Skip to main content

Full text of "Bollettino del club utenti computer Z80"

See other formats


1 



BOLLETTINO DEL CLUB UTENTI MICRO LG-80 
j'-MAGGIO 1981- ( 


NOVITA’ -NOVITA’ -NOVITA' -NOVITA’ -NOVITA’ --NOVI TA 7 -NOVITA’ -NOVITA’ -NOVITA’ 

Molte [.avita’ sono presentate sulle pagine di questo bollettino» 
senza perdere tempo e spazio ve le presentiamo 

-SOFTWARE- 

Oltre all’ormai conosciuto CP/M, che molti di voi hanno già’ 
acquistato, presentiamo ora due versioni di Basic CP/M compatibile. il Basic 
BASLG2 e BASLG3. Iniziamo con il BASLG2, versione aggiornata dell'ormai 
famoso Basic Italiano-Inglese che tutti voi avete avuto modo di conoscere e 
usare. questa versione 2.0 mantiene la perfetta compatibilita’ con la 
versione precedente ma con alcuni comandi in piu’. Il motivo che ci ha spinti 
ad aggiornare la V 1.0 del nostro Basic, e’ stato prinei pai mente 
l’impossibilita’, con questa versione, di adoperare il floppy, e appurato che 
molti hanno sviluppato programmi su questo interprete ci sembrava un peccato 
non poter sfruttare tutti quei vantaggi che i dischi offrpno rispetto alla 
cassetta, primo tra tutti la velocita’. Infatti e’ inutile caricare il 
Basic da disco, come e’ possibile fare ora, se per registrare o caricare i 
programmi, occorre sempre servirsi delle cassette. Il BASLG2, rispetto 
alla versione 1.0, offre perciò’ questi vantaggi : 

1) Caricare programmi da cassetta e salvarli su disco e viceversa. 

2) Scrivere con la funzione CHR$(X) i caratteri di tipo negato 
(nero su bianco) e i caratteri grafici. E’ possibile inoltre, per chi 
possiede la stampante, gestire da programma il set di caratteri di stampa (la 
EPSON MX-80 ne possiede ben 14 tipi). 


TAGLIANDO DI ISCRIZIONE AL CLUB UTENTI MICRO LG 80! 


COGNOME . NOME. 

INDIRIZZO... 

C.A.P. CITTA’ .. 

PROVINCIA . TELEFONO ./ 


CONFIGURAZIONE MICRO 
CONSIGLI S< CRITICHE 




H 5 'fi 




















3) Permette, con i comandi PRINT# e INPUT# di registrare su nastro i 
dati contenuti nelle variabili o/e nei vettori. 


Pur tuttavia questo interprete rimane un linguaggio di tipo didattico 
perciò 7 si presta benissimo ad un suo facile e veloce apprendimento, 
ensiamo di fare la felicita 7 di molti, annunciandovi la prossima 

ubblicazione di un manuale dedicato esci usivamente a tutti coloro che 
esiderano avvicinarsi alle tecniche di programmazione in Basic. Il manuale 
rattera 7 degli interpreti V 1.0 e V 2.0 in modo esauriente e completo. 

Merita un discorso a parte il BASLG3. Questo interprete occupa circa 
17.5K di memoria e richiede, come tutti i linguaggi di tipo esteso, una certa 
sperienza di programmazione. Comprende infatti molti comandi che nel BASIC 
1,0 non sono presenti, tanto per fare un esempio le funzioni matematiche, 
:ltre alle solite 4 operazioni, comprendono l'elevamento a potenza, funzioni 
rigonometriche , il logaritmo naturale e in base 10 e la precisione del 
alcolo e 7 estesa a 12 cifre significative. Oltre a ciò 7 il BASLG3 può 7 
Tianipolare qualsiasi tipo di stringa alfanumerica con iunnhP77a anche 
uperiore ai 255 caratteri. Sara 7 finalmente possibile fare ordinamenti 
Ufabetici o alfanumeri ci, confrontare stringhe sommarle e sottrarle tra 
oro, trasformarie in valori numerici e viceversa, considerare parte di esse 
il loro intero. Anche il set delle istruzioni e 7 molto ampio e comprende 
•a l'altro la sequenza IF...THEN...ELSE; e 7 possibile inoltre rinumerare le 
mee del programma, caricare piu 7 programmi contemporaneamente e unirli tra 
oro, scambiare • il valore di due o piu 7 variabili, definire funzioni, 
hi amare sottoprogrammi in linguaggio macchina, e infine gestire i dischi, 
on solo come supporto per i propri programmi, ma come archivio dati. 


Il BASLG3, come 

avrete potuto capire da 

queste poche 

righe, 

nterprete molto potente 

in grado di 

soddisfare 

pienamente le 

esigen 

ipo sia scientifico-matematico 

si a 

gestionale-ammini strativo. 


Di seguito troverete 

una 

tabella comparativa 

del BASLG 

3 con 

asic implementati su i 

personal 

piu 

7 conosciuti 

■ 



4RATTERISTICHE 

APPLESOFT 

TRS-80 PET-3032 

BASLG1/2 

BASLG3 

Numeri a virgola mobile 

si 


si 

si 

si 

si 

NUMERI DOPPIA PRECISIONE 

no 


si 

no 

no 

si 

VETTORI ALFANUMERICI 

si 


si 

si 

no 

si 

OPERATORI OPERAZIONALI 

si 


si 

si 

si 

si 

COMPARAZIONE STRINGHE 

si 


si 

si 

no 

si 

(IBS, INT, RDN 

si 


si 

si 

si 

si 

5QR, S6N,LOG 

si 


si 

si 

no 

si 

flANDOM 

no 


si 

no 

no 

si 

4, MOD 

no 


no 

no 

no 

si 

flTN,COS,SIN,TAN 

si 


si 

si 

no 

si 

C iR$ <N) 

si 


si 

si 

solo v2 

si 

A 3C,LEFT$,LEN,MID$ 

si 


si 

si 

no 

si 

KiGHT$,VAL,STR$ 

si 


si 

si 

no 

si 

57RING$ 

no 


si 

no 

no 

si 

NSTR 

no 


no 

no 

no 

si 

DEF FN 

si 


si 

si 

no 

si 

GITO,IF-THEN 

si 


si 

si 

si 

si 

ELSE 

no 


si 

no 

no 

si 

FGR-NEXT-STEP 

si 


si 

si 

si 

si 

ON-GOSUB,0N-G0T0 

si 


si 

si 

si 

si 

(JCT PPTMT 

.si* 


si 

si 

si 

si 

PRINT USING 

no 


si 

no 

no 

si 

CLQSE-OPEN 

no 


no 

si 

no 

si 

INPUT#,PRINT# 

no 


si 

si 

solo V2 

si 

3F,KILL,LOC,LOF 

no 


no 

no 

no 

si 

10AD,SAVE 

si 


no 

si 

solo V2 

si 

M:rge 

no 


no 

no 

no 

si 

EDITOR 

si 


si 

si 

no 

si 


H.S 'Si 


Pfìt . 2 






HARDWARE 


Alcuni soci ci hanno chiesto se era possibile in qualche modo montare 
il micro completo nel mobile di Nuova Elettronica. Abbiamo infatti notato 
che nel mobile rimaneva molto spazio non utilizzato dopo aver montato il 
monitor e il relativo floppy con tastiera. Purtroppo questo spazio e' 
insufficiente date le dimensioni delle schede e i relativi alimentatori. 
Per risolvere il problema abbiamo fatto realizzare una prolunga in lamiera 
forata da inserire tra il posteriore del mobile e il suo coperchio. In questa 
prolunga possono agevolmente essere ‘al 1 oggiati i trasformatori con'i relativi 
alimentatori, il tutto adeguatamente schermato da un lamierino piegato a L 
che funge da schermo per il tubo catodico. Lo spazio rimanente e’ utilizzato 
per contenere il bus, che verrà 7 fissato al coperchio posteriore, dove 
potranno prendere posto le schede del computer. La modifica in pratica 
permette di allungare di 10 cm, la profondità' del mobile consentendo cosi' 
il montaggio del sistema, fissato, come abbiamo detto prima, al coperchio 
posteriore. Senza la prolunga il montaggio e' pressoché' impossibile per il 
fatto che le schede, cosi' disposte, andrebbero a toccare l'estremità’ del 
tubo catodico ola meccanica del floppy disk, se questo e' stato montato. La 
prolunga può' essere richiesta in contrassegno a L.30.000 

Molti di voi ci hanno segnalato un difetto che si verifica sul 
monitor video al momento dello spegnimento. Anche noi abbiamo notato che 
quando spegnano un computer al centro del video si forma un puntino molto 
luminoso che, a lungo andare, può’ danneggiare i fosfori . La soluzione ci 
e' stata data da un socio del club, che ha telefonato indicandoci il 
componente responsabile del malfunzionamento. Per eliminare il difetto 
occorre sostituire la resistenza n.108 sulla scheda premontata del monitor 
siglata TK-5 . Il valore originale e’ di 1 Megaohm, e bisogna cambiarlo con 
una resistenza da 3 Megaohm. E' giusto a questo punto ringraziare il Sig. 
Arcari Roberto di Brescia autore della modifica. 

Con la presentazione del Controller Floppy Disk si e' scatenata una 
vera e propria gara da parte di alcuni fornitori per proporre le proprie 
meccaniche. Non ci siamo fatti molto pregare per accettare alcuni campioni 
da interfacci are e collaudare con il nostro controller. Pensiamo di fare 
cosa gradita a tutti pubblicando i disegni e le modifiche da eseguire per 
rendere compatibile il Controller Floppy con le seguenti meccaniche : 


DRIVE BASF mod. 6106 

Si differenzia dagli altri drive per la sua larghezza di circa 1/3 
piu' piccola rispetta agli altri. Infatti dove normalmente e’ possibile 
montare 2 drive di tipo tradizionale, nello stesso spazio possiamo installare 
3 drive 1 BASF. Noi nel mobile di Nuova Elettronica siamo riusciti, allargando 
leggermente il foro già' esistente a far stare 2 drive al posto del singolo. 
E' un 40 tracce, come ormai tutta la piu' recente produzione, e può' lavorare 
con il caricamento della testina, (al contrario del TAND0N) 


DRIVE SCHUGART mod. SA 400L 
« 

E' considerato un "classico", e' stato infatti uno tra i primi drive 
prodotti e utilizzati da i piu’ grandi costruttori di micro e mi ni computer. 
La SCHUGART ASSOCIATES e’ la piu’ grande industria mondiale specializzata in 
unita’ Floppy e Hard. All'inizio di quest’anno il mod. SA 400 e' stato 
migliorato aumentandogli il numero delle tracce da 35 a 40. Ha le stesse 
dimensioni del TAND0N e anche esteticamente si differenzia ben poco. Il 
funzionamento e’ invece diverso perche' anche lo SCHUGART come il BASF, ha il 
caricamento della testina. Tutti i drive presi in considerazione sono stati 
attentamente collaudati, e i risultati ottenuti sono per tutti eccellenti. 
Non telefonateci perciò’ chiedendo quale e' il migliore o il piu’ affidabile 
perche’ non sapremo cosa rispondervi. Pertanto sappiate che sia TAND0N 
SCHUGART e BASF rispondono alle specifiche richieste con un funzionamento 
sicuro e, fatto molto importante, con una seria assistenza nazionale curata 


5 g{ 


m, 3 


DAI SINGOLI DIST 
pao’ gestire ancl 
6108. Oppure i n 
quali il TANDON 
il sistema opera 
i drive sopra ci¬ 
di massa, che pa 


Unire con un p 
Smetallizzare i 
ponticellare A; 
occorre spostare 
N.6. Posizionar 


L 4J 





























SOFTWARE CLUB 


Prima di incominciare la presentazione dei programmi , dobbiamo fare 
alcune precisazioni: 

La posta in arrivo e’ in continuo aumento. Il ritardo dei 
bollettini e 7 anche dovuto al tempo necessario per controllare i nominativi, 
editare e far funzionare i programmi inviati, leggere e, quando e 7 possibile, 
rispondere ai Vs. quesiti. Come potete ben capire.non abbiamo certo il tempo 
di annoiarci. Vogliamo, a questo punto chiedervi di seguire le seguenti 
raccomandazioni : 

I programmi sono e saranno la forza del bollettino perciò 7 invitiamo 
coloro che ci scrivono proponendoci solamente i titoli dei loro programmi, a 
inviarcene anche copia degli stessi. 

Abbiamo notato che chi invia i programmi non sempre può 7 disporre di 
una stampante , e non e 7 perciò 7 in grado di inviare un listato; spessa 
alcuni programmi sono addirittura trascritti a mano. Alla Vs. fatica si 
aggiunge la ns per leggere, decifrare e introdurre nel computer i Vs 
elaborati. Per evitare questo doppio lavoro abbiamo pensato che sarebbe 
meglio per tutti standardizzare il supporto che deve contenere il programma, 
siccome non tutti possono affrontare la spesa, non indifferente, della 
stampante, l’unico modo che rimane per inviarci i Vs. elaborati sono le 
cassette. Usate cassette di breve durata, ideali sono le C12, sopra scrivete 
chiaro il Vs. nome e il titolo del programma. Vi raccomandi amo di fornire la 
ducumentazione e le istruzioni necessarie ai funzionamento del programma, 
magari sul nastrino stesso. Si consiglia di adoperare lo standard di 300 
Baud. Sara 7 ns premura spedirvi, ad ogni Vs invio, una cassetta vergine. Vi 
fara 7 senz’altro piacere sapere che stiamo raccogliendo tutti i programmi a 
tutt’oggi ricevuti per creare una biblioteca. Questa sara 7 periodicamente 
aggiornata e ne potranno fare richiesta solamente i soci iscritti. 
Attualmente, questi primi programmi saranno registrati su cassetta, ma appena 
perverrano programmi di una certa complessità 7 e sviluppati sul sistema 
operativo CP/M la raccolta sara 7 aggiornata anche su disco. Nei prossimi 
bollettini Vi daremo un elenca di ciò 7 che e 7 disponibile sulla "LIBRERIA 
UTENTI MICRO LG-80 - I VOLUME 


- MAPPA VIDEO - 

Per l’uso del semi grafi co, abbiamo disegnato questa MAPPA VIDEO 
suddivisa in tanti quadratini, quanti sono- rappresentati dalla interfaccia 
video. La MAPPA può 7 essere utile in Basic V 1.0 e V 2.0 per realizzare 
disegni e scritte indirizzate con il comando PRINT AT (SCRIVI AL). I numeri 
segnati sui due lati estremi, che vanno da 0 a 511, indicano al comanda PRINT 
AT in che punto esatto del video vogliamo andare a scrivere. Per esempio se 
seri vi amo: 

PRINT AT239;"LG" 

La scritta LG sara 7 centrata sul video a partire dall’ottava linea. I numeri 
che trovate sul bordo in alto indicano la quantità 7 dei caratteri di TAB. 
Essi vanno da 0 a 31; quanti sono appunto i caratteri di una singola linea , 
e possono essere usati nel seguente modo 

PRINT TAB(27);"MICRO" 

Il computer scriverà 7 la parola MICRO dopo aver contato, dal margine 
sinistro, 26 spazi su quella linea. Rimangono da considerare i numeri scritti 
in quei piccoli quadratini; i lati sono numerati, a partire dall’alto del 
foglia, in modo uguale da 0 a 47. In alto invece troviamo una numerazione a 
partire da sinistra, da 0 a 63. Le due numerazioni indicano le coordinate X 
(da 0 a 63) e Y (da 0 a 47) , con le quali e 7 possibile , per mezzo delle 
istruzioni SET RESET POINT (ACCENDI SPEGNI PUNTO) indirizzare i 3072 
quadratini della MAPPA VIDEO. Vi consigliamo di fotocopiare il foglio 
contenente la MAPPA in modo che possiate direttamente sulla fotocopia, 
disegnare e scrivere a Vs. piacimento. 


a/. 5 ’U 


fftq. 5 

















Hlcum concessionari si interessano attivamente al MICRO LG-80, uno 
di questi e’’ la ditta CS<D ELETTRONICA S.r.l. di Bergamo che ci ha inviato le 
modifiche da effettuare sulla eprom siglata LX 394 (quella per intenderci, 
del programmatore) per permetterne l'utilizzazione anche con il nuovo monitor 
(V 2.0) che esclude la tastierina esadecimale. Ecco le modifiche: 


INDIRIZZI MODIFICA 


8482 

13 

8489 

1D 

848A 

86 

848C 

14 

8491 

15 

8586 

17 

852D 

16 

84C1 

14 

84C6 

16 


Dopo aver effettuato queste modifiche i comandi della tastierina 
esadecimale corrisponderanno sulla tastiera alfanumerica come segue: 


control A - V dell'alfanumerica 
control B = L 
control C = P 
control D = S 
control F = J 


Ringraziamo il Sig. Albrito Bianni, titolare della C&D 
per il suo utile interessamento. 


ELETTRONICA 


Sempre a proposito di concessionari N.E., la ditta RAN 
TELECOMUNICAZIONI di Novara e' un ns. Centro Software Autorizzato. Pertanto 
i soci di Novara e dintorni, potranno trovare e acquistare comodamente il 
CP/M , ASSEMBLER Z-80, BASIC ecc. 


Ci pervengono sempre piu' spesso rie 
applicazione quale per esempio GESTIONE MAGAZZINO - 
CONTRIBUTI - CLIENTI FORNITORI ecc. Purtroppo, e n 
dirlo, l'interprete attuale , cioè' la versione 1. 
per scopi didattici, non permette l'uso della macchin 
esauriente questi problemi. Pur tuttavia, alcuni 
programmi di utilità' con i quali e’ possibile, limi 
Basic può' fare, ottenere dei risultati insperati. Il 
ci ha gentilmente inviato un programma che calcola 
dipendente. 


hieste di Software di 
CONTABILITA' - PAGHE S< 
on ci stancheremò mai di 
0, essendo un linguaggio 
a per risolvere in modo 
soci hanno sviluppato 
tatamente a ciò' che il 
Dott. NICOLA PELLEGRINI 
la paga di un ipotetico 


5 REHItPROGRAMA DI NICOLA PELLE6RINI -LIDO DI VENEZ1A- 
10 RENI{CALCOLO DI PAGA BASEt» 

20 CLS 

40 IN."SCRIVI IL NONE DEL DIPENDENTE *;A» 

50 P.:P,"SCRIVI IL COGNONE MN.M 
60 IN."PAGA BASE =";A 
80 IN.'CONTINGENZA =";B 
90 IN."ORE LAVORATE =*;Z 
92 A=A/100:B=B/100 
k rns 

100 C=(fi+B)IZ/170 
110 C=I.(C) 

120 D=CI0.15/100 
130 D=I.(D) 

140 E=CI0.35/100 
150 E=I. (E) 


160 F=C$7.15/100 
165 F»I.(F) 

170 Y=D+E+F 
180 6=C-Y 
190 6=6*100 
200 IFG>250000THEN220 
205 IF6>333334THEN240 
210 IFG)416667THEN260 
213 IFé>:>OVUWTHEN280 
220 H=6*10/100:6.300 
240 H=6*13/100-7500:6.300 
260 H=6*16/100-17500:G.300 
280 H=6*l?/100-30000 
300 IFH<=0THEN340 
310 H=I. (H) 

320 I=G-H 


330 CLS 

340 P.B»;" ";A{ 

350 P.:P."PAGA ";A*100 
360 P."CONTINGENZA ";BI1Q0 
365 P.’DRE LAVORATE ";Z 
370 P."T0T. LORDO ";C*100 
380 P."FONDO 0SPED. ";D1100 
390 P.’GESCAL *;E*100 
400 P."FONDO PENS. ";FI100 
410 P."TOT. CONTINE. *;Y 
420 P."INPOSTA IRPEF ";G 
430 P."IRPEF ";H 
440 P."TOTALE NETTO ";I 
450 END 


<g{ ffìd. } 








Il Sig. POLI ALDO di Lacca e" stato tra i primi a inviare il proprio 
software su cassetta. Il programma mette in pratica la LEGGE DI OHM e perciò’ 
consente di calcolare velocemente Corrente - Tensione - Potenza - Resistenza 
conoscendo almeno due grandezze. E’ un ottimo esempio di come sia possibile 
utilizzare il computer anche in campo elettronico. Dopo i meritati 
complimenti al Sig. POLI passiamo al suo listato: 


10 N. PROGRAMMA DI POLI ALDO 


LUCCA VIA fi. ROSI 118 2 5 © 

cn o o 


H* »—* *— -O -O -O -O -O 'O -o co CD CD OD CD CD CD QQ OD 

-fc^wr s j*--o«o«oO<z>Oc><=>o<=><=> < »«oO<o*©aoejiKjO 
CJ 1 O o O O o 

tn<<tnUJ<<:cntn<<cnui<<cn*<:U 5 
cn -c < co co < • n • ■ m u • ■ m u • • m 11 • • li • ■ 

m ii • - m ii 3><o*i><<0'i,<<chj><<yi^ccA5 

<<0'X>'<=<= r— «•*-*!— i— i— ^ i— — --J 1 

*—■ r~ »—■ *—* *— *— <o *—» ^ »— o> <o ►— o> ^ 

Il H- O ►- Il ►- 'O O -o < «O >o < o ^) < o o <5 o 

<=> -o «O '■'J ^ ^-4 • <o —^4 * <=> —J • <r> ►— g 


20 N. MARZO 1981. “ ® ° ° ‘ 

cn < < io 

30 SPSC 

35 S." «Il«« LEGGE DI OHM IH#*" i s ° ^ 

36 S. 1 § 

37 S. L S 

38 S. S 2 

t CJÌ CD 

39 S.:S=1:N=0 S 

40 R." VUOI LE ISTRUZIONI *;A 2 

50 SEAO0V.90 Ì 

60 V.195 g 

90 SPSC 

100 S."QUANDO VIENE RICHIESTO COMUNICA I DATI CHE CONOSCI . 1 
120 S.AL101,"# V I IN VOLT . 1 

130 S.T.<5);=# I * IN AMPERE.* 590 SEV>=!0QOV.1000 

140 S.T. (5); ’# R i IN OHM . 1 400 S.AL197,"TENSIONE VOLT.’ 

150 S.T.(5);*1 N # IN NATT." 610 S.T.(5);V 

160 S.AL256, "PER I DATI NON NOTI SCRIVI t 0 1*620 SEK1V. 1070 

170 S.AL320,"AD OGNI VALORE CHE ASSEGNI PREMI" 630 SEI>=1000V.1210 


■ m || • • Il • • 

f— ^ I— ^ ^ 

^) < o «O O o 


«O -^4 — 3> 

o o; a r 

c O —■ 

. cn 


180 S.AL425, *<<< RETURN >»" 

190 C.10500 
195 SPSC 

200 R."VOLT "jV 
210 R."AMPERE "jl 
220 SEV=0V.260 
230 5EI=0V.26O 
240 R=V/I:N=VJI 
250 V.500 

260 R.-0HM ";R « 

270 A=V+I+R SSSSSSS 

280 SEA=0V. 405 

< H » 3C * H CO 

285 A=0 

290 SER=0V.330 L ir " i L “ ^ 

300 SEV>0V. 320 £ * J « S " s 

305 SE I =0V. 330 35 ” 

310 V=RII:N=R*III S m 

320 I=V/R:N=VIV/R 5 

325 V.500 ? 3 

330 R."NATT ";N ! ’ ® 

340 SEN=0V.405 I 

350 SEV>0V.380 
360 SED0V.390 
370 V.3900 

380 R=VIV/N: I=N/V:V.500 
390 B=III:R=N/B:V=N/I 
395 8=0 
400 V.500 
405 SPSC 

410 S,AL71,"TI SEI SBAGLIATO !" 

420 S.AL162,"DEVI FORNIRE ALMENO DUE DATI." 

430 P.A=1F.2000P.1:1.A:A=0:SPSC 

440 V.200 

500 SER<IV.660 

510 SER>=1000V.690 


640 S.A1293, "CORRENTE AMPERE. 

650 S.T.(5>;I 

655 C.10500 

658 V.195 

660 R=RI1000 


1050 S.AL197,"TENSIONE MEGAVOLT." 
1052 V.610 
1055 V=V/1000 

1058 S.AL197,"TENSIONE SISAV0LT." 
1060 V.610 
1070 1=111000 
1080 SEK1V.1U0 

1090 S.AL293,"CORRENTE MILLIAMPERE. 
1100 V.650 
1110 1=111000 
1120 SEK1V.1150 

1130 S.AL293,"CORRENTE MICROAMPERE. 
1140 V.650 


670 SPSC:S.AL(5);"RESISTENZA HILLI0HM."1150 1=111000 


680 V.530 1160 SEK1V.1190 

690 R=R/1000 1170 S.AL293,"CORRENTE NANQAMPERE." 

700 SER>=1000V.730 1180 V.650 

710 SPSC:S.AL(5)j"RESISTENZA KILQHH." 1190 1=141000 

720 V.530 1200 S.AL293,"CORRENTE PIC0AHPERE.* 

730 R=R/1000 1205 V.650 

735 SER >=1000V.742 1210 1=1/1000 

740 SPSC: S. AL (5) ; 'RESISTENZA MEGAOHM." 1220 SEIM0O0V.1250 

NI V.530 1230 S.AL293,"CORRENTE KILOAMPERE 

742 R=R/1000 1240 V.650 

743 SER>=1000V.746 1250 1=1/1000 

J44 SPSCsS.ftL(5);"RESISTENZA GIGA0HM." 1260 SEI>=1000V.1290 


745 V.530 

746 R=R/1Q00 

747 SPSCiS.AL(5)j"ESISTENZA TERAQHM. 

748 V.530 
760 N=NI1000 
765 SEN<1V.775 

770 S.AL101,"POTENZA MILLINATT." 

773 V.570 
775 N=NI1000 

778 S.AL101,"POTENZA HICRONATT." 

780 V.570 

790 N=H/1000 

800 5EN>=1000V.830 

810 S.AL101,"POTENZA KIL0NATT." 

B20 V.570 

830 N=N/1000 

835 SEN)=1000V.845 


Questo bollettino 
Word-Processor MLG. 


stato editato 


1270 S.AL293,"CORRENTE MEGAAMPERE." 

1280 V.650 

* 1290 S.AL293,"CORRENTE GIGAAHPERE." 

1300 V.650 
3900 A=NIR 
4000 C.5001 
4010 V=B 

4020 A=0:B=0:C=0:D=0 
4030 A=N/R 
4040 C.5001 
4050 I=B 

4060 A=0:B=0:C=0:D=0 
4070 V.500 

5000 NIR=A 

5001 B=AI.5:C=0 

5002 D=(A/B-B)t.5 

5003 SE(D=0)+(D=C)A.RIT. 

5004 B=8+D:C=D:V.5002 

10500 SC,:RIC."PREMI <RETURN) PER CONTINUARE"; 
MICRO LG-SO, Editor CP/M 


A*:RIT 


8 


ri 5 .8i