere connes¬ 
so alla stessa rete Wi-Fi 
del PC affinché il pro¬ 
cesso di masterizzazione 
venga avviato e ultimato 
correttamente. 



^ ... e poi Nero Burnina Rom 

Spostiamoci sul computer e, dal Win 
DVD-Rom, scarichiamo NeroBurning. 
zip. Scompattiamolo ed eseguiamo il file EXE 
contenuto al suo interno per installare Nero Bur- 
ning ROM. 


^ Cosa masterizzare? 

Dallo smartphone avviamo ZI/rSz/r/7. CI lochia¬ 
mo sul pulsante + e andiamo a sfogliare la 
memoria del dispositivo fino a trovare i file multime¬ 
diali desiderati. Selezioniamoli cliccando sul quadrati¬ 
no di fianco ad essi. 


Scegliamo 

il tipo di 

disco 

Con Nero AirBurn siamo 
in grado di masterizza¬ 
re su qualsiasi suppor¬ 
to ottico: non dobbiamo 
quindi preoccuparci della 
capienza del disco. Gio¬ 
chiamo sulla barra delle 
dimensioni posta in bas¬ 
so e scegliamo il tipo di 
disco idoneo alle dimen¬ 
sioni della nostra compi¬ 
lation. 


( Qg Impostazioni 

v Avviamo 

nOVO Airfiwm 

SELEZIONA FORMATO DISCO 

la fase di 

copia 

aj|j IMG_20140905_22534< 

CD (701 MB) 

Finito di selezionare tut¬ 
ti i file necessari, non ci 
resta che awiare il pro¬ 

VID.20141008.17065J 

DVD (4.7 GB) 

IMG_20141008_11503‘ 

DVD9 (8.5 GB) 

cesso di masterizzazio¬ 
ne del disco: per farlo 

|i IMG_20140810_15340 

Blu-ray (25 GB) 

clicchiamo Masterizza 


Blu-ray DL (50 GB) 

Ora , posizionato sulla 
parte bassa dello scher¬ 


REIMPOSTA CONNESSIONE 

mo, quindi scegliamo il 


Reset 

Rimuovere la connessione salvata e 
consentire a Nero Airburn cfc stabilire 

PC col masterizzatore 
e attendiamo il trasferi¬ 
mento dei file. 


nuova connessione con Nero Btirninj 

•t FiKvtu.sve :cp 70iM6 


9 Sele»one flel disco - tUOf 1] 

F»* Modf«« VHuUiat MwttritMmxr &»• fWwilr» ~utO 

nucvc - :;j i ©, 



^ Adesso si masterizza! 

Affinché la copia avvenga correttamente, 
smartphone e PC devono essere connessi 
alla stessa rete e il PC deve essere acceso, con Nero 
avviato. Inseriamo il disco vuoto quando richiesto ed 
attendiamo la fine del processo di scrittura del disco. 


LE FUNZIONI PIÙ UTILI PER MASTERIZZARE DALLO SMARTPHONE 


Una caratteristica interessante di Nero AirBurn è quella che 
permette di aggiungere i file alla compilation direttamente 
da qualsiasi applicazioni esterna. Se stiamo sfogliando 
la Calleria e troviamo una foto che ci piace, ci basterà 
selezionarla, tappare su Condividi con e scegliere Nero 
AirBurn-, in questo modo il file verrà automaticamente 
aggiunto ad una nuova compilation. Tra le altre opzioni 
messe a disposizione di AirBurn, c'è la possibilità di ricevere 
una notifica ogni qual volta un processo di scrittura viene 
ultimato. Nero AirBurn, è anche in grado di riformattare i 
dischi riscrivibili direttamente dallo smartphone. Per mi¬ 
gliorare la velocità di trasferimento dei file tra dispositivo 
mobile e computer, è possibile creare una rete Wi-Fi ad 
hoc, al quale connettere entrambi i dispositivi, tenendoli 
ovviamente a breve distanza l'uno dall'altro. 






































































Nero 2015 MediaHome | Fai da te 


Home Cinema 


IL PC TRASMETTE FOTO, VIDEO E MUSICA SULLO SMARTPHONE 


Tra le varie funzioni mes¬ 
se a disposizione dal sof¬ 
tware, vi è anche quella 
che permette di effettua¬ 
re trasferimenti di foto, 
musica e video tra PC e 
dispositivi Android o iOS, 
direttamente in modali¬ 
tà "drag and drop". I file 
trasferiti verranno con¬ 
vertiti automaticamente 
nel formato più idoneo 
al dispositivo di destina¬ 


zione. Possiamo anche 
sincronizzare le playlist 
di iTunes sui dispositivi 
Android. Ma c'è dell'al¬ 
tro: Nero, infatti, mette a 
disposizione anche una 
terza app, Nero Media¬ 
Home Receiver App, che 
permette di effettuare lo 
streaming Wi-Fi, dal PC 
direttamente sui dispo¬ 
sitivi mobili: potremo 
eseguire lo streaming 


di foto, video, playlist 
o presentazioni che si 
trovano nel PC su tablet 
o telefono. Per farlo, ba¬ 
sterà scaricare l'app e 
cliccare su Riproduci in 
nella selezione dei di¬ 
spositivi, quindi selezio¬ 
nare il proprio tablet o 
smartphone e scegliere 
il video, la foto, la pre¬ 
sentazione o la playlist 
in Nero MediaHome. 



19 Lo streaming perde i fili 

Vediamo adesso come utilizzare l’applicazione Nero MediaHome WiFi Sync per visualizzare su qualsiasi altro 
dispositivo la musica, i video e le foto archiviati nella memoria dello smartphone. 



i Installia¬ 
mo l’app 

Dallo smartpho¬ 
ne andiamo sul PlaySto- 
re (Android) o sulMp- 
pleStore (iOS), quindi 
scarichiamo e installia¬ 
mo l’app gratuita Nero 
MediaHome WiFi Sync 
sviluppata da Nero AG. 
Lo smartphone deve 
essere connesso alla 
stessa rete Wi-Fi del 
PC per poter riprodurre 
i contenuti In streaming. 



i Sincroniz¬ 
zazione in 
corso 

Dallo smartphone avvia¬ 
mo l’app appena instal¬ 
lata. Il suo utilizzo è 
estremamente semplice: 
dobbiamo solo cliccare 
sull'unico tasto presente 
nella schermata. Appena 
effettuiamo lo switch da 
Off ad 0n, l'app inizierà 
a sincronizzare i file tra 
il nostro smartphone e il 
computer. 



^ Scegliamo il dispositivo 

Dal PC apriamo MediaHome: selezioniamo 
il nostro smartphone da Dispositivi, per le 
nostre prove abbiamo utilizzato un OnePlus One che 
comparirà con il codice device A0001. 



^ Sfogliamo tutti i file 

Dopo la scansione della memoria del dispositivo, verranno visualizzate le 
anteprime dei file multimediali: dall'elenco mostrato selezioniamo i file 
da riprodurre. Possiamo selezionarne solo alcuni o creare vere e proprie playlist. 
Da notare che i file sono divisi per categoria. 


^ Godiamoci lo spettacolo 

Non ci resta che metterci comodi e avviare la riproduzione dei contenuti 
multimediali, avendo il controllo completo del player grazie agli appositi 
comandi. Ovviamente la qualità dello streaming dipende fortemente dalla distan¬ 
za dei due dispostivi dal modem/router di casa. 


Speciali Win Magazine 69 















































C Home Cinema 


Fai da te | Digitalizza i tuoi ricordi 


Da VHS a DVD 
in pochi clic! 


Ecco come usare il PC per digitalizzare i filmati delle 
vecchie videocassette e masterizzarli su DVD Video 


Cosa ci 
occorre 


FACILE 


DIGITALIZZATORE VIDEO 

MAGIX 
SOS VIDEO 
CASSETTE! 


Quanto costa: € 99,oo 
Sito Internet: 

www.magix.com 



“M 


a quanto tempo ci vuole per 
riuscire a guardare questo film 
dall’inizio? Aspetta un minuto, 
si deve prima riavvolgere tutto il nastro!". 
Ogni amante (e non) delle videocassette ri¬ 
corda benissimo scambi di battute del genere 
in famiglia quando ci si metteva tutti quanti 
seduti comodi sul divano ad aspettare di 
vedere un video in VHS. Oggigiorno è tutto 
diverso: per vedere un film basta inserire un 
disco nel lettore DVD e avviarne quasi istan¬ 
taneamente la riproduzione con la pressione 
di un solo tasto del telecomando. Questo è 
anche il bello dell'evoluzione tecnologica, 


che ci ha permesso di rendere digitali i no¬ 
stri ricordi e salvarli su supporti ottici, me¬ 
no soggetti a usura rispetto ai vecchi nastri 
magnetici. Basti pensare che oggi possiamo 
vedere e rivedere decine di volte un qualsiasi 
filmato su DVD o Blu-ray con una qualità 
costante, che cioè non si deteriora ogni volta 
che lo riproduciamo. 

Mettere in salvo le videocassette 

La stessa cosa non vale per le registrazioni 
fatte su nastro VHS. E se volessimo digita¬ 
lizzare tutte le vecchie videocassette per poi 
poterne salvare il contenuto su hard disk o 


DVD e rivederlo quando vogliamo? Per fare 
questo ci viene in aiuto il software Magix SOS 
Videocassette! che permette di trasferire su 
PC prima, ed eventualmente su supporto ot¬ 
tico dopo, il contenuto di una videocassetta 
VHS semplicemente collegando un vecchio 
videoregistratore al dispositivo USB incluso 
in bundle. La qualità del risultato finale dipen¬ 
derà ovviamente dallo stato di conservazione 
del nastro oltre che da come è stato registra¬ 
to il filmato sulla cassetta, ma quantomeno 
potremo mettere al sicuro i ricordi più cari. 
Vediamo subito come effettuare la procedura 
di conversione in pochi clic. 


Videorecorder digitale nel PC 

Come prima cosa, utilizzando il CD a corredo di Magix SOS Videocassette! dobbiamo installare il software per 
acquisire e gestire le registrazioni delle videocassette e il driver dell’adattatore. 





^ Inseriamo il CD del software 

Inseriamo nel lettore del computer il CD 
che troviamo nella confezione di Magix 
ed avviamolo. Quando compare la schermata di 
benvenuto, clicchiamo su Video easy SOS Vide¬ 
ocassette 6 per eseguire l’Installazione del sof¬ 
tware e del driver dell’adattatore USB. 


^ La procedura di setuo 

Giunti alla successiva schermata, cuc¬ 
chiamo sempre Avanti, accettiamo quin¬ 
di i termini di servizio e clicchiamo su Installa 
per terminare la procedura guidata. Attendiamo 
affinché tutti i dati vengano copiati, ci vorrà qual¬ 
che minuto. 


^ Pronti all'acquisizione! 

Completata l’installazione inizierà quella 
del driver dell’adattatore USB. Basta clic¬ 
care su Nexte poi su Instali. Il processo impie¬ 
gherà una manciata di secondi ed è indispensa¬ 
bile per il corretto riconoscimento del dispositivo 
dal software Magix SOS Videocassette. 


70 Win Magazine Speciali 





























Digitalizza i tuoi ricordi | Fai da te 


Home Cinema 




Pronti per acquisire 


le VHS 


Colleghiamo adesso al computer l’adattatore e poi a quest’ultimo il videoregistratore tramite i cavi RCA 
in dotazione. Fatto ciò, digitalizzare i filmati delle videocassette sarà un gioco da ragazzi! 



^ Prima le connessioni 

Una volta installati i software, colleghiamo i 
dispositivi tra di loro. Inseriamo in una por¬ 
ta USB del nostro computer l'adattatore di Magix 
e a quest'ultimo il cavo in dotazione, che serve a 
collegarlo ad un videoregistratore tramite la pre¬ 
sa scart. 


^ Creiamo un nuovo progetto 

Avviamo MAGIX Video easy SOS Video- 
cassette 6, scegliamo di creare un nuovo 
progetto e assegniamogli un nome, ad esempio 
Vacanze. Andiamo avanti e selezioniamo dal menu 
a tendina l’adattatore Magix che fa da tramite tra il 
PC e il videoregistratore. 


^ Importiamo il filmato sul PC 

Andando avanti comparirà la schermata in 
cui visualizzeremo il contenuto della cas¬ 
setta. Premiamo Play sul videoregistratore e, non 
appena vediamo le immagini sul monitor, clicchia- 
mo su Trasferisci video sul computer. Alla fine del 
video stoppiamo la registrazione! 


Speciali Win Magazine 71 





































C Home Cinema 


Hardware | TV: connessioni Audio/Video | 


Collega tutto al tuo 

I nuovi televisori mettono a disposizione una moltitudine di connessioni, 
dispositivo audio/video senza problemi 


ANTENNA 



Tramite un cavo coassiale U l’antenna viene collegata all’apposito 
connettore B, posto sul retro del televisore; la ricezione dei segnali 
digitali viene garantita da un decoder integrato. Se il nostro televisore è 
sprovvisto di decoder DTT dobbiamo acquistarne uno esterno. In 

commercio si trovano dei modelli economici (20 euro 

collegano direttamente alla presa scart del 
televisore. 


circa) che 


PRESA SCART 

Per videoregistratori e lettori DVD 
meno recenti, la connessione 
migliore verso un TV è la classica 
presa Scart 13. Tale cavo 
trasmette in contemporanea il 
segnale audio e quello video, 
semplificando il cablaggio. Per ottenere una qualità video accettabile in 
fase di riproduzione, dal menu di Setup del televisore dobbiamo impostare 
correttamente il dispositivo di riproduzione. 

La massima qualità si ottiene, ad esempio, da 
lettori DVD impostati su RGB. Se non è possibile 
emettere un segnale RGB in uscita, o se il TV non 
dispone d'ingresso Scart con supporto RGB, se 
possibile selezioniamo la voce S-Video. La terza 
alternativa, Video Composito, fornisce una qualità 
mediocre. 

V_ J 




USCITE AUDIO 

Vogliamo riprodurre l’audio del TV tramite sistema stereo o impianto 
home cinema? In questo caso, colleghiamo un’uscita audio del TV con un 
ingresso audio libero del sistema Hi-Fi. L’uscita RCA O fornisce l’audio 
stereo (usato ad esempio sui programmi trasmessi in analogico, oppure in 
digitale terrestre). Le emittenti via satellite 
(DVB-S) trasmettono molti programmi 
con audio multicanale (Dolby Digital 
5.1). Quest’ultimo dev’essere trasmesso 
attraverso un cavo digitale, dall'uscita del 
TV B (o ricevitore TV) all’home theater. In 
base alla connessione presente sul TV, sarà 
necessario disporre di un cavo coassiale 
B o di uno digitale ottico EIE}. 



INGRESSO COMPONENT 

Se tutti gli ingressi Scart (in genere due o tre) del televisore risultano 
occupati, per collegare un lettore DVD è possibile deviare sull’interfaccia 
analogica Component (YUV) ED. In questo caso, il segnale video viene 

inoltrato da una terna di cavi. La qualità video 
è di livello simile a quella fornita dall’ingresso 
RGB su Scart. Per trasmettere l’audio, sul 
televisore si trova un ingresso aggiuntivo 
ES tramite RCA, colleghiamo quest’ultimo 
all'uscita audio del dispositivo di riproduzione 
(in questo esempio, il lettore DVD). 




COMPONENT IN 


(3»/-*S lQV'-’Q/S 


• 0 /-£) 


INGRESSO DIGITALE AUDIO/VIDEO 

Le sorgenti video HD di ultima generazione offrono la 
massima qualità audiovisiva se collegati a TV tramite 
l’interfaccia digitale HDMI EBTra questi dispositivi 
rientrano lettori Blu-ray, ricevitori HDTV, console per 
videogiochi e camcorder in HD. Per il cablaggio, è 
sufficiente un cavo HDMI per ciascun dispositivo 
(circa 10 euro), in quanto trasmette sia l’audio, sia il 
video. I più recenti TV e riproduttori HDMI dovrebbero 
comunicare in modo del tutto automatico: affinché 
questo avvenga, nel menu di tutte le unità interessate 
va attivato il controllo CEC (la denominazione cambia a seconda dei produttori ES). Questo tipo di 
controllo, però, non è del tutto affidabile. Se i dispositivi non gestiscono il controllo CEC, conviene 
interfacciare manualmente i dispositivi HDMI. Nel menu del dispositivo di riproduzione, per la 

risoluzione scegliamo il valore più alto supportato dal TV, 
ad esempio 1080L In alcuni casi, con un’impostazione non 
elevata l’immagine risulta essere un po’ migliore: facciamo 
qualche prova. Con un’impostazione scorretta (ad esempio 
1080p o 576i), è possibile che lo schermo resti nero. In tal 
caso, colleghiamo al TV il lettore DVD tramite Scart, in modo 
da visualizzare il menu e modificare le impostazioni. 




Se il TV dispone di pochi ingressi HDMI, con 
l'Hama A210 (circa 59,90 euro) possiamo collegare 
due dispositivi a un solo ingresso HDMI. 


72 Win Magazine Speciali 















































TV: connessioni Audio/Video | Hardware 


Home Cinema 


nuovo SmarfTV 

Grazie ai consigli dei nostri tecnici riuscirai a collegare qualsiasi 



DMPORT 


DIGITAL 
AUDIO OUT 

(OPTICAL) 


MANUFACTURED UNDER LICENSE 
FROM DOLBY LABORATORIES. 
DOLBY AND THE DOUBLE-D 
SYMBOLARE TRADEMARKS OF 
DOLBY LABORATORIES. 









!‘U 

1 ■ ■ ■ «E 




■1 ■ 



♦ «rn 

Hi ■ 




I I 






r 


INGRESSO PER COMPUTER 

Alla porta VGA GEI possiamo collegare II PC. 
Prima di procedere, però, consultiamo il 
manuale d’istruzioni del televisore per sapere 
quali sono le risoluzioni effettivamente 
riproducibili dall’ingresso del TV. Impostiamo 
di conseguenza la scheda grafica del nostro 
computer. Per riprodurre l’audio, colleghiamo 
un’uscita audio del computer all'Ingresso 
audio corrispondente SÈI del televisore. 

V__ ) 



PORTA ETHERNET 

Tramite questa porta GQ è possibile 
collegare al TV un router. A seconda del 
modello di televisore, possiamo riprodurre 
film, foto e musica da un PC a sua 
volta connesso al router. Selezioniamo 
i file corrispondenti su TV tramite il 
suo telecomando. Per accedere ai dati, 
installiamo un software UPnP, compreso 
in Windows Media Player. Importante: 
impostiamo il router sull’assegnazione 
automatica dell’indirizzo (DHCP). 


WISEUNK p«> 





PORTA USB 

Le foto si visualizzano alla massima qualità tramite porta 
USB EEJ Per compiere questa operazione, al PC copiamo 
le immagini su una chiavetta di memoria: inseriamo 
le pendrive nella porta USB. Se non disponiamo di un 
computer, alla maggior parte dei televisori possiamo 
collegare un lettore di memory card ^3 (circa 10,00 
euro) nel quale inserire direttamente la scheda di 
memoria contenente le foto. 

V___/ 



INGRESSO VIDEO LATERALE 

Tramite l'ingresso video laterale, è possibile collegare ad esempio 
una fotocamera o camcorder usando i cavi adattatori (quasi sempre 
in dotazione). I cavi video con connettore RCA GEI (forniscono 
all’ingresso video Composito W3 una qualità di visione limitata. 
Migliore sarà la qualità fornita dal cavo S-Video SO Se vogliamo 
riprodurre sul televisore anche l’audio della videocamera, colleghiamo 
anche i cavi audio (connettore bianco e rosso) al TV 



INGRESSO DIGITALE DI LATO 



Per collegare sorgenti HD “volanti”, è 
utile la presenza di un ingresso HDMI GEI 
laterale. Se necessario, tramite un cavo 
HDMI (a partire da 10,00 euro) 

possiamo collegare la nostra 
videocamera HD o la 
console di gioco. 
Attraverso il cavo 
HDMI, i segnali 
audio e video 
vengono inoltrati 
al televisore alla 
massima qualità video. 




Speciali Win Magazine 73 
















































































O Home Cinema 


Fai da te I TV4ko Full HD 3D? 


TV 4k o Full HD 3D? 

James Bond può riuscire a salvare il mondo, ma purtroppo non è 
in grado di aiutarvi nell’acquisto di un televisore. La soluzione ve 
la forniamo noi con questo ampio test comparativo sui televisori. 



L a maggior parte degli individui trascorre 
così tanto tempo davanti al televisore, 
quanto James Bond con la sua fida Walther 
PKK. Va da sé che con la televisione non si deve 
decidere tra la vita e la morte come con l'arma 
di un agente segreto, bensì solo sulla qualità 
del programma serale. Affinché possiate sce¬ 
gliere il televisore più idoneo, Win Magazine 
ha testato gli attuali dispositivi più interessanti. 
Vi garantiamo che, in questa comparativa, 


potrete trovare sia le occasioni da 400 Euro 
che i modelli di lusso XXL. Una caratteristica 
importante nella scelta del televisore sono le 
dimensioni dello schermo. Quanto più grande 
sarà l’immagine, tanto più immerso nel pro¬ 
gramma verrà a trovarsi lo spettatore, sia che 
si tratti di una partita di calcio o di un film. 

Extra funzioni smart online 

Purché lo spazio disponibile lo consenta, la 


diagonale ideale dello schermo per la maggior 
parte dei salotti, va da 1 a 1,20 metri (39 - 48 
pollici). Queste misure richiedono solitamen¬ 
te che la TV sia posizionata a una distanza da 
due a tre metri dagli spettatori. I televisori più 
interessanti di queste dimensioni costano 
tra i 750 e i 1000 Euro (vedi sotto) e offrono 
una straordinaria dotazione, che include 
numerose porte di connessione e la visione 
in 3D. La possibilità di accedere a Internet 


TUTTOFARE PER APPASSIONATI DI FILM 








PANASONIC 

TX-47ASW754 

PREZZO: 844 EURO 

MIGLIORE CONNESSIONE ONLINE 

Il Panasonic vanta un doppio sintoniz¬ 
zatore TV per trasmissioni via cavo, 
satellite o attraverso l’antenna. Oltre 
al programma visualizzato sullo 
schermo, sarà possibile inviarne un 
altro via WLAN sul tablet, ricevere in 
streaming altre trasmissioni TV o me¬ 
morizzarlo su un disco USB. Malgra¬ 
do la moltitudine di funzioni, l’usabilità 
è estremamente semplice. Oltre a tut¬ 
to questo, le immagini appaiono natu¬ 
rali e ben definite. 

Connessioni: includono 3 x HDMI, 3 x USB, LAN, WLAN For¬ 
mati multimediali: tutti i più importanti Ricezione TV: 2 por¬ 
te x la ricezione via cavo, satellite e antenna. Altre dimensio¬ 
ni: 107 cm,TX-42ASW754 (854 Euro) www.panasonic.it 


SAMSUNG 

UE48H6600 

PREZZO: 699 EURO 

SPECIALISTA NELLA MEMORIZZAZIONE 

Analogamente al Panasonic (a sini¬ 
stra), anche questo dispositivo è dota¬ 
to di un doppio sintonizzatore con 
identiche funzioni e la consueta limita¬ 
zione, che non permette di memoriz¬ 
zare i programmi criptati o la visione 
in streaming. Per il resto, il Samsung 
vanta le caratteristiche tipiche della 
sesta serie: immagine estremamente 
nitida, una ricca dotazione e una stra¬ 
ordinaria scelta di App. 

Connessioni: includono 4 x HDMI, 3 x USB, LAN, WLA Forma¬ 
ti multimediali: tutti i più importanti Ricezione TV: 2 porte x 
la ricezione via cavo, satellite e antenna. Altre dimensioni: 
102 cm, UE40H6600 (590 Euro) www.samsung.it 


SAMSUNG 

UE48H6470 

PREZZO: 695 EURO 

ACQUISTO INTELLIGENTE 

Questo dispositivo mostra perfetta¬ 
mente perché i televisori di Samsung 
riscuotono tanto successo: la qualità 
dell’immagine è delle migliori, anche 
quando l’angolo di visuale è piuttosto 
limitato. La dotazione quasi completa, 
include numerose porte di connessio¬ 
ne, nonché un'ampia scelta di App. 

Sul mercato non esistono dispositivi 
similari ad un prezzo minore e le sette 
dimensioni di schermo disponibili, lo 
rendono idoneo per tutti gli ambienti. 

Connessioni: includono 4 x HDMI, 3 x USB, LAN, WLAN 
Formati multimediali: tutti i più importanti Ricezione 
TV: via cavo, satellite e antenna. Altre dimensioni: 102 
cm, UE40H6470 (529 Euro) www.samsung.it 


SAMSUNG 

UE48H6410 

PREZZO: 598 EURO 

OniMO PER LA PARETE 

Con la sua cornice bianca, l’H6410 si 
presta ottimamente a essere appeso alla 
parete. Posizionato in altro modo, la par¬ 
te posteriore non presenta un bell’aspet¬ 
to. La tecnologia è identica a quella 
dell’H6470 (vedi a sinistra). Per lo scher¬ 
mo esistono soltanto due dimensioni, da 
80 e 140 centimetri (32 - 55 pollici) e non 
è disponibile un formato XXL. La mag¬ 
giorazione di prezzo rispetto al 6470 è 
ok. 

Connessioni: includono 4 x HDMI, 3 x USB, LAN, WLAN For¬ 
mati multimediali: tutti i più importanti Ricezione TV: via 
cavo, satellite e antenna. Altre dimensioni: 102 cm, 
UE40H6410 (534 Euro) www.samsung.it 


RISULTATO DEL TEST buono 7,72 


RISULTATO DEL TEST buono 7,62 


RISULTATO DEL TEST buono 7,58 


RISULTATO DELTEST bUOItO 7,72 



74 Win Magazine Speciali 






































BREVE DESCRIZIONE 
DEI TERMINI TECNICI 

Qual è il vero significato delle si¬ 
gle riportate sui dépliant dei pro¬ 
duttori? 

■ DVB-T, DVB-C, DVB-S: si tratta di 
abbreviazioni che si riferiscono alla ri¬ 
cezione della TV digitale, attraverso 
l’antenna, via cavo e tramite il satelli¬ 
te. Tutti i televisori testati offrono que¬ 
ste funzioni. 

■ 50 Hz, 100 Hz e oltre: 100 Hertz 
è la frequenza di refresh ottimale per 
potere godere di immagini in movi¬ 
mento molto nitide. Valori superiori a 
400 Hz sono solo valori assurdi, pub¬ 
blicizzati a fini di marketing. 

■ HOMI: connettore digitale per pla¬ 
yer, recorder, console di gioco e altro. 

■ HO ready, Full HD, Ultra-HD: nel 
primo caso, l'immagine presenta una 
risoluzione con almeno 720 linee, per 
il Full HD devono essere 1080 e per 
l’UHD 2160. 


LG 

47LB730V 

PREZZO: 702 EURO 

QUASI UNO SMARTPHONE 

LG punta a semplificare l’usabilità con 
un nuovo sistema operativo. Passare 
dalla TV Live ai video online avviene 
in modo agevole attraverso una barra 
menu, ma talvolta LG si rivela insolita¬ 
mente lento. Ottimi la ricerca vocale e 
il telecomando aggiuntivo comandabi¬ 
le a mezzo gesture, nonché l'immagi¬ 
ne dai colori naturali, con ampio ango¬ 
lo di visuale. 

Connessioni: includono 3 x HDMI, 3 x USB, LAN, 
WLAN Formati multimediali: tutti i più importanti 
Ricezione TV: via cavo, satellite e antenna. Altre di¬ 
mensioni: 107 cm, 42LB730V (629 Euro) www.lg.it 


RISULTATO DELTEST bUOIIO 7,46 


RISULTATO DEL TEST bUOIIO 7,44 


RISULTATO DELTEST buono 7,24 


RISULTATO DELTEST buono 7,72 


PHILIPS 

47PFK7109 

PREZZO: 731 EURO 


BELLU ANCHE SPENTU 

La sottile cornice grigia metallizzata e il 
piedistallo ricercato, magnetizzano lo 
sguardo. Anche la tecnologia Ambilight 
contribuisce a conferire questo look 
raffinato: infatti la parte posteriore del 
televisore viene illuminata con una co¬ 
lorazione, che si intona all’immagine vi¬ 
sualizzata in TV. Il Philips offre colori 
nitidi e naturali, nonché un ampio an¬ 
golo di visuale. La dotazione e la scelta 
di App sono ottime e l'usabilità sempli¬ 
ce. 

Connessioni: includono 4 x HDMI, 2 x USB, LAN, WLAN 
Formati multimediali: tutti i più importanti Ricezione 
TV: via cavo, satellite e antenna. Altre dimensioni: 107 
cm, 42PFK7109 (800 Euro) www.philips.it 


PHILIPS 

48PFK6609 

PREZZO: 753 EURO 

Gincn ni luci 

Anche la sesta serie di Philips offre, 
analogamente alla settima, la tecnolo¬ 
gia Ambilight con due serie di luci a 
LED a destra ed una a sinistra sulla 
parte posteriore. A questo televisore, 
che offre un’ottima connessione Inter¬ 
net, possono essere collegate anche 
altre lampade Philips, per arricchire il 
gioco di luci. Rispetto alla settima serie, 
l’angolo di visuale è decisamente molto 
più stretto. A parte questo, le differenze 
sono minime. 

Connessioni: includono 3 x HDMI, 2 x USB, LAN, WLAN 
Formati multimediali: tutti i più importanti Ricezione 
TV: via cavo, satellite e antenna. Altre dimensioni: 102 
cm, 40PFK6609 (681 Euro) www.philips.it 


SONY 

KDL-50W805B 

PREZZO: 835 EURO 

BELLU E BUUNU 

Se la caratteristica a cui si punta è 
una qualità d'immagine formidabile, il 
Sony non fa una piega. Grazie ai co¬ 
lori naturali, la qualità del display rien¬ 
tra tra le migliori di questa fascia di 
prezzo. L’audio offre pochi toni bassi, 
ma per il resto il suono è gradevole. 
Sony presenta una scelta di App più 
ridotta rispetto alla concorrenza, ma 
l’accesso alle varie videoteche è buo¬ 
no. 

Connessioni: includono 4 x HDMI, 2 x USB, LAN, WLAN 
Formati multimediali: tutti ad eccezione del DivX Rice¬ 
zione TV: via cavo, satellite e antenna. Altre dimensioni: 
140 cm, KDL-55W805B (1022 Euro) www.sony.it 



Speciali Win Magazine 75 












































^- 


O Home Cinema 


Fai da te I TV4ko Full HD 3D? 



L'OPINIONE 
DELLA REDAZIONE 


“Vale la pena scegliere un 
televisore UHD? Basterà una 
semplice occhiata per 
convincere la maggior parte 
degli utenti. Con i televisori di 
formato inferiore ai 50 pollici o 
ad una distanza superiore a 
cinque metri, l’UHD si rivela 
inutile.” 


UHD E 4K: TUTTO DUELLO CHE C'È DA SAPERE 


I film in Ultra-HD richiedono ai televisori molto di più 
della “semplice” risoluzione 4K: 

■ HOMI: i connettori dovrebbero supportare risoluzioni 
da 3840 x 2160 pixel con 60 fps (2160p60). Motivo: lo 
standard 2160p30 tende a essere scattoso con immagini 
veloci in movimento. Attenzione: l’HDMI 2.0 accetta lo 
standard 2160p60, senza però garantirne la riproduzione! 


m 


■ HDCP2.2 : il sistema anticopia per le connessioni 
HDMI è d’obbligo, affinché i lettori esterni possano ge¬ 
stire film in 4K. 

■ H.265/HEVC: formato per il trasferimento dei dati 
usato dalle videoteche online che verrà sfruttato dalle 
emittenti TV per i film in UHD. Se non supportato dal te¬ 
levisore, può essere riprodotto con un lettore esterno. 



consente di scegliere contenuti 
d’intrattenimento appassionan¬ 
ti, quando il programma TV è 
monotono. Si potrà spaziare 
davideosuYouTube, a vecchie 
trasmissioni da mediateche, a 
pellicole cinematografiche e se¬ 
rial offerti da videoteche online. 

TV con prezzi 


pre; 

Ilo? 


da sba 

I modelli più economici, in una 
fascia di prezzo attorno ai 500 


Euro, pur mostrando contenuti 
TV leggermente meno definiti e 
immagini in movimento meno 
nitide, offrono pur sempre una 
qualità d'immagine di tutto 
rispetto. Molti utenti non dan¬ 
no molto peso a una dotazione 
misera, che si traduce in menu 
e App funzionanti via Internet, 
che non si attivano con estrema 
fluidità. Se siete orientati verso 
dispositivi di grandi dimensio¬ 
ni, numerosi candidati al test 


offrono schermi con diagonale 
di 127 o 140 centimetri (50 - 55 
pollici). Fate però attenzione 
che, sui formati maxi, i singoli 
pixel che compongono le im¬ 
magini, tendono a renderle più 
"sgranate”. Un rimedio a questo 
problema sono i televisori Ultra- 
HD, che vantano un numero 
quadruplicato di pixel rispetto 
ai modelli Full-HD più richiesti, 
dove, con identiche dimensioni 
dello schermo, i pixel sono però 


UHD: PER CHI VUOLE IL MASSIMO 



PANASONIC 

TX-58AXW804 

PREZZO: 2279 EURO (147 CM) 

TUTTOFARE 

Offre colori saturi grazie alla niti¬ 
dezza UHD riprodotta anche da 
programmi in HD. La App 4K- 
Channel mostra immagini demo 
con la vera definizione Ultra HD. 
La scelta di videoteche è ampia, 
manca solo Amazon. Attraverso 
la connessione WLAN, trasferi¬ 
sce in streaming trasmissioni te¬ 
levisive a smartphone e tablet. 

Connessioni: includono Displayport, 4 x HDMI 
(fino a 2160p60), 3 x USB Formati multimedia¬ 
li: tutti i più importanti compreso HEVC Ricezio¬ 
ne TV: 2 porte per ricevere via cavo, satellite e 
antenna. Altre dimensioni: 165 cm, TX- 
65AXW804 (4000 Euro) www.panasonic.it 


SONY 

KD-55X8505 

PREZZO: 1431 EURO (140 CM) 

IMMAGINE AL TOP 

Per nitidezza, colori e contrasto, 
si posiziona al vertice, riprodu¬ 
cendo immagini luminose, men¬ 
tre la qualità 3D è un po’ inferio¬ 
re. L’audio è ottima e superiore 
alla media. Sony offre però fun¬ 
zioni multimediali e online un po’ 
imprecise. Consente di accede¬ 
re a videoteche, comprese 
Netflix (se disponibile) e Ama¬ 
zon. 

Connessioni: includono 4 x HDMI (fino a 
2160p60). 3 x USB Formati multimediali: tutti 

1 più importanti compreso HEVC Ricezione TV: 

2 porte per ricevere via cavo, satellite e anten¬ 
na. Altre dimensioni: 165 cm, KD-65X8505 
(2800 Euro) www.sony.it 


SAMSUNG 

UE55HU8590 

PREZZO: 3000 EURO (140 CM) 

MAGNETIZZA GLI SGUARDI 

Mostra le immagini con profon¬ 
dità di campo, che non deriva 
solo dalla curvatura dello scher¬ 
mo, ma da nitidezza, contrasto 
e nero saturo. Tutto questo con¬ 
sente di riprodurre immagini 
HDTV in modo superbo. La do¬ 
tazione, con centralina separata 
per le porte di connessione, sod¬ 
disfa tutte le esigenze. 

Connessioni: includono 4 x HDMI (fino a 
2160p60), 3 x USB Formati multimediali: tutti 

1 più importanti compreso HEVC Ricezione TV: 

2 porte per ricevere via cavo, satellite e anten¬ 
na. Altre dimensioni: 165 cm, UE65HU8590 
(4500 Euro) www.samsung.it 




SAMSUNG 

UE65HU75 

PREZZO: 3500 EURO (165 CM) 

CON SCHERMO PIATTO 

Accanto all’HU8590 si posiziona 
FHU7590 con schermo piatto, 
con un prezzo più conveniente 
di 800 Euro. L'immagine è nitida, 
anche se con colori non così in¬ 
tensi, come offerto da Sony e 
Panasonic. La dotazione, ricca 
di porte di connessione e con 
molteplici possibilità per l’acces¬ 
so a Internet, è ineguagliabile. 

Connessioni: includono 4 x HDMI (fino a 
2160p60), 3 x USB Formati multimediali: tutti i 
più importanti compreso HEVC Ricezione TV: 2 
porte per ricevere via cavo, satellite e antenna. 
Altre dimensioni: 140 cm, UE55HU7590 (2600 
Euro) www.samsung.it 



PHILIPS 

55PUS7809 

PREZZO: 1099 EURO (140 CM) 

ECONOMICO 

Presenta un prezzo conveniente 
ed è corredato di tutte le funzioni 
principali. La qualità dell’immagi¬ 
ne e dell’audio è al livello dei 
concorrenti più costosi e le pos¬ 
sibilità per l'accesso al Web non 
sono da meno. Attraverso Inter¬ 
net non è però possibile ripro¬ 
durre video 4K e quindi non sup¬ 
porta lo standard HEVC. 

Connessioni: includono 4 x HDMI (fino a 
2160p60), 3 x USB Formati multimediali: 
tutti i più importanti senza HEVC Ricezione 
TV: via cavo, satellite e antenna. Altre di¬ 
mensioni: 124 cm, 49PUS7809 (1500 Eu¬ 
ro) www.philips.it 


RISULTATO DELTEST buono 8,14 


RISULTATO DEL TEST bUOIto8,02 


RISULTATO DELTEST buono 8,00 


RISULTATO DELTEST buono 7,98 


RISULTATO DELTEST buono 7,96 



76 Win Magazine Speciali 
























































TV4ko Full HD3D? I Fai da te 






un quarto più piccoli. Televiso¬ 
ri, con diagonali a partire da 140 
centimetri, non costituiscono 
alcun problema neppure in am¬ 
bienti di dimensioni normali. 
Già ad una distanza di soli due 
metri, i pixel non sono più rico¬ 
noscibili. 

Film in UHD 
via Internet 

I televisori UHD mostrano na¬ 
turalmente il loro potenziale 
solo con immagini in alta ri¬ 
soluzione. Le foto digitali si vi¬ 
sualizzeranno molto meglio 
sugli schermi da 8 Megapixel 
dei televisori UHD, anziché 
sui dispositivi Full-HD con 
risoluzione da 2 Megapixel. Il 


■CINQUE! 

COFANETTI DI FUM 

■AZIONE! 



Home Cinema 



servizio in streaming Netflix 
(ancora non presente in Italia) 
offre anche serie TV in UHD, 
a cui sarà possibile accedere 
con i televisori 4I< di Samsung, 
Sony e Panasonic attraverso 
un abbonamento da 12 Euro 
al mese. Sono disponibili an¬ 
che videoteche Online come 
Maxdome. Sui televisori UHD 
testati, i film in HD sono stati 
riprodotti in modo così impec¬ 
cabile, che, per gli appassionati 
di cinema, l’investimento si ri¬ 
vela giustificato. 



JAMES BOND 007... 

... Collezione per l’anniversario: più 
agente segreto di così non si può! 
Tutti i 23 film di James Bond, com¬ 
preso “Skyfall”, su Blu-ray. Il cofa¬ 
netto include anche filmati Bonus. 
120 Euro circa 


... Legacy Collec- 
tion: il poliziotto di 
New York John 
McClane (Bruce 
Willis) è alla cac¬ 
cia di terroristi in 
lungo e in largo 
per tutto il pianeta. 
100 Euro circa 


ARMA 

. LETALE... 

... Collection 
1-4... Gli agen¬ 
ti Martin Riggs (Mei Gibson) 
e Roger Murtaugh s’imbe¬ 
stialiscono con trafficanti di 
droga e contrabbandieri di 
esseri umani. 

28 Euro circa 


ROCKY1-6... 

... La saga com¬ 
pleta. Rocky (Syl- 
ver Stallone) con¬ 
tinua a prodursi in 
avvincenti e peri¬ 
colosi combatti¬ 
menti, nonostante 
l’età. 

25 Euro circa 


VERAMENTE CONVENIENTI: 5 TV TOP A BASSO PREZZO 


THE DARK 
KNIGHT... 

...Trilogia- 
Batman 
(Christian Baie) dovrà 
difendere tre volte Got- 
ham City dalla distru¬ 
zione. 

30 Euro circa 






SAMSUNG 

UE48H6270 

PREZZO: 579 EURO (122 CM) 

BATTERLO SARÀ UN IMPRESA 

L'H6270 brilla per il suo eccezio¬ 
nale rapporto qualità/prezzo. La 
qualità dell’immagine e dell'audio 
eguaglia quella dei “fratelli” più 
costosi e la dotazione è identica. 
Samsung ha risparmiato solo 
sulla completezza della fornitura: 
infatti, mancano gli occhiali per il 
3D (15 Euro circa) e anche un 
secondo telecomando con tou- 
chpad per i menu Internet. 

Connessioni: includono 4 x MDMI (fino a 
2160p60), 3 x USB, LAN, WLAN Formati 
multimediali: tutti i più importanti Rice¬ 
zione TV: via cavo, satellite e antenna. 
Altre dimensioni: 102 cm, UE40H6270 
(450 Euro) www.samsung.it 


LG 

42LB670V 

PREZZO: 499 EURO (107 CM) 

RICHIEDE UN PO' RI PAZIENTA 

Il nuovo sistema operativo Web- 
OS di LG semplifica la gestione 
della variegata scelta di App. LG 
comunque non si rivela velocis¬ 
simo e la risposta dei menu ri¬ 
chiede un'attesa di alcuni secon¬ 
di. Chi non utilizza il televisore 
continuamente, potrà godere di 
un dispositivo elegante, con 
buona qualità d’immagine e di 
audio, ad un prezzo onesto. 

Connessioni: includono 3 x HDMI, 3 x 
USB, LAN, WLAN Formati multimediali: 
tutti i più importanti Ricezione TV: via 
cavo, satellite e antenna. Altre dimen¬ 
sioni: 119 cm,47LB670V (900 Euro) 
www.lg.it 


PANASONIC 

TX-39ASW504 

PREZZO: 600 EURO (98 CM) 

VIA SATELLITE OVUNQUE 

Ha la possibilità di accedere ai 
programmi via satellite dalla 
LAN domestica Malgrado il cavo 
coassiale dell'antenna non sia 
disponibile, si potrà ugualmente 
godere di una selezione di pro¬ 
grammi satellitari di qualità. È 
possibile, infatti, accedere an¬ 
che a videoteche online, ma la 
visione di contenuti in 3D, pu- 
troppo, non è consentita. 

Connessioni: includono 2 x HDMI, 1 x 
USB, LAN, WLAN Formati multimediali: 
tutti i più importanti Ricezione TV: via 
cavo, satellite e antenna. Altre dimen¬ 
sioni: 127 cm,TX-50ASW504 (700 Eu¬ 
ro) www.panasonic.it 


SAMSUNG 

UE50H5570 

PREZZO: 549 EURO (127 CM) 

PRATICHE APP 

Grazie alla possibilità di accedere 
ad Internet, si presenta ben equi¬ 
paggiato. Con il suo schermo con 
diagonale di 127 centimetri rientra 
tra i modelli più grandi di questa 
fascia di prezzo. Non supporta il 
3D e anche le App accessibili via 
Internet, sono piuttosto scarse. È 
perfetto per un uso sporadico, vi¬ 
sto che i televisori più veloci della 
sesta serie sono nettamente più 
costosi. 

Connessioni: includono 3 x HDMI, 2 x USB, 
LAN, WLAN Formati multimediali: tutti i più 
importanti Ricezione TV: via cavo, satellite 
e antenna. Altre dimensioni: 102 cm, 
UE40H5570 (450 Euro) www.samsung.it 


SONY 

KDL-40W605B 

PREZZO: 462 EURO (102 CM) 

ASPETTO COSTOSO 

Anche il Sony, con diagonale di 
oltre un metro, consente di acce¬ 
dere via Internet a videoteche e 
servizi per la musica, ma pur¬ 
troppo con una velocità limitata. 
La qualità dell'immagine è co¬ 
munque dignitosa. Grazie alla 
sua cornice, dalla linea essen¬ 
ziale e al piedistallo in metallo, il 
Sony, all’apparenza, può sem¬ 
brare più costoso, di quanto non 
sia in realtà. 

Connessioni: includono 3 x HDMI, 2 x 
USB, LAN, WLAN Formati multimediali: 
tutti i più importanti tranne il DivX Rice¬ 
zione TV: via cavo, satellite e antenna. 
Altre dimensioni: 122 cm, 48W605B 
(670 Euro) www.sony.it 


RISULTATO DEL TEST bUOItO 7,54 


RISULTATO DEL TEST buono 7,32 


RISULTATO DEL TEST bUOItO 7,18 I 


RISULTATO DEL TEST buono 7,96 


RISULTATO DELTEST SOddisf. 6,88 
























































O Home Cinema 


Riflettori su | Videoproiettori 


Videoproiettori: 

guida all'acquisto 

Una comparativa tra i migliori modelli presenti sul mercato: 
per scegliere il più adatto alle tue esigenze e al tuo budget 


N el corso del 2014 sono stati rilasciati dati 
molto positivi riguardo alla vendita di 
TV LCD pronosticando un aumento 
costante di vendite anche nel corso del 2015. 
Questo grazie al raggiungimento di un otti¬ 
mo rapporto qualità/prezzo anche da parte 
di grandi marchi come Samsung e LG che 
garantiscono ottime prestazioni a prezzi mol¬ 
to accessibili. Nonostante questo, esiste una 
nicchia in costante crescita di appassionati 
dell' home theatre che preferisce al normale 
TV LCD l'acquisto di un videoproiettore. 

A differenza di un normale TV LCD, un vi¬ 
deoproiettore, se posizionato in una stanza 
abbastanza grande e ad una distanza idonea 


dalla superfìcie di proiezione, riesce a regalare 
le stesse emozioni di una sala cinematografica. 
Ma quali sono i parametri più importanti da 
tenere in considerazione per l'acquisto di 
un buon videoproiettore adatto alle nostre 
esigenze? Innanzitutto possiamo dividere i 
videoproiettori in due categorie principali, 
quelli che utilizzano la tecnologia LCD, ov¬ 
vero filtrando la luce tramite matrici a cristalli 
liquidi, e i videoproiettori DLP -Digital Light 
Processing-, più costosi e che utilizzano dei 
microspecchi per riflettere l'immagine. Uno 
dei primi parametri da valutare per il no¬ 
stro acquisto è sicuramente la Luminosità, 
espressa generalmente in ANSI Lumen. Ad 


una maggiore luminosità corrisponderanno 
immagini più vivide e colorate anche in un 
ambiente non completamente buio. 

Altri due fattori fondamentali dei quali tenere 
conto sono il rapporto di contrasto e la riso¬ 
luzione. Maggiore sarà il contrasto maggiore 
sarà la qualità delle zone scure dell'immagine 
come ad esempio ombre e profondità dei neri. 
La risoluzione rappresenta invece il vero e 
proprio cuore pulsante della qualità dell'im¬ 
magine e possiamo trovare sul mercato anche 
videoproiettori in grado di raggiungere i 4K. 
Vediamo insieme quali sono i modelli più 
interessanti tra quelli già disponibili sul 
mercato. 


FULL HD E 4K: FATE LA VOSTRA SCELTA! 



EH-TW5200 

Videoproiettore Full HD dall'ottimo rapporto qualità/prezzo. Grazie aH'ottimo 
rapporto di contrasto di 15.000:1 e alla tecnologia Epson 2LCD consente 
di proiettare immagini sia 2D che 3D con un'ottima qualità di resa. La 
luminosità di 2.000 Lumen consente una proiezione ottimale anche in 
ambienti non completamente bui. Tramite la connessione HDMI/MHL è pos¬ 
sibile collegare anche smartphone per la riproduzione di video e immagini. 

Connessioni: Ingresso VGA, RS-232C, Uscita audio mini jack stereo, HDM11.4 (2x), 
Ingresso audio RCA phono (Cinch), Ingresso Composite, USB 2.0Type B (Service 
Only), USB 2.0 tipo 

Quanto costa: € 613,00 Sito Internet: www.amazon.it 


3LCDTW6600W 

Videoproiettore con risoluzione nativa Full HD e un'ottima luminosità di 2.500 
lumen che insieme alle sette modalità di colore e l'ottimizzazione automatica 
garantisce un'ottima resa dell'immagine. La tecnologia WirelessHD consente 
di inviare il segnale audio-video tramite wireless da dispositivi compatibili. 

Connessioni: Uscita audio mini jack stereo, MHL, Ingresso Component, Ingresso 
Composite, Ingresso VGA, Trigger out, RS-232, USB 2.0 tipo B, USB 2.0 tipo A, 
Ingresso HDMI (2x) 

Quanto costa: € 1.751,00 Sito Internet: www.amazon.it 



78 Win Magazine Speciali 






















| Videoproiettori | Riflettori su 


Home Cinema 



Quanto costa: 

€1.050,99 

Sito Internet: 

www.redcoon.it 


W1400 

Il BenQ W1400 è un proiettore basato sulla tecnologia DLP 3D con una 
risoluzione Full HD a 1080p. I suoi 2200 Lumen di luminosità garantiscono 
un'immagine molto nitida. Degna di nota è la tecnologia di Frame interpolation 
della quale è dotato questo modello che permette una maggiore fluidità delle 
immagini specialmente in scene movimentate o videogames. 


Connessioni: 2x 

HDMI, 1x video 
composito RCA, 1x 
component video, 
audio L/R, USB e 
RS232 



VPL-VW500ES 


Videoproiettore 4K Ultra HD 3D con una risoluzione oltre 4 volte superiore 
rispetto al Full HD. Grazie ai pannelli SXRD avanzati è in grado di riprodurre 
al minimo lo spazio tra i pixel deH'immagine offrendo tempi di risposta di 
soli 2,5 millisecondi e un'immagine stabile e uniforme. Questo modello 
è compatibile con il nuovo standard 4K a 60 fps per un'immagine fluida 
e realistica. Inoltre è dotato di una porta USB per il download degli ultimi 
aggiornamenti firmware. 


Connessioni: 

HDMI x 2, RS- 
232C, RJ45, 
Trigger x 1, USB 


Quanto co¬ 
sta: €11.081,00 
Sito Internet: 

www.yeppon.it 


■\ 


VPL-HW40ES 


DLA-X500RBE 






Questo dispositivo grazie ai pannelli SXRD di casa Sony e alla risoluzione Full 
HD garantisce immagini nitide e un'esperienza visiva di tutto rispetto grazie 
anche alla luminosità garantita dai suoi 1700 Lumen. Grazie alla modalità 
Bright Cinema e BrightTV questo videoproiettore offre un'ottimo contrasto 
e colori molto realistici. La funzione Contrast Enhancer regola automatica- 
mente il contrasto deH'immagine 
analizzando il contenuto di 
ciò che si sta proiettando. 

Connessioni: 2x HDMI 
D-SUB 15pin in 
video RGB compo 
nent, RS232, RJ-45 

■ Quanto costa: 

€2.948,00 Sito: 
www.yeppon.it 


Con il JVC DLA-X500RBE ci troviamo di fronte ad uno dei top di gamma 
nell'ambito della videoproiezione domestica. Risoluzione 4K e contrasto di¬ 
namico 600.000:1 garantiscono una qualità ai massimi livelli garantita anche 
dalla tecnologia E-Shift 3 munita di processore grafico con controllo di pixel 
multipli e analizzatore MPC. Il proiettore può essere controllato facilmente da 
uno Smartphone o Tablet. 


Connessioni: HDMI x 2 (3D, 
Deep Colour, compatibile 
CEC), RS-232C x 1, LAN 
x 1, Trigger x 1,3D x 1 


■ Quanto costa: 

€3.999,99 

■ Sito: 

www.redcoon.it 


VPL-VW300ES 

Tra i videoproiettori per il cinema prodotti da Sony l'ultimo nato è il VPL- 
VW300ES, un videoproiettore che con 4K di risoluzione e una luminosità di 
1.500 lumen è in grado di garantire uno standard molto elevato di intensità 
del colore e qualità deH'immagine. La tecnologia Motionflow garantisce 
immagini definite e senza sfocature anche durante le scene in movimento. 
Completa la dotazione la tecnologia 3D con occhiali attivi. 


Connessioni: HDMI (2 ingres¬ 
si): RGB digitale/Y Pb/Cb Pr/Cr 
Telecomando: RS-232C, LAN: 
RJ45,10BASE,T/100BASE-TX, 
INGRESSO IR: Mini-Jack, TRIG¬ 
GER: Mini-jack, 12 V DC max. 
100 m A, USB: 5 V DC. MASSIMO 
500 mA 


Quanto costa: € 7.830,00 
Sito Internet: www.yeppon.it 


f -\ 

DLA-X35 

Proiettore D-ILA con una risoluzione nativa di 1080p. Questo modello di casa JVC 
è dotato di un alto contrasto di 50.000:1 e conversione 2D -> 3D in grado di farci 
godere a pieno dei nostri film preferiti. Altre funzioni molto interessanti includono la 
funzione memoria obiettivo in grado di memorizzare fino a 5 modalità di proiezione 
personalizzabili e la funzione di impostazione ambientale in grado di regolare au¬ 
tomaticamente l'immagine per adattarla al meglio alle condizioni di luce esterne. 


Connessioni: Corri po- 
nentx 1, HDMI x 2 (3D/ 
Deep Colour/compatibile 
CEC), RS-232C xl, LAN 
x 1, Trigger x 1, A distan¬ 
za x 1, 3D x 1 


■ Quanto costa: 
€ 2.369,00 Sito In¬ 
ternet: www.amazon.it 


Speciali Win Magazine 79 































O Home Cinema 


Fai da te | Ultra risoluzioni spaziali 


ril S m 

URtl 


/ f 
I 


Ultra 

risoluzioni 

spaziali 


I televisori UHD costano ancora oggi non meno di 
3000 Euro, ma ora si affacciano sul mercato due 
dispositivi con prezzi da sballo, a partire da 500 
Euro. Saranno validi questi due modelli? 



A nche se gli esperti della NASA con¬ 
tinuano a inviare astronauti nello 
spazio, la navigazione spaziale con 
equipaggio rimane pur sempre un’impresa 
di rischio elevato: il film "Gravity” lo mette 
in risalto con estrema chiarezza. Tutto deve 
essere perfetto e se un giorno aziende private 
rendessero disponibili viaggi in orbita a basso 
prezzo a comuni passeggeri, potrebbe sorgere 
qualche rischio in più. Assemblare televisori 
UHD in economia non è così pericoloso, ma 
in ogni caso è facile che si presenti qualche 
problema. La tecnologia di questi mostri 
di pixel è straordinariamente complessa e, 
di conseguenza, questi dispositivi costano 
ancora oggi 3000 Euro o anche di più, ma 
sono in arrivo due modelli estremamente 
convenienti: il ChanghongUHD55B6000IS 
con schermo con diagonale di 140 centi- 
metri costa appena 1400 Euro, mentre il 
Blaupunkt B39C4K da 98 centimetri viene 
commercializzato addirittura a soli 500 Euro. 
Avranno successo? La redazione ha provato 


entrambi i modelli per sottoporli ad un test 
approfondito. 

Dove nascono questi televisori? 

Come ipotizzabile dal suo nome, il Chan- 
ghong viene prodotto in Cina daH’omonima 
azienda, che fa parte dei produttori leader 
di televisori. Leggermente'più complicata 
è la situazione di Blaupunkt, che per anni si 
è dedicata alla produzione di autoradio. Da 
quando un investitore ha rilevato il marchio, 
l’azienda commercializza anche televisori 
con questo nome. Tra gli 89 modelli presen¬ 
tati sulla pagina Internet di Blaupunkt, non è 
però compreso il modello UHD. Il produttore 
non ha fornito alcuna risposta al chiarimento 
richiesto, per questo modello non presente 
sulla pagina web. 

Come mai i loro prezzi 
sono così convenienti? 

Il display LCD di entrambi i dispositivi viene 
realizzato in Cina. Il produttore Changhong 


80 Win Magazine Speciali 





Ultra risoluzioni spaziali | Fai da te 


si rifornisce dalla CSOT (China Star Opto- 
electronics Technology), fabbrica apparte¬ 
nente al costruttore cinese TCI, che alcuni 
anni fa ha acquisito Thomson e Schneider. 
Il modello di Blaupunkt vanta un display 
UHD di Innolux, uno dei produttori leader 
al mondo, con sede a Taiwan (nota anche 
come CMI, Chinei Innolux Corporation). 
Changhong e Blaupunkt provvedono a fare 
assemblare in Cecenia, il display, i compo¬ 
nenti elettronici e la cornice, risparmiando 
in tal modo sui dazi doganali. Entrambi i 
modelli offrono una dotazione più mise¬ 
ra, rispetto ai televisori UHD di marche 
più blasonate. Il Blaupunkt è in grado di 
ricevere la TV digitale solo tramite cavo e 
antenna, mentre per i programmi via sa¬ 


Home Cinema 


tellite è necessario un decoder. Riguardo 
alle possibilità di connessione, le tre porte 
HDMI offerte da entrambi i dispositivi, si 
rivelano sufficienti per la maggior parta» 
degli utilizzi. Blaupunkt ha economizzato 
anche sulla connessione di rete e su tutte le 
funzioni Internet, mentre, invece, il modello 
di Changhong può essere ritenuto quasi una 
Smart-TV. Tramite cavo Ethernet e con¬ 
nessione WLAN consente di visualizzare 
trasmissioni TV da mediateche, richiamare 
video da YouTube e fotografie da Picasa. È 
in grado di collegarsi a Twitter e Facebook e, 
inoltre, altre App possono essere scaricate 
attraverso il servizio "Opera TV Store”, ma 
questa procedura si rivela estremamente 
lenta. 


/«ET 

. “low cosr entrarr ibì Qnpcf, 

•’ frett *o. Un’uTabìr asse ^Zun° ri UHD 
: au db scad en S llta ^Plicat m ° d ° & 

: ^labile 7 a im' ma ’ l’inte n £’ Un a Salita 

! 

. 

. V 

— . 



Speciali Win Magazine 81 





Home Cine— 


MOSAICO FORMULA I 


Il Blaupunkt 
visualizza 
perfettamente a 
fuoco le immagini 
del PC, ma purtroppo 
con ombreggiature 
verdastre. Migliore 
distanza per una 
visione ottimale: da 
uno a due metri. 


Miglior risultato 2014 
Ultima vittoria 
Vittorie In FI 
Polo In FI 
Gran Premi disputati 


* 




ni spaziali 


E. Gutlerrez 

wfEmnu 

MAL 12® 


10 sec fa - con ttSkySportFIHD vi portiamo molto ♦ vicino ai protagonisti della FI RT « FilipelMassa tesling IIm* new car 
on thè simulator!! 


O SCHEDE PILOTI O DATI # LEADER O ALTRI TWEET 


Quanto è valida 
la qualità video? 

La nitidezza offerta dal formato 
UHD rappresenta il punto forte di 
entrambi i modelli: il collegamento 
con un PC dotato di scheda grafica 
idonea per l'UHD, consente di ri¬ 
produrre le foto sullo schermo con 
una definizione mozzafiato da 8 
Megapixel e anche i film entusia¬ 
smano grazie alla loro elevata niti¬ 
dezza. Le porte HDMI di entrambi 
i televisori supportano però film 
con una frequenza massima di 30 
fps. Non sono previsti eventuali 
update per consentire la visione 
di pellicole UHD a 60 fps e inol¬ 
tre le porte USB non sono idonee 
per questo formato. Su entrambi i 
modelli sono stati riscontrati punti 
deboli relativamente alla fedeltà 
dei colori e al contrasto. Sono state 
osservate lievi ombreggiature, che 
nel Blaupunkt si sono rivelate colo¬ 
rate e verdastre. Il Changhong offre 
colori un po' più naturali, ma molto 
lontani dalla qualità di Samsung 
& affini. Il Blaupunkt consente di 
visualizzare in modo fluido film in 
Blu-ray e da DVD e la nitidezza si 
rivela buona. I colori mostrano però 


gli stessi punti deboli dell’UHD e 
il livello di luminosità varia a se¬ 
conda della definizione del video 
riprodotto! Il Changhong offre 
una qualità migliore, ma le sce¬ 
ne di movimento mostrano una 
certa scattosità, inoltre la lumi¬ 
nosità variabile disturba nei film 
con scene scure. I colori falsati e 
l'eccessivo contrasto del Blaupunkt 
vanificano il piacere della visione 
dei normali programmi televisivi. 
Il Changhong, pur offrendo colori 
più naturali e gradi di luminosità 
più fini, si rivela comunque più 
scadente di un televisore Full-HD 
di pari prezzo. 

CONCLUSIONI 

Avvio infelice per questi econo¬ 
micissimi TV UHD: i programmi 
televisivi e i film in Blu-ray o in 
DVD, vengono riprodotti in modo 
decisamente migliore dai disposi¬ 
tivi Full-HD di pari prezzo. Tenuto 
conto del suo costo, chi utilizza il 
modello di Changhong solo in ab¬ 
binamento ad un PC, potrà almeno 
godere di un'elevata nitidezza. Il 
Blaupunkt è carente anche in que¬ 
sta caratteristica. 


Il Changhong offre 
un'immagine HDTV 
lievemente sfocata. Spesso 
infastidisce 
la mancanza di 
sincronizzazione tra 
immagine e audio. 


Sul Changhong, 
una delle porte 
HDMI funge da 
ingresso Scart: la 
dotazione include un 
adattatore. 


Le porte di 
connessione del 
Blaupunkt sono 
sufficienti e, tramite il 
modulo CI+, entrambi 
i televisori possono 
ricevere le Pay-TV. 


Quasi una Smart TV: grazie alla connessione Internet, il Changhong consente di 
visualizzare video YouTube, contenuti da mediateche e pagine web, inclusi i video 
in Flash. 



82 Win Magazine Speciali 

























Ultra risoluzioni spaziali | Fai da te 



UHD55B6000IS 


B39C4K 


PREZZO: 1399 EURO 


PREZZO: 499 EURO 


1 RISULTATI IN BREVE 

Serie: B6000 

Modello: UHD55B6000IS 

Dimensioni schermo TV testato: 139 cm (55 pollici) 

Serie: C4K 

Modella: 839C4K 

Dimensioni schermo TV testato: 98 cm (39 pollici) 

Altre dimensioni: 127 cm, B50C4K (50 pollici): 1399 Euro 

Quanto è valida la qualità dell'immagine e dell'audio? 

A causa della mediocre nitidezza e fedeltà cromatica, la 

qualità dell'immagine è sotto la media. Il formato UHD può 
essere sfruttato solo in abbinamento ad un PC, ottenendo 
così un'ottima nitidezza d'immagine. L'audio è mediocre e 
spesso non sincronizzato con le immagini. 

5,54 

La qualità dell'immagine è penalizzata da colori falsati, 

da un eccessivo contrasto e dalla impossibilità di potere 
regolare la loro intensità dal menu. L'audio è falsato e 
molto gracchiante. 

4,80 

Sono presenti tutte le porte di connessione importanti? 

Sì, compresa porta USB e connessione WLAN. Manca porta 
pertunerSAT. 

7,08 

Mancano porte per tuner Sat, connessione ethemet e 

WLAN. 

5,92 

Quali funzioni extra offre il televisore? 

Per la visione in 3D include due paia di occhiali Shutter 
- tramite USB e via Internet è possibile riprodurre file mul¬ 
timediali. Esiste inoltre l'accesso a numerose funzioni extra 
via Internet (inclusi Flash Video via web tramite il browser). 

6,14 

Tramite USB è possibile riprodurre foto, brani musicali e 
video nella maggior parte dei formati. Le fotografie possono 
essere riprodotte al massimo con risoluzione Full-HD. 

2,04 

Facilità d'uso? 

Scomodo e complicato. 

4,76 

Usabilità poco precisa, uso complicato del telecomando, 
menu approssimativo. 

4,46 

Quanto è elevato il consumo energetico? 

Basso (costo annuo 42,72 Euro, consumo 108,6 Watt). 

7,26 

Basso (costo annuo 20,29 Euro, consumo 51,1 Watt). 

8,98 

Malus 

Mancanza di sincronizzazione tra immagini e audio nella -0,50 
ricezione TV. 

Immagini imperfette con risoluzioni di 1080i e 576i. -0,50 

RISULTATI DEL TEST 

sufficiente 4,64 

sufficiente 3,80 


I RISULTATI IN DETTAGLIO 


Quanto è valida la qualità dell’Immagine e dell’audio? 

56,0% 


5,54 


4,80 

Test visivo per la ricezione del TV 

15,0% 

nero ancora di buona qualità, la luminosità presenta lievi 
ombreggiature, immagine leggermente sfocala con colori 
un po' intensi, immagini in movimento lievemente scattose, 
immagini falsate dalle sfumature di colore 

4,90 

l’immagine presenta rumore digitale, dettagli molto scarsi 
nelle zone scure, colori intensi con leggera dominante 
verdastra 

2,60 

Test visivo per Blu-ray (tramite ingresso HDMI) 

13,0% 

nero ancora di buona qualità, la luminosità presenta lievi 
ombreggiature, immagine leggermente sfocata con colori 
un pò intensi, a seconda delle impostazioni, le immagini in 
movimento possono apparire scattose o presentare effetto 
fantasma, UHD molto nitido con leggero sfarfallio 

6,00 

nero ancora di buona qualità, colori leggermente sbiaditi, 
un po’ falsati, immagini in movimento fluide con densità di 
pixel variabile, in UHD a 24 fps, si osserva una scattosità 
marcata, ma a 30 fps l'immagine appare fluida e molto 
nitida 

6,40 

Test visivo per il 3D 

3,0% 

colori intensi, mancanza di dettagli nelle aree scure, mar¬ 
cate bordature doppie, immagini in movimento scattose, 
sfarfallio dell'immagine, occhiali shutter poco precisi 

4JKT 

non riproduce in 3D 

0,00 

Test visivo per le foto (JPEG via USB) 

3,0% 

sfocate, poco dettagliate, colori un po’ troppo saturi, non con¬ 
sente riproduzione originaria in 4K, anteprima per una sola foto 

3,40 

sfocate e poco dettagliate, non consente riproduzione 
originaria in 4K, anteprima foto pixellosa 

4,00 

Test di laboratorio: ritardo nella riproduzione dell'immagine / ripartizione della 
luminosità / luminosità / rapporto di contrasto / fedeltà dei colori / valore del 
bianco / valore del nero / luminosità in 3D / interferenza sull'immagine 

10,0% 

un po’ lenta (37,9 ms) / nella media (86,4%) /nella media 
(292 cd/m2 / nella media (3893:1 ) / elevato (93%) / un po’ 
freddo (93,7%) / ottima (99,3% ) / un po’ scura (43 cd/m2) 
/fastidiosa /(22%) 

8,10 

lenta (43,3 ms) /un po’ difforme (75,7%) / nella media (310 
cd/m2) / elevato (4102:1) / molto elevato (97,5%) / neutro 
(99,5%) / ottimo (100%) / non supporla il 3D 

7,80 

Riflessi sul frontale della cornice / sullo schermo / sensazione visiva 

3,0% 

forti / un po’ forti / un pò brillante 

5,40 

forti / minimi / un po' brillante 

6,82 | 

Di quanto ci si può sedere lateralmente, senza perdite di qualità nell'immagine? 

3,0% 

molto poco (angolo di visuale 7,2 gradi) 

2,00 

molto poco (angolo di visuale 8,8 gradi) 

imj 

Test qualità dell'audio 

5,0% 

audio velato e cupo, povero di tonalità 

4,60 

suono mutevole, rimbombante e fragoroso 

46^ 

Test sulla comprensibilità del parlato 

1,0% 

ottima 


ottima 


Sono presenti tutte le porte di connessione importanti? 

5,0% 


7,08 


5,92 1 

Ricezione TV 

1,0% 

via Sat, cavo, Antenna (DVB-S2, -DVB-C.-T) 

10,00 

via cavo e Antenna (DVB-C, -T) 


Connessioni per registratore, lettore Blu-ray, ecc. 

1,0% 

tutte le più importanti: 3 x HDMI, 1 scart e 1YUV 

7,60 

tutte le più importanti: 3 x HDMI, 1 scart e 1 YUV 


Uscite audio 

1,0% 

pochissime: uscita digitale (coassiale) 

1,00 

poche: uscita digitale (coassiale), cuffie 

5,20 

Connessioni multimediali 

2,0% 

numerose: 2 x USB, rete Internet, WLAN,VGA 

8,40 

poche: 1 x USB, VGA 

3 ’ 40 | 


Quali funzioni extra offre il televisore? 11 , 0 % ■3EJ 2,04 


File multimediali riproducibili via USB e a mezzo rete 

5,0% 

MP3.AAC, MPEG-2, DivX, DivX HD, MKV (H-264),TS 
(MPEG-2, H-264),AVCHD 

8,00 

solo via USB: MP3, WAV, AAC, DVD (VOB, Video-TS) MPEG-2,DivX, 
Divx HD, MKV (H-264), WMV, WMV HD, TS (MPEG-2, H264) 

4,50 1 

Funzioni Internet: videoteche Online /siti web per i video / radio via Internet / ser¬ 
vizi musicali/ servizi web per fotografie / news e informazioni / navigazione web 

5,0% 

nessuna / 2 (YouTube, Vimeo) /1 (Picasa) /1 (Aupeo) / 2 
(Twitter, Facebook) / possibile (inclusi Flash Video) 

4,30 

manca connessione di rete 

0,00 

Numero delle paia di occhiali 3D forniti 

1,0% 

2 paia di occhiali Shutter (con batterie) 

6,00 

non supporla la riproduzione in 3D 

0,00 

Facilità d’uso? 

20,0% 


4,76 


4,46 

Istruzioni per l'uso (completezza, utilità) 

3,0% 

dettagliate, parzialmente difficili da comprendere e 
imperfette 

6,00 

comprensibili, stampate con caratteri minuscoli, manca 
spiegazione di alcune funzioni. 

4,00 

Telecomando: usabilità / scritte / illuminazione / test di caduta 

7,0% 

un po’ complicato / poco leggibili / non presente / superato 

5,30 

complicata / poco leggibili / non presente / superato 

5,16 

Menu a video (comprensibilità, chiarezza, funzioni d'aiuto) 

7,0% 

non di facile comprensione, non intuitivo, si visualizza con 
lentezza, spiegazioni imperfette 

4,00 

non di facile comprensione, riepilogativo, poche funzioni 
d'aiuto 

5,00 

Velocità di commutazione nel cambia di canale 

3,0% 

lenta (3,0 secondi) 

4,10 

molto lenta (4,0 secondi) 

2,00 

Quanto è elevato il consumo energetico? 

8,0% 


7,26 


8,98 

Costo annuo con un uso di 4 ore al giorno e 20 ore in stand-by 

7,0% 

41,86 Euro (108,6 Watt) + 0,86 Euro (0,45 Watt) 

6,88 

19,68 Euro (51,1 Watt) + 0,61 Euro (0,32 Watt) 

8,84 

Consumo energetico con dispositivo spento 

1,0% 

0,001 Watt 

9,98 

0,0016 Watt 

9,98 


Speciali Win Magazine 83 



































































































P Home Cinema 


Riflettori su I Unità di archiviazione 



Archiviazioni 
Imultimediali 


Pendrive, hard disk, unità wireless e NAS: scegli il dispositivo 


giusto per salvare/condividere video, foto e musica... a volontà 


I DVD sono oramai un ricordo e i Blu-ray non si 
sono mai veramente affermati come strumen¬ 
ti per la condivisione dei contenuti digitali. È 
molto più pratico e veloce archiviare film, foto 
e brani in MP3 sulle unità di memoria portatili. 
Oggi anche una pendrive può contenere diversi 
gigabyte. In una chiavetta da 32 GB, ad esempio, 
possiamo tranquillamente salvare una decina 
di film in HD. Una buona soluzione, quindi, an¬ 
che per chi ha un televisore con ingresso USB e 
vuole vedersi i filmati salvati sul PC senza dover 
collegare alcun cavo. E vista la diffusione di ta¬ 
blet e smartphone, sono uscite pendrive anche 
dotate di interfaccia micro USB che possono 


essere utilizzate con questi dispositivi mobile. 
Se invece i file che vogliamo trasportare sono 
molti, c'è il classico hard disk esterno. I prezzi 
si sono abbassati notevolmente e si possono 
trovare modelli da 1TB a meno di 100 euro. Va 
ricordato anche che le nuove Smart TV hanno 
la funzione di registrazione su HDD esterno, 
ma non tutti gli hard disk sono compatibili: se 
vogliamo sfruttare questa opportunità dobbia¬ 
mo acquistare un modello certificato. 

Anche senza fili 

Ci sono poi quelli che amano guardarsi i film 
sul tablet, ma la memoria di questi dispositivi 


non consente di archiviare molti file. Ecco allora 
venirci in aiuto una nuova generazione di hard 
disk esterni che, oltre alla porta USB, hanno 
anche la connessione Wi-Fi: sarà sufficiente 
installare un’app sul tablet per effettuare lo 
streaming di audio, video e foto, anche in HD! 
E infine, non potevamo dimenticare i NAS mul¬ 
timediali, progettati per consentirci di gestire 
e condividere tutta la nostra libreria digitale 
tra tutti i dispositivi presenti in casa, dalla TV 
alla console, senza dimenticare il PC, i tablet 
e gli smartphone. Ecco quindi una selezione 
ragionata dei migliori prodotti per archiviare i 
contenuti multimediali adatti ad ogni esigenza. 


PENDRIVE: TANTO SPAZIO DI ARCHIVIAZIONE IN PICCOLE DIMENSIONI 


TAG USB 3.0 

Bella e pratica 

Questa piccola pendrive è racchiusa in una struttura 
di metallo che la rende resistente e anche molto 
bella. Ha un gancetto col quale fissarla facilmente a 
borse, portachiavi e altro per trasportarla ovunque 
in modo pratico. Con 64 GB di capacità è perfetta 
per archiviare file digitali di qualunque tipo e viene 
anche fornita di un software di codifica AES a 265 
bit per proteggere i dati. 


Interfaccia: USB 3.0 Capacità: 64 GB 
Velocità in scrittura/lettura: 20 Mbps/140 
Mbps Software in dotazione: SecureLock 
Il Dimensioni: 38 x 12 x 4 mm 
Peso: 7 g 

Quanto costa: € 69,90 Con¬ 
tatta: IntegralMemory - Tel. 
02 38591018 Sito 
Internet: www. 
integralme- 




6 


> 


mory.com 



JETFLASH 380S 

Per PC e smartphone 

È talmente 
piccola da 
rischiare di 
perderla, ma 
la sua carat¬ 
teristica prin¬ 
cipale è che 
dotata di una d 
interfaccia: ha: 

USB 2.0 standard per il PC, sia quella microUSB 
così puoi collegarla anche a uno smartphone o 
un tablet Android. In questo modo ci puoi salvare 
le tue foto, i brani musicali e i video per poterli 
riprodurre su qualsiasi dispositivo. Per quelli 
mobile richiede che abbiano almeno Android 
4.0 e sia installata l’app Transcend Elite App. 

Interfaccia: USB 2.0 (StandardA/ Micro B) Ca¬ 
pacità: 32 GB Velocità in scrittura/lettura: n.d. 
Dimensioni: 28,1 x 12,25 x 4,5 mm Peso: 3,2g 

Quanto costa: € 18,09 Contatta: Transcend 
Sito Internet: http://it.transcend-info.com 

_2 




SANDISKCONNECT 


Pendrive tuttofare 

Sembra una normale pendrive un po’ dedotta, 
ma al suo interno nasconde anche la connessio¬ 
ne Wi-Fi così puoi collegarla senza fili con iPad, 
iPhone, Kindle Fire e dispositivi Android. Con la 
porta USB trasferisci i file dal computer e carichi la 
batteria interna che gli garantisce un’autonomia di 
4 ore quando è utilizzata via wireless. Si possono 
collegare fino a 8 dispositivi e fare lo streaming 
da 3 contemporaneamente. 


Interfaccia: USB 2.0, Wi-Fi Capacità: 32 GB espan¬ 
dibile con microSD Velocità in scrittura/lettura: n.d. 
Dimensioni: 71 x 21 x 11 mm Peso: 27g 

Quanto costa: € 55,43 
■ Contatta: Sandisk 
Sito Internet: www. 
sandisk.com 


84 Win Magazine Speciali 

















Unità di archiviazione I Riflettori su 


Home Cinema 


GLI HARD DISK ESTERNI PER AVERE TUTTO LO SPAZIO CHE SERVE ■ ACCESSORI 



TECHNOLOGY HD-AVSU3 

Perfetto per le Smart TV 

È stato progettato specificamente per lo Storage di contenuti 
multimediali e per essere utilizzato con TV, registratori e vide¬ 
ocamere digitali. È stato approvato da Panasonic e integra un 
firmware ottimizzato che garantisce una riproduzione fluida 
dello streaming dai dispositivi del produttore giapponese. 
Trattandosi di un disco da 3,5” richiede un alimentatore esterno 
e quindi non è ideale per la trasportabilità. Per chi ha bisogno 
di più spazio, c’è anche una versione da 2 TB. 

■ Interfaccia: USB 3.0 e Capacità: 1 TB Tipologia disco interno: 
3,5” Alimentazione: A rete Software in dotazione: Nessuno 
Dimensioni: 120 x 200 x 40 mm Peso: 1,4 Kg 

Quanto costa: € 99,26 Contatta: Buffalo Technology - Tel. 02 
40047632 Sito Internet: www. buffalo-technology.com/it 


( - 

PORSCHE DESIGN MOBILE DRIVE 

La classe non è acqua 

Hard disk esterni portatili ce ne sono tanti, ma belli come 
questo è davvero difficile trovarli. Per realizzarlo, LaCie si 
è avvalsa della collaborazione di Porsche Design che ne ha 
disegnato le linee ottenendo un dispositivo bello è robusto 
allo stesso tempo. Il disco interno è custodito in un case 
di alluminio spesso 3 mm: si abbina quindi perfettamente 
ai nuovi ultrabook. Grazie all’interfaccia USB 3.0 il trasfe¬ 
rimento dei file è molto veloce e viene fornito di software 
per il backup, la protezione dei dati e l'uso della modalità 
perii risparmio energetico. 

Interfaccia: USB 3.0 Capacità: 1 TB Tipologia disco interno: 
2,5” Alimentazione: Via USB Software in dotazione: LaCie Private- 
Public Dimensioni: 77x130 x15mm 
■ Peso: 240 g 



r 


ESD400 

Soluzione veloce e tascabile 

Puoi trasportarlo tranquillamente in tasca senza alcun fastidio 
perché è poco più grande di una carta di credito. A differenza di 
altri hard disk esterni, infatti, integra un’unità SSD e quindi è più 
compatto, leggero, silenziosissimo e resistente agli urti e alle 
vibrazioni. Grazie poi all’interfaccia USB 3.0 riesce a garantire un 
trasferimento dati in lettura e scrittura rispettivamente fino a 410 
MB/s e 380 MB/s. Sul disco è anche presente un tasto OneTouch 
per eseguire il backup 
automatico quando 
viene connesso al com¬ 
puter. 

Interfaccia: USB 3.0 
Capacità: 256 GB Tipo¬ 
logia disco interno: SSD i 
Alimentazione: Via USB 
Software in dotazione: 

Transcend Elite Dimen¬ 
sioni: 92 x 62x10,5 mm 
Peso: 56 g 

Quanto costa: €149,00 
Contatta: Transcend 
Sito Internet: http:// 
it.transcend-info.com 




DIGITAL MYPASSPORT ULTRA 

Spazio a volontà per i tuoi dati 

Con 2 TB di spazio a disposizione è la soluzione ideale per 
chi ha tantissimi film da archiviare: si possono memorizzare 
anche 400 mila foto o 500 mila brani musicali in MP3. E 
poi è praticissimo da utilizzare: basta collegarlo al PC per 
avere accesso ai file senza dover collegare alcun alimen¬ 
tatore esterno. Inoltre ha un prezzo molto accessibile e il 
software in dotazione consente anche di eseguire il backup 
direttamente su Dropbox. 

Interfaccia: USB 3.0 Capacità: 2TB Tipologia disco interno: 2,5” 
Alimentazione: Via USB Software in dotazione: WD SmartWare 
Pro Dimensioni: 81,6 x 110,5 x 15,4 mm Peso: 231 g 

Quanto costa: € 110,30 Contatta: Western Digital Sito Internet: 

www.wdc.com/it 



HUB 

4-PORTE USB 3.0 
Se abbiamo poche 
porte USB e abbia¬ 
mo difficoltà a col¬ 
legare l’hard disk 
esterno, ecco un 
piccolo accessorio 
che ci risolverà ogni 
problema. Con que¬ 
sto HUB possiamo 
aggiungere fino a 4 
porte USB 3.0. 

Quanto costa: 
€19,99 Sito Web: 
www.amazon.it 



MYPASSPORT 
CUSTODIA 
Un imprevisto può 
sempre capitare. 
Meglio quindi tra¬ 
sportare il nostro 
prezioso hard disk 
in una custodia pro¬ 
tettiva come questa. 
Con pochi ero met¬ 
teremo al sicuro un 
grande valore. 

Quanto costa: € 
4,19 Sito Web: 
www.wdc.com/it 


DELOCK 

KONVERTER 
Con questo piccolo 
adattatore possiamo 
riciclare un hard disk 
SATA da 2,5” da un 
vecchio PC e colle¬ 
garlo esternamente 
alla porta USB come 
se fosse un’unità 
esterna. 

Quanto costa: 
€15,49 Sito Web: 
www.alternate.it 


Speciali Win Magazine 85 



































O Home Cinema 


Riflettori su I Unità di archiviazione 



WIRELESS 
MEDIA READER 
Questo piccolo di¬ 
spositivo trasfor¬ 
ma in wireless 
qualsiasi periferi¬ 
ca USB, così puoi 
condividerne i file 
anche coni dispo¬ 
sitivi Androide iOS. 

Quanto costa: 
€49,00 Sito Web: 
www.pny.eu 


V 

ANKER 

CARICABATTERIE 
DA AUTO 2 PORTE 
USB 

Se siamo in viag¬ 
gio e la batteria 
del nostro hard 
disk wireless sta 
per terminare, con 
questo adattatore 
potremo ricaricarlo 
sfruttando la presa 
dell’accendisigaro 
dell’auto. 

Quanto costa: € 
13,99 Sito Web: 
www.amazon.it 



GAUNTLETNODE 

Questo piccolo case 
permette di trasfor¬ 
mare un hard disk 
interno da 2,5” in 
un’unità wireless da 
condividere senza fili 
conAndroideiOS.La 
sua batteria garanti¬ 
sce un’autonomia di 
5 ore. 

Quanto costa: 
€15,49 Sito Web: 
www.patriotmemo- 
ry.com 


HARD DISK WIRELESS: IDEALI PER SMARTPHONE E TABLET 



MINISTATION AIR 2 

Una carica di scorta 

Con un design molto simile a quello di un classico hard 
disk portatile, il MiniStation Air 2 integra una connessione 
Wi-Fi grazie alla quale può essere connesso senza fili a 
smartphone e tablet. I dispositivi mobile, e in special modo 
quelli di Apple, non hanno una memoria interna sufficiente 
per l'archiviazione di molti file multimediali, ma con questo 
disco wireless non avremo più problemi di spazio. Può 
anche essere utilizzato come un disco esterno tradizionale 
via USB e la batteria interna, all’occorrenza, può essere 
utilizzata per ricaricare un telefonino. 

Interfaccia: USB 3.0, Wi-Fi IEEE 802.11 n/ab Capacità: 500 GB 
Tipologia disco interno: 2,5” Batteria: da 3020 mAh, 12 ore di 
autonomia Dimensioni: 84 x 140 x 18 mm Peso: 255 g 

Quanto costa: € 123,64 Contatta: Buffalo Technology - Tel. 02 
40047632 Sito Internet: www.buffalo-technology.com/it 


( -\ 

LACIE FUEL 

Fai il pieno di media digitali 

A guardarlo sembra una piccola tanica di benzina, ma l’unico carbu¬ 
rante per cui è stato progettato sono i nostri file multimediali. Grazie al 
wireless integrato può essere utilizzato senza fili da PC, smartphone e 
tablet. L'applicazione Seagate Media App è disponibile per Android, iOS 
e Windows e consente l’accesso in streaming a video, musica e foto. 
La batteria garantisce un’autonomia massima di 10 ore ed è dotato 
di pulsante di spegnimento. Si possono collegare fino a 5 dispositivi 
contemporaneamente e fare lo streaming in HD da 3. 

Interfaccia: USB 3.0, Wi-Fi 802.11 b/g/n Capacità: 1 TB 
Tipologia disco interno: 2,5” Batte¬ 
ria: autonomia finoaio ore 
Dimensioni: 115x115 
x23mim Peso: 300 g 

Quanto costa: € 

179,90 Contatta: 

Lacie Sito Internet: 

www.lacie.com 




' -x 

V0YAGERAIR2 

Un disco per tutte le occasioni 

Dispone di un disco interno da 1 TB grazie al quale si possono 
archiviare fino a 800 film in HD. Sufficiente, quindi, a soddisfare 
le esigenze della maggior parte delle persone. Oltre a poter 
essere utilizzato come un normale disco USB, ha anche il Wi-Fi 
per collegarlo in Wireless a dispositivi Android e iOS. Si possono 
interfacciare fino a 8 dispositivi contemporaneamente e avviare 
lo streaming in HD da 5 di essi. Inoltre l’applicazione mobile 
supporta anche la Apple TV cosi si possono inviare i video su 
grande schermo senza dover collegare alcun cavo. 

Interfaccia: USB 3.0, Wi-Fi 2,4 GHz 802.11 b/g/n Capacità: 1 TB 
Tipologia disco interno: 3,5” Batteria: 6200 mAh con autonomia 
fino a 7 ore Dimensioni: 16,8x11,2 x 8,4 cm Peso: 408 g 


Quanto costa: € 206,12 Contatta: Corsair Sito Internet: www. 
corsair.com 



f -N 

SEAGA' WIRELESS PLUS 

Spazio a volontà 

Film in HD, musica e foto 
possono occupare molto 
spazio. Così se si hanno 
diversi file da archiviare, 
ci vuole un disco molto ca¬ 
piente da almeno 2 TB come 
questo. Seagate Wireless 
Plus crea una rete Wi-Fi cui 
si può accedere da qualsia¬ 
si dispositivo wireless per 
effettuare lo streaming dei 
contenuti multimediali in tut¬ 
ta liberà. L’unità è provvista 
di una batteria da 10 ore di 
autonomia, sufficiente a co¬ 
prire un’intera giornata, ma 
la ricarica non è velocissima. 

Lo streaming in HD si può 
eseguire da 3 dispositivi contemporaneamente. 

Interfaccia: USB 3.0, Wi-Fi 802.11 b/g/n Capacità: 2 TB Tipologia 
disco interno: 2,5” Batteria: autonomia fino a 10 ore in streaming 
e 25 ore in standby Dimensioni: 127 x 89 x 21 mm Peso: 272 g 

Quanto costa: €219,26 Contatta: Seagate Sito Internet: www. 
seagate.com 

v_y 



86 Win Magazine Speciali 




























Unità di archiviazione I Riflettori su 


Home Cinema 


I DISCHI DI RETE PER CONDIVIDERE TUTTO FACILMENTE 


DISKSTATION DS415PLAY 

Gigante in tutto 

Progettato per chi ha un’enorme biblioteca multimediale che vuol 
condividere con tantissime persone. Dotato di 4 alloggiamenti 
per altrettanti hard disk, può arrivare fino a 24 TB di capacità! 
Grazie al processore dual core da 1,6 GHz, offre la transcodifica 
hardware a 1080p (Full HD) per godersi in TV i film alla massima 
qualità senza alcun problema di formati. Essendo progettato 
per il multimedia, è certificato DLNA e integra funzioni di Video 
Station, Audio Station e Photo Station. 

Processore: Dual core 1,6 GHz con 1 GB di RAM Numero Bay: 4 
da 2,5” o 3,5” Capacità massima: 24 TB Connessioni di Rete: 1 

Gigabit Ethernet Interfacce: 3 USB 2.0,2 USB 3.0 Dimensioni: 
165 x 203 x 233,2 mm Peso: 2,03 Kg 


Quanto costa: €464,00 Contatta: Synology Sitolntemetwww.synology.com 



SHARECENTER+ CLOUD DNS-327L 

Il tuo cloud personale 

Un NAS dal prezzo accessibile, ideale per chi vuole crearsi in casa un piccolo centro 
di condivisione multimediale in modo facile e senza grossi sacrifici economici. 
Integra il server UPnP DLNA per lo streaming dei contenuti digitali da TV, console e 
altri player compatibili. Si può accedere ai file anche da remoto e con l’applicazione 
mydlinkAccess-NAS per iOS e Android possiamo eseguire lo streaming da tablet 
e smartphone. Non mancano le applicazioni per svolgere altre funzioni come la 
stazione di videosorveglianza e il Client per scaricare dalle reti P2P. 

Processore: n el. Numero Bay: 2 da 3,5” Capacità massima: 8 GB 
Connessioni di rete: 1 Gigabit Ethernet Interfacce: USB 3.0 Dimensioni: 

90 x 144,3 x 195,3 mm Peso: 640 g 

Quanto costa: € 114,90 
Contatta: D-Link - Tel. 02 29000676 
Sito Internet: www.monclick.it 


HS-251 

Un NAS da salotto 

Elegante, compatto e con un design in alluminio sati¬ 
nato privo di ventole, è perfetto per essere posizionato 
in salotto e godersi la riproduzione di musica e film 
senza alcun rumore di fondo. Nei due alloggiamenti per 
i dischi si possono anche installare unità SSD, soluzione 
che lo renderebbe ancora più silenzioso. L’hardware potente 
consente di effettuare la transcodifica in Full HD in tempo reale 
ed è persino dotato di porta USB per la connessione diretta alla 
TV controllando la riproduzione dallo smartphone. Naturalmente 

ha tutte le funzioni di un NAS completo, con server multimediale, app per dispositivi mobile e porte USB per collegare unità esterne. 

Processore: Dual core da 2,41 GHz con 1 GB di RAM Numero Bay: 2 da 2,5” o 3,5” Capacità massima: 8 GB Connessioni di Rete: 2 x 
Gigabit RJ-45 Ethernet nterfacce: 2 USB 3.0,2 USB 2.0, HDMI Dimensioni: 302 x 220 x 41,3 mm Peso: 1,56 Kg 

Quanto costa: € 525,00 Contatta: Qnap Sito Internet: www.qnap.com 





WINTV-NOVA-T- 

STICK 


Con questo picco¬ 
lo dongle puoi ag¬ 
giungere il tuner TV 
al NAS e registrare 
i programmi tele¬ 
visivi del digitale 
terrestre. 

Quanto costa: 
€42,63 Sito Web: 
www.amazon.it 



TL-WN722N 
Con questa chia¬ 
vetta Wi-Fi puoi 
collegare i NAS Sy¬ 
nology e Qnap alla 
rete di casa senza 
fili per un’installa¬ 
zione più libera e 
semplice. 

Quanto costa: € 
9,46 Sito Web: 
www.amazon.it 



D-LINK 

DCS-942L 
Trasforma il tuo 
server multimediale 
in una stazione di 
videosorveglianza 
collegandoci que¬ 
sta IP Cam. Vede 
anche di notte e la 
puoi posizionare 
ovunque perché è 
wireless. 

Quanto costa: 
€114,99 Sito Web: 
www.eprice.it 


Speciali Win Magazine 87 



















O Home Cinema 


Fai da te | Costruire da soli il proprio NAS 





























































Costruire da soli il proprio NAS | Fai da te 



U n piccolo server casalingo 
per rendere la propria casa 
moderna e più confortevole? 
Per ottenere tutto ciò, si crede siano 
necessari una tecnologia sofistica¬ 
ta e anche molto impegno, vale a 
dire un sistema High-Tech solo per 
esperti. Contrariamente a quanto si 
può pensare, un sistema di questo 
tipo può essere invece realizzato 
con estrema facilità e attraverso un 
hard disk di rete (NAS), potrete avere 
accesso immediato a tutti i vostri 
dati da tutti gli angoli della casa, 
sia che si tratti di video, foto, brani 
musicali o documenti. 

Autentico impiego 
universale 

Avrete la possibilità di trasferire i 
dati non solo ai PC tradizionali ma, 
attraverso unApp, anche agli smar¬ 
tphone e ai tablet e persino a smart 
TV e impianti stereo! Non sarà più 
un problema ascoltare le canzoni di 
Ed Sheeran nella camera dei bambi¬ 
ni e godersi contemporaneamente, 
assieme agli amici, l’ultimo filmato 
delle vacanze sul maxi televisore. 
Nello stesso tempo, grazie ad un 
NAS, potrete eseguire un back-up 
di tutti i file più importanti, dato che 
l'eventualità di un hard disk in crash 


Home Cinema 


o un tablet non può funzionante, 
può essere sempre in agguato. Nel 
caso in cui preferiate utilizzare il 
NAS come archivio dati, potrete 
attivare la funzione automatica di 
backup. I sistemi NAS consentono 
quindi di migliorare e arricchire le 
prestazioni di una LAN domestica. 
Win Magazine ha messo sul banco 
di prova nove modelli di ultima ge¬ 
nerazione: cinque NAS economici 
privi di hard disk, con prezzi fino 
a circa 150 Euro e tre modelli, con 
prezzi inferiori a 300 Euro, equi¬ 
paggiati con due hard disk da 2 Te- 
rabyte, nonché il costoso sistema 
professionale Protonet Carlita (2999 
Euro), utilizzato per il raffronto. 
Non è stato possibile testare i NAS 
di QNAP, poiché i nuovi modelli, al 
momento, non sono ancora disponi¬ 
bili. Il test illustrerà quali sono i NAS 
più veloci e i modelli che offrono più 
funzioni e il grado di sicurezza più 
elevato. Win Magazine vi mostrerà 
anche come potrete equipaggiare 
un cabinet con gli hard disk e come 
configurare il sistema. 

Come funziona un NAS 

Che cos'è in pratica un NAS? Quali 
sono i suoi componenti? L’abbre¬ 
viazione NAS significa Network 


Attached Storage (Memoria colle¬ 
gata alla rete). Si tratta di un sistema 
composto da almeno un hard disk, 
porta Ethernet, processore integrato 
e sistema operativo. Il NAS monta 
solitamente una variante di Linux, 
che provvede a trasferire e memo¬ 
rizzare i dati. Anziché al PC, il NAS 
si collega al router di casa, a cui sa¬ 
rà possibile accedere tramite cavo 
Ethernet o via WLAN. Due dispositi¬ 
vi testati possono addirittura essere 
utilizzati senza cavi di connessione: 
nel modello di Shuttle e nel Protonet 
è già alloggiato un router WLAN. 

Sistemi completi 
e da equipaggiare 

Analogamente alla maggior parte 
dei sistemi NAS, anche i candidati al 
test erano predisposti per alloggiare 
due hard disk. Il vantaggio che ne 
deriva può essere una maggior ca¬ 
pacità di Storage oppure entrambi 
i dischi possono essere configurati 
per offrire un sistema di back-up 
"ridondante" (RAID 1, vedi pag. 
43, a destra). Numerosi cabinet per 
NAS sono realizzati da produtto¬ 
ri specializzati e, a differenza dei 
sistemi completi, l’acquirente o il 
rivenditore dovranno provvedere 
ad installarvi gli hard disk e a for- 


Poter avere accesso a foto, video e documenti da tutti gli angoli 
della casa? Un nas rende possibile tutto ciò. Win magazine ha 
messo sul banco di prova nove modelli. 



Jl 



r 

39 

Gl 


Sec. 

Sec. 


OFFRONO QUASI . 

LA STESSA VELOCITA 
DI UN HARD-DISK USB 3.0 

Se collegato ad un router tramite cavo 
Ethernet e se la porta è abilitata per lavo¬ 
rare con una connessione di rete da 1000 
Mbps, un hard disk NAS consente di tra¬ 
sferire dati quasi alla stessa velocità di 
un hard disk USB 3.0. Nel corso del test, 
il Synology DS214se ha impiegato, ad 
esempio, solo 61 secondi per trasferire al 
computer un video da 5 gigabyte: una ve¬ 
locità ben tre volte più elevata di quella 
offerta da un hard disk USB 2.0. 









































O Home Cinema 


Fai da te | Costruire da soli il proprio NAS 


mattarli. Sarà quindi possibile 
montare anche dischi di vecchia 
generazione o modelli a più basso 
consumo da 2,5 pollici. Chi ac¬ 
quisterà i nuovi hard disk da 3,5 
pollici, sceglierà preferibilmente 
modelli idonei per i NAS: come 
quelli della serie Red di Western 
Digital o della serie VN di Seagate. 
Sono un po’ più costosi, ma sono 
progettati ad hoc per un impiego 
continuativo su un NAS. 

Semplici da configurare 

Non solo è di estrema semplicità l'in¬ 
stallazione dei dischi, ma anche la 
loro messa in servizio; in molti casi 
può essere effettuata seguendo una 
procedura guidata via browser. La 
breve guida d’utilizzo in dotazione, 
illustra come accedervi. I sistemi 
NAS completi semplificano consi¬ 
derevolmente il lavoro dell’utente: 
chi vorrà memorizzarvi unicamente 
dei dati, all’inizio dovrà semplice¬ 



da videoregistratore di rete. 


mente scegliere una password per 
l'“Account Admin", da utilizzare per 
gestire le impostazioni del NAS. Se 
un hard disk di rete dovrà essere 
condiviso tra più persone, tramite 
l’account “Administrator” sarà me¬ 
glio creare un account per ciascuno, 
stabilendo anche quanto spazio do¬ 
vrà essere utilizzato dai singoli uten¬ 
ti. Per ogni cartella memorizzata 
sul NAS, l’Amministratore stabilirà 
chi avrà la possibilità di leggere e 
scrivere i vari file e anche chi non 
dovrà avere accesso al contenuto 
della cartella. 


TABLET E SMARTPHONE 


Chi utilizza un’App, come DS Au¬ 
dio (foto in basso) o DS Photo 
(foto a destra) di Synology, potrà 
accedere più facilmente ai dati 
del NAS, rispetto a quanto con¬ 
sentito dal browser. 






4 NAS 

CORI HARD DISK 



9 I 

WESTERN DIGITAL 

MYCLOUD MIRROR 

Prezzo: 260 Euro 




BUFFALO 

LINKSTATION 220 

Prezzo: 249 Euro 




LENOVO 

IOMEGA 1X2 

Prezzo: 190 Euro 


RISULTATI DEL TEST 

Capacità: 1864 Gigabyte, RAID 1 

Dimensioni (L x A x P): 9,8 x 17,3 x 15,5 cm 

Capacità: 1853 Gigabyte, RAID 1 

Dimensioni (L x A x P): 8,7 x 12,6 x 20,5 cm 

Capacità: 911 Gigabyte, RAID 1 

Dimensioni (L x A x P): 9,8 x 15,1 x 19,9 cm 

Quanto è idoneo il NAS per la memorizzazione di dati? 



7,72 


7,68 


6,52 

Porte per il trasferimento di dati / collegamenti wireless 


1 x LAN, 2 x USB 3.0 /nessuno 

5,40 

1 x LAN, 1 x USB 2.0 / nessuno 

5,40 

1 x tAN, 1 x USB 2.0 / nessuno 

5,40 

Accesso e funzioni in rete 

8,00% 

molto numerose (streaming video e iTunes) 

9,38 

molto numerose (streaming video, Bittorrent) 

9,68 

numerose (accesso dati via browser, Bittorrent) 

7,82 

Accesso mobile e trasferimento dati automatico 


esteso/ esteso 

8,08 

esteso / un po’ limitato 

7,80 

esteso/molto limitato 

6,08 | 


Hard disk: tipo / Numero max. / configurazioni possibili 


Quanto è veloce il sistema NAS? 


Velocità max (in lettura / in scrittura) 

Tempo di risposta accesso ai dati, dopo uno stand-by di 24 ore 


Quanto sono sicuri i miei dati? 


Criptazione (dati sul NAS / traffico dati interno / esterno) 
Possibilià di ripristino in caso di perdita di dati 


Costi di esercizio e rumorosità del dispositivo 


5,00% | Western Digital WD20EFRX/ 2 / RAID 0, RAID 1 

3,00% molto veloce (2,8 secondi) 

8,00% I no/no/si 
7,00% molto limitate 

!IoO%Merata9!o/11,8/15,3WÈJt; 26,81 Euro 


Consumo energetico: in stand-by (dopo 24 ore senza accesso alla 
rete) / a carico minimo / con accesso alla rete, costo max. annuo 
Rumorosità d’esercizio (Sone): carico minimo/utilizzo intensivo 7,00% molto silenzioso (0,4)/silenzioso (0,5) 


Sviluppo calore (Gradi): carico minimo / utilizzo intensivo 


Quanto e facile configurare il sistema NAS? 


Sostituzione del disco fisso 
Struttura menu e impostazioni (giudizio personale dei tester) 
Malus 


RISULTATO DEL TEST 


Seagate ST2000DM001 / 2 / RAID 0, RAID 1 

molto veloce (meno di 1 secondo) 


Seagate STI 000DM003 / 2 / RAID 0, RAID 1 



molto elevato: manca modalità stand-by / 
13,0 /18,4 Watt; 32,15 Euro 


elevato: manca modalità stand-by /15,3 / 
19,3 Watt; 33,81 Euro 


un po’ rumoroso (0,8) / un pò rumoroso (0,7) 6,70 I un po’rumoroso (0,8)/un po’rumoroso (0,9) 


3,00% basso (31,0) / un po’ elevato (36,0) 


2 , 00 % molto semplice (cornice intercambiabile) 

5,00% installazione veloce, molto chiaro e intuitivo 

è possibile accedere in chiaro a Internet -0,05 I 


basso (31,8) / un po’ elevato (37,8) 


molto semplice (cornice intercambiabile) 
installazione semplice, funzioni poche 


6,00 


basso (27,0) / basso (32,0) 

‘ 7,14 I 

molto semplice (cornice intercambiabile) flifl 
installazione semplice, menu poco intuitivo I 6,00 I 


è possibile accedere in chiaro a Internet -0,05 è possibile accedere in chiaro a Internet 


-0,05 


soddisfacente 6,86 soddisfacente 6,40 


soddisfacente 5,60 


90 Win Magazine Speciali 

















































































Costruire da soli il proprio NAS | Fai da te 


Home Cinema 



PER CONFRONTO 


TT 


4 



PROTONET 

CARLITA 

Prezzo: 2.999 Euro 


Capacità: 1863 Gigabyte 

Dimensioni (L x A x P): 8,7 x 12,6 x 20,5 cm 



molto elevato: manca stand-by / 25,0 / 32,4 
Watt¬ 
molto silenzioso (0,3)/molto silenzioso (0,3) 
un po’ elevato (35,0) / un po’ elevato (37,0) | 6,80 

5,78 


complicata (montaggio complesso) 


4,00 


molto chiaro e intuitivo, nessuna App mobile 6,50 
L’HDD difettato ha impedito il funzionamento* 


sufficiente 4,64 


Richiamare i 
contenuti del NAS 

Dopo avere terminato la confi¬ 
gurazione del NAS, quest'ultimo 
comparirà sul PC in Esplora Ri¬ 
sorse di Windows, come "Disco di 
Rete". Basterà un doppio clic per 
avere accesso ai dati. Tra l’altro, 
cliccando con il tasto destro del 
mouse su una cartella e successi¬ 
vamente su "Connetti unità di re¬ 
te”, occorrerà digitare la password 
e il nome utente solo la prima volta. 
Smartphone e tablet potranno ac¬ 
cedere al NAS attraverso un’App. 
Per i dispositivi Android e Apple, 
quasi tutti i produttori offrono del¬ 
le mini applicazioni, spesso anche 
più d’una, per la riproduzione delle 
foto e della musica (vedi foto, in 
alto a sinistra). I sistemi NAS di 
Buffalo, Synology e Western Di¬ 
gital offrono App anche per Win¬ 
dows Phone. Solo il Protonet Car¬ 
iba manca di App per i dispositivi 
mobile.La riproduzione di video 
in streaming sul televisore, con 
la tecnologia DNLA, funziona con 
quasi tutti i dispositivi. Solo Pro¬ 
tonet e Thecus non offrono questa 
possibilità. La maggior parte dei 
NAS consente anche di trasferire 
brani musicali al ricevitore AV. 

NAS lenti e trasferimento 
dati veloce 

E che dire della velocità? General¬ 
mente i NAS che utilizzano la con¬ 
nessione WLAN, offrono la velocità 
di un hard diskUSB 2.0, mentre via 
cavo, si rivelano un po’ più lenti di 
un hard disk USB 3.0 (vedi box in 
basso, apag. 41). Tutto ciò dipende 
dal fatto che la gestione dei dati 
richiede molto tempo e le porte 
Ethernet, in grado di sopportare 
al massimo 1 Gigabit al secondo, 
non sono sufficientemente veloci 
per i moderni hard disk, riuscendo 
a trasferire realmente solo poco 
più di 100 Megabyte al secondo. 
I NAS veloci, come il Protonet, 
sfruttano questa velocità quasi 
completamente: nel corso del test, 
il costoso dispositivo professionale 
da 2999 Euro è stato in grado di 
trasferire 5 file video da 1 Gigab¬ 
yte in soli 48 secondi. I modelli di 
NAS più economici lavorano in 
modo più lento: il NAS più veloce 
tra i cabinet venduti senza HDD, 


il Synology DS214se, ha impiegato 
61 secondi, mentre il NAS "com¬ 
pleto" più veloce, ne ha richiesti 
81. Per alcuni candidati al test si 
è reso necessario un tempo no¬ 
tevolmente più elevato: Lenovo 
necessita mediamente più di due 
minuti per caricare i video. Per chi 
vuole trasferire enormi quantitati¬ 
vi di dati da un hard diskUSB 3.0, 
sarà consigliabile che lo colleghi 
al NAS attraverso la porta USB 
3.0, dato che, in questo modo, il 
trasferimento potrà avvenire più 
velocemente. Se il NAS dispone 
solo di porte USB 2.0, l’operazio¬ 
ne avverrà in modo più rapido, se 
eseguita tramite cavo di rete. 

Sempre connessi 

I sistemi NAS consumano conti¬ 
nuamente corrente, dato che l’ac¬ 
cesso ai dati deve essere possibile 
in qualsiasi momento. È quindi 
estremamente utile che il sistema 
disponga della funzione stand-by; 
purtroppo Buffalo, Lenovo, Proto¬ 
net e Thecus non offrono questa 
tecnologia di risparmio energeti¬ 
co. In modalità stand-by, il NAS My 
Cloud Mirror richiede solo 9 Watt; 
i NAS di D-Linlc, Zyxel e Shuttle si 
rivelano ancora più risparmiosi: 
in stand-by consumano solo da 
6 a 7 Watt. 

Silenziosi? Non tutti. 

Sia che i NAS vengano collocati 
nello studio di casa o in camera da 
letto, tendono tutti a diventare fa¬ 
stidiosi a causa di ronzìi e ticchettìi 
continui. Alcuni dispositivi però, 
non presentano questo problema: 
i D-Link e gli Shuttle, grazie ad 
una rumorosità di soli 0,1 Sone 
in modalità stand-by, sono quasi 
impercettibili anche aH'interno 
di ambienti molto silenziosi. Al 
contrario, sui modelli di Thecus, è 
stato riscontrato il valore di 1,0 So¬ 
ne. Nella fase di accesso agli hard 
disk, il Protonet Carlita è stato il 
modello più silenzioso: 0,35 Sone 
sono sì percepibili, ma, anche in 
caso di funzionamento prolungato 
del dispositivo, non infastidiscono. 
Con i suoi 0,54 Sone, anche il My 
Cloud Mirror di Western Digital 
si è rivelato altrettanto silenzioso. 

II rumore di tutti gli altri NAS in¬ 
vece, quando sono in funzione, è 


U I V nJ I 


COSA 

SIGNIFICA? 




RAID 

Il “Redundant Array of Indipendent Disks” è 
un sistema costituito da più hard disk, che 
vengono raggruppati in una solo unità. Due 
hard disk offrono le seguenti possibilità: 

RAID 1 provvede a memorizzare tutti i dati 
due volte (una copia su ciascun disco), men¬ 
tre RAID 0 si occupa invece di distribuire i da¬ 
ti su entrambi i dischi: questa operazione 
contribuisce ad aumentare la velocità. 


INDIRIZZO IP 

Il trasferimento dati all’interno delle reti, sia 
che si tratti di una LAN casalinga o di Inter¬ 
net - avviene generalmente attraverso l’In¬ 
ternet Protocol. A qualsiasi dispositivo col¬ 
legato viene abbinata una sequenza nume¬ 
rica: il cosiddetto indirizzo IP. Questo nu¬ 
mero viene generalmente assegnato auto¬ 
maticamente, nel momento in cui viene ef¬ 
fettuata la connessione a Internet. 


RELAYSERVER 


Un Relay-Server consente di trasferire dati 
via Internet, anche se il computer non co¬ 
nosce l’indirizzo IP del NAS. La connessio¬ 
ne di entrambi i dispositivi avviene tramite 
un Relay-Server del produttore del NAS, 
attraverso il quale viene gestito tutto il traf¬ 
fico dati. 


DDNS 

Un server DDNS consente di trasferire 
dati via Internet tra computer e NAS. En¬ 
trambi i dispositivi devono essere con¬ 
nessi a un server DDNS, che provvederà 
ad assegnare ad entrambi l’indirizzo IP 
dell’altro dispositivo. Il trasferimento dati 
avverrà direttamente da dispositivo a di¬ 
spositivo. 


HTTPS 

In origine, l’Hipertext Transfer Protocol 
era stato sviluppato per il trasferimento 
di siti web, ma oggi anche altri program¬ 
mi lo utilizzano per il trasferimento di da¬ 
ti. Solo la variante HUPS (“Secure”) tra¬ 
sferisce i dati in modo criptato. Nella 
modalità HTTP i dati non sono invece 
protetti. 

Speciali Win Magazine 91 


































O Home Cinema 


Fai da te | Costruire da soli il proprio NAS 


alquanto intenso. Il dispositivo 
di Thecus, con oltre 1,5 Sone, si 
è rivelato molto rumoroso. 

Un NAS non sostituisce 
un back-up 

Chi utilizza il NAS come memo¬ 
ria per foto e video, dovrebbe ri¬ 
correre alla tecnologia RAID 1 e 
installare dischi di buona qualità 
in modo che non si verifichino 
danni irreparabili, nel caso in 
cui un disco dovesse bloccarsi. 
Tutto ciò però non preserva d a 
una cancellazione imprevista o 
sovrascrittura dei dati da parte 


ACCESSO IN MOBILITÀ AD UN NAS 


UTENTE 


SERVER 



INTERNET 



NAS 


INTERNET 


» 


Attraverso un browser 
l’utente si connette 
via server al NAS 


Il server attiva un collegamento con il NAS. Se 
si tratta di un Relay- Server anche il trasferi¬ 
mento dati verrà eseguito da quest’ultimo. 


Il NAS trasferirà il proprio 
indirizzo IP al server e, su 
richiesta, anche i dati. 


Per collegarsi ad un NAS è necessario un 
server 1 . Se quest’ultimo lavora come Re- 
lay-Server, si occuperà anche della gestio¬ 
ne completa del traffico dati. Un server 
DDNS 2 provvede invece a trasferire 
all’utente solo l'indirizzo IP del NAS: i dati 
vengono trasferiti direttamente via Internet. 


il 

e © 

INTERNET 

Tramite un servizio DDNS, solo l’indirizzo IP del NAS viene trasferito al server, 
mentre i dati vengono trasmessi direttamente all’utente. 





5 NAS 

SENZA HARD DISK 



RISULTATI DEL TEST 

Capacità: la dotazione non include gli hard disk 
Dimensioni (L x A x P): 9,4 x 19,8 x 14,2 cm 

Capacità: la dotazione non include gli hard disk 
Dimensioni (LxAxP): 10,1 x 16,6x22,7cm 

Quanto è idoneo il sistema NAS come dispositivo per la memorizzazione di dati? 

36,00% 


6,84 


7,12 

Porte di connessione per il trasferimento di dati / collegamenti mobili possibili 

10,00% 

1 x LAN, 1 x USB 3.0 / nessuno 

5,40 

1 x LAN, 2 x USB 2.0 / nessuno 


Accesso e funzioni in rete 

8,00% 

molto numerose (streaming video e iTunes) 

9,38 

molto numerose (streaming di video e iTunes) 

9,38 

Accesso mobile e trasferimento dati automatico 

13,00% 

esteso / limitato 

6,70 

esteso / un po’ limitato 

7,48 

Hard disk: tipo / Numero max. / configurazioni possibili 

5,00% 

nessuno in dotazione / 2 / RAID 0, RAID 1 

6,00 

nessuno in dotazione / 2 / RAID 0, RAID 1 

6,00 | 

Quanto è veloce il sistema NAS? 

23,00% 


8,14 


8,18 

Velocità max (in lettura / in scrittura) 

20,00% 

veloce (58,9 MB/s / 88,7 MB/s) 

8,00 

veloce (112,0 MB/s/ 94,0 MB/s) 

8,68 

Tempo di risposta per l'accesso ai dati, partendo dopo uno stand-by di 24 ore 

3,00% 

veloce (6,4 secondi) 


lenta (20,3 secondi) 

4,88 

Quanto sono sicuri i miei dati? 

15,00% 


8,14 


7,20 

Criptazione (dati sul NAS /traffico dati interno / esterno) 

8,00% 

si / si / si 

10,00 

si / si / si 

10,00 

Possibilià di ripristino in caso di perdita di dati 

7,00% 

un pò limitate 

6,00 

limitate 

4,00 

Costi di esercizio e rumorosità del dispositivo 

19,00% 


6,02 


5,10 

Consumo energetico: in stand-by (dopo 24 ore senza accesso alla rete) / a carico minimo / con accesso alla rete, costo 
max. annuo 

9,00% 

elevato: 7,0 /13,6 /17,3 Watt; 30,31 Euro 

4,62 

elevato: 12,0 /15,5 /18,8 Watt; 32,94 Euro 

3,34 

Rumorosità di esercizio (in Sone): a carico minimo / con utilizzo intensivo 

7,00% 

motto silenzioso (0,1) / rumoroso (1,3) 

7,16 

silenzioso (0,7) / un pò mmoroso (1,0) 

6,22 

Sviluppo calore: con carico minimo / con utilizzo intensivo 

3,00% 

basso (29,0 gradi) / un po’ elevato (36,0 gradi) 


basso (31,0 gradi) / basso (31,0 gradi) 

7,80 

Quanto è facile configurare il sistema NAS? 

7,00% 


6,86 


6,86 

Sostituzione del disco fisso 

2,00% 

molto semplice (cornice intercambiabile) 

10,00 

complicata (cornice hard disk inamovibile) 

4,00 

Struttura menu e impostazioni (giudizio personale dei tester) 

5,00% 

installazione veloce, menu un po’ disordinato 

5,60 

installazione e usabilità semplice 

8,00 

Malus 

criptazione per Internet disattivata 

-0,15 

criptazione per Internet disattivata 

-0,15 

RISULTATO DEL TEST 

soddisfacente 6,88 

soddisfacente 6,681 


92 Win Magazine Speciali 































































































Costruire da soli il proprio NAS | Fai da te 


Home Cinema O 


dell'utente. Soltanto i NAS di 
Buffalo, Synology e Western 
Digital dispongono di un ce¬ 
stino, dal quale è possibile ri¬ 
pristinare i dati cancellati. Ne 
consegue, quindi, che è sem¬ 
pre buona regola salvaguardare 
periodicamente i dati con una 
protezione aggiuntiva. Cinque 
dei NAS testati offrono la fun¬ 
zione automatica di back-up. Il 
migliore si è rivelato il modello 
di Shuttle, in grado di proteggere 
automaticamente parecchie ti¬ 
pologie di file e utilizzabile con 
estrema semplicità. 

Servizio Cloud 
autonomo 

L'accesso ai NAS può avvenire 
anche in mobilità via Internet, 
secondo quanto assicurato dai 
produttori, che pubblicizzano 
i loro dispositivi come “Cloud 


privata". Nell'uso pratico tut¬ 
tavia, il procedimento si è rive¬ 
lato alquanto complicato (vedi 
grafico a destra). Nel caso in cui 
l'accesso avvenga tramite un 
Relay Server, il trasferimento 
dei dati avviene generalmen¬ 
te in modo piuttosto lento. Per 
potere guardare video in modo 
fluido, spesso la velocità non 
è sufficiente. L’operazione av¬ 
viene generalmente in modo 
molto più veloce tramite un 
server DDNS. Questo tipo di 
collegamento è però comples¬ 
so da attivare e riservato agli 
utenti esperti. Abbiamo trovato 
irritante che su numerosi NAS 
le funzioni di protezione fos¬ 
sero disattivate (vedi colonna 
a destra). Due candidati al test 
hanno eseguito tutti i trasferi- 
mentideidativia Internet, addi¬ 
rittura senza alcuna criptazio- 



ne. Soltanto il costoso Protonet 
Carlita ha offerto un servizio 
Cloud sicuro, già preimpostato 
dal produttore. 

Conclusioni 

Per una semplice LAN domesti¬ 
ca, un NAS di tipo economico 
è sufficiente. Chi non deside¬ 
ra assemblarlo da solo, potrà 
fare ricadere la sua scelta sul 
modello con due dischi già in¬ 
stallati, WD My Cloud Mirror, 
vincitore del test. Tra i cabinet 
senza HDD, si è distinto il D- 
LinkDNS-327L. Un’alternativa 
economica, ma leggermente più 
lenta è il NAS di Zyxel. Il costoso 
Protonet Carlita è indicato solo 
per ampi gruppi di lavoro, dove 
una velocità più elevata e una 
configurazione più semplice 
rappresentano un autentico 
vantaggio. 


RISCHIO 

SICUREZZA? 

Chi vuole utilizzare il proprio NAS co¬ 
me Cloud, dovrà prestare particolare 
attenzione, poiché degli estranei po¬ 
trebbero venire a conoscenza dei vo¬ 
stri dati, durante il loro trasferimento 
via Internet. 



Capacità: la dotazione non include gli hard disk 
Dimensioni (L x A x P): 9,5 x 16,9 x 22,4 cm 


IxLAN, 2xUSB 3.0,1x USB 2.0, scheda SD 
/WLAN 

molto numerose (streaming di video e iTunes) 
esteso / esteso 

nessuno in dotazione / 2 / RAID 0, RAID 1 


Capacità: la dotazione non include gli hard disk 
Dimensioni (LxAxP): 12,3x 16,7x20,7cm 

Capacità: la dotazione non include gli hard disk 
Dimensioni (L x A x P): 9,7 x 13,7 x 20,2 cm 

6,76 



1 x LAN, 1 x USB 3.0,2 x USB 2.0 / nessuno 

molto numerose (streaming di video e iTunes) 
esteso / limitato 


1 x LAN, 1 x USB 3.0,1 x USB 2.0 / nessuno 
numerose (accesso e gestione dati da browser) 


molto silenzioso (0,1) / un po’ rumoroso (0,9) 
basso (31,0 gradi) / basso (34,0) 

molto semplice (cornice intercambiabile) 
installazione semplice, menu ben strutturato 


installazione rapida, menu un po’ confuso 


installazione tramite software, menu confuso 


5,40 



accesso a Internet solo in modalità non criptata - 0,30 

è possibile accedere in chiaro a Internet - 0,05 

accesso ad Internet parzialmente non criptato - 0,10 

soddisfacente 6,66 

soddisfacente 6,28 

soddisfacente 6,14 


DATI IN CHIARO 

Potere avere accesso al NAS di casa 
attraverso il browser è veramente co¬ 
modo, poiché non è necessario alcun 
software extra. Con i NAS di Buffalo, 
Lenovo, Western Digital e Zyxel, ba¬ 
sterà che l’utente digiti https:// davanti 
all’indirizzo di rete dei NAS. In caso 
contrario, i NAS stabilirebbero un col- 
legamento non criptato via HTTP, ac¬ 
cessibile da tutti. 


CRIPIAZIONE DISATTIVATA 

È stato riscontrato che sui NAS di D- 
Link e Synology, la criptazione è nor¬ 
malmente disattivata, ma potrà essere 
attivata in qualsiasi momento, interve¬ 
nendo sulle impostazioni di sistema. 
Chi desidera accedere al NAS di Syno¬ 
logy tramite un’ App, dovrà accertarsi 
che l’opzione “https” sia attiva. 


CRIP1AZI0NE INESISTENTE 

Un solo dispositivo tra i candidati testa¬ 
ti, esegue tutte le operazioni senza alcu¬ 
na criptazione. Infatti, il NAS di Shuttle 
trasferisce dati, anche in Internet, senza 
alcuna protezione e non si rivela pertan¬ 
to idoneo ad essere impiegato per un 
servizio Cloud privato. 


DN SOLO NAS È SICDRO 

Il Protonet Carlita è stato l’unico NAS 
testato, che ha trasferito tutti i dati via 
Internet solo in modo criptato. 


Speciali Win Magazine 93 






















































































O Home Cinema 


Fai da te | Trasforma il NAS in decoder digitale 


W7 


ma il NAS 
decoder 



Così lo configuri per vedere 
e registrare i tuoi programmi 
preferiti e scaricare dal P2P 


Cosa ci f m zJ 
occorre 

NAS 

SYNOLOGY 

DS415PLAY 

Quanto costa: € 445, 30 
Sito Internet: 

www.synology.com 

TUNER DVB-T USB 

HAUPPAUGE 

WINTV-NOVA-TD 

Quanto costa: € 51 ,00 
Sito Internet: 

www.hauppauge.com 


S e ci pensiamo bene, tutto ciò che è 
multimediale è ormai digitale e que¬ 
sto ha cambiato anche il nostro modo 
di archiviare musica, film e foto. Per farlo 
utilizziamo diverse tipologie di supporti 
digitali, come le chiavette USB e i supporti 
ottici, per non parlare poi dell’archiviazione 
on-line negli spazi cloud. C'è quindi l'imba¬ 
razzo della scelta, ma se stiamo cercando il 
dispositivo perfetto per la multimedialità in 
casa, allora quello che non può mancare nel 
nostro salotto è il NAS (Network Attached 
Storage). 

Tutto ruota intorno al NAS 

Il bello dei NAS è infatti che, una volta col¬ 
legati alla LAN, sono in grado di sostituirsi 
ai multimedia center, permettendo, grazie 
al supporto di più dischi rigidi, di immagaz¬ 
zinare, catalogare e riprodurre in streaming 
tutti i nostri contenuti. Inoltre l'integrazione 
con i maggiori servizi di cloud Storage (Goo- 
gle Drive, OneDrive, DropBoxecc) consente 
di avere una capacità di memorizzazione 
quasi illimitata. Il sistema operativo svi¬ 
luppato da Synology, denominato DSM, 
permette inoltre di ampliare ulteriormente 
le potenzialità del NAS. Installando applica¬ 
zioni appositamente sviluppate, possiamo 
integrarvi una download station, sulla quale 
avviare download, tramite i più comuni ser¬ 
vizi di file sharing o l’utilizzo di file torrent e 
rete eMule. A download ultimato, potremo 
avviare la riproduzione dei contenuti mul¬ 
timediali, visualizzandoli in streaming in 
tempo reale, su qualsiasi dispositivo com¬ 
patibile, come smartphone, tablet, smart 
TV o computer. E se poi vogliamo sfruttarlo 
al massimo, basta collegare una scheda 
TV Tuner al NAS per godere dei contenuti 
televisivi in streaming, oltre che registrare 
e riprodurre i nostri canali preferiti. 




Trasforma il NAS in decoder digitale | Fai da te 


Home Cinema 


I DISPOSITIVI DI RETE IN GRADO DI SODDISFARE OGNI ESIGENZA 



IBS! 

DS115J 

Compatto, leggero e 
dai consumi ottimizza¬ 
ti, DS115j è perfetto per 
utenti domestici in cerca 
di un server NAS sempli- - ce ed 
economico. È possibile eseguire in modo rapido 
il backup dei documenti, monitorare impianti di 
sorveglianza o creare un cloud personale per la 
condivisione dei file con amici e familiari. 

■ Quanto costa: €92,11 

■ Sito Internet: www.synology.com 


DS214 

Studiato per gruppi di lavoro e uffici, il DS214 è 
un server NAS a 2 vani ricco di funzioni. Grazie 
alle applicazioni per ufficio complete, consen¬ 
te di condividere e proteggere i dati in modo 
efficace, aumentando allo stesso tempo la 
produttività. 


■ Quanto costa: € 

256,20 

■ Sito Internet: 

www.synology.com 




SYNOLOGY 

DS415PLAY 

È un NAS dotato di 4 bay. 

Si colloca nella fascia dei 
top di gamma, supporta 
lo streaming e la codifica di video in qualità 
Full-HD a 1080p in maniera fluida su disposi¬ 
tivi come Smart TV o smartphone. Supporta la 
trasmissione multi-canale che consente che 
consente ai membri della famiglia di vedere i 
film in diverse stanze. 

Quanto costa: € 445,30 
Sito Internet: www.synology.com 


Attiviamo subito il NAS 



I passi per installare, collegare e configurare il dispositivo e creare così un efficiente 
centro ai backup per la condivisione dei contenuti multimediali nella rete domestica. 



^ Prima di tutto i dischi 

Poiché il NAS viene venduto senza hard disk, la prima 
cosa da fare è installarli. Per farlo estraiamo i singoli Bay 
dal NAS e fissiamo ad ognuno di essi il disco rigido, quindi rein¬ 
serire la slitta nell’alloggiamento. Colleghiamo il cavo Ethernet, 
l’alimentazione e accendiamo il NAS. 


^ Scarichiamo il sistema operativo 

Per funzionare i NAS hanno bisogno di un sistema opera¬ 
tivo denominato DSM. Colleghiamoci al Centro download 
Synology (www.winmagazine.it/link/2952) e scarichiamo l’ulti¬ 
mo DSM disponibile insieme al tool Synology Assistant, che ci 
guiderà nell’installazione. 


HARD DISK 
SPECIFICI PER NAS 


I NAS supportano tutti 
i modelli di disco rigido 
presenti in commercio, 
ma conviene acquistare 
HDD appositamente 
progettati, come il 
Western Digital WD60E- 
FRX. Questi hard disk, 
infatti, hanno una du¬ 
rata media garantita 
nettamente superiore 
rispetto a quella dei 
normali dischi rigidi. 
Offrono inoltre presta¬ 
zioni e affidabilità più 
elevate, riducendo, allo 
stesso tempo, il rumore 
prodotto ed i consumi 
energetici. 



^ Una semplice installazione 

Per installare il DSM avviamo Synology Assistant e atten¬ 
diamo la scansione dei NAS disponibili all’interno del¬ 
la LAN. Selezioniamo il NAS e seguiamo le semplici istruzioni 
mostrate a video. Per i parametri di rete possiamo impostare 
l’indirizzamento IP tramite DHCP. 


^ Effettuiamo il loqin 

Avviamo la connessione al NAS: si aprirà il browser con la 
schermata di autenticazione: come user digitiamo admin, 
mentre come password inseriamo la parola chiave scelta prece¬ 
dentemente. Completiamo la registrazione di un nuovo utente 
MyDS per garantirci un accesso al NAS anche da remoto. 


► 


Speciali Win Magazine 95 












































C Home Cinema 


Fai da te | Trasforma il NAS in decoder digitale | 


E II download è automatico 

Una volta inizializzato il NAS, direttamente dal dispositivo, utilizzando la Download Station, possiamo effettuare 
ricerche e scaricare file dalle reti Torrent, eD2K, Kad e dai siti di file hosting. 



^ Apriamo la Download Station 

Accediamo tramite browser al NAS, apriamo il menu del DSM e 
avviamo Download Station. Se non è presente, occorre prima avvia¬ 
re il Centro Pacchetti e installare l’applicazione Download Station. Al primo 
avvio occorre configurare le cartelle in cui verranno salvati i file. 



^ Una ricerca sui canali Torrent 

Per utilizzare la rete Torrent possiamo usare il motore di ricerca inte¬ 
grato. Inseriamo la stringa di ricerca nell'apposito campo e atten¬ 
diamo che la ricerca del peer venga ultimata. Scegliamo il file corretto e 
avviamo il download facendo doppio clic su di esso. 



^ Utilizziamo anche il mulo 

Per effettuare la ricerca utilizzando i server eD2k e la rete Kad sele¬ 
zioniamo l’icona di eMule in basso a sinistra e effettuiamo la ricerca. 
Se non è già attivo, abilitiamo il servizio dalle impostazioni della Download 
Station, confermando ii messaggio che compare al primo avvio. 


^ Download dal file hosting 

Cerchiamo il file su un servizio di file hosting (ad esempio Mega), 
copiamo l’URL per il download e inseriamolo nella casella di ricer¬ 
ca della Download Station. Sono supportati download multipli e servizi di 
hosting con autenticazione. Possiamo anche caricare un file TXT con più link. 



Aggiungiamo un tracker 

Con Download Station possiamo scaricare da numerosi hosting ser¬ 
ver. Per aggiungere un sito clicchiamo sull’Ingranaggio (Imposta- 
zioni prima icona in basso a sx), alla voce Hosting di File clicchiamo su 
Aggiungi ed inseriamo l’URL del servizio di hosting richiesto. 


Meglio un collegamento rapido 

Possiamo creare un collegamento rapido sul desktop per accede¬ 
re rapidamente ai nostri file. Clicchiamo con il destro sul desktop 
e scegliamo Nuovo/Collegamento. Nella nuova finestra inseriamo quin¬ 
di l’indirizzo FTP del nostro NAS (nel nostro caso ftp://192.168.1.11O). 


96 Win Magazine Speciali 



















































Trasforma il NAS in decoder digitale | Fai da te 


Home Cinema 


Trasforma il NAS in decoder TV 


Collegando tramite la porta USB del nostro dispositivo un Tuner TV possiamo registrare o guardare in diretta 
streaming tutti i canali del digitale terrestre. Per farlo bastano pochi semplici passi. 



Una scheda TV col NAS 

Colleghiamo la chiavetta ad una porta USB del 
NAS. Per le nostre prove, abbiamo utilizzato 
una Hauppauge WINTV-NOVA-TD (ma funziona anche 
con le chiavette Sky). Prima di acquistare un TVTuner, 
verifichiamo la compatibilità con il nostro modello di 
NAS al linkwww.winmagazine.it/link/2957. 


Videoreaistriamo! 

Per visualizzare i nostri canali, oppure per 
avviare registrazioni, usiamo l'applicazione 
Video Station. Avviamo quest'ultima e, dal menu di 
sinistra, clicchiamo su Registrazione TV. Se è la 
prima volta che avviamo la registrazione TV, verrà 
avviata la ricerca automatica dei canali. 


Una diretta TV in streaming 

Per avviare in streaming la riproduzione di 
una diretta TV accediamo al NAS, tramite 
Video Station scegliamo un programma dalla lista 
dei canali e clicchiamo su Diretta. Una schermata 
ci avviserà dell’awenuto avvio del servizio Strea¬ 
ming e ci verrà fornito un URL. 



^ Recuperiamo l’URL 

Anche se lo streaming video è stato avvia¬ 
to, dobbiamo collegarci all’indirizzo corret¬ 
to per visualizzare il contenuto richiesto. Copiamo 
l’URL fornitoci dalla Video Station e incolliamolo 
nel browser del dispositivo dal quale visualizzare la 
diretta, come Smart TV, PC o smartphone. 



^ Ricorriamo a VLC 

In caso in cui si verifichino lag o altri proble¬ 
mi di qualità durante la visualizzazione dello 
streaming video è necessario inserire l’URL diret¬ 
tamente in VLC. Avviamolo e scegliamo Apri flus¬ 
so di rete dal menu Media. Inseriamo l’indirizzo 
del servizio streaming e clicchiamo su Riproduci. 



.x Una cartella per i video 

Dobbiamo scegliere in quale cartella salva¬ 
re le nostre registrazioni. Se non abbiamo 
creato un’apposita directory, dovremo farlo ades¬ 
so. Avviamo l'applicazione File Station, dal meno in 
alto scegliamo Crea, inseriamo il nome desiderato 
e creiamo la nuova directory. 


Programmiamo tutto 

Come un qualsiasi decoder, anche con il 
NAS Synology possiamo registrare i cana¬ 
li TV preferiti. Avviare la registrazione di un cana¬ 
le o di un evento è molto semplice: clicchiamo sul 
nome del programma e poi, dal menu in alto, su 
Registra, quindi confermiamo la registrazione. 


Registrazioni ripetute 

È possibile anche programmare la registra¬ 
zione di tutte le puntate di un programma 
o della nostra serie TV preferite oppure un singolo 
evento. Per farlo, non dobbiamo fare altro che clic¬ 
care su Imposta pianificazione ripetuta dal menu 
Registra del canale scelto. 


^ Visualizziamo ie registrazioni 

Per rivedere le nostre registrazioni accedia¬ 
mo al NAS e sfogliamo i file multimediali 
tramite l'applicazione Video Station. Tutte le nostre 
registrazioni compariranno nella directory selezio¬ 
nata in precedenza durante la configurazione della 
scheda TV Tuner. ■ 


Speciali Win Magazine 97 


























































—Ili EDIZIONI m 

s m MASTER ISl En 


EH] 


Voyager è un marchio Rai-Radiotelevisione Italiana S.p.A. 
concesso su licenza esclusiva Rai 


VOYAGER 

MAGAZINE 

il mensile di domande 


a caccia di RISPOSTE! 


Inchieste condotte senza 
pregiudizi, direttamente 
sul posto, dalla viva 
voce dei testimoni 




ima dei 


RAMA TV ffiS 


te e s"c8rS cristallo 


Ciri ALE D 


IA rivista Uf 


^vswopou 


.;rr M «w 

A CONOSCENZA 


magazine 


STORIA 

CURIOSITÀ 

MISTERI 

LEGGENDE 

VIAGGI 

SCIENZA 

TECNOLOGIA 

NATURA 


if<sTA. ESCLUSIVA; 


rU 


È ANDATA DISPERSA 
PER SEMPRE O ALCUNI 
FRAMMENTI ESISTONO ANCORA? 

IA RFIIQIJIA CHE HA SFGNATO Gl I 
ULTIMI DUEMII A ANNI TITNT ANCORA 
IL MONDO CON IL MAIO SOSPESO 

SULLE TRACCE 

DELIA 

CROCE 
































ASUS consiglia Windows. 


IN SEARCH OF INCREDULE 



ASUS EeeBook X205 

Stile e leggerezza. 

ASUS ridisegna il notebook con EeeBook X205. Linee morbide, finiture di pregio e colori brillanti ne fanno l'insostituibile compagno di ogni giorno con una spiccata 
personalità. Nonostante peso e dimensioni estremamente contenuti - 980 grammi in soli 17 mm di spessore, ASUS EeeBook X205 offre una tastiera comoda e un 
touchpad ampio e confortevole. In caffetteria o in biblioteca, EeeBook X205 sarà sempre al tuo fianco, grazie alla batteria a lunga durata che consente fino a 12 ore di 
navigazione web. In più è subito operativo grazie a Microsoft Windows 8.1 e aH’abbonamento di un anno a Microsoft Office 365. 



AFFIDABILITÀ 

GARANTITA 


Un notebook ASUS è un investimento sicuro! 

In caso di guasti entro i primi 12 mesi sarà 
riparato gratuitamente e riceverai un indennizzo 
pari al prezzo di acquisto. Per tutti i dettagli 
visita: www.asusplus.it/1atuagaranzia 


Segui ASUS Itala O@©0OO 


Lavora meglio. Divertiti di più. 


Windows